Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare una video lezione

di

L’e-learning sta prendendo sempre più piede e, nel corso degli ultimi anni, il numero di piattaforme – sia gratuite che a pagamento – che permettono di realizzare video lezioni è cresciuto tantissimo. Da buon insegnante quale sei, vorresti cimentarti nella realizzazione di qualche lezione a distanza, ma il tuo rapporto con la tecnologia è tutt’altro che idilliaco.

Non preoccuparti: posso spiegarti io come creare una video lezione. Nei prossimi paragrafi, infatti, ti illustrerò il funzionamento di alcune piattaforme, disponibili sia per PC che per smartphone e tablet, che sono utili allo scopo. Contrariamente a quanto tu possa pensare, sono semplicissime da adoperare e alla portata di tutti.

Sei curioso di scoprire come funzionano? Molto bene, allora mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per le tue video lezioni!

Indice

Come creare una video lezione con Meet

Iniziamo questa disamina partendo da Google Meet, la piattaforma di videoconferenza del colosso di Mountain View, che è semplice da usare ed è fruibile sia come applicazione Web che come app per dispositivi mobili.

Computer

Google Meet

Se intendi adoperare Meet da computer, sappi che puoi fare ciò direttamente online dai seguenti browser: Google Chrome, Mozilla Firefox, Microsoft Edge e Safari.

Per procedere, recati dunque sulla pagina principale di Google Meet, clicca sul collegamento Accedi posto in alto a destra e accedi al tuo account Google (qualora non l’avessi ancora fatto). Dopodiché clicca sul bottone Nuova riunione, seleziona la dicitura Avvia una riunione immediata e concedi al servizio l’accesso alla webcam e al microfono del PC in uso.

Successivamente, fai clic sul pulsante Partecipa. Nella pagina che si apre, fai clic sulla scheda Dettagli riunione (in basso a sinistra) e seleziona la dicitura Copia info per partecipazione, così da copiare il link da condividere con le persone che vuoi invitare alla video lezione. Cliccando sull’icona dei due omini (in alto a destra) e in seguito sul bottone Aggiungi persone presente nel menu apertosi, puoi inviare l’invito alla video lezione direttamente via email.

Una volta avviata la conferenza, puoi cliccare sul simbolo del microfono o della videocamera per gestire il tuo microfono e la tua webcam. Volendo, puoi anche disattivare il microfono di uno o più partecipanti alla lezione: per farlo, ti basta cliccare sull’icona dei due omini (in alto a destra), selezionare il nome della persona di tuo interesse e cliccare sul simbolo del microfono nel menu che si apre.

Dato che si tratta di una lezione, può darsi che si presenti la necessità di condividere lo schermo. Per riuscirci, fai clic sul bottone Presenta ora (in basso a destra), scegli la voce Il tuo schermo intero nel menu apertosi e concedi al servizio il permesso necessario per effettuare la condivisione dello schermo (che potrai revocare in qualsiasi momento, cliccando sul bottone Interrompi presentazione). Semplice, vero?

Se ti servono maggiori delucidazioni su come avviare una videoconferenza con Meet, non esitare a consultare la guida che ho dedicato interamente all’argomento.

Smartphone e tablet

Meet iOS

Qualora tu preferissi adoperare Meet su smartphone e tablet, provvedi a installare l’app ufficiale del servizio sul tuo dispositivo Android o iOS/iPadOS. Fatto ciò, avviala, pigia sul bottone Continua e concedile tutti i permessi necessari per farla funzionare, ovvero quelli inerenti l’accesso al microfono e alla fotocamera del dispositivo in uso.

Successivamente, fai tap sul bottone Accedi e accedi al tuo account Google (se necessario). Per avviare una nuova videoconferenza, premi il bottone (+) Nuova riunione (sulla sinistra) e condividi il link presente nel riquadro apertosi con le persone che vuoi invitare alla videolezione. Qualora avessi chiuso il riquadro, puoi recuperare il link della stanza creata pigiando sulla (i) situata sulla destra e premendo sul bottone Condividi situato sotto il link.

A conferenza avviata, puoi pigiare sul simbolo del microfono o della videocamera (tocca un punto qualsiasi dello schermo se non dovessi vederli) per gestire il tuo microfono. Pigiando sul simbolo dei due omini, invece, puoi accedere alla lista dei partecipanti: da qui, toccando il nominativo di uno di essi, potrai (in caso di necessità) agire anche sui loro microfoni.

Anche da mobile è possibile condividere lo schermo su Meet. Per riuscirci, tocca un punto qualsiasi del riquadro che mostra il video dei partecipanti alla videocall, tocca l’icona (…) situata in alto a destra e pigia sui pulsanti Mostra schermo, Inizia a presentare e Avvia adesso. Per interrompere la registrazione, invece, recati nuovamente nella schermata principale dell’app e premi il bottone Termina presentazione (in alto).

Qualora avessi bisogno di qualche dettaglio in più su come avviare una videoconferenza con Meet, ti rimando alla guida che ho dedicato interamente al servizio di casa Google.

Come creare una video lezione su Zoom

Pur essendo usata ampiamente in ambito domestico, Zoom è una piattaforma perfetta per la didattica online e, infatti, è una delle più apprezzate da insegnanti e studenti. Permettimi di illustrarti il suo utilizzo.

Computer

Zoom

Se hai intenzione di procedere da computer, tutto ciò che devi fare è accedere al tuo account Zoom dal suo client ufficiale e, una volta avviata la videoconferenza, condividere il link con i tuoi studenti. Se non hai ancora creato un account e/o non hai scaricato il client di Zoom, ti rimando alle lettura delle guide che ti ho appena linkato.

Fatto ciò, una volta avviato Zoom, compila i campi Email e Password e premi sul bottone Accedi, per eseguire l’accesso con il tuo account; altrimenti accedi tramite il tuo account Google oppure il tuo account Facebook, cliccando sui bottoni appositi ed effettuando il login. Maggiori info qui.

Ad accesso effettuato, clicca sul bottone Continua, fai clic sul pulsante Nuova riunione (in alto a sinistra), poi sul bottone Accedi all’audio (in basso a sinistra) e su quello Entra con l’audio del computer. Ora la videoconferenza è praticamente avviata. Per invitare altri utenti alla video lezione, fai clic sul pulsante Partecipanti e, nella finestra che compare sulla destra, fai clic prima sul pulsante Invita e poi sulla scheda Email situata in alto a destra.

Decidi, dunque, il metodo di invio dell’invito (es. Gmail, Yahoo Mail, etc.) oppure fai clic sulla voce Copia invito, in basso sinistra, e invia il link della video lezione come più preferisci (es. via WhatsApp, Telegram, etc.). Ricordati poi di ammettere gli utenti in ingresso, cliccando sul pulsante Ammetti.

Mediante il bottone Silenzia tutti (in basso a destra del pannello Partecipanti), puoi silenziare tutte le persone che partecipano alla conferenza. Scorrendo il mouse sui nominativi dei partecipanti, invece, puoi silenziarli singolarmente cliccando sul pulsante Silenzia.

Vuoi condividere lo schermo del tuo PC? Allora fai clic sul pulsante Condividi schermo e, dopo aver selezionato la finestra da condividere, clicca sul pulsante Condividi. Per interrompere la condivisione dello schermo, provvedi invece a cliccare sul pulsante Interrompi condivisione.

Ti ricordo che Zoom è disponibile anche come estensione gratuita per Chrome e Firefox. Per maggiori informazioni su come usare Zoom, dai pure un’occhiata alla guida che ti ho linkato. Sono certo che ti sarà utile.

Smartphone e tablet

App Zoom

Se vuoi procedere da smartphone e tablet, devi anche in questo caso accedere al tuo account Zoom, questa volta dall’app ufficiale del servizio per Android (disponibile anche su store alternativi) o iOS/iPadOS: se non hai ancora installato l’app e/o creato il tuo account, trovi spiegato come riuscirci in quest’altra guida).

Ad accesso effettuato, fai tap sul bottone arancione Nuova riunione (in alto a sinistra) e premi il pulsante Avvia una riunione. Successivamente, concedi all’app i permessi necessari per accedere alla fotocamera e al microfono (se non l’avevi ancora fatto). Mediante i bottoni Silenzia e Interrompi video situati in basso (se non li vedi, tocca un punto qualsiasi dello schermo), puoi gestire il tuo microfono e la tua fotocamera.

Per invitare altre persone alla video lezione, invece, devi pigiare sul pulsante Partecipanti (se non lo vedi, tocca un punto qualsiasi dello schermo), poi su quelli Invita e copia il link d’invito e condividere il link ottenuto con le persone di tuo interesse tramite i canali che più preferisci (es. email, chat ecc.). Ricordati poi di accettare le persone invitate, pigiando sul pulsante Ammetti che comparirà in corrispondenza dei loro nominativi. Pigiando sul pulsante Condividi, situato in basso, hai inoltre la possibilità di condividere lo schermo, immagini, documenti, etc.

Se desideri maggiori informazioni su come usare Zoom, ti rimando alla lettura dell’articolo che ho dedicato interamente all’argomento.

Come creare una video lezione con Classroom

Se vuoi creare una video lezione con Classroom, sappi che la piattaforma per la didattica a distanza di Google non permette di avviare conferenze con i partecipanti di un corso (per fare quello, devi rivolgerti a Meet o a uno degli altri servizi citati nelle righe precedenti), ma consente di caricare video di lezioni pre-registrate.

Se non hai ancora registrato una lezione e non sai come riuscirci, puoi trovare indicazioni utili a questo proposito nelle guide in cui spiego dettagliatamente come registrare video e come registrare video dal PC. Una volta registrata una video lezione, potrai caricarla su Classroom seguendo le indicazioni che sto per fornirti.

Computer

Classroom

Per procedere da computer, recati sulla pagina principale di Classroom, clicca sul bottone Go to Classroom ed effettua l’accesso al tuo account Google abilitato docente oppure effettua il login con l’account G Suite for Education che ti è stato fornito dal tuo istituto scolastico.

Ad accesso effettuato, se non hai ancora provveduto, crea un corso: per riuscirci, clicca sul pulsante Continua, poi su quello (+) (in alto a destra), seleziona la voce Crea corso e, dopo aver apposto la spunta sulla dicitura Ho letto e compreso l’avviso sopra riportato e dichiaro di non utilizzare Classroom presso una scuola con studenti, clicca sul bottone Continua.

Fatto ciò, compila il modulo che vedi a schermo, fornendo nome del corso, sezione, materia, etc. e fai clic sul pulsante Crea. Nella pagina che si è aperta, vedrai il codice corso che dovrai comunicare ai tuoi studenti.

Per procedere con il caricamento di un video all’interno del corso, clicca poi sulla scheda Stream, scrivi il nome e/o il numero della video lezione che stai caricando nel campo Condividi qualcosa con il corso…, premi il bottone Aggiungi, seleziona la voce File, vai nella scheda Carica e, dopo aver cliccato sul pulsante Browse, scegli il file di tuo interesse. Quando sei pronto per farlo, clicca poi sul bottone Pubblica e il gioco è fatto.

Smartphone e tablet

Classroom mobile

Nel caso in cui preferissi agire da smartphone e tablet, dopo aver installato e avviato l’app di Classroom sul tuo dispositivo Android (disponibile anche su store alternativi) o iOS/iPadOS, premi sul pulsante Inizia ed effettua l’accesso con le credenziali del tuo account Google oppure con quello del tuo account associato a G Suite for Edication (qualora tu sia un docente associato a una scuola).

A login effettuato, premi sul bottone (+) situato in alto a destra e, se non l’hai ancora fatto, crea il tuo primo corso. Per fare ciò, premi sulla voce Crea corso nel menu che si è aperto, compila il modulo che vedi a schermo fornendo nome del corso, sezione, stanza, etc. dopodiché pPemi sul bottone Crea (in alto a destra), pigia sull’icona della rotellina (in alto a destra) e, nella schermata che si è aperta, annota il codice corso, che dovrai comunicare agli studenti per farli partecipare alla tua video lezione.

Fatto queso, pigia sul campo Condividi con il corso (nel caso in cui tu non lo veda, seleziona la scheda Stream situata in basso a sinistra), scrivi il nome della lezione e/o il suo numero nell’apposito campo e carica il video della stessa: per riuscirci, premi sul simbolo della graffetta (in alto a destra), scegli la fonte da cui caricare il video (es. File, Drive, etc.) oppure registralo al momento (Registra video) e premi sull’icona dell’aeroplanino di carta (in alto a destra) per pubblicare il contenuto.

Se desideri maggiori informazioni su come usare Google Classroom, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato interamente al servizio.

Come creare una video lezione su Teams

Teams è un’altra piattaforma che è possibile adoperare per realizzare video lezioni. Vediamo insieme in che modo.

Computer

Microsoft Teams desktop

Per avvalerti di Teams su computer, recati sul sito ufficiale del servizio e scarica il suo client ufficiale, cliccando sui bottoni Scarica per il desktop e Scarica Teams. Al termine dello scaricamento del file d’installazione del programma, aprilo e segui le indicazioni che compaiono a schermo per portare a termine il setup. Maggiori info qui.

A installazione completata, avvia il client di Teams, clicca sul pulsante Accedi e accedi al tuo account (che devi aver precedentemente configurato, come ti ho spiegato in quest’altro articolo). Per effettuare il login, compila i campi di testo email e password, clicca sul bottone Accedi e fai clic prima sul nome della tua azienda e poi sui pulsanti Continua (per due volte consecutive) e OK.

Fatto ciò, clicca sulla scheda Chiamate posta sulla sinistra e aggiungi nuovi contatti al tuo team, selezionando la voce Contatti, cliccando sul bottone Aggiungi contatto e compilando la scheda riguardante il contatto da includere. Per avviare la videochiamata, dopo aver fatto clic sulla scheda Chiamate nel menu posto sulla sinistra, premi sul pulsante Chiama, scrivi i nomi delle persone che vuoi chiamare, fai clic simbolo della videocamera collocato in basso e attendi che i partecipanti prendano parte alla chiamata.

Volendo, puoi usare Microsoft Teams anche direttamente da browser, accedendo al servizio dal suo sito ufficiale. Per maggiori informazioni su come usare Microsoft Teams, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato interamente alla piattaforma.

Smartphone e tablet

Microsoft Teams

Se vuoi adoperare Teams da smartphone e tablet, dopo aver installato e avviato l’app del servizio sul tuo dispositivo Android (disponibile anche su store alternativi) o iOS/iPadOS, pigia sul bottone Accedi e accedi all’account Microsoft Teams che devi aver già creato e configurato (come ti ho illustrato in quest’altra guida). Per eseguire l’accesso, devi compilare poi i campi email e password e premere sul pulsante Accedi.

A login eseguito, fai tap sul nome della tua azienda, pigia sulla dicitura Successiva (per due volte di seguito) e premi sul pulsante OK. Nella nuova schermata apertasi, accertati che il tuo nome sia esatto, premi sul pulsante Successiva e fai tap sul bottone Invita altri, così da invitare altre persone (i tuoi studenti, appunto) a fare parte del team.

Fornisci, pertanto, l’email della persona da invitare nell’apposito campo testuale, pigia sul pulsante (+) e ripeti l’operazione per tutte le altre persone che intendi invitare. Infine, premi sul bottone (✓) collocato in alto a destra.

Adesso, tutto ciò che devi fare è premere sul bottone Chiamate (in basso), pigiare sull’icona della cornetta situata in basso a destra, fornire i nominativi dei contatti da chiamare nel campo di testo A: e premere sull’icona della videocamera annessa al nominativo di tuo interesse. Se non l’hai già fatto concedi all’app l’accesso alla fotocamera e al microfono del device in uso e attendi che gli utenti che hai chiamato rispondano.

Per informazioni più dettagliate relative all’uso di Teams, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato alla piattaforma di casa Microsoft.

Consigli pratici su come creare una video lezione

Come registrare una videolezione su PC, Mac e dispositivi portatili

Oltre a seguire gli accorgimenti di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, prova a mettere in pratica i seguenti consigli pratici su come creare una video lezione e vedrai che non te ne pentirai.

  • Usa una buona attrezzatura — una webcam o, meglio ancora, una Reflex collegata al computer e un microfono di qualità sono essenziali per fare in modo che la video lezione sia piacevole da seguire. Se non disponi dell’attrezzatura necessaria, direi che è giunto il momento di fare qualche piccolo investimento in tal senso, acquistando il necessario nei negozi di elettronica oppure negli store online, come Amazon.
  • Usa uno schema — non usare troppi appunti e cerca di scriverti solo i punti chiave della lezione che devi tenere. Questo ti aiuterà ad avere ben in mente quali argomenti trattare e al tempo stesso ti permetterà di essere naturale e non rigido o impostato (cosa che invece accadrebbe se fossi legato a un manoscritto).
  • Cura la location — individua un angolo della tua casa o del tuo ufficio che sia adatto e che non distragga coloro che parteciperanno alla lezione. Se possibile, individua una parete di colore neutro che non abbia decorazioni, quadri appesi, etc.; altrimenti prendi in considerazione la possibilità di acquistare un telo di colore uniforme e tenue, che possa coprire eventuali elementi di distrazione: puoi reperirlo nei negozi di oggettistica della tua zona oppure nei negozi online, come Amazon.
  • Prepara un piano “B” — se la linea principale dovesse saltare o, comunque, dovesse avere qualche problema, tieni pronta una linea di emergenza, magari quella inclusa nel piano dati del tuo smartphone, che potrai usare in tethering.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.