Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disattivare SIM Wind

di

Possiedi una scheda Wind che non intendi più utilizzare e ti piacerebbe capire come fare per poterla disattivare? Beh, date le circostanze direi allora che ti trovi sulla guida giusta, al momento giusto. Quest’oggi, infatti, desideravo spiegarti proprio come disattivare una SIM Wind, sia per quel che concerne le schede ricaricabili che quelle in abbonamento. In entrambi i casi, non hai di che preoccuparti, non è per niente complicato.

Tutto quello che devi fare è inoltrare al gestore la tua richiesta di cessazione completa dell’utenza e attendere che questa venga accolta. In alternativa, se intendi cambiare operatore, puoi cessare la tua utenza Wind anche semplicemente richiedendo la portabilità del numero. Se poi non hai particolare fretta e nel caso specifico delle ricaricabili, puoi anche attendere la naturale scadenza della SIM: la disattivazione avverrà in maniera automatica. Come vedi, hai dalla tua diversi sistemi.

Ora però non perdiamo ulteriore tempo in chiacchierare e cominciamo subito a darci da fare. Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e comincia a concentrarti sulla lettura delle informazioni sul da farsi che trovi proprio qui sotto. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso e che, addirittura, in caso di necessità sarai pronto a fornire utili suggerimenti al riguardo ai tuoi amici. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Come disattivare una SIM Wind abbonamento e ricaricabile

Foto di una ragazza che usa un MacBook

Desideri disattivare una SIM Wind, abbonamento o ricaricabile che sia, e non sai come riuscirci? Allora, tutto quello che devi fare è, come anticipato in apertura, comunicare le tue volontà al gestore. Puoi riuscirci in vari modi: a mezzo raccomandata A/R, tramite PEC, telefonicamente o di persona, recandoti in un negozio Wind. Qui di seguito trovi spiegato in che modo procedere, esattamente in tutti i casi.

  • Raccomandata A/R – scrivi la tua richiesta specificando inoltre il tuo nome, il tuo cognome, il numero di telefono, il numero di serie della SIM da disattivare e il motivo per cui intendi procedere con l’operazione. Completa il tutto inserendo anche la tua firma autografa, allega una fotocopia fronte-retro di un tuo documento d’identità e e invia la documentazione al seguente indirizzo: WIND Tre SpA – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano.
  • PEC – scrivi la tua richiesta avendo altresì cura di specificare il tuo nome, il tuo cognome, il numero di telefono, il numero di serie della SIM da disattivare e il motivo per cui intendi procedere con l’operazione. Completa la documentazione aggiungendo la tua firma autografa, allegagli la scansione fronte-retro di un tuo documento di riconoscimento e spedisci il tutto al seguente indirizzo di posta elettronica: servizioclienti155@pec.windtre.it.
  • Telefonicamente – chiama il 155 (il numero del servizio clienti di Wind) usando il cellulare oppure il telefono fisso, ascolta il messaggio di benvenuto e premi il tasto per ricevere assistenza da parte di un consulente (dovrebbe essere il 2). In seguito, se stai chiamando direttamente dal tuo numero Wind, attendi in linea, altrimenti premi il tasto 1 e digita il numero di telefono in relazione al quale intendi andare ad agire. Successivamente, schiaccia ancora il tasto per ricevere assistenza da parte di un consulente (dovrebbe essere il 3), aspetta di ricevere risposta da parte di un operatore e spiega a quest’ultimo quelle che sono le tue necessità. Tieni presente che potrebbero esserti poste delle domande specifiche per verificare la tua reale identità.
  • Negozio Wind – recati in uno dei tanti centri Wind presenti sul territorio nazionale ed esponi all’addetto alle vendite quelle che sono le tue necessità. Molto probabilmente ti verranno poste delle domande specifiche per verificare la tua identità. Se non sai dove si trova il negozio Wind a te più vicino, puoi scoprirlo cercandolo sulla mappa apposita presente sul sito Internet dell’operatore.

A prescindere dal sistema scelto per procedere con la disattivazione della SIM, tieni presente che, a seconda di quanto previsto dal contratto sottoscritto in fase d’attivazione, potresti ritrovarti a dover sostenere delle spese di chiusura. Ad esempio, se il contratto che avevi sottoscritto con Wind prevedeva dei vincoli temporali (es. da 12, 24, o 30 mesi) ma tu fai richiesta di disdetta in anticipo, potresti essere soggetto al pagamento di penali e costi aggiuntivi calcolati in base a eventuali sconti e bonus maturati al momento della sottoscrizione dell’offerta.

Tieni altresì a mente che nel caso in cui tu abbia provveduto ad acquistare uno smartphone, un tablet o un qualsiasi altro dispositivo con pagamento dilazionati, potresti dover versare le eventuali rate mancanti. Per tutti i dettagli, ti consiglio di consultare la documentazione che ti è stata fornita dal gestore oltre che la pagina Web con le condizioni relative ai servizi Wind.

Altri sistemi per disattivare una SIM Wind

Se desideri passare ad un altro operatore effettuando la portabilità del tuo numero e ti stai chiedendo come fare per disattivare una SIM Wind in tal caso, sappi che la cosa avviene in maniera praticamente automatica una volta completata la procedura. Inoltre, una SIM Wind viene disattivata automaticamente anche alla scadenza della stessa. Per ulteriori dettagli, prosegui pure nella lettura. Trovi spiegato tutto con dovizia di particolari nelle righe successive.

Passaggio ad altro gestore

Ragazzo che usa iPhone

Come ti dicevo, se è tua intenzione passare ad un altro gestore effettuando la portabilità del numero e stai cercando di capire come disattivare una SIM Wind, sono lieto di comunicarti che, in tal caso, tu non devi fare assolutamente nulla in aggiunta alla procedura che occorre intavolare per cambiare operatore. Una volta scelto il nuovo gestore e l’offerta da sottoscrivere, infatti, sarà quest’ultimo ad occuparsi di tutto e a portabilità conclusa la tua scheda Wind si disattiverà in maniera automatica.

Per avviare le pratiche necessarie per effettuare la portabilità del numero puoi decidere di contattare il nuovo gestore in vari modi, tutti quelli che trovi indicati qui sotto.

  • Negozio – puoi fare richiesta di portabilità del tuo numero Wind recandoti in un negozio del nuovo operatore e spiegando quelle che sono le tue necessità all’addetto alle vendite. Ricorda di portare con te anche un tuo documento di identità valido, la tua attuale SIM e il codice fiscale, che sono indispensabili per poter inoltrare la richiesta. Inoltre, se desideri sottoscrivere un’offerta che prevede l’addebito sulla carta di credito oppure sul conto corrente, munisciti anche della carta di credito di riferimento o delle coordinate del tuo conto bancario.
  • Telefonicamente – fai una telefonata al servizio clienti del nuovo gestore verso cui desideri migrare ed esponi al consulente quelle che sono le tue intenzioni. Indica, dunque, la promozione che desideri sottoscrivere e fornisci gli ulteriori dettagli richiesti relativi alla tua persona e alla tua attuale SIM Wind. In seguito, ti verrà fatta recapitare una nuova SIM che, una volta completata la richiesta di portabilità, dovrai utilizzare in sostituzione di quella Wind o che comunque potrai cominciare a usare subito, ma con un numero provvisorio.
  • Online – recati sul sito Internet del gestore di tuo interesse, scegli l’offerta che più ti aggrada e sottoscrivila richiedendo la portabilità del numero. Fatto ciò, il nuovo gestore provvederà a spedirti a casa la sua SIM che potrai cominciare a utilizzare a portabilità completata oppure subito, ma con un numero provvisorio.

Se sulla tua attuale SIM Wind hai del credito residuo, provvedi altresì a richiedere in via preventiva il trasferimento di quest’ultimo sulla nuova scheda. Per riuscirci, ti basta selezionare l’apposita opzione in fase di sottoscrizione del contratto con il nuovo gestore oppure puoi scaricare, dal sito Internet di Wind, il modulo dedicato, stamparlo, compilarlo con i dati e le informazioni richieste, firmarlo e inviarlo, a mezzo raccomandata A/R, al seguente indirizzo: Wind Telecomunicazioni S.p.A. – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano MI.

A prescindere dalla metodica scelta, in genere le tempistiche necessarie per far sì che il passaggio da un operatore all’altro vengano completate richiedono massimo due giorni lavorativi. Ad ogni modo, a processo ultimato, la cosa ti verrà comunicata anche tramite un apposito SMS informativo.

Se ti stai chiedendo quali sono le spese che bisogna sostenere per effettuare la portabilità del numero, sappi che, solitamente, si tratta di un’operazione totalmente gratuita, l’unica cosa da mettere in conto sono i costi necessari per poter usufruire della nuova offerta sottoscritta e, eventualmente, il costo una tantum della SIM e quello necessario per attivare l’offerta (che però, in genere, ai nuovi clienti viene proposto a prezzo scontato).

Anche nel caso della portabilità del numero, poi, tieni presente che, a seconda di quanto previsto dal contratto sottoscritto con Wind al momento dell’attivazione della SIM, potresti ritrovarti a dover sostenere dei costi aggiuntivi, come ti ho spiegato nella parte finale del passo precedente.

Se ritieni di aver bisogno di ulteriori spiegazioni riguardo le operazioni da compiere per effettuare la portabilità del numero, ti rimando alla lettura dei miei tutorial specifici dedicati a come passare a TIM, come passare a Vodafone e come passare a Iliad. Se il gestore verso cui vuoi migrare la tua numerazione è diverso da quelli che ti ho appena indicato, invece, fa’ riferimento alla mia guida generica su come cambiare operatore telefonico.

Scadenza della SIM

SIM cellulare

Se non intendi più utilizzare la tua SIM Wind e non hai particolare fretta e, soprattutto, se si tratta di una ricaricabile, puoi disattivarla lasciando semplicemente che questa scada. Infatti, se non effettui una ricarica sulla tua scheda per più di 13 mesi, quest’ultima e il numero a essa associato verranno disattivati in maniera automatica, come spiegato in dettaglio sul sito Internet di Wind, sulla pagina relativa alle condizioni di utilizzo della SIM.

Qualora, poi, dovessi avere dei ripensamenti e se dalla disattivazione non è trascorso oltre un anno, potrai eventualmente attivare nuovamente la scheda attenendoti alle indicazioni sul da farsi che ti ho fornito nella mia guida su come riattivare una SIM scaduta.

Come disattivare abbonamenti su SIM Wind

Wind

Hai letto con la massima attenzione questa mia guida ma quello che ti interessava sapere, in realtà, non è come disattivare una SIM Wind in generale ma come sbarazzarti degli abbonamenti ad eventuali servizi extra attivi sul tuo numero? Capisco. Beh, non temere, anche a questo c’è rimedio: leggi la mia guida specifica su come disattivare abbonamenti Wind e scoprirai subito in che modo procedere.

Se poi ti interessa capire anche come disattivare una o più promozioni attive sulla tua numerazione, ti suggerisco la lettura del mio post su come disattivare promozioni Wind. In tutti i casi, non preoccuparti, non dovrai fare nulla di particolarmente complesso o che sia fuori dalla tua portata.

In caso di dubbi o problemi

Screenshot della pagina di assistenza e FAQ WInd

Hai seguito pedissequamente le mie istruzioni su come disattivare una SIM Wind ma in corso d’opera qualcosa è andato storto oppure ci sono dei passaggi che non ti sono ancora molto chiari? Considerando le circostanze, il miglior suggerimento che posso offrirti è senza dubbio alcuno quello di metterti in contatto con il servizio clienti del famoso gestore.

Puoi riuscirci in vari modi: telefonicamente oppure tramite social network. Entrambi i sistemi sono ugualmente validi. Per approfondimenti a riguardo e per scoprire, esattamente, come procedere, leggi la mia guida specifica su come parlare con un operatore Wind.

Puoi inoltre valutare di utilizzare il servizio di assistenza guidata, visitando la relativa pagina Web presente sul sito Internet di Wind. Consente di trovare rapidamente le risposte alle domande più frequenti riguardo ogni genere di servizio offerto dal gestore.

Ulteriori informazioni utili puoi trovarle anche collegandoti alla sezione del sito Internet dell’operatore dedicata, invece, all’assistenza e alle FAQ. In tal caso, quello che devi fare è cercare o selezionare l’argomento pertinente e leggere le relative mini-guide che ti vengono proposte.

Se poi avevi scelto di disattivare la tua SIM Wind richiedendo la portabilità del numero e stai avendo dei problemi ai quali fa capo il nuovo operatore, puoi scoprire come metterti in contatto con il relativo servizio clienti consultando, a seconda del gestore di riferimento, i miei tutorial su come parlare con un operatore TIM, come parlare con un operatore Vodafone e come parlare con un operatore Iliad.