Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona Shazam

di

Shazam è un’applicazione quasi magica grazie alla quale è possibile scoprire il titolo di una canzone, chi la canta e in quale album è contenuta semplicemente prendendo lo smartphone e avvicinandolo alla fonte da dove proviene il suono, sia essa una radio, un televisore o un computer. Ma come funziona Shazam in realtà?

La sua tecnologia si basa sull’analisi degli spettrogrammi, dei grafici che consentono al servizio di comparare tempi e intensità del suono di tutti i brani presenti nel suo database. E tutto avviene nell’arco di pochi secondi. Stupefacente, vero?

L’applicazione riconosce tutti i generi musicali, anche se a dire la verità fatica un po’ con la musica classica e con i brani jazz a causa delle loro molteplici interpretazioni e registrazioni. Inoltre è bene precisare che funziona solo con le canzoni registrate: non puoi canticchiare o fischiettare un brano e sperare che l’applicazione ti dica qual è il titolo.

Se non hai ancora provato Shazam e sei curioso di scoprire le sue potenzialità, apri lo store del tuo smartphone (App Store su iPhone, Google Play su Android e Windows Phone Store su Windows Phone), cercala all’interno di quest’ultimo e scaricala. Ne sono disponibili due versioni: una gratuita denominata semplicemente Shazam (che è quella che devi scaricare tu) e una a pagamento che si chiama Shazam Encore e ha il vantaggio di non avere banner pubblicitari al suo interno, se lo riterrai opportuno potrai acquistarla più in là.

A download completato, avvia Shazam e preparati a testare subito le sue capacità. Come? Non ci sarebbe neanche bisogno di spiegarlo: naturalmente avvicinando il telefono al dispositivo che sta riproducendo la canzone da identificare e pigiando sul pulsante con il logo della app sullo schermo dello smartphone.

Entro pochi secondi si aprirà una schermata con il titolo del brano, il nome dell’artista che lo esegue e una serie di collegamenti utili. Fra questi ci sono il pulsante per acquistare la canzone su iTunes, Amazon o Google Music (a seconda della piattaforma utilizzata), il riquadro con i video del brano su YouTube, il bottone Condividi per condividere l’opera sui social network e i pulsanti per ascoltare gratuitamente la canzone su Rdio o Google Play Music.

Inoltre, per i brani che lo prevedono, c’è anche un riquadro con il testo. Scorrendo la schermata di Shazam fino in fondo troverai poi dei pulsanti per consultare biografia, discografia e date dei concerti dell’artista.

Come funziona Shazam

Anche se per il momento questa funzione è disponibile solo su iPhone, ti segnalo che è possibile usare Shazam anche in maniera automatica. Impostando su ON la levetta Auto collocata in alto a destra, la app riconoscerà automaticamente tutti i brani riprodotti nei paraggi anche quando il telefono avrà lo schermo spento o saranno in uso altre applicazioni.

Le canzoni “incontrate” nel corso della giornata verranno memorizzate automaticamente nella sezione Tag > Automatico di Shazam e potranno essere sfogliate in tutta tranquillità in un secondo momento.

Attenzione però, impostare Shazam per il funzionamento automatico ha un certo impatto sull’autonomia del telefono: consuma circa il 5% di batteria ogni ora (anche se si disattiva in automatico quando la carica arriva al 20%). Inoltre considera che funzionando tramite Internet Shazam può consumare anche il traffico dati.

Come funziona Shazam

Ti piacerebbe scoprire quali sono i brani più trovati con Shazam in Italia o nel resto del mondo? Nessun problema. Recati nella sezione Polso della app e sfoglia le classifiche di Shazam con le canzoni più shazammate del nostro Paese, i brani più cercati nel mondo e le novità più interessanti del momento.

Tra le funzioni secondarie di Shazam (se così le vogliamo chiamare) ti segnalo anche la possibilità di “taggare”, ossia di riconoscere, alcuni show televisivi e di interagire con alcuni spot pubblicitari proiettati nei cinema per scoprire vari contenuti. Si tratta di due feature sfruttate pochissimo in Italia ma è bene sapere che esistono.

Come funziona Shazam

A questo punto dovresti avere abbastanza chiaro come funziona Shazam su smartphone, ma in realtà il servizio è accessibile anche su altri dispositivi: tablet e anche computer.

Sì, hai letto bene! Se hai un PC equipaggiato con Windows 8 o un Mac puoi scaricare l’applicazione ufficiale di Shazam e riconoscere le canzoni riprodotte nelle vicinanze della tua postazione di lavoro.

L’applicazione per Mac è più evoluta rispetto a quella per Windows, infatti si “accomoda” nella barra dei menu e riconosce in maniera automatica tutte le canzoni riprodotte nelle vicinanze senza che l’utente debba intervenire. Quella per Windows 8 e (Windows RT) funziona invece solo su richiesta, bisogna pigiare il pulsante per avviare l’identificazione dei brani.

Per scaricare Shazam per Mac usa il Mac App Store, basta pigiare sul pulsante Ottieni/Installa l’app e digitare la password dell’ID Apple nella finestra che si apre. Su Windows rivolgiti invece al Windows Store e clicca su Installa per avviare il download della app.