Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come rendere più veloce il PC

di

È inutile che continui a guardare nervosamente l’orologio; finché non farai qualcosa, il tuo PC continuerà ad andare più lento di un bradipo. Su, dimmi, da quanto tempo è che non fai una bella pulizia dell’hard disk? E del registro di sistema, che mi dici? Ok, ho capito, non sai nemmeno di cosa sto parlando. Mi sa che è arrivato il momento di farti conoscere un paio di programmi “giusti”.

Forse non ci crederai, ma per rendere più veloce il PC non ci vuole né un esperto d’informatica né un’intera giornata da perdere davanti al monitor del computer. Tutto quello che ti serve, in realtà, è un paio di software facilissimi da usare e non più di dieci minuti di tempo libero. Allora, pronto a cominciare le “pulizie di primavera”?

Se vuoi ottimizzare e velocizzare il PC facilmente, devi quindi prenderti qualche minuto di tempo libero per leggere le istruzioni che ti fornirò in questo mio tutorial. Ti parlerò di alcuni strumenti gratuiti che ti permetteranno di compiere tutte le maggiori operazioni di manutenzione del computer. Non stai più nella pelle, vero? Benissimo, allora iniziamo subito. Ti auguro una buona lettura.

Indice:

Deframmentazione del disco rigido (strumenti di Windows)

Quando parliamo di velocizzare un PC, uno dei primi elementi da verificare è l’hard disk. Questo componente, proprio perché ha lo scopo di archiviare dei dati, ha la necessità di essere deframmentato. Non sai cosa significa? Te lo spiego immediatamente. Quando i dati vengono salvati sull’hard disk, non è detto che questi vengano smistati in modo ordinato all’interno dei vari settori del disco; c’è la possibilità che questi vengano sparpagliati, rendendone l’accesso più lento.

Un hard disk deframmentato ha i dati tutti ordinati e il sistema, o il software in esecuzione, ha la possibilità di accedervi più velocemente. Infatti la deframmentazione consiste proprio nel spostare l’attuale locazione dei dati da un punto all’altro del disco, così da renderne più rapido l’accesso.

In Windows esiste uno strumento che di default si occupa della deframmentazione delle partizioni presenti nel tuo hard disk. Questo strumento può anche occuparsi di effettuare tale procedura automaticamente in modo periodico, così da assicurarti un’ottimizzazione continua.

Per accedere a questo strumento di Windows, fai clic sull’icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento (Cerca) e digita deframmenta e ottimizza unità. Dovrai poi selezionare il termine di ricerca che corrisponde alla tua ricerca e, dalla finestra che ti apparirà a schermo, dovrai fare clic su Modifica impostazioni.

Dovrai adesso verificare che un segno di spunta sia presente nella casella Esegui in base a una pianificazione; seleziona poi la frequenza di esecuzione di questa procedura dal menu a tendina sottostante e fai infine clic su Ok.

In questo modo ti sei garantito una deframmentazione periodica del tuo hard disk. Come puoi però effettuare una procedura manuale? In questo caso, dalla finestra principale dello strumento di deframmentazione di Windows, dovrai seleziona una delle partizioni indicate a schermo e fare clic sul pulsante Analizza. Quando l’analisi sarà completata, dovrai fare clic sul pulsante Ottimizza.

Sugli SSD non è consigliato effettuare una deframmentazione, in quanto non necessaria, anche se ormai alcuni strumenti di deframmentazione hanno degli algoritmi creati ad hoc per adattare questa procedura agli SSD.

Programmi per velocizzare il PC

Defraggler

Se vuoi utilizzare un software che si occupi della deframmentazione delle partizioni presenti sul tuo hard disk, allora puoi pensare di rivolgerti a Defraggler. Questo software è gratuito ed è disponibile al download per i computer con sistema operativo Windows.

Se sei interessato, puoi scaricarlo direttamente dal sito Web ufficiale. Dopo aver aperto la pagina Web che ti ho fornito, fai clic sul pulsante Download Free Version e poi su Free Download. Verrai indirizzato in una pagina dove dovrai selezionare uno dei mirror per il download. Ti consiglio di scegliere CCleaner.com come fonte per effettuare il download.

Dopo aver scaricato l’eseguibile, fai doppio clic su di esso per avviarlo e fai clic sul pulsante , in corrispondenza della finestra di Controllo dell’account utente. Seleziona la lingua, scegliendo Italiano e fai clic sul pulsante Next. Attendi che la finestra riappaia e fai clic sul pulsante Avanti e poi deseleziona le caselle relative alle funzionalità che non vuoi attivare. Fai poi clic su Installa e infine su Fine.

Dopo aver avviato il programma, ti troverai nella sua schermata principale. Nella sezione in alto vedrai l’elenco di tutte le partizioni presenti sul tuo PC. Seleziona quella che vuoi deframmentare e fai clic sul pulsante in basso Analizza.

Dovrai adesso attendere la fine dell’analisi sullo stato della tua partizione. Quando sarà ultimamente, ti verranno mostrati i risultati dell’analisi, indicandoti il numero di file che risultano frammentati e la percentuale di frammentazione rispetto al totale dei dati presenti sul tuo PC.

Adesso puoi decidere se avviare una deframmentazione completa (Deframmenta) oppure rapida (Deframmentazione rapida). La prima ti permetterà di effettuare una procedura più completa e approfondita di tutti i file che necessitano una deframmentazione. La seconda è invece molto più veloce, ma lavorerà sulle regole impostate di default, procedendo alla deframmentazione di file di dimensioni contenute.

Per la prima procedura, ti basterà fare clic sul pulsante Deframmenta che trovi in basso, mentre per la procedura più veloce, ma più superficiale, dovrai fare clic sull’icona con il simbolo di un triangolino accanto al pulsante Deframmenta e scegliere l’opzione Deframmentazione rapida, dal menu contestuale.

In alternativa, puoi sempre accedere alla tab Lista file e selezionare soltanto i file che vuoi deframmentare, apponendo un segno di spunta accanto. Dopo averli selezionati, fai clic sul pulsante Deframmenta file selezionati.

Glary Utilities

Parlando di ottimizzazione del PC, ci si riferisce a tutti quegli accorgimenti che si possono prendere in considerazione per migliorare le prestazioni del computer. A tal proposito posso consigliarti Glary Utilities. Questo software, disponibile gratuitamente su Windows, puoi scaricarlo sul tuo computer tramite il sito Web ufficiale.

Raggiungi quindi il sito Web che ti ho fornito e fai clic sul pulsante Download now. Verrà quindi effettuato il download automatico del file d’installazione. Una volta scaricato, fai doppio clic su di esso e poi fai clic sul pulsante , nella finestra di Controllo dell’account utente.

Nell’interfaccia d’installazione, fai clic sul pulsante Avanti, Accetto e poi su Avanti. Deseleziona quindi tutte le caselle che non ti interessano, come ad esempio Quick launch oppure Join the customer experience improvement program. Conferma la procedura poi facendo clic sul pulsante Installa e poi su Fine.

Avvia poi Glary Utilities, tramite la sua icona sul Desktop, e accedi quindi alla sua schermata principale.

In basso ti verrà mostrata una barra con alcune icone per l’esecuzione rapida di alcune procedura, come l’analisi dei programmi in esecuzione automatica all’avvio di Windows, la pulizia di file temporanei, l’analisi del disco rigido, la gestione dei processi in background e tanti altri.

Puoi anche fare clic sulla tab Strumenti avanzati per visualizzare gli strumenti messi a disposizione di questo software raccolti per categoria. Puoi ad esempio fare clic sulla categoria Ottimizza e migliora per visualizzare alcuni strumenti, come la deframmentazione del disco, l’ottimizzazione della memoria virtuale, un driver manager e tanti altri.

Process Lasso

Se hai bisogno di un software che gestisca invece la priorità di esecuzione dei programmi che sono attualmente in esecuzione sul tuo PC, così da evitare dei rallentamenti, puoi affidarti a Process Lasso. Questo strumento, disponibile su Windows, puoi scaricarlo gratuitamente tramite il sito Web ufficiale.

Questo software gestisce la priorità di esecuzione dei programmi avviati sul tuo PC in modo da evitare che la tua CPU possa raggiungere il massimo del suo utilizzo e rischiare, quindi, rallentamenti.

Se sei interessato, fai clic sul link che ti ho fornito, così da raggiungere il sito Web ufficiale di questo software. Fai quindi clic sulla dicitura Process Lasso 64-Bit For Workstations, nel caso in cui tu possieda un computer con processore a 64bit, oppure, in caso contrario, Process Lasso 32-Bit For Workstations.

Dopo aver scaricato il file, fai doppio clic su di esso e fai clic sul pulsante , in corrispondenza della finestra di Controllo dell’account utente. Seleziona la lingua dal menu a tendina e fai clic sul pulsante Ok. Fai poi clic sul pulsante Accetto, Avanti e poi Installa. Quando l’installazione sarà completata, fai clic semplicemente su Avanti e poi su Fine, nella finestra che ti appare.

Si avvierà quindi l’interfaccia principale del programma. Vedrai tante informazioni a schermo e molte impostazioni che potrebbero spaventarti. Quello che ti consiglio è di lasciare agire indisturbato questo software che penserà automaticamente e gestire i processi che vengono eseguiti sul tuo computer.

Puoi però anche decidere di impostare manualmente la priorità dei processi. Fai quindi clic con il tasto destro del mouse su un processo e fai clic su Classe di priorità per modificarla.

Altri consigli utili per rendere più veloce il PC

Nei paragrafi precedenti ti ho parlato di alcune possibili soluzione per procedere all’ottimizzazione del tuo PC, così da renderlo più veloce.

Se però vuoi effettuare alcune procedure senza l’ausilio di un software, potresti provare a utilizzare alcuni strumenti interni al tuo sistema operativo che ti aiuteranno a migliorare le prestazioni. Il risultato non è garantito, perché troppi fattori entrano in gioco nel caso in cui tu voglia rendere il tuo PC più veloce.

Un altro consiglio che posso darti è quello di provare a effettuare la sostituzione di alcuni componenti interni al tuo PC con altri più prestanti, come ad esempio aggiungere o sostituire completamente le RAM oppure sostituire l’hard disk a disco magnetico, che usi come unità di avvio, con un SSD.

A questo proposito, quello che ti consiglio di fare è leggere alcune mie guide, ad esempio quella dove ho parlato su come velocizzare il PC lento gratis oppure quella dove ti ho spiegato come ottimizzare il PC.