Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare TV su iPhone

di

Hai acquistato un iPhone e sei assolutamente soddisfatto di questo tuo smartphone Apple, ma non hai pensato di utilizzarlo per guardare la TV? Se non lo hai mai fatto e magari ci hai pensato soltanto adesso, dovresti rimediare subito e puoi farlo leggendo questo mio tutorial.

Utilizzando gli strumenti giusti, puoi infatti guardare (ed eventualmente registrare) con il tuo dispositivo mobile a marchio Apple i tuoi canali televisivi preferiti, il tutto senza accendere il televisore e, nella maggior parte dei casi, senza spendere nemmeno un centesimo di euro. Sì, hai capito benissimo, non ti sto prendendo in giro; è molto facile, si tratta soltanto di sapere come sfruttare alcune potenzialità del Web.

Scaricare la TV su iPhone è una cosa che stai cercando di fare da molto tempo e speri finalmente di aver trovato la risposta alle tue domande? Sei davvero fortunato perché è così: in questo tutorial ti spiegherò come fare, usando una serie di applicazioni da impiegare per lo scopo. Se vuoi saperne di più non ti resta che metterti seduto comodo per leggere questa guida: ti auguro una buona lettura.

Indice

Come scaricare TV su iPhone: servizi di streaming

Come scaricare TV su iPhone: servizi di streaming

Contrariamente a quanto si possa pensare, la maggior parte delle emittenti televisive operanti sul suolo nazionale (Rai e Mediaset sono soltanto alcuni esempi) mettono a disposizione una serie di servizi online, con annesse app, che consentono di guardare le dirette in streaming dei programmi televisivi.

Piattaforme di questo tipo, nella maggior parte dei casi, prevedono anche un catalogo on-demand, ricco di show ed eventi televisivi trasmessi in passato; spesso, contenuti di questo tipo possono essere scaricati sul dispositivo e guardati in seguito in modalità offline, mediante l'app nativa.

Tuttavia, se la trasmissione di tuo interesse non è disponibile on-demand oppure ritieni necessario registrare un programma specifico, non devi fare altro che avviarne la visione mediante l'app che hai scelto di usare e registrare lo schermo dell'iPhone durante la riproduzione del contenuto, in modo da archiviarlo sotto forma di file video direttamente nella galleria del “melafonino”. Fai attenzione, però: alcune applicazioni potrebbero oscurare le immagini durante la registrazione dello schermo, per motivi di copyright.

RaiPlay

Come scaricare TV su iPhone: servizi di streaming

Il primo servizio di cui voglio parlarti è RaiPlay che, come puoi facilmente immaginare, consente di guardare i programmi trasmessi dalle reti Rai, sia in diretta che in modalità “on-demand”. Dunque, una volta scaricata l'app, aprila e scegli se consentire o meno l'uso del Bluetooth, l'accesso ai dispositivi in rete e il tracciamento pubblicitario, rispondendo in maniera opportuna ai messaggi che vengono proposti.

Successivamente, fai tap sulla scheda Canali TV situata in basso, premi sulla dicitura Dirette e individua l'emittente di tuo interesse (ad es. Rai 2) tra quelle proposte; per avviare la riproduzione della diretta, premi sul riquadro posto accanto al nome del canale e il gioco è fatto.

Per accedere invece ai contenuti on-demand, fai tap sulla scheda Catalogo, scegli lo show (ed eventualmente l'episodio) di tuo interesse tra quelli disponibili e fai tap sul pulsante Riproduci oppure sul riquadro dedicato, per avviarne la visione; prima di procedere, ti sarà chiesto di effettuare una breve registrazione al servizio: se non disponi già di un account, premi sui pulsanti Accedi e Registrati e procedi con la creazione di un profilo gratuito, così come trovi spiegato in questa guida.

Ti segnalo che alcuni contenuti on-demand possono essere scaricati direttamente sul dispositivo e guardati anche in assenza di Internet: per riuscirci, recati nella sezione relativa allo show di tuo interesse, individua la puntata/episodio/esibizione che intendi scaricare e fai tap sul pulsante Download (la freccia verso il basso), in modo da copiarlo sul dispositivo.

In caso di dubbi o problemi, ti invito a leggere con attenzione la mia guida su come vedere RaiPlay, ricca di utili chiarimenti al riguardo.

Mediaset Infinity

Come scaricare TV su iPhone: servizi di streaming

Se, invece, sei interessato a guardare i canali del network Mediaset, puoi servirti dell'app Infinity, disponibile a costo zero su App Store. Essa consente sia di accedere alle dirette streaming di Canale 5, Italia 1, Rete 4, Top Crime e di tutti gli altri canali in chiaro di Mediaset, sia di guardare show e contenuti on-demand; in entrambi i casi, è indispensabile effettuare una registrazione gratuita alla piattaforma.

Detto ciò, dopo aver scaricato l'app sul tuo dispositivo, aprila, rifiuta la profilazione, tocca il simbolo dell'omino posto in alto, fai tap sulla voce Registrati (oppure su Accedi, se possiedi già un account) e porta a termine la registrazione autenticandoti con Facebook, Google o ID Apple, oppure fornendo una combinazione di indirizzo email e password; se hai bisogno di una procedura passo-passo che possa guidarti durante la registrazione, consulta attentamente questa mia guida, per avere tutte le indicazioni in merito.

A registrazione completata, premi sulla scheda Dirette posta in basso, poi sulla dicitura TV (in alto) e, dopo aver individuato il riquadro relativo al canale di tuo interesse, premi sul bottone Diretta, in modo da avviarne la visione in tempo reale, oppure sul pulsante Restart, per riprodurre il programma dall'inizio. Se, invece, sei interessato alla visione dei contenuti in modalità on-demand, premi sulla scheda Catalogo. Per approfondimenti riguardo il servizio Mediaset Infinity, prendi visione del tutorial specifico che ho dedicato alla piattaforma.

Ti segnalo infine che, attraverso l'app Mediaset Infinity, è altresì possibile abbonarsi e accedere alla piattaforma Infinity+, la quale offre un vasto catalogo di film, fiction, cartoni animati, serie TV, oltre che il meglio del campionato UEFA Champions League, con prezzi a partire da 7,99€/mese.

discovery+

Come scaricare TV su iPhone

discovery+, come il nome stesso lascia intendere, è l'applicazione ufficiale disponibile per iPhone e iPad che consente di guardare i canali del network Discovery (come Real Time, Giallo, NOVE e così via), oltre che di scaricare contenuti on-demand. In particolare, è possibile guardare gratuitamente sia le dirette in streaming che una selezione di contenuti on-demand, effettuando una breve registrazione gratuita.

Dunque, una volta scaricata l'applicazione sul tuo iPhone, aprila e definisci le opzioni sulla privacy e sul tracciamento dei dati, intervenendo sui bottoni dedicati. Successivamente, fai tap sulla scheda Account situata in basso e, se è la prima volta che usufruisci del servizio, premi sul pulsante Registrati e scegli il riquadro dedicato alla registrazione per guardare i contenuti gratuiti.

In seguito, fai tap sul pulsante Registrati e compila i moduli successivi con i campi richiesti (ad es. nome, anno di nascita, email, password e così via). Per finire, accetta i termini d'uso del servizio intervenendo sulla casella dedicata e premi sui bottoni Continua e chiudi, per finire. Se, invece, disponi già di un account Discovery, premi sul pulsante Accedi e inserisci le credenziali del profilo a te associato, all'interno dei campi dedicati.

Per guardare le dirette streaming dei canali TV Discovery, fai tap sulla scheda Home posta in basso e, successivamente, recati nella sezione For you (in alto); a questo punto, scorri la schermata in basso fino a individuare il pulsante relativo al canale di tuo interesse, fai tap su di esso e sfiora il bottone Guarda ora, per dare inizio allo streaming.

Ti segnalo infine che, con Discovery+, puoi accedere agli show riprodotti dalle varie emittenti e a quelli di proprietà di Discovery anche in modalità on-demand; per sbloccare l'intero catalogo, però, è necessario sottoscrivere un abbonamento al servizio, con prezzi a partire da 1,99€/mese. Per approfondimenti, dà un'occhiata al mio tutorial dedicato al funzionamento di Discovery+.

Altre piattaforme di streaming

Altre piattaforme di streaming

Oltre ai servizi che ti ho menzionato poc'anzi, vi sono numerose altre piattaforme che consentono di guardare i canali TV tramite iPhone e, se previsto, di scaricare i contenuti proposti in modalità on-demand. Eccone alcune.

  • NOW: si tratta del servizio in streaming dedicato alla visione dei canali della Pay TV Sky. Non è una piattaforma gratuita ma, per poterne usufruire, bisogna sottoscrivere un piano a pagamento tra quelli disponibili: Intrattenimento + Cinema (9,99€/mese), per guardare canali come Sky Cinema 1, Sky Cinema Family, Sky Atlantic e così via, oppure Sport (14,99€/mese), che offre calcio, Formula 1, MotoGP e numerosi altri eventi sportivi mondiali. La piattaforma NOW offre anche una vasta gamma di contenuti on-demand che, in alcuni casi, possono essere scaricati direttamente sullo smartphone. Maggiori info qui.
  • Specto: si tratta di una tra le migliori applicazioni dedicate a iPhone (e iPad), la quale consente di guardare le dirette dei canali TV italiani in chiaro (compresi quelli di Rai e Mediaset) in maniera semplicissima. L'app è gratuita ma, per supportarne lo sviluppo, è necessario effettuare un acquisto in-app.
  • SuperGuidaTV: si tratta principalmente di una guida alla programmazione delle più importanti emittenti televisive nazionali e regionali, la quale consente altresì di guardare le dirette dei vari canali in forma completamente gratuita.
  • La7, TV8, Cielo e TV2000: si tratta dei siti Web appartenenti alle omonime emittenti televisive che, seppur non dotati di specifica app per iPhone, consentono di guardare le dirette dei programmi in streaming direttamente dal browser.

Altri metodi per scaricare TV su iPhone

Altri metodi per scaricare TV su iPhone

Come dici? Non sei riuscito a usare nessuna delle applicazioni che ti ho segnalato poc'anzi, in quanto non ti trovi al momento su territorio italiano e sei dunque sottoposto ai limiti regionali imposti dalle varie piattaforme? In questo caso, puoi facilmente rimediare al problema affidandoti a un servizio VPN: detto in parole semplici, una VPN è una sorta di “rete virtuale”, che consente di alterare il proprio indirizzo IP (sostituendolo con uno italiano) e proteggere i dati in transito da e per il proprio dispositivo.

Tra i vari servizi VPN disponibili sulla scena mi sento di menzionarti NordVPN (del quale ti ho parlato qui), Surfshark (che ho recensito in questa guida) e Atlas VPN (il cui funzionamento è spiegato in questo tutorial), tutti muniti di server italiani, relativamente economici e in grado di offrire prestazioni di tutto rispetto.

In alternativa, puoi sempre affidarti a un servizio IPTV, ossia a una tecnologia che consente di guardare i canali TV online, senza restrizioni geografiche, importando una o più liste in formato M3U o simili all'interno di una specifica app di visione. In linea di principio, si tratta di un sistema legale per guardare i canali televisivi in chiaro, ma non lo è se si cerca invece di fruire in modo gratuito di canali altrimenti a pagamento e/o cifrati: personalmente, non mi riterrò responsabile circa eventuali usi scorretti che potresti fare della IPTV, io ti ho avvisato.

In ogni caso, se ti interessa approfondire l'impiego di una tecnologia di questo tipo e capire come usarla su iPhone (e su altre categorie di apparecchi), ti rimando alla mia guida specifica sul funzionamento della IPTV, nella quale trovi tutto spiegato con dovizia di particolari.

Nota: anche nel caso delle IPTV, puoi registrare i contenuti e conservarli sul dispositivo, semplicemente usando la funzionalità di registrazione schermo integrata in iPhone, oppure un'app dedicata allo scopo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.