Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare musica gratis sul cellulare

di

Muori dalla voglia di scaricare un po’ di buona musica sul tuo smartphone, ma al momento non hai un computer sotto mano per trasferire le canzoni da un dispositivo all’altro? Nessun problema! Puoi fare tutto direttamente da Internet, effettuando il download dei contenuti di tuo interesse direttamente sul cellulare, senza dover per forza passare dal PC. Se la cosa ti interessa, posso spiegarti io come procedere.

Nelle righe successive, infatti, trovi indicato come scaricare musica gratis sul cellulare adoperando quelle che rappresentano le migliori soluzioni della categoria. In base alle tue esigenze e preferenze, puoi decidere di usare uno dei tanti servizi per lo streaming musicale (e le relative app), di scaricare brani musicali da utilizzare come suonerie e/o di eseguire il download di musica distribuita liberamente online da artisti di tutto il mondo. Insomma, hai soltanto l’imbarazzo della scelta!

Allora? Che ne diresti di mettere finalmente le chiacchiere da parte e di iniziare a darci da fare? Sì? Grandioso! Posizionati, dunque, bello comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, alla fine, potrai dirti più che soddisfatto della tanta musica scaricata. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Come fare per scaricare musica gratis sul cellulare

Se desideri scaricare musica gratis sul cellulare, ti consiglio in primo luogo di rivolgerti ai servizi per lo streaming musicale, che rappresentano una delle soluzioni più semplici, complete ed efficaci per la fruizione di contenuti musicali sullo smartphone, utilizzando le relative applicazioni. Inoltre, sono completamente legali e assicurano una qualità dell’audio più che sufficiente.

Grazie a essi è possibile accedere a vastissimi cataloghi composti da brani, album e playlist di ogni genere: dai grandi classici della musica internazionale alle ultime hit radiofoniche, senza dimenticare qualche cover e le opere degli artisti emergenti. La riproduzione può avvenire direttamente in streaming ma la maggior parte di questi servizi permette anche il download dei contenuti di proprio interesse, così da offrire la possibilità di ascoltare musica anche in assenza di una connessione a Internet.

Come facilmente intuibile, i servizi che offrono tutte queste funzionalità non sono però gratuiti, o per meglio intenderci non lo sono tutti e comunque il download offline viene concesso solo agli utenti paganti. Nella maggior parte dei casi, infatti, è previsto il pagamento di un canone mensile che si aggira sui 10 euro. E allora perché ho deciso di parlartene in questa mia guida? La risposta è semplice: perché se ti abboni per la prima volta a uno dei servizi di streaming che sto per elencarti, avrai l’opportunità di provare gratis tutte le sue funzioni, compresa quella per il download dei brani sullo smartphone, per 30 o più giorni.

Interessate, vero? Secondo me vale assolutamente la pena provarci, anche perché potrai disdire la tua sottoscrizione in qualsiasi momento e non ti verrà fatto alcun addebito, l’importante è agire prima che scatti il rinnovo automatico dell’abbonamento (quindi prima della fine della trial gratuita). Continua a leggere per saperne di più.

Come scaricare musica gratis sul cellulare con Spotify

Spotify

Spotify è il servizio di streaming musicale più famoso del mondo e, di conseguenza, è anche una delle soluzioni più “gettonate” per scaricare musica gratis sul cellulare. Il suo catalogo è vastissimo ed è compatibile con una gran varietà di sistemi operativi e dispositivi, tra cui smartphone Android e iPhone. Di base è gratis, ma ci sono gli annunci pubblicitari e non è disponibile l’ascolto offline. Queste e altre limitazioni si possono aggirare sottoscrivendo l’abbonamento a pagamento, che costa 9,99 euro/mese (12,99 euro/mese in versione Duo per due utenti o 15,99 euro/mese in versione Family per 6 utenti), il quale può tuttavia essere provato gratuitamente per 30 giorni (o di più, a seconda delle promo in corso) da parte dei nuovi iscritti.

Per scaricare e installare l’app di Spotify sul tuo smartphone, se stai usando Android accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se utilizzi un device senza servizi Google, puoi scaricarla da uno store alternativo). Invece, se stai usando iOS, lo trovi nella relativa sezione dell’App Store.

Ora che visualizzi la schermata principale di Spotify, crea un account per usufruire del servizio oppure, se sei già registrato, accedi con i tuoi dati (puoi effettuare il login anche con l’account Facebook), dopodiché acconsenti alla proposta di attivazione del periodo di prova gratuito, attenendoti alle istruzioni che ti vengono mostrate.

Compiuti i passaggi di cui sopra, puoi finalmente dedicarti al download della musica. Per riuscirci, tutto quello che devi fare è selezionare album e playlist relativamente a cui ti interessa andare ad agire dalla sezione Home oppure effettuare una ricerca diretta recandoti nella sezione Cerca dell’app.

In seguito, se stai usando Android sposta su ON la levetta Download che trovi sotto la copertina del contenuto scelto e il gioco è fatto, mentre se stai usando iOS fai tap sull’icona con la freccia verso il basso. A processo ultimato, i brani scaricati risulteranno poi accessibili dalla sezione La tua libreria dell’app. Per maggiori dettagli, leggi la mia guida specifica su come funziona Spotify.

Come scaricare musica gratis sul cellulare con Apple Music

Apple Music app

Per scaricare musica gratis sul cellulare puoi altresì valutarti di affidarti a Apple Music. Come facilmente intuibile dal suo nome, è il servizio di streaming musicale lanciato dall’azienda della “mela morsicata”. Il suo catalogo è molto ricco, supporta anche la Libreria musicale di iCloud e si integra perfettamente con i sistemi operativi di Apple e Siri. È a pagamento, costa 9,99 euro/mese oppure 99 euro/anno, ma i nuovi utilizzatori possono provarlo gratis per 3 mesi. Su device mobile si può usare su iPhone, ovviamente, ma anche su Android.

Inoltre, Apple Music è incluso in Apple One: un abbonamento unificato che per 14,95 euro/mese con il primo mese di prova gratis offre Apple Music, 50GB di spazio su iCloud Drive, Apple TV+ e i giochi di Apple Arcade. Lo stesso è disponibile anche in versione Famiglia per 19,95 euro/mese, comprendente 200GB di spazio su iCloud Drive. Per attivarlo, puoi andare nel menu Impostazioni > [tuo nome] > Abbonamenti > Apple One di iOS o iPadOS.

Ciò detto, per usufruire di Apple Music devi rivolgerti all’app Musica. Se stai usando un iPhone, la trovi preinstallata, quindi per potertene servire non devi far altro che sfiorare la relativa icona (quella con lo sfondo rosso e la nota musica bianca) che trovi nella schermata Home e/o nella Libreria app dell’iPhone (se hai rimosso l’app, puoi scaricarla nuovamente dalla relativa sezione dell’App Store). Se stai usando Android, invece, puoi scaricare e installare l’app visitando la relativa sezione del Play Store (o da uno store alternativo), dopodiché avviala sempre selezionando l’icona aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app, effettua l’accesso al servizio usando il tuo ID Apple; oppure, se non ne possiedi ancora uno, crealo al momento seguendo le indicazioni che ti vengono fornite. In seguito, raggiungi la sezione Scopri dell’applicazione e premi sulla voce per attivare la prova gratis del servizio.

A questo punto, individua compilation, playlist e singoli brani di tuo interesse e facci tap sopra. Puoi anche effettuare una ricerca diretta, recandoti nella sezione Cerca dell’app.

Dopo aver selezionato i tuoi contenuti, per procedere con il download premi sul pulsante (+), in modo da aggiungerli alla libreria, e poi su quello con la nuvola e la freccia verso il basso, per eseguirne il download in locale. La musica scaricata risulterà poi accessibile dalla sezione Libreria dell’app. Per approfondimenti, puoi leggere la mia guida su come funziona Apple Music.

Come scaricare musica gratis sul cellulare con Amazon Music

Amazon Music

Per scaricare musica gratis sul cellulare, puoi altresì affidarti all’uso di Amazon Music, il servizio di streaming musicale del colosso dell’e-commerce. È accessibile da tantissimi dispositivi, tra cui Amazon Echo, e ovviamente è fruibile anche da mobile, sia su Android che su iOS. Vanta un catalogo costituito da oltre 70 milioni di brani e costa 9,99 euro/mese oppure 99 euro/anno per i clienti Prime, ma i nuovi iscritti possono provarlo senza spendere neppure un soldo per 30 giorni. Inoltre, tutti gli abbonati ad Amazon Prime possono usare gratuitamente a una versione ridotta del servizio che offre l’accesso a 2 milioni di brani.

Puoi scaricare e installare l’app di Amazon Music sul tuo cellulare accedendo alla relativa sezione del Play Store di Android (oppure puoi rivolgerti a uno store alternativo) e alla sezione apposita presente sull’App Store di iOS. Successivamente, avvia l’app, selezionando l’icona che è stata appena aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app di Amazon Music, effettua l’accesso con il tuo account Amazon; oppure, se non ne possiedi ancora uno, crealo subito seguendo le istruzioni mostrate sul display. In seguito, se avevi attivato Amazon Prime quindi puoi usufruire di Amazon Prime Music, passa direttamente alla lettura del paragrafo successivo, altrimenti segui le indicazioni visibili sullo schermo per attivare la prova gratuita di Amazon Music Unlimited.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, individua i contenuti musicali che ti interessano nella schermata Home oppure effettua una ricerca diretta recandoti nella sezione Trova dell’app.

Quando trovi una compilation oppure una playlist che vuoi scaricare, per avviarne il download premi sul bottone con la freccia verso il basso collocato sotto la copertina. Per scaricare i singoli brani, invece, fai tap sul pulsante con i tre puntini in verticale e scegli la voce Download dal menu. Troverai poi i contenuti scaricati nella sezione La mia musica dell’applicazione. Per approfondimenti, puoi consultare la mia guida specifica su come funziona Amazon Music Unlimited.

Come scaricare musica gratis sul cellulare con YouTube Music

App YouTube Music

Anche YouTube Music rappresenta un’ottima soluzione per scaricare musica gratis sul cellulare. È il servizio di streaming musicale di YouTube e in quanto tale si basa sullo sconfinato database del noto sito per vedere e condividere video. È fruibile sia su Android che su iOS, oltre che su vari altri dispositivi, e di base è gratuito, ma per il download dei contenuti, per fruire dell’ascolto in background, rimuovere le pubblicità e accedere ad altre funzioni aggiuntive bisogna attivare l’abbonamento a pagamento che costa 9,99 euro/mese, ma che i nuovi iscritti possono provare gratis per 30 giorni.

Puoi scaricare e installare l’app di YouTube Music sul tuo smartphone accedendo alla relativa sezione del Play Store di Android e alla sezione dedicata presente sull’App Store di iOS. Successivamente, avvia l’app, selezionando l’icona che è stata aggiunta alla schermata home.

Ora che visualizzi la schermata principale di YouTube Music, accedi al tuo account Google oppure registrati al momento, attenendoti alle istruzioni proposte, dopodiché avvia il periodo di prova gratuita del servizio.

In seguito, individua la musica di tuo interesse dalla sezione Esplora dell’app. Se lo ritieni necessario, puoi anche effettuare una ricerca diretta facendo tap sull’icona a forma di lente d’ingrandimento che si trova in alto a destra.

Quando trovi dei contenuti interessanti, per eseguirne il download fa’ così: per quanto riguarda album e playlist seleziona la relativa copertina e sfiora il pulsante con la freccia verso il basso che trovi in alto, mentre per i singoli brani seleziona il pulsante (…) situato in loro corrispondenza e scegli l’opzione Scarica dal menu che si apre.

A download ultimato, per accedere ai contenuti scaricati seleziona la voce Raccolta che trovi nella parte in basso dello schermo e poi quella Download. Per maggiori dettagli, puoi leggere il mio tutorial su YouTube Music.

Scaricare musica gratis sul cellulare: app

Zedge Android

Ti interessa capire come scaricare musica gratis sul cellulare perché intendi rimpiazzare la tua attuale suoneria con una delle ultime hit del momento o comunque sia con un bel brano musicale? Allora puoi valutare di rivolgerti all’uso di una delle tante app per suonerie, disponibili sia per Android che per iOS. Permettono di effettuare il download di suonerie di ogni genere ed epoca e sono facilissime da usare. Per tutti i dettagli del caso, consulta la mia rassegna sulle app per suonerie e le mie guide su come mettere una canzone come suoneria su Android e come mettere una canzone come suoneria su iPhone.

Come scaricare musica gratis sul cellulare da Internet

Unminus

Se le soluzioni per scaricare musica gratis sul cellulare di cui ti ho già parlato non ti hanno soddisfatto, puoi provare a rivolgerti a uno dei numerosi siti per reperire musica “libera”, accessibili anche da mobile utilizzando qualsiasi browser, grazie ai quali è possibile ottenere brani da riutilizzare nei propri progetti, siano essi personali o commerciali, oltre che opere di artisti emergenti, colonne musicali distribuite sotto licenza Creative Commons ed effetti sonori di vario tipo. Per maggiori dettagli, ti consiglio la lettura della mia guida sui siti per scaricare musica gratis e del mio post sui siti per scaricare musica gratis MP3.

Attenzione: scaricare abusivamente da Internet dei brani musicali protetti da copyright è illegale. Questa guida è stata scritta a puro scopo illustrativo, non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria e pertanto non mi assumo alcuna responsabilità circa l’utilizzo che farai delle informazioni presenti in essa.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.