Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare musica sul cellulare

di

Sei stanco delle solite playlist presenti sul tuo cellulare? Vorresti personalizzare il tuo smartphone con una suoneria originale, ma ti secca l’idea di dover scaricare il brano sul computer per poi trasferirlo sul telefono? Mi sembra evidente che non hai mai valutato di rivolgerti ad app e siti Web come quelli di cui sto per parlarti oggi.

Utilizzando le soluzioni giuste è infatti possibile scaricare musica sul cellulare in maniera semplicissima, velocissima e senza dover passare obbligatoriamente per il computer. Quanto bisogna spendere? Dipende dalle proprie esigenze. Se, ad esempio, cerchi le ultime hit appena schizzate in testa alle classifiche delle radio, mi pare evidente che tu debba pagare almeno l’abbonamento a un servizio di streaming (da provare comunque gratis); se, invece, cerchi suonerie o canzoni meno “famose”, puoi fare tutto senza spendere nemmeno un centesimo.

In ogni caso, non importa neanche il modello di smartphone che hai e il sistema operativo utilizzi: ci sono soluzioni validissime sia per Android che per iOS. Coraggio, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia immediatamente a scaricare musica sul cellulare seguendo quanto riportato qui di seguito.

Indice

Come scaricare musica sul cellulare gratis

Vorresti capire come scaricare musica sul cellulare gratis? Allora prosegui pure nella lettura. Qui sotto trovi segnalate tutte le soluzioni più interessanti che hai dalla tua per riuscirci. Ti anticipo già che la cosa è fattibile sia su Android che su iOS e che puoi valutare di affidarti a dei servizi per lo streaming musicale oppure ad app e siti che consentono di scaricare liberamente i propri brani preferiti.

Come scaricare musica sul cellulare da Spotify

App Spotify Android

Se ti stai chiedendo come scaricare musica sul cellulare Android o su iPhone, la prima soluzione che ti consiglio di prendere in considerazione è Spotify. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, ti informo che si tratta di uno dei servizi per lo streaming musicale più famosi e apprezzati al mondo, fruibile anche sotto forma di app per Android e iOS.

Di base è gratis, ma per scaricare i brani e poterli ascoltare senza essere costretti alla modalità shuffle su smartphone occorre attivare il piano a pagamento (costa 9,99 euro/mese oppure 119,88 euro/anno, salvo promozioni). I nuovi clienti, però, possono provare il servizio a costo zero per un mese o più, in base alle promozioni in atto.

Per scaricare l’app di Spotify sul tuo dispositivo, se stai usando Android, accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Se stai usando iOS, invece, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, poi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente, avvia l’app, sfiorando il pulsante Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale di Spotify, crea un account per usufruire del servizio oppure, se già lo possiedi, effettua il login con i tuoi dati (puoi anche eseguire l’accesso con Facebook). In seguito, acconsenti alla proposta di attivazione del periodo di prova gratuita, seguendo le indicazioni visualizzate sul display, dopodiché procedi pure con il download dei contenuti.

Per riuscirci devi selezionare, dalla sezione Home, album e playlist di tuo interesse; oppure puoi recati nella sezione Cerca dell’app, facendo tap sulla voce apposita situata in basso, e cercare i contenuti per parola chiave. Successivamente, per scaricare un album o una playlist, porta su ON l’interruttore Download che trovi sotto la copertina.

A scaricamento ultimato, troverai i brani recandoti nella sezione La tua libreria dell’app. Per maggiori dettagli in merito al funzionamento del servizio, ti consiglio la lettura della mia guida dedicata specificamente a come funziona Spotify.

Come scaricare musica sul cellulare da Apple Music

App Musica iOS

Un altro ottimo sistema per soddisfare la necessità di scaricare musica sul cellulare consiste nello sfruttare Apple Music. Come facilmente intuibile dal nome, si tratta del servizio per lo streaming musicale reso disponibile dall’azienda della “mela morsicata”. Attenzione però, non serve solo a scaricare musica sull’iPhone, in quanto è disponibile anche per Android e su computer, tramite le applicazioni iTunes/Musica. È a pagamento (costa 9,99 euro/mese oppure 99 euro/anno), ma i nuovi iscritti possono provare il servizio gratis per tre mesi.

Ciò detto, se stai usando iOS, per poter usare Apple Music non devi scaricare nessuna app: puoi accedervi tramite l’applicazione Musica preinstallata sul dispositivo, selezionando la relativa icona (quella con lo sfondo bianco e la nota musicale) che si trova in home screen. Se l’app non è disponibile (magari perché l’hai rimossa in passato o per errore), puoi scaricarla nuovamente tramite la relativa sezione dell’App Store.

Su Android, invece, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa, per installare l’applicazione di Apple Music. Successivamente, avvia quest’ultima, premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure sfiorando la relativa icona che è stata appena aggiunta alla schermata home ed effettua l’accesso al servizio usando il tuo ID Apple oppure, se non ne possiedi ancora uno, creandolo al momento, seguendo le indicazioni apposite.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, recati nella sezione Per te, selezionando la relativa voce che trovi in basso (su iOS) oppure nel menu accessibile previo tap sul pulsante con le linee in orizzontale collocato in alto a sinistra (su Android), e attiva la prova gratuita del servizio.

In seguito, per prelevare la musica di tuo interesse, individua compilation, playlist e brani singoli da scaricare, esplorando la sezione Per te (con elementi personalizzati in base alle tue preferenze) oppure quella Scopri (con le novità del momento) dell’app o, ancora, effettuando una ricerca per parola chiave dalla sezione Cerca.

Successivamente, seleziona il relativo titolo o la copertina, fai tap sul pulsante (+) (nel caso dei singoli brani) o su quello

  • Aggiungi
  • (nel caso di album e playlist), in modo tale da aggiungere i contenuti alla libreria, e fai tap sull’icona con la nuvola e la freccia, per procedere con il download.

    Troverai poi i contenuti scaricati recandoti nella sezione Libreria dell’app. Per ulteriori dettagli in merito al funzionamento di Apple Music, ti suggerisco la lettura della mia guida incentrata in maniera specifica su come funziona Apple Music.

    Come scaricare musica sul cellulare da Amazon Music

    App Amazon Music iOS

    Anche utilizzare Amazon Music rappresenta un ottimo sistema per scaricare musica sul cellulare. Se non sai di che cosa sto parlando, ti informo che, come facilmente intuibile dal nome stesso, è il servizio per lo streaming musicale reso disponibile da Amazon. Da smartphone è fruibile mediante l’app per Android e iOS. Di base è gratis, ma consente solo di ascoltare una selezione delle migliori playlist e le stazioni radio.

    Per accedere a un maggior numero di contenuti e soprattutto per poter eseguire il download dei brani occorre sottoscrivere Amazon Prime Music (un abbonamento gratuito per i clienti Amazon Prime che permette di accedere a un catalogo di 2 milioni di canzoni senza interruzioni pubblicitarie) oppure Amazon Music Unlimited (è un abbonamento a pagamento, al costo di 9,99 euro/mese o 99 euro/anno, ma che può essere provato gratis per tre mesi, attraverso cui è possibile accedere al catalogo completo di musica in streaming per un ascolto senza limitazioni mensili).

    Per scaricare l’app di Amazon Music sul tuo dispositivo, se stai usando Android, accedi alla relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa. Invece, se stai utilizzando iOS, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. A questo punto, avvia l’app, premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure selezionando l’icona che è stata appena aggiunta in home screen.

    Ora che visualizzi la schermata principale di Amazon Music, accedi al tuo account Amazon oppure, se non ne possiedi ancora uno, crealo al momento, seguendo le istruzioni sullo schermo. Successivamente, se avevi già attivato Amazon Prime e quindi puoi usufruire di Amazon Prime Music, passa pure alla lettura del paragrafo successivo, altrimenti acconsenti all’attivazione della prova gratuita di Amazon Music Unlimited.

    Adesso, seleziona i contenuti di tuo interesse dalla schermata Home oppure effettua una ricerca per parola chiave, accedendo alla sezione Trova, selezionando l’apposita voce collocata in basso. Una volta individuato il contenuto che vuoi scaricare, per procedere nel caso di album e playlist, premi sul pulsante con la freccia verso il basso sotto la copertina, mentre per quel che riguarda i singoli brani fai tap sul pulsante con i tre puntini in verticale e seleziona la voce Download dal menu che si apre.

    In seguito, potrai accedere ai contenuti che hai scelto di scaricare, selezionando la voce La mia musica che trovi nella parte in basso della schermata dell’app. Per ulteriori dettagli, ti invito a fare riferimento alla mia guida dedicata in maniera specifica all’argomento.

    Come scaricare musica sul cellulare da YouTube

    App YouTube Music

    Ti interessa capire come scaricare musica sul cellulare da YouTube? In tal caso, puoi ricorrere all’uso dell’app YouTube Music: servizio di streaming musicale che si basa sullo sconfinato database del portale di proprietà di Google (fruibili, in questo caso, anche in background e in modalità solo audio).

    Di base è gratis, ma per scaricare i brani e sfruttare altre funzioni extra, in primis l’ascolto in background, bisogna attivare un abbonamento (al costo di 9,99 euro/mese). I nuovi utenti, però, possono provare il servizio gratuitamente per 30 giorni.

    Detto questo, per scaricare l’app di YouTube Music sul tuo dispositivo, se stai usando Android, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa. Se stai usando iOS, invece, visita la relativa sezione dell’App Store, sfiora il bottone Ottieni, poi quello Installa e autorizza il download mediante Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app, premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

    Ora che visualizzi la schermata principale di YouTube Music, accedi al tuo account Google o creane uno al momento, seguendo le istruzioni sullo schermo, dopodiché avvia il periodo di prova gratuita del servizio e procedi pure con il download dei brani di tuo interesse.

    Per riuscirci, nel caso delle playlist e degli album, seleziona la relativa copertina e fai tap sul pulsante con la freccia verso il basso presente in alto. Per quel che concerne i singoli brani, invece, sfiora il pulsante (…) che trovi in loro corrispondenza e seleziona l’opzione Scarica dal menu che compare.

    Una volta completato il download, potrai accedere a tutti i contenuti resi disponibili per l’ascolto offline selezionando la voce Raccolta posta nella parte in basso della schermata dell’app e poi la dicitura Download. Per maggiori dettagli riguardo il funzionamento di YouTube Music, ti suggerisco la lettura della mia mia guida dedicata in via specifica all’argomento.

    App e siti di musica free

    Jamendo app

    Oltre che mediante i servizi per lo streaming musicale di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, puoi scaricare musica sul cellulare gratis ricorrendo all’uso di app e siti Web adibiti allo scopo. Se la cosa ti interessa, trovi segnalate nell’elenco sottostante quelle che ritengo essere le migliori soluzioni di questo tipo.

    • Jamendo (Android/iOS/Online) – si tratta di una piattaforma che raccoglie la musica prodotta da artisti ed etichette indipendenti, la quale consente di ascoltare brani in streaming e di scaricarli senza limitazione, a patto che sia per scopi personali. È fruibile sotto forma di app, sia per Android che per iPhone, ed è accessibile anche da browser.
    • TinyTunes (Android) – è un’app specifica per dispositivi Android che permette di cercare e scaricare file audio in formato MP3 da vari siti Web. Include anche una sezione dedicata alle classifiche, tramite cui scoprire i successi del momento. Da notare che non è disponibile sul Play Store, ma va scaricata e installata dal sito Internet dello sviluppatore, previa attivazione del supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni di Android, come ti ho spiegato nella mia guida su come installare APK.
    • Fildo (Android) – altra app specifica per dispositivi Android dal funzionamento simile a quella di cui sopra. Anche in tal caso, l’applicazione non è disponibile sul Play Store, ma va scaricata dal sito Web dello sviluppatore, attivando preventivamente il supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni del dispositivo.
    • Free Music Archive (Online) – sito Web che ospita tantissimi brani che si possono scaricare liberamente da Internet, in quanto non più protetti da copyright o che vengono concessi gratuitamente al pubblico da parte degli autori.
    • NoiseTrade (Online) – si tratta di un portale che ospita centinaia e centinaia di brani realizzati da artisti e band indipendenti in cerca di visibilità e che consente il download gratuito dei contenuti in questione.

    Per ulteriori approfondimenti e per scoprire quali altre soluzioni hai dalla tua per scaricare musica sul cellulare, ti suggerisco la lettura della mia guida su come scaricare MP3 Android e della mia rassegna sui siti per scaricare musica gratis MP3. Mi raccomando però, usa queste soluzioni con coscienza, sapendo che il download non autorizzato di materiale protetto da copyright va contro la legge. Io non mi assumo alcuna responsabilità al riguardo.

    Come scaricare musica sul cellulare per suoneria

    Ti interessa capire come come scaricare musica sul cellulare per suoneria, perché vorresti rimpiazzare il tono di chiamata impostato sul tuo dispositivo con quel brano che ti piace tanto? Allora segui le indicazioni che trovi qui di seguito.

    Android

    Smartphone Samsung

    Forse non tutti lo sanno, ma il sistema più semplice per scaricare nuove suonerie per i dispositivi Android consiste nell’accedere alla sezione del Play Store dedicata ai contenuti musicali, cercare tra gli elementi disponibili quelli di proprio interesse e procedere con il download (o con l’acquisto, nel caso dei contenuti a pagamento), come ti ho spiegato nel mio post su come scaricare musica su Android.

    Puoi anche valutare di affidarti a delle app per suonerie, come nel caso di Zedge e Audiko, le quali permettono di effettuare il download gratuito di tantissimi toni di chiamata già pronti all’uso, organizzati in categorie e in grado di soddisfare un po’ tutti i gusti. Per approfondimenti, puoi consultare il mio post su come scaricare suonerie Android.

    iPhone

    iPhone

    Se possiedi un iPhone, per scaricare nuove suonerie puoi innanzitutto fare riferimento all’iTunes Store, accessibile direttamente dallo smartphone Apple e comprensivo di una sezione dedicata specificamente ai toni di chiamata. Per saperne di più, puoi leggere il mio articolo incentrato su come cambiare suoneria su iPhone.

    In alternativa, puoi affidarti all’uso di app di terze parti adibite allo scopo, come Audiko e Suonerie per iPhone, le quali consentono di scaricare gratis i contenuti di proprio interesse, scegliendo tra tantissime categorie diverse. Per maggiori dettagli, leggi la mia guida sulle suonerie per iPhone.

    Salvatore Aranzulla

    Autore

    Salvatore Aranzulla

    Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.