Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasferire app da Android a iPhone

di

Hai recentemente valutato l’idea di cambiare smartphone passando da Android ad iPhone, però ti preoccupa il pensiero di perdere le tue app preferite e dover cambiare le tue abitudini d’uso legate a gestione di documenti, foto, navigazione online e quant’altro. Beh, ti capisco. Non temere però: esistono numerose soluzioni per migrare le app tra Android e iPhone, tutte piuttosto semplici da utilizzare e da mettere in pratica.

Proseguendo nella lettura di questo tutorial, dunque, ti spiegherò per filo e per segno come trasferire app da Android a iPhone in differenti modi, tramite un’apposita applicazione o in maniera manuale. Inoltre ti mostrerò anche come trasferire le foto, i video, i documenti e molto altro per permetterti di non perdere proprio niente.

Se, quindi, sei pronto per iniziare, direi di mettere al bando le ciance e du cominciare a darci da fare per portare a termine questo trasferimento. Mettiti seduto bello comodo, dedicami qualche minuto del tuo tempo libero e leggi attentamente quanto ho da dirti, dopodiché metti in pratica le procedure indicate per trasferire velocemente le tue app da uno smartphone all’altro. Detto questo non mi resta che augurarti buona lettura e un buon proseguimento!

Indice

Come trasferire le app da Android a iPhone

App Passa a iOS

Se il tuo obiettivo è quello di migrare tutte le app in una volta sola, nella maniera più veloce e “indolore” possibile, puoi servirti dell’app Passa a iOS di Apple, disponibile in maniera gratuita per tutti i dispositivi Android sul Play Store (e su store alternativi per gli smartphone che non utilizzano i servizi di Google, come alcuni dispositivi HUAWEI).

Ciò che devi fare, quindi, è scaricarla sul tuo dispositivo Android: per procedere, prendi il tuo smartphone, fai tap sull’icona del Play Store (o dello store che normalmente utilizzi) e, nella barra di ricerca posta in alto, digita “Passa a iOS”. Fai quindi tap sul primo risultato visualizzato su schermo e, nella nuova schermata apertasi, premi il pulsante verde Installa. Attendi poi che il download venga portato a termine e fai tap sul pulsante Apri, per avviare l’app.

A questo punto, premi sul pulsante blu Continua, poi pigia sulla voce Accetta (per accettare i termini e le condizioni) e scegli se inviare ad Apple i tuoi dati di analisi al fine di migliorare l’app premendo sulla voce Invia automaticamente o su quella Non inviare.

Autorizza, quindi, l’app ad accedere alla posizione del dispositivo, premendo sulla voce Consenti solo mentre usi l’app (tieni presente che per trasferire i dati è obbligatorio autorizzare la localizzazione).

Ora prendi l’iPhone sul quale vuoi migrare i dati e, se è usato o se lo hai già inizializzato, avvia nuovamente il processo di inizializzazione. In esso, infatti, è presente un’impostazione per migrare i dati da Android a iOS.

Per fare ciò, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio), poi premi sulle voci Generali > Trasferisci o inizializza iPhone e, infine, seleziona l’opzione Inizializza contenuto e impostazioni. Ora, nella nuova schermata apertasi, fai tap sul pulsante Continua, attendi il caricamento dei dati su iCloud e premi il pulsante Inizializza iPhone, per avviare la procedura.

Ti ricordo che questa formattazione elimina tutti i dati presenti su iPhone, compreso l’ID Apple e consente di ottenere uno smartphone come nuovo. Se lo spazio su iCloud è sufficiente e in alternativa ti consiglio di acquistarne un quantitativo maggiore seguendo i consigli di questo mio tutorial apposito, i dati possono essere comunque salvati su un backup in esso, ma non tutti.

Per questo motivo, prima di procedere, ti consiglio di eseguire manualmente alcuni backup seguendo le indicazioni presenti nei paragrafi successivi. A questo punto è tutto pronto per procedere con il vero e proprio trasferimento.

  • Su iOS — inserisci una SIM ed esegui la procedura guidata su schermo per inizializzare il dispositivo. Seleziona dunque la lingua, il paese, poi premi sulla voce Configura manualmente, dopodiché collegati a una rete Wi-Fi, digitane la password e premi sulla voce Accedi, collocata in alto a destra e poi sulla voce Avanti. Ora premi il pulsante blu Continua, scegli se configurare il Face ID/Touch ID o se procedere in un secondo momento (Imposta in seguito in impostazioni), crea un codice di sblocco per il tuo iPhone, confermalo digitandolo nuovamente e, nella nuova schermata apertasi, seleziona l’opzione Migra i dati da Android. Come ultima cosa fai tap sul pulsante blu Continua e vedrai comparire un codice a 6 cifre da salvare per inserirlo nell’apposita schermata dello smartphone Android.
  • Su Android — nella schermata relativa all’inserimento del codice digita le cifre che hai visto comparire su iPhone e attendi che venga stabilita la connessione temporanea tra i due dispositivi. Dopodiché, a connessione avvenuta, se necessario, premi il pulsante Consenti per permettere a Passa a iOS di eseguire tutte le operazioni necessarie. Se l’operazione fallisce prova a disconnettere lo smartphone Android dal Wi-Fi e a riconnetterlo, dopodiché tenta di nuovo la procedura. Ora non ti resta che selezionare tutti i dati che desideri esportare da Android a iPhone dall’elenco che ti viene presentato, premere sul pulsante Avanti e attendere il termine della procedura. Una volta conclusa premi il pulsante Fine.
  • Su iOS — dopo il trasferimento dei dati puoi continuare con la configurazione dell’iPhone: inserisci l’ID Apple oppure creane uno, premi sul pulsante Accetta per accettare i termini e le condizioni, scegli se attivare gli aggiornamenti automatici, se configurare la localizzazione, se configurare Apple Pay, Siri, Tempo di utilizzo, se inviare dati di diagnosi ad Apple, poi imposta l’uso di True Tone, scegli quale tema usare tra i due proposti e la modalità di Zoom schermo che vuoi adottare. Una volta terminata la configurazione, ti verrà chiesto di inserire la password degli account Google esportati da Android e ti verrà domandato se vuoi scaricare le app che erano presenti sul tuo smartphone Android e che sono disponibili anche per iOS. Rispondi affermativamente e sarai riuscito nel tuo intento iniziale! Tieni presente che questa procedura vale anche se il tuo desiderio è quello di sapere come trasferire app acquistate da Android a iPhone, anch’esse se presenti nell’App Store, verranno scaricate e mantenute con lo stesso tipo di abbonamento.

Per informazioni più dettagliate in merito all’utilizzo di questa app per il trasferimento da Android a iOS ti consiglio di consultare anche il mio tutorial dedicato interamente a Passa a iOS, dove troverai maggiori delucidazioni.

Come trasferire un’app da Android a iOS

App iPhone

L’app “Passa a iOS” non fa per te perché non vuoi inizializzare l’iPhone? Allora puoi esportare manualmente i contenuti che ti interessano, anche se la procedura si fa leggermente più lunga e complicata.

Tieni inoltre conto che non puoi eseguirla per trasferire le app presenti negli store di entrambi i sistemi operativi: quello che puoi fare, in questo caso, è scaricare manualmente le varie app che utilizzavi in precedenza su Android dall’App Store di iPhone (quando presenti). Per tutto il resto, invece, esistono soluzioni che ti elencherò qui di seguito.

Mail, calendari e contatti

Sincronizzazione account Google iPhone

Per questa particolare categoria di dati non ci sono problemi. iPhone, infatti, supporta provider come Google, quindi puoi utilizzare il tuo account Google anche sullo smartphone targato Apple, impostarlo come primario e mantenere le tue email, i tuoi contatti e i calendari inalterati utilizzandoli esattamente come facevi prima.

La prima cosa da fare, però, è controllare sul dispositivo Android che la sincronizzazione sia attiva (tieni contro che dovrebbe esserlo di default, però controllare non è mai un male). Per farlo, prendi dunque il tuo smartphone, fai tap sull’icona Impostazioni e poi segui il percorso Account > Google > [tuo indirizzo email]. Dopodiché accertati che le levette siano spostare su ON accanto alle voci che ti interessano come Calendario, Contatti, Gmail e via dicendo. Maggiori info qui.

Ora devi quindi andare a inserire il tuo account Google su iPhone: fai tap sull’icona delle Impostazioni, poi premi sulla voce Mail e infine sull’opzione Account. Nella nuova schermata apertasi, premi sulla voce Aggiungi account, poi fai tap sull’icona di Google e infine sul tasto Continua per consentire l’accesso di Impostazioni sul sito Web di Google; dopodiché digita l’indirizzo email associato all’account Google che desideri utilizzare e premi il pulsante Avanti.

Nella nuova schermata apertasi, ripeti la stessa operazione inserendo, questa volta, la password. Infine, decidi cosa sincronizzare spostando le levette su ON accanto alle voci Mail, Contatti, Calendari e Note, poi per concludere premi sulla voce Salva posta in alto alla destra dello schermo.

Ricordati poi di impostare l’account Gmail come predefinito per i contatti: ti ho spiegato come fare qui.

Foto e video

Passaggio manuale foto da Android a iPhone

Nel caso in cui il tuo desiderio fosse quello di trasferire manualmente i tuoi file multimediali da Android a iPhone puoi procedere in diversi modi. Quello più pratico è utilizzare i servizi di cloud storage, come ad esempio Google Foto oppure iCloud Foto. In base a quello che hai deciso di usare, però, devi procedere in modo diverso.

Se hai oprato per Google Foto ti basta scaricare l’app sul tuo dispositivo Android tramite il Play Store, avviarla, accedere utilizzando il tuo account Google e sincronizzare l’intera libreria fotografica nello spazio di archiviazione di quest’ultimo. Una volta fatto, potrai andare a scaricare l’app anche sul tuo dispositivo Apple tramite App Store, accedere tramite lo stesso account Google e ritrovare velocemente tutti i tuoi contenuti sincronizzati. Maggiori info qui.

Se preferisci usare iCloud Foto, invece, devi prima scaricare tutte le tue immagini e i tuoi video sul tuo PC: utilizzando un PC Windows ti basta connettere lo smartphone Android con il cavo USB, fare tap sulla voce Trasferimento file sullo schermo del telefono e andare a individuare il dispositivo (Esplora File > Questo PC > Nome telefono) e le relative cartelle dedicate alle immagini, solitamente sotto le diciture DCIM > Camera.

Se utilizzi un Mac, invece, devi prima scaricare Android File Transfert, un software gratuito che consente di trasferire i file di Android sul sistema operativo macOS. Collegati quindi alla pagina Web ufficiale del servizio, premi sul pulsante DOWNLOAD NOW e attendi che venga scaricato il file .dmg.

Dopodiché premi due volte su di esso e, nel pannello apertosi, trascina l’icona dell’applicazione all’interno della cartella Applicazioni. Fatto ciò, apri Android File Transfert facendo clic sulla relativa icona presente nel Launchpad e, dal pannello, apertosi, cerca le cartelle DCIM > Camera. Nel caso avessi problemi a connettere un dispositivo Android al PC, consulta la mia guida dedicata.

Giunto nella cartella contenente le foto, selezionale tutte, copiale all’interno di una nuova cartella sul Desktop/Scrivania del tuo PC, poi apri la versione Web di iCloud, se necessario accedi con le credenziali del tuo ID Apple (se necessario autorizza l’operazione tramite un secondo dispositivo Apple inserendo l’apposito codice) e, una volta entrato, premi sull’icona Foto. Dopodiché, premi sull’icona Carica foto (contrassegnata da una nuvoletta e una freccia che punta verso l’alto), segui il percorso verso il Desktop/Scrivania e premi sulla cartella contenente le immagini, poi fai clic sul pulsante Apri. Seleziona tutte le foto che vuoi caricare e premi nuovamente il pulsante Apri. In questo modo le foto verranno caricate su iCloud.

Ora, su iPhone, andando ad attivare la sincronizzazione di Foto di iCloud seguendo il percorso Impostazioni > tuo nome > iCloud > Foto e spostando la levetta su ON accanto alla voce Foto di iCloud, l’intera libreria presente prima su Android sarà sincronizzata anche su iPhone. Maggiori info qui.

Musica

Traferire musica iTunes/Finder

Sei solito utilizzare un’app per riprodurre i tuoi brani come Spotify o Amazon Music, puoi velocemente far fronte al problema scaricando tale app direttamente sul tuo iPhone, eseguendo l’accesso con lo stesso account che utilizzavi sul tuo smartphone Android.

Se, invece, vuoi trasferire dei brani scaricati e contenuti all’interno della memoria del tuo device Android sul tuo nuovo iPhone, puoi procedere utilizzando il tuo computer. Quindi, se utilizzi un PC Windows o un Mac collega lo smartphone Android e l’iPhone al PC, apri la cartella Musica contenuta all’interno del dispositivo Android (utilizzando Android File Transfert in caso di sistema operativo macOS), seleziona tutti gli elementi che vuoi trasportare e inseriscili in una nuova cartelle sul Desktop/Scrivania.

Poi apri iTunes, premi sulla voce Musica sotto alla dicitura Impostazioni e apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza musica. Poi fai clic sulla voce File > Aggiungi File alla libreria, dopodiché seleziona la cartella nella quale hai inserito la musica e tutti i brani in essa contenuti, premi su Apri e poi, dalla schermata di iTunes, fai clic sul pulsante Applica, per avviare la sincronizzazione dei brani. Ora, cliccando sulla voce Musica, sotto alla dicitura Sul dispositivo vedrai tutti i tuoi brani che saranno stati sincronizzati anche su iPhone.

Tramite il Finder invece, individua l’iPhone dall’elenco posto sulla sinistra della finestra poi, nel nuovo pannello apertosi, premi sulla scheda Musica, apponi il segno di spunta accanto alla voce Sincronizza musica su [nome iPhone] e trascina al suo interno i file selezionati in precedenza, in ultimo premi il pulsante Sincronizza. Facile, vero?

Libri, PDF e Documenti

Trasferire documenti tramite iCloud Drive

Anche per i libri, i PDF e i documenti vale la stessa regola descritta nel capitolo precedente dedicato alle foto e ai video. Il tutto può essere trasferito tramite app come Google Drive o Dropbox semplicemente scaricando tali applicazioni sul proprio iPhone ed eseguendo l’accesso con lo stesso account usato su Android. In alternativa, come visto sempre per le foto e i video, i proprio documenti di varia natura possono essere sincronizzati tramite iCloud Drive, utilizzando lo stesso metodo visto in precedenza tramite la versione Web di iCloud.

In alternativa è possibile copiare manualmente i file che si vogliono trasferire, estraendoli dalla cartella Documenti di Android tramite il proprio Mac, salvandoli sul computer in un’apposita cartella sulla Scrivania e andandoli a inserire nelle schede Libri o File del Finder, in base al tipo di documento.

Come trasferire Whatsapp da Android a iPhone

Trasferimento WhatsApp Android iPhone

Il tuo desiderio è sapere come trasferire app da Android a iPhone, nello specifico l’app di WhatsApp? Allora, in tal caso, la prima cosa che puoi fare è trasferire il tuo account da un dispositivo all’altro. Tieni conto, però, che così facendo perderai le chat presenti sul dispositivo Android, ma rimarrai comunque inserito in tutti i gruppi e le persone potranno contattarti come se nulla fosse.

Per procedere non devi far altro che scaricare WhatsApp sul tuo iPhone servendoti dell’App Store, avviarla e premere sulla voce Continua e accedi, inserire il numero di telefono del tuo account, poi premere sulla voce nel riquadro che si è aperto per confermare la correttezza del numero e, in ultimo, digitare il codice ricevuto su quello stesso numero tramite SMS. In questo modo l’account verrà disattivato sullo smartphone Android e attivato su iPhone. Maggiori info qui.

Per mantenere le chat e non perderle durante il trasferimento, invece, è necessario utilizzare un software di terze parti. Il mio consiglio, in questo caso, è di scaricare Wondershare Dr.Fone — Trasferimento WhatsApp, al prezzo di 21,99 euro per la licenza di un anno (1-5 dispositivi mobili su 1 PC) o di 29,99 euro per la licenza a vita (1-5 dispositivi su 1 PC).

Si tratta un’ottima applicazione che consente di trasferire WhatsApp da Android a iPhone, ma anche da iPhone ad Android, o tra gli stessi sistemi operativi, in maniera estremamente semplice e veloce (tieni presente che puoi testare la versione di prova ma per l’utilizzo vero e proprio è necessario acquistare una licenza). Per sapere di più ti consiglio di leggere il questo mio tutorial dove te ne parlo approfonditamente.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.