Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare grafiche

di

Che tu abbia appena cominciato la tua carriera da youtuber o che sia uno streamer professionista, saprai sicuramente che una buona rappresentazione del tuo canale è il passo fondamentale per raggiungere un numero più alto di visualizzazioni. Risulta quindi importantissimo dare un’ottima impressione al tuo pubblico su Internet, così da assicurarti una produttività maggiore.

Quale modo migliore se non utilizzando una grafica accattivante e moderna, che attiri l’occhio sul tuo canale rispetto a quello di qualcun altro? In questo tutorial, infatti, voglio proprio aiutarti spiegandoti come creare grafiche per diverse piattaforme.

Nei prossimi capitoli andrò a spiegarti dettagliatamente quali sono i criteri e gli strumenti da utilizzare per realizzare e perfezionare gli aspetti stilistici dei propri canali social, in base alle peculiarità delle varie piattaforme. Se sei pronto a cominciare, siediti comodo e continua a leggere: al termine di questa guida sarai capace di dare un “colpo d’occhio” sicuramente migliore ai visitatori dei tuoi profili su Instagram, Twitch, YouTube e altre piattaforme!

Indice

Come creare grafiche per Instagram

sparks instagram

Amministrare una pagina social non è semplice come sembra, ci sono davvero moltissimi fattori da tenere in considerazione, che se sottovalutati, renderebbero il tuo profilo invisibile al resto degli utenti della piattaforma, come la creazione delle grafiche, per dirne uno.

Instagram, ad esempio, è uno dei social network più utilizzati nel mondo, e pertanto è vitale sapere come raggiungere nel modo corretto il proprio target, ovvero i propri potenziali follower.

La prima impressione è importantissima, perché nel giro di un paio di secondi una grafica può avvicinare un utente, se fatta bene, o allontanarlo, se fatta male, senza che questo presti nemmeno attenzione a ciò che è il contenuto del profilo visitato. Esistono dei punti fondamentali che bisogna tenere in considerazione per dare un buon “colpo d’occhio”: lascia che te li illustri.

  • Immagine di sfondo – nel caso tu stia cercando di mostrare il tuo brand o di far capire ai tuoi follower qual è il prodotto che vuoi commercializzare, devi tenere conto di alcune caratteristiche dell’immagine. Innanzitutto dovrai rispettare gli standard della piattaforma: nel caso di Instagram, il formato delle immagini equivale a un quadrato nel caso della foto profilo e a un rettangolo verticale, per le storie. Per quanto riguarda le foto sul profilo, ti consiglio di usare un formato pari a 1080 x 1080 pixel, per le storie invece puoi utilizzare un formato pari a 1080 x 1920 pixel. L’immagine utilizzata può essere sia una foto, che faccia passare il messaggio che vuoi lanciare, e che deve risultare nitida e comprensibile a primo impatto, oppure uno o un insieme di colori, abbinati correttamente, ai quali sovrapporrai una scritta o delle immagini.
  • Scritte e immagini – assicurati che le immagini inserite nel post combacino tra loro, evita quindi di utilizzare una scritta a basso contrasto rispetto allo sfondo, altrimenti la lettura risulterà difficile e allontanerà un possibile nuovo follower. Se hai uno sfondo giallo, ad esempio, evita ogni colore simile o che stoni, come ad esempio l’arancione o l’azzurro. Scegli, appunto, qualcosa che faccia contrasto ma che sia allo stesso tempo piacevole agli occhi, come una scritta nera o rossa.
  • Stile – cerca di creare un tuo stile e di mantenerlo all’interno di tutti i tuoi post. Cosa intendo dire con questo? Beh, ciò che ti contraddistingue dal resto delle persone può essere un insieme di colori, un font specifico o un’impostazione della tua griglia dei post. Cerca di sovrapporre dei colori che vadano bene insieme, magari con una ricerca su Internet, prova a capire quali sono gli abbinamenti che ispirano le sensazioni che vuoi trasmettere ai tuoi follower, o scegli un font unico che possa rappresentare il tuo canale in modo univoco. Considera sempre che i tuoi post faranno il giro del mondo, è importantissimo perciò che il tuo marchio sia riconoscibile a prima vista.
  • Equilibrio degli elementi – ricordati che la tua immagine deve passare un messaggio, cerca di non riempirla, quindi, di tanti elementi discordanti che confonderebbero l’utente, prova piuttosto a valorizzare un singolo elemento. Un criterio importante da rispettare, è la regola dei terzi, principio per la quale, dividendo l’immagine in una griglia — anche immaginaria – 3 x 3, il tuo soggetto dovrà essere posizionato al centro di essa, o in presenza di più elementi essi dovranno trovarsi nei punti di intersezione più esterni.

Seguendo questi criteri, sono sicuro che sarai in grado di raggiungere un numero molto elevato di persone. Lascia che ti faccia un esempio pratico. Nel mio caso, ho utilizzato l’applicazione per smartphone Adobe Spark, disponibile sia per Android (anche sugli store alternativi, per i device senza servizi Google) che per iOS, te la consiglio vivamente.

Prima di tutto ho creato una tinta unita per lo sfondo, pigiando sull’icona del + e selezionando la scheda Tinta unita, sul quale poi ho inserito delle icone (già presenti all’interno dell’app). In questo caso ho scelto dei colori che vadano bene tra loro, tranne nel caso della scritta, per la quale ho scelto un tema scuro e a basso contrasto su sfondo nero proprio per farti capire la differenza. Ti consiglio di dare un’occhiata a questo sito, grazie al quale potrai ottenere tutte le combinazioni di colori inserendone uno solo.

Adobe Spark ti permette anche di selezionare tra varie impostazioni di formato adatte alla piattaforma che desideri, come ad esempio Instagram, Facebook e YouTube, in modo tale da non dover ritagliare e modificare le immagini dopo averle modificate. Ti consiglio caldamente questa app, anche per la facilità di utilizzo e per le varie funzionalità aggiuntive presenti in essa, come la possibilità di animare il testo, cancellare gli sfondi dalle immagini e utilizzare palette di colori proposte dall’app stessa. Per approfondimenti legati al funzionamento di Adobe Spark, puoi leggere questa mia guida.

Come creare grafiche per Twitch

grafiche template per twitch

Se sei uno streamer, sicuramente sai quanto sia importante “fidelizzare” i tuoi ascoltatori, in quanto un maggior numero di viewer (ovvero chi ti sta guardando in un dato momento) rappresenta una maggiore crescita. Per riuscirci, è di vitale importanza riuscire a catturare l’occhio di chi, per caso, passa sul tuo canale nei momenti in cui sei inattivo, così da dare un’idea generale di quali contenuti vengono trattati sul tuo profilo.

In linea di massima, le indicazioni che ho dato nel capitolo precedente, sono applicabili anche in questo contesto, tuttavia ci sono alcune cose che si differenziano rispetto a Instagram. Partiamo dal formato delle immagini: Twitch usa per il banner uno standard di 1920 x 480 pixel, mentre per il player video 1920 x 1080 pixel. Cerca quindi di rispettare questa formattazione per evitare di avere immagini o scritte “sfasate”.

Per quanto riguarda il contenuto delle immagini, partendo dal banner, ti consiglierei di scegliere un colore che ti rappresenti e, seguendo le stesse regole di contrasto che ho spiegato prima, aggiungere elementi come il nome del tuo canale e, se desideri, un’immagine rappresentativa degli argomenti trattati nel tuo profilo. Se, ad esempio, il tema principale del tuo canale è un gioco (es. League of Legends o Fortnite), scegli magari l’immagine di un personaggio da te utilizzato, che però non stoni con il colore della scritta adiacente ad esso.

L’immagine del player video, invece, verrà mostrata ogni volta che sarai offline, di conseguenza ti consiglierei di utilizzare qualcosa che contenga tutte le informazioni principali relative alle tue prossime live, come date e orari, tenendo sempre conto dei criteri che ho elencato precedentemente.

Per realizzare una grafica da utilizzare durante le live, invece, tieni presente qual è l’interfaccia che tendi a mostrare durante gli stream (se utilizzi una videocamera, per esempio, sarebbe una buona idea creare una cornice per contenerla, così da rendere più piacevole visivamente lo stacco tra i due video). Se utilizzi il tuo canale solamente per parlare e fare delle dirette, potresti creare una cornice e degli spazi dedicati in cui inserire la chat e l’elenco di eventuali donazioni. Se invece nel tuo canale il tema principale sono i videogiochi, potrebbe essere una buona idea ricoprire le aree contenenti eventuali abilità o oggetti con dei contorni personalizzati.

In questo caso, i programmi che ti consiglio per questa operazione sono quelli più diffusi nell’ambito del fotoritocco su PC: Photoshop, che non credo abbia bisogno di presentazioni, e GIMP, la migliore alternativa gratuita e open source al software di Adobe. Non preoccuparti se non sai come usarli, ho scritto dei tutorial anche su come usare Photoshop e GIMP.

In sostanza, ti basterà fare uno screenshot della schermata che utilizzi normalmente per le tue dirette e trasportarla su uno dei due programmi che ho citato. Dopodiché non ti resta che sbizzarrirti aggiungendo le varie aree che interessa modificare all’interno dell’immagine (ne puoi trovare anche di pronte su Internet), scegliere le dimensioni che preferisci e, una volta terminato, eliminare lo sfondo ed esportare l’immagine che hai realizzato sul software che utilizzi per gli streaming, è davvero molto semplice.

Per approfondire l’argomento, ti invito caldamente a consultare il mio tutorial in cui ti spiego come creare degli overlay di sicuro effetto.

Come creare grafiche per YouTube

youtube photoshop

Sei un aspirante youtuber e vuoi iniziare a creare le tue prime grafiche per il canale? Nessun problema, ti spiego sùbito tutto quello che c’è da sapere sul tema. Diciamo che su YouTube, come nel caso di Instagram, la grafica utilizzata per il tuo profilo e per i thumbnail (cioè le anteprime dei video, che tuttavia sono personalizzabili solo avendo un profilo verificato sulla piattaforma) sono una “finestra” che rispecchia il contenuto del canale, e che fanno la differenza per un utente, spesso convincendolo o dissuadendolo dal guardare il contenuto o se passare ai video di qualcun altro.

I consigli che ho dato nei capitoli precedenti valgono anche in questo caso. Tieni conto, quindi, che un font originale, dei colori piacevoli e un insieme di immagini efficaci possono aiutarti nella scalata verso le vette di YouTube. Per la copertina del tuo canale, il formato da usare è 2560 × 1440 pixel, anche se l’area sicura che verrà visualizzata su ogni dispositivo è 1546 x 423 pixel, cerca quindi di far stare tutte le informazioni principali qui dentro. Per quanto riguarda i thumbnail, la risoluzione da rispettare è di 1280 x 720 pixel, con una larghezza minima di 640 pixel.

Se hai un profilo verificato e di conseguenza puoi personalizzare le anteprime dei tuoi video, il mio consiglio è quello di utilizzare dei titoli accattivanti e con dei colori che risaltino, evita quindi immagini dai colori spenti e slavati, punta piuttosto su qualcosa di acceso e allegro, che però faccia capire all’osservatore qual è il contenuto che troverà all’interno del tuo video.

Per la realizzazione delle grafiche di YouTube, mi sento di consigliarti di nuovo l’app per smartphone Adobe Spark, che contiene già i template sia per le anteprime dei video che per il canale. Ti basterà, infatti, selezionare il preset di YouTube e aggiungere il testo e le immagini che vuoi vedere visualizzate nella copertina del tuo canale.

Per quanto riguarda le anteprime dei video, penso che un tocco più professionale possa aiutare a raggiungere un numero maggiore di persone, ti consiglio, quindi, di usare classici software di fotoritocco per PC, come Photoshop o GIMP: in questo modo potrai realizzare dei lavori decisamente migliori.

Come creare grafiche per magliette

redbubble magliette

Creare la grafica per una maglietta è davvero molto semplice: dammi qualche minuto e ti sarà tutto chiaro. La prima cosa da fare è capire qual è l’obiettivo che vuoi raggiungere con la grafica che stai per creare; hai intenzione di rivenderla o vuoi semplicemente utilizzarla per una maglia simpatica da indossare quando esci con gli amici? Una volta trovata la risposta a questo quesito, puoi procedere con la parte pratica.

Se si tratta di un’opera da utilizzare a livello professionale e da rivendere, avrai bisogno sicuramente di uno strumento per preparare la grafica giusta, come ad esempio Adobe Illustrator, che ho spiegato come usare nel dettaglio in una guida apposita. O magari Inkscape, la sua alternativa gratuita e open source più interessante.

Cerca di seguire le indicazioni che ho dato nel paragrafo su come creare una grafica per Instagram, scegliendo quindi una combinazione di colori che possa legare in modo efficace, evita quindi di inserire simboli o scritte scure su sfondi neri, per esempio, e prova a mantenere un buon livello di contrasto tra i vari elementi.

Una volta definita l’immagine che vuoi rappresentare sulla maglietta, ti rimane solamente da riportarla sul tuo prodotto; a tal proposito, esistono numerosi siti che ti consentono sia di stampare l’immagine che di venderla, come ad esempio Spreadshirt o RedBubble, molti dei quali ti permetteranno di scegliere direttamente dalla piattaforma quali immagini caricare e dove posizionarle. Nel caso di Spreadshirt, ad esempio, è addirittura possibile creare le grafiche direttamente dalla piattaforma, inserendo e visualizzando in tempo reale gli elementi che preferisci.

Altre soluzioni per creare grafiche

Canva

Le soluzioni che ti ho menzionato finora non sono le uniche disponibili, così come le piattaforme di cui mi sono occupato non sono le uniche esistenti. Ci sono anche altre opzioni che puoi prendere in considerazione per creare le tue grafiche, alcune delle quali direttamente online e disponibili gratuitamente: eccone alcune tra le migliori.

  • Photopea — si tratta di uno strumento online gratuito similissimo a Photoshop e che imita le sue funzionalità in modo quasi identico. Se non hai la possibilità di utilizzare il programma Adobe, questa è sicuramente la soluzione che fa al caso tuo, è davvero molto facile da utilizzare e permette di esportare i file realizzati in diversi formati, tra cui .JPG, .PNG e .PSD. Maggiori info qui.
  • Canva — ti consiglio caldamente l’utilizzo di questo strumento online gratuito per la realizzazione dei tuoi banner di Twitch, tuttavia all’interno della piattaforma sono presenti diverse funzioni per creare grafiche adatte anche ad altri siti. Maggiori info qui.
  • Placeit — se hai intenzione di creare un logo da aggiungere alle tue grafiche di YouTube, Twitch o un’altra piattaforma, questo sito è sicuramente quello che fa al caso tuo. In un paio di minuti, grazie ai preset presenti sul sito, sarai in grado di creare ciò che fa al caso tuo.

Ho inoltre parlato approfonditamente di ulteriori programmi per la grafica in un’altra mia guida, se vuoi saperne di più o se non sei soddisfatto dei programmi precedentemente elencati, merita davvero darle una lettura.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.