Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Programmi per creare loghi

di

Insieme a un gruppo di amici, sei riuscito a realizzare il sogno che hai tenuto nel cassetto per tanti anni: creare una band. Dopo aver scelto il nome del gruppo musicale che hai co-fondato, hai pensato bene di realizzare un logo che lo rappresenti, ma per risparmiare vorresti realizzarlo tu stesso, senza rivolgerti a grafici professionisti. C’è solo un “piccolo” problema: non avendo molta dimestichezza con il mondo del graphic design, non sai quali programmi per creare loghi adoperare, né tantomeno come utilizzarli. E allora lascia che ti dia una mano!

Nei prossimi paragrafi ti elencherò, infatti, alcuni dei più famosi e apprezzati software per realizzare loghi in modo facile e veloce. E ti dirò di più: molte delle soluzioni che ti proporrò nei prossimi paragrafi possono essere utilizzate gratuitamente! E nel caso dovesse venirti la voglia di realizzare loghi direttamente dallo smartphone o dal tablet, troverai molto utile l’elenco di app che trovi nell’ultima parte del post.

Allora, si può sapere cosa ci fai ancora lì impalato? Forza: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per familiarizzare con i programmi elencati di seguito e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò per imparare a utilizzarli al meglio. Vedrai, creare loghi sarà semplice come bere un bicchier d’acqua. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Programmi per creare loghi

Desideri creare loghi usando dei programmi facili da utilizzare e, possibilmente, gratuiti? Bene: nelle prossime righe ti elencherò alcune soluzioni disponibili per Windows, macOS e Linux che sono sicuro ti saranno molto utili per realizzare dei loghi degni di essere definiti tali.

Inkscape (Windows/macOS/Linux)

Se cerchi un programma per creare loghi gratis, ti consiglio di provare Inkscape: si tratta di un software gratuito e open source che è disponibile sia per Windows che per macOS e Linux. Da molti considerato la migliore alternativa free al costoso Illustrator (di cui ti parlerò più avanti), questo programma per la grafica vettoriale permette di creare loghi in modo piuttosto semplice. Supporta tutti i principali formati di file grafici ed è conforme con tutti i principali standard Web. Insomma, difficile chiedere di più!

Per scaricare Inkscape, collegati innanzitutto alla sua pagina principale e fai clic sul logo di Windows o sul logo di Apple (in base al sistema operativo che stai utilizzando). Dopodiché, se utilizzi Windows, clicca sul link installer (msi) situato sotto le diciture Downloads for 32-bit Windows versions o Downloads for 64-bit Windows versions, in base alla versione di Windows in uso.

Una volta portato a termine lo scaricamento, avvia il pacchetto d’installazione Inkscape-x.xx.x-x32/x64.msi che hai ottenuto e, nella finestra che si apre, pigia sul bottone Next, apponi il segno di spunta sulla voce I accept the terms in the License Agreement per accettare le condizioni d’uso del software e poi pigia sui bottoni Next, Typical, Install, e Finish per portare a termine il setup.

Se invece usi un Mac, dopo aver cliccato sul logo di Apple, fai clic sul link .dmg che è presente nella sezione Inkscape x.x per avviare il download di Inkscape. Per far “girare” il programma su macOS è richiesta l’installazione del componente XQuartz: recati dunque su questa pagina e fai clic sul collegamento XQuartz-x.x.xx.dmg.

A download completato, apri il pacchetto .dmg che contiene il componente XQuartz, fai clic destro sull’eseguibile xQuartz.pkg presente al suo interno e seleziona la voce Apri dal menu contestuale. Nella finestra che si apre, fai clic sul bottone Continua per tre volte consecutive, poi su Accetta e Installa, digita la password di amministrazione del Mac e pigia prima sul bottone Installa software e poi su OK e Chiudi per concludere il setup.

Dopo aver installato XQuartz, puoi finalmente installare anche Inkscape: apri, quindi, il pacchetto .dmg che hai scaricato poco fa e trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni. Ora, riavvia il Mac, avvia nuovamente XQuartz (magari cercalo con Spotlight per trovarlo subito), seleziona la voce Preferenze… dal menu XQuartz che si trova in alto a sinistra e regola le impostazioni come segue: nella scheda Ingresso verifica che siano spuntate le voci Abilita equivalenti da tastiera con X11 e I tasti opzione inviano Alt_L e Alt_R e nella scheda Appunti verifica che siano spuntate le opzioni Abilita sincronizzazione e Aggiorna CLIPBOARD quando gli appunti cambiano.

Adesso, avvia Inkscape: su Windows, fai doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop; mentre su macOS, apri la cartella Applicazioni, fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu che si apre per “bypassare” le restrizioni applicate da Apple nei confronti dei programmi provenienti dagli sviluppatori non certificati (operazione necessaria soltanto al primo avvio di Inkscape).

Ora puoi utilizzare gli strumenti inclusi su Inkscape per realizzare i tuoi loghi: tramite i pennelli e gli altri strumenti che si trovano nella barra degli strumenti situata sulla sinistra, puoi disegnare sul foglio posto al centro della finestra lo “schizzo” del tuo logo e puoi colorarlo utilizzando la palette di colori situata in basso tramite la quale selezionare le varianti cromatiche che intendi usare.

Attraverso i menu a tendina situati nella parte superiore della finestra, invece, puoi modificare le impostazioni degli strumenti scelti, come la larghezza del pennello, il diradamento del contorno e così via. Non appena sarai soddisfatto del tuo lavoro, seleziona la voce Salva come… dal menu File e seleziona la posizione e il formato (es. SVG, PNG, PDF, etc.) in cui salvare il logo. Per maggiori informazioni su come usare Inkscape per creare loghi, dai un’occhiata al tutorial che ti ho appena linkato e che ho dedicato quasi interamente al programma.

GIMP (Windows/macOS/Linux)

Un altro programma gratuito per fare loghi che ti consiglio di provare è GIMP: si tratta di una soluzione open source (disponibile per Windows, macOS e Linux) pensata soprattutto per l’editing fotografico, quindi non pensato per la grafica vettoriale, ma che all’occorrenza può essere usata anche per creare disegni e loghi.

Per scaricare GIMP, collegati a questa pagina, pigia sul bottone rosso Download x.x.xx e poi sul pulsante arancione Download GIMP x.x.xx directly. Al termine dello scaricamento, apri il file che hai appena ottenuto dal sito di GIMP e segui la procedura guidata per portare a termine il setup: se usi Windows, pigia sul pulsante  e poi su OKInstalla e Fine. Se usi un Mac, invece, trascina l’icona di GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del software e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo da “scavalcare” le restrizioni applicate da macOS verso gli sviluppatori non certificati (operazione necessaria soltanto al primo avvio di GIMP).

Dopo aver installato e avviato il programma, seleziona la voce Nuova… dal menu File e crea una nuova immagine (es. 900×700 pixel) con uno sfondo trasparente. Per riuscirci, espandi la voce ▸ Opzioni avanzate presente nella finestra Crea una nuova immagine e imposta la voce Trasparenza dal menu a tendina Riempi con. Ora non ti resta che provvedere alla creazione del tuo logo usando le forme, i pennelli e tutti gli altri strumenti collocati nel Pannello degli strumenti situato sulla sinistra e il gioco è fatto.

Non appena avrai portato a termine il tuo lavoro, salva il logo che hai creato selezionando la voce Esporta come… dal menu File e scegli la cartella in cui salvare l’immagine e il formato di output che intendi utilizzare (per mantenere lo sfondo trasparente devi necessariamente usare il formato PNG o GIF). Ti ricordo che salvando il logo in un formato non vettoriale, questo perderà di qualità se verrà ingrandito. Per maggiori informazioni su come usare GIMP e su come creare un logo con GIMP, dai un’occhiata alle guide che ti ho appena linkato.

Adobe Illustrator (Windows/macOS)

Quando si parla di creare loghi, non si può non citare il programma di grafica vettoriale più usato al mondo: Adobe Illustrator. Come forse già saprai, questo software è stato pensato principalmente per essere usato dai professionisti, in particolare quelli che hanno la necessità di creare loghi e grafiche per il Web. Permette di disegnare con una vasta gamma di strumenti avanzati, trasformare immagini “standard” in vettoriale e molto altro ancora.

Trattandosi di un software professionale, è a pagamento, anche se è disponibile in una versione di prova gratuita utilizzabile per 7 giorni. Per continuare a usare Illustrator al termine della trial, poi, è necessario sottoscrivere un abbonamento mensile al servizio Adobe Creative Cloud, che parte da 24,39 euro/mese.

Dopo aver scaricato Illustrator dal sito Internet di Adobe e averlo installato, sicuramente noterai una certa somiglianza fra l’interfaccia di questo programma e Photoshop (il famoso programma di fotoritocco di Adobe, anch’esso utilizzabile all’occorrenza per creare loghi, come ti ho già mostrato in un’altra guida): sulla sinistra è presente la barra degli strumenti contenente i vari tool di disegno da usare per creare le varie parti del logo, mentre sulla destra è presente la sezione dedicata alla gestione dei livelli e alle proprietà degli elementi presenti nel progetto.

Per maggiori informazioni su come creare loghi con Illustrator, ti rimando all’approfondimento che ho già pubblicato sul mio blog. Per approfondire la conoscenza del programma, inoltre, ti suggerisco di consultare la guida utente e i videotutorial che trovi sul sito Internet di Adobe: sicuramente queste risorse “extra” ti saranno molto utili.

Programmi per creare loghi online

Le soluzioni di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti hanno soddisfatto? Beh, allora dai un’occhiata ai servizi online elencati di seguito: si tratta di applicazioni Web utilizzabili direttamente nel browser e che, quindi, non necessitano di noiose procedure di installazione per essere utilizzate. Un’ottima notizia, non trovi?

Canva

Una delle migliori soluzioni per creare loghi online è Canva, la famosa applicazione Web che permette di realizzare lavori grafici di vario genere, compresi marchi e loghi, partendo da molteplici template, utilizzabili quasi tutti gratuitamente.

Per fare loghi con Canva, collegati alla sua home page, fai clic su una delle opzioni situate nel riquadro Prima volta su Canva? Iscriviti! per indicare il motivo per cui intendi usare il servizio e poi iscriviti ad esso tramite il tuo indirizzo e-mail o, se preferisci, il tuo account FacebookGoogle, pigiando sui pulsanti corrispondenti.

A registrazione effettuata, pigia sul bottone Altro (+) situato in alto, nella sezione Crea un progetto e, nella pagina che si apre, clicca sulla voce Logo situato nella sezione Risorse marketing (in fondo). Ora, scegli il template che preferisci di più fra quelli elencati sotto la voce Layout di Canva e sostituisci il testo d’esempio con il testo che vuoi far comparire nel logo.

Per personalizzare il logo, poi, pigia sul pulsante Elementi situato sulla sinistra per aggiungere forme, linee e altri elementi grafici al progetto; pigia sui pulsanti Testo e Sfondo per aggiungere del testo personalizzato e modificare lo sfondo del logo e pigia sul bottone Caricamenti per caricare immagini da aggiungere al progetto. A lavoro ultimato, fai clic sul bottone Scarica situato nella parte superiore della pagina e seleziona il formato per il download che preferisci di più tra  JPGPNG PDF.

Altri servizi per creare loghi online

Ci sono altri servizi per creare loghi online che puoi prendere in considerazione: di seguito te ne elenco alcuni che potrebbero fare al caso tuo.

  • Online Logo Maker — si tratta di un’applicazione Web che consente di creare loghi in modo facile, veloce e, soprattutto, gratuito. La versione free del servizio, tuttavia, permette di scaricare gratis soltanto la versione a bassa risoluzione del logo: per ottenere la versione ad alta risoluzione è necessario accedere alla versione Premium del servizio, che costa 34 euro.
  • Toolset — è un servizio online gratuito che mette a disposizione tantissimi tool tramite i quali realizzare le grafiche del proprio sito Web, compreso il logo che si vuole utilizzare.
  • LogotypeMaker — si tratta di un servizio online gratuito che permette di generare in modo automatico dei loghi personalizzabili prima di effettuarne il download in locale. Non tutti i loghi sono gratuiti: per sbloccarli tutti, infatti, bisogna sottoscrivere un abbonamento Premium, che parte da 18,99 euro/mese.

Se vuoi approfondire la conoscenza di questi e altri servizi per creare loghi online, ti consiglio di dare un’occhiata alla guida che ti ho appena linkato.

App per creare loghi

App per creare loghi

Desideri creare loghi dallo smartphone o dal tablet? E che problema c’è?! Puoi utilizzare una delle tante app per creare loghi presenti sulla piazza, molte delle quali sono gratuite e alquanto semplici da utilizzare.

  • Adobe Illustrator Draw (Android/iOS) — come facilmente intuibile dal suo nome, si tratta della trasposizione mobile di Adobe Illustrator, il programma desktop di cui ti ho parlato qualche riga più su. Pur essendo gratuita, l’app integra un vasto set di pennelli vettoriali che permettono di disegnare loghi in modo facile e veloce.
  • Logo Foundry (Android/iOS) — se non sei molto bravo a disegnare loghi, questa è l’app che potrebbe fare al caso tuo. Oltre a essere caratterizzata da un’interfaccia molto intuitiva che ne facilita notevolmente l’utilizzo, Logo Foundry permette di creare loghi partendo da modelli “standard” altamente personalizzabili.
  • Logo Maker Plus (Android) — si tratta di una delle app più popolari per creare loghi sui dispositivi Android, che permette di realizzarli in modo piuttosto semplice mediante l’aggiunta di icone ed elementi grafici già pronti all’uso.

Se vuoi approfondire la conoscenza di queste e altre app per creare loghi, leggi pure la guida che ho pubblicato sull’argomento. Sono certo che anche questa ulteriore lettura ti sarà molto utile.