Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come recuperare le foto cancellate dalla galleria

di

Stai cercando di installare un’applicazione, ma non riesci perché ricevi un avviso che non c’è più spazio libero nella memoria del tuo dispositivo. Cerchi di scattare una fotografia o di girare un video con la fotocamera del tuo smartphone ma, anche in questo caso, un messaggio di avviso di memoria piena ti vieta di farlo. Hai deciso quindi di fare pulizia e ti sei accorto che la galleria è piena di foto. La sfortuna però ha voluto che, per distrazione, cancellassi per errore alcune foto a te care.

Adesso sei un po’ nel panico perché non sai se hai attivo un servizio di backup o se in qualche modo puoi rimediare al tuo errore. In questo caso devo allora dirti che puoi stare tranquillo e che probabilmente ci sono buone possibilità che tu possa trovare un lieto fine in questa storia. Infatti, se la parte di memoria dov’erano allocate le immagini non è stata ancora sovrascritta, potresti avere buone possibilità di ripristinare le tue foto.

Potresti essere anche più fortunato e scoprire che sul tuo dispositivo è attivo un servizio di backup, tramite il quale puoi ripristinare i tuoi contenuti multimediali. Se vuoi quindi scoprire come recuperare le foto cancellate dalla galleria, devi semplicemente dedicarmi qualche minuto del tuo tempo e seguire i consigli che ti indicherò passo dopo passo. Scrolla quindi di dosso le tue ansie e concentrati su ciò che leggerai nei prossimi paragrafi. Ti auguro una buona lettura!

Indice:

Come recuperare le foto cancellate dal cestino

Quando tutto sembra essere perduto, spesso la soluzione è più semplice di quel che si possa immaginare. Quando cancelli una fotografia su un dispositivo con sistema operativo iOS, questa non viene immediatamente eliminata, ma viene spostata in un cestino, cioè una cartella dove le immagini rimangono in giacenza per un periodo di tempo predefinito, prima di essere definitivamente eliminate dalla memoria.

Per verificare quindi se la foto si trova ancora in memoria, avvia l’applicazione Foto, la cui icona puoi trovarla nella Homescreen del tuo dispositivo. Fai poi tap sull’icona Album che trovi nella barra in basso e scorri quindi gli album che visualizzi a schermo, avendo cura di selezionare quello denominato Eliminati di recente.

Tutte le foto che hai per errore cancellato sul tuo dispositivo iOS saranno quindi presenti in questo album e potranno essere ripristinate in qualsiasi momento, purché non siano trascorsi più di 40 giorni da quando le hai erroneamente eliminate.

Fai quindi tap sull’anteprima della foto che vuoi recuperare e fai poi tap sulla voce Recupera che trovi in basso a destra, così da effettuare il ripristino del file multimediale. Puoi anche fare tap sulla voce Seleziona in alto a destra, per selezionare più fotografie; dopo averle selezionate, fai tap sul pulsante Recupera in basso a destra.

Sui dispositivi Android, la faccenda è un po’ diversa perché dipende dall’app che stai utilizzando per la gestione della galleria delle tue fotografie. Se utilizzi l’applicazione Google Foto, che ti consiglio di utilizzare anche per la sua funzionalità di backup gratuito e illimitato in cloud dei tuoi file multimediali, puoi verificare anche in questo caso se le foto si trovano nel cestino virtuale.

Per fare ciò, fai tap sull’icona dell’app Foto che dovresti trovare nella Homescreen del tuo dispositivo. Avviata l’applicazione, fai tap sull’icona che trovi in alto a sinistra. Seleziona quindi la voce Cestino ed effettua una pressione con il tuo dito per qualche secondo sull’anteprima della foto da ripristinare. Seleziona eventualmente anche altre foto da recuperare, se necessario, e poi fai tap sul pulsante Ripristina che trovi in basso a destra.

Le foto presenti in Cestino rimangono disponibili, per un loro ripristino, per 60 giorni dalla loro eliminazione. Decorso questo termine, vengono eliminate definitivamente dalla memoria del dispositivo.

Ci sono anche altre applicazioni, soprattutto quelle preinstallate sui vari dispositivi Android, che gestiscono la galleria multimediale. Alcune di queste, ma non tutte, hanno una funzionalità uguale a quella di cui ti ho parlato nelle righe precedenti. Giusto per farti un esempio, su un dispositivo Huawei da me in possesso, i file multimediali rimangono nel cestino per 30 giorni, per poi essere definitivamente eliminati.

Come recuperare le foto cancellate dalla galleria tramite backup online

Un’altra soluzione che puoi tentare è quella di verificare se il tuo dispositivo ha attivo il backup automatico dei file multimediali presenti memoria.

Alcuni servizi, come OneDrive, Dropbox, Google Foto e tanti altri, quando scarichi la loro app ti danno anche la possibilità di attivare il servizio di backup automatico dei file multimediali presenti nella tua galleria. Nelle prossime righe ti parlerò quindi di alcuni servizi cloud per il backup delle foto che potresti avere attivi sul tuo dispositivo in modo da recuperare quindi facilmente le tue foto.

Google Foto e Google Drive

Queste due applicazioni sono spesso presenti sui dispositivi Android. Mentre Google Drive è uno spazio cloud limitato, dove archiviare qualsiasi file, Google Foto è invece un’applicazione che permette di archiviare in modo illimitato le tue foto.

Queste però non vengono conservate con la stessa risoluzione con la quale sono state scattate, ma vengono un po’ ridotte, cercando comunque di mantenere un’alta qualità.

Proprio per questo motivo ti consiglio di scaricare l’applicazione Google Foto anche sul tuo dispositivo iOS, così da non avere limitazioni sullo spazio di archiviazione online imposto da iCloud.

Per verificare che il backup su Google Foto sia attivo, avvia l’applicazione e fai tap sull’icona che trovi in alto a sinistra. Fai poi tap sulla voce Impostazioni e poi su Backup e sincronizzazione. Attiva quindi la voce Backup e sincronizzazione, spostando la levetta da sinistra a destra; scegli quindi l’account Google sul quale archiviare i file multimediali e seleziona poi la voce Dimensioni caricamento. Seleziona quindi alta qualità, per usufruire del backup gratuito, oppure seleziona Originale, per utilizzare lo spazio del tuo account.

Puoi visionare tutte le foto presenti in cloud sia dall’applicazione sia dal pannello Web consultabile a questo link.

Tramite l’utilizzo simultaneo con Google Drive, puoi fare in modo di spostare una copia di tutte le foto presenti in Google Foto all’interno di una cartella del tuo spazio virtuale in Google Drive. Questa cartella, denominata Google Foto, sarà presente all’interno della cartella principale Il mio Drive. Puoi visionare il suo contenuto tramite l’app oppure dal pannello Web raggiungibile a questo link.

iCloud

I dispositivi con sistema operativo iOS possiedono, come servizio di backup, quello offerto da Apple, iCloud. Questo servizio è molto simile a Google Drive, infatti hai a disposizione uno spazio limitato per archiviare i tuoi file. Quando sarà terminato, potrai decidere di svuotarlo oppure acquistare un abbonamento per espanderlo.

Raggiungi quindi il sito Web ufficiale di iCloud e accedi con le tue credenziali. Dopo aver effettuato l’accesso, fai clic sull’icona Foto e attendi il caricamento della libreria dei file multimediali. Fai quindi clic sulla voce Eliminati di recente che trovi nella barra laterale di sinistra.

In questa cartella troverai tutte le foto che hai cancellato erroneamente, considerando però che non potrai recuperare quelle che hanno superato la giacenza di 40 giorni. Quando infatti viene superato questo termine, le foto vengono eliminate.

Seleziona quindi la miniatura della foto da recuperare, fai poi clic sulla dicitura Recupera che puoi trovare in alto a destra.

Altri servizi di backup online per recuperare le foto cancellate dalla galleria

Esistono anche altri servizi di backup online che possono aiutarti a tenere copia dei tuoi file multimediali, così da non incorrere in eliminazioni accidentali dei tuoi file multimediali. Qui di seguito ti indicherò alcuni servizi online, con applicazione annessa, che potresti già avere attivi sul tuo dispositivo e recuperare quindi facilmente i tuoi file.

  • Dropbox (Android/iOS) – È un servizio che offre uno spazio virtuale per l’archiviazione dei propri file. Tramite l’applicazione per dispositivi mobili, puoi effettuare anche il backup dei file multimediali con la possibilità di ripristinarli in qualsiasi momento. Puoi visualizzare e recuperare le foto tramite l’applicazione oppure tramite il sito Web ufficiale.
  • OneDrive (Android/iOS)- Il servizio di spazio virtuale realizzato da Microsoft permette, tramite l’app dedicata, di effettuare il backup delle foto presenti nella memoria del tuo dispositivo. Verrà infatti generata una cartella con tutte le foto presenti nella memoria del tuo telefono, consultabile sia dalla stessa app che dal sito Web ufficiale.
  • Mega (Android/iOS) – Potrebbe essere un servizio poco conosciuto, ma offre uno spazio virtuale per mantenere un backup dei propri file online. Tramite la sua applicazione, si può effettuare l’upload automatico del file multimediali presenti nella galleria del dispositivo. Puoi quindi visionare se le foto eliminate si trovano nel backup, tramite l’app oppure tramite il sito Web ufficiale.

Applicazioni per recuperare le foto cancellate dalla galleria

Se invece le foto che hai cancellato non sono presenti né nel cestino virtuale né nel backup online, allora puoi provare ad utilizzare le app che ti indicherò qui di seguito, che ti aiuteranno a scansionare le partizioni di memoria del tuo dispositivo e verificare che vi sia presente ancora una traccia per il recupero.

Se però la partizione di memoria è stata già sovrascritta, le probabilità di recupero sono davvero minime. Ti indicherò anche un’app che puoi utilizzare per creare un cestino virtuale, nel caso in cui non usi nessuna delle app che ti ho menzionato nei paragrafi precedenti.

  • DiskDigger (Android) – È un’applicazione gratuita che, grazie ai permessi di root, permette di recuperare le foto cancellate per errore. Se il tuo dispositivo Android non hai permessi di root, è possibile comunque utilizzare quest’app effettuando una scansione superficiale, che potrebbe aiutarti a ritrovare le foto da te smarrite.
  • Undeleter Recover Files & Data (Android) – Quest’applicazione gratuita è simile a quella che ti ho indicato nelle righe precedenti e ti permette di recuperare le foto cancellate. Anche quest’applicazione richiede i permessi di root, ma non obbligatoriamente.
  • Dumpster (Android) – È un’applicazione gratuita che ti permette di prevenire i problemi causati dall’errata cancellazione di foto dal tuo dispositivo. Se non utilizzi un’app che possiede già una funzione di cestino virtuale, come ad esempio Google Foto, Dumpster allora può venirti in aiuto. L’app infatti crea una copia delle foto da poter ripristinare nel caso in cui queste vengano eliminate per errore.