Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per questionari gratis

di

Recentemente, hai organizzato un mini-corso di fotografia a cui hanno partecipato diverse persone. Per verificare quali di queste hanno appreso le nozioni teoriche impartite durante le lezioni, hai pensato bene di sottoporre loro un test. Hai già le domande pronte, ma non hai la più pallida idea di come realizzare il quiz in questione. Io un’idea ce l’avrei: utilizzare dei programmi per questionari gratis.

Come dici? Ci avevi già pensato ma, non conoscendone nessuno, hai abbandonato l’idea? Per tua fortuna sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di elencarti alcuni utilissimi software per la creazione di quiz e questionari che sono davvero semplici da utilizzare: alcuni sono completamente gratuiti, altri possono essere utilizzati per periodi di prova più o meno lunghi. Nell’ultima parte della guida, poi, non mancherò di elencarti qualche app per smartphone e tablet adatta allo scopo.

Che ne dici di testare tutte le soluzioni che ho in serbo per te e scegliere quella che fa maggiormente al caso tuo? Ti va? Benissimo: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Vedrai, seguendo in maniera attenta e scrupolosa le mie indicazioni, non avrai il benché minimo problema nel portare a termine la tua “impresa” odierna. Ti auguro buona lettura e buon divertimento!

Indice

Programmi per questionari

Come ti anticipavo in apertura dell’articolo, ci sono tanti programmi per questionari che sono piuttosto semplici da utilizzare. Alcuni di questi sono gratis al 100%, altri sono utilizzabili gratuitamente per un periodo di prova più o meno lungo. Analizziamoli tutti da vicino.

QuizFaber (Windows)

Il primo programma per la realizzazione di questionari che ti consiglio di provare è QuizFaber, un software “made in Italy” disponibile solo per sistemi Windows che, grazie alla sua interfaccia ben organizzata, risulta molto semplice da utilizzare.

Per procurartelo, recati su questa pagina, seleziona la voce Italiano dal menu Language e poi clicca sul pulsante Download. A download ultimato, apri il file .exe che hai scaricato e pigia sui bottoni Accetto, Avanti, Installa e Fine.

Dopo aver installato QuizFaber, avvialo facendo doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop (se in questa fase ti viene chiesto di scaricare il plugin .NET Frameworks, acconsenti a farlo). Una volta installato e avviato il programma, specifica il titolo che vuoi dare al tuo primo questionario digitandolo nel campo di testo apposito.

Pigia, poi, sulla scheda Domande situata immediatamente sotto la voce Titolo (in alto a sinistra) e premi sui bottoni (+) e (x) per aggiungere ed eventualmente cancellare dei quesiti. Clicca, poi, sul nome della domanda (es. Dom. [N]) e digita il testo della stessa nel box Domanda che è situato sulla destra. Nel caso in cui tu voglia personalizzare la formattazione del testo presente nel questionario, scegli il font e lo stile di formattazione del testo tramite gli appositi pulsanti e menu situati nella parte superiore della finestra.

Nel box Risposta situato un po’ più in basso, invece, devi indicare la tipologia di risposta da collegare alla domanda scritta precedentemente scegliendo uno dei tanti formati tra quelli disponibili (es. Scelta multipla, Risposta multipla, Affermazione vera o falsa, Risposta aperta, Testo con parole omesse, etc.), fornire eventualmente più risposte e contrassegnare quella esatta spuntando la casella Corretta (ciò dipende dal formato di risposta che hai selezionato precedentemente).

Terminata la stesura di tutte le domande che compongono il tuo questionario, recati nel menu File > Salva con nome… per salvare le modifiche fatte. Ti consiglio, comunque, di provare il questionario prima di somministrarlo ai tuoi studenti o, comunque, alle persone che vuoi “esaminare”. Per riuscirci, apri il menu Quiz, seleziona la voce Esegui quiz, pigia sul bottone OK/Salva nel riquadro che si apre ed esegui il test nel browser.

Per pubblicare il questionario su una pagina Web, invece, seleziona la voce Pubblica quiz sul Web dal menu Quiz e segui le indicazioni che ti vengono date a schermo per renderlo fruibile anche online (non dovrai fare altro che fornire l’indirizzo del server del tuo sito e le altre informazioni necessarie per la messa online del quiz). Hai visto com’è stato semplice adoperare QuizFaber per realizzare questionari?

QuestionWriter (Windows)

Question Writer è un altro software per questionari disegnati su misura per insegnanti e utenti che non vogliono perdere troppo tempo a creare quiz, senza però rinunciare alla qualità. Grazie alla sua interfaccia utente completamente in italiano, permette di creare questionari a risposta multipla facilmente e di pubblicarli online in una manciata di clic. Il programma è solo per Windows ed è utilizzabile gratuitamente per 30 giorni, dopodiché bisogna acquistare una licenza con prezzi a partire da 200 dollari.

Per scaricare QuestionWriter, recati su questa pagina Web, pigia sul bottone azzurro Download posto sulla destra e attendi che venga scaricato il file d’installazione del programma. Al termine dello scaricamento, apri il file .msi che hai ottenuto, pigia sul pulsante Next per due volte di seguito, apponi il segno di spunta sulla casella I Agree, clicca sul bottone Next per altre tre volte consecutive e poi sul pulsante Try Again (se necessario). Rispondi, dunque, alla finestra di Controllo dell’account utente e premi sul bottone Close per concludere il setup.

Dopo aver installato QuestioneWriter, avvialo facendo doppio clic sul collegamento che è stato aggiunto sul desktop e, se ti viene chiesto di farlo, acconsenti a installare sul tuo PC il plugin .NET Framewarks (necessario per il corretto funzionamento del software). Se necessario, poi, riavvia il computer.

Dopo aver avviato Question Writer, pigia sulla voce Ask me later per scegliere di attivare il prodotto in un secondo tempo e clicca sul bottone Nuovo test (situato in alto a sinistra) per avviare la creazione di un nuovo questionario. Una volta giunto nell’editor del programma, pigia sul pulsante Proprietà e specifica, tramite gli appositi campi di testo e menu, il titolo del quiz, il punteggio richiesto per il superamento dello stesso, la modalità di correzione e così via. Per modificare la varie proprietà del test, ricordati di selezionare ciò che vuoi modificare dal menu di sinistra (es. Dettagli del test, Introduzione, Impostazioni domande, etc.). Fatte queste prime scelte, pigia sul bottone OK.

Per aggiungere una nuova domanda, seleziona una delle tipologie di quesiti elencate in alto (es. Scelta multipla, Risposta multipla, Vero / Falso, etc.) e, nel riquadro che compare a schermo, formula la domanda e indica le possibili opzioni di risposta. Ripeti, poi, l’operazione per tutte le altre domande del test.

A lavoro ultimato, recati nel menu File > Salva con nome per salvare il progetto oppure pubblica il test online recandoti nel menu Pubblicazione e selezionando l’opzione che più preferisci (es. Publish for the Web per pubblicare il test su una pagina Web, Publish for Printing per stamparne una versione cartacea e così via).

QuizMaker Pro (Windows/macOS)

QuizMaker Pro è un altro software che permette di realizzare questionari. Ti consiglio di provarlo perché è molto semplice da utilizzare e permette di generare e gestire quiz composti da 11 diverse tipologie di domande, dando anche la possibilità di ottenere report e analisi dettagliate circa i punteggi raggiunti da ciascun partecipante. È disponibile non solo per Windows, ma anche per macOS e può essere utilizzato gratis per un periodo di tempo limitato, che è di 15 giorni. Una volta terminata la demo gratuita, è necessario acquistarne la licenza, che parte da 19,99 dollari. Maggiori info qui.

Per scaricare QuizMaker Pro, collegati a questa pagina e pigia sul pulsante Download situato in corrispondenza del sistema operativo in uso (es. Windows Download o Macintosh OSX). Se usi un computer Windows, poi, apri il file .exe che hai ottenuto, pigia sul bottone , apponi il segno di spunta sulla voce I accept the agreement, clicca sul pulsante Next per quattro volte consecutive e poi premi sui bottoni Install, Next e Finish.

Se usi un Mac, la procedura d’installazione che devi affrontare è ancora più semplice. Tanto per cominciare, apri il file .dmg che hai scaricato dal sito di QuizMaker Pro, trascina il software nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona dello stesso e seleziona la voce Apri per due volte consecutive. Quest’ultima operazione, necessaria per “bypassare” le restrizioni di macOS verso i software provenienti da sviluppatori non certificati, va fatta soltanto al primo avvio di QuizMaker Pro.

Una volta avviato QuizMaker Pro, fai clic sul pulsante Continue, pigia sul bottone Create/Edit A Test collocato in alto a destra e clicca sul bottone Use Demo per decidere di continuare a utilizzare la versione di prova del programma. Nella finestra che si apre, apponi il segno di spunta sulla casella Create A New Quiz e fai clic sul pulsante Select.

Una volta giunto nell’editor del programma, digita nella casella di testo posta nella parte superiore della finestra la prima domanda del questionario e, nei campi di testo situati accanto alle lettere A, B, C, D, E, etc., scrivi le varie risposte collegate alla domanda in questione ricordandoti anche di indicare la risposta corretta. Nel caso in cui tu voglia modificare il formato di domanda da inserire nel questionario, apri il menu Question Type che si trova in alto a destra e scegli una delle tipologie di domande tra quelle disponibili (es. Mult. choice – 1 answer, Matching, etc.).

Quando devi aggiungere nuove domande, poi, pigia sul bottone New Question e poi su Exit Quiz e ripeti le operazioni descritte sopra per portare a termine la creazione delle domande che compongono il questionario. A lavoro ultimato, pigia sul bottone Quiz Parameters situato in basso a destra e indica il nome del quiz nel campo Quiz name Parameters For, seleziona l’ordine con cui sottoporre le domande (es. Sequential order, per ordinarle in sequenza; Random order, per utilizzare l’ordine casuale, etc.) e, quando sei pronto per farlo, salva il quiz cliccando sul pulsante Save collocato in basso a destra.

Programmi per questionari online

Se vuoi provare dei programmi per questionari online, sappi che ci sono varie applicazioni Web gratuite che possono fare al caso tuo. Lascia che ti descriva il funzionamento di un paio di esse.

Google Moduli

Uno dei modi più semplici per realizzar questionari online è ricorrere a Google Moduli, un’applicazione Web di Google che permette di creare in maniera piuttosto semplice moduli per questionari, quiz e sondaggi. Il servizio è utilizzabile gratuitamente, previa creazione di un account Google (se non ne hai uno, crealo ora aiutandoti con le istruzioni contenute in questa guida).

Per servirtene, collegati alla sua pagina principale, pigia sul bottone Vuoto (oppure su uno dei modelli disponibili), poi sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra, fai clic sulla scheda Quiz e sposta su ON la levetta dell’interruttore posta accanto alla dicitura Trasforma in quiz. Così facendo, il modulo sarà ottimizzato per essere visualizzato sotto forma di questionario.

Compila, quindi, i campi di testo Titolo modulo e Descrizione modulo con il titolo del questionario e la sua descrizione. Dopodiché inserisci nei rispettivi campi, di testo il testo della domanda e le varie opzioni di risposta. Tramite il menu a tendina situato sulla destra, poi, scegli la tipologia di domanda che desideri aggiungere al test (es. Scelta multipla, Elenco a discesa, etc.). Tramite i pulsanti situati sulla barra laterale situata a destra, puoi aggiungere nuove domande, immaginivideo oppure una nuova sezione.

A lavoro ultimato, clicca sul bottone Anteprima (l’icona dell’occhio) per visualizzare l’anteprima del test che hai realizzato, dopodiché, per pubblicarlo, pigia sul pulsante Invia. Volendo, puoi anche pubblicare il test su una pagina Web, copiando il codice che compare pigiando sul simbolo delle due frecce.

Tramite il modulo di invio, potrai inoltre scegliere i metodi di invio del sondaggio creato e inviarlo tramite il pulsante Invia, situato in basso a destra. È inoltre possibile realizzare un quiz tramite Moduli Google. Per farlo basterà premere sul pulsante con il simbolo dell’ingranaggio, premere sulla voce Quiz e impostare su ON la levetta Trasforma in un Quiz.

SurveyMonkey

Un’altra soluzione che ti invito a provare è SurveyMonkey, la quale offre la possibilità di sviluppare questionari direttamente nel browser, in maniera estremamente facile e veloce. Di base è gratuito permettendo di realizzare test con al massimo 10 domande, ma per usufruire delle funzioni complete occorre abbonarsi alla sua versione Premium, che parte da 36 euro/mese. Maggiori info qui.

Per registrarti a SurveyMonkey, collegati alla sua home page, pigia sul pulsante CREA QUIZ GRATUITO e poi clicca sul bottone REGISTRATI situato in alto a destra. Crea, poi, il tuo account registrandoti con il tuo indirizzo email o, se preferisci, con il tuo account Google, Facebook, LinkedIn o Office 365, facendo clic sui pulsanti che vedi in pagina.

Dopo esserti registrato, puoi finalmente creare il tuo primo questionario. Compila, dunque, il campo di testo Nome quiz con il nome che vuoi assegnare al questionario e pigia sul pulsante Crea quiz collocato a fianco. Ora, pigia su uno dei bottoni che si trovano nella sidebar situata a sinistra per realizzare test: Banca delle domande, per utilizzare e personalizzare una delle domande disponibili nel database del servizio; Generatore, per inserire degli elementi di risposta, come caselle di controllo e di testo; Temi, per personalizzare il layout del test e così via.

Dopo aver selezionato una delle opzioni dalla colonna di sinistra, provvedi a personalizzare i campi di testo e i menu relativi alla domanda che trovi nel riquadro posto sulla destra, digitando negli appositi campi il testo e le risposte relativi alla prima domanda. Per aggiungerne altre, poi, pigia sul bottone Nuova domanda situato in fondo a destra e ripeti la procedura che ti ho descritto poc’anzi.

A lavoro ultimato, clicca sul pulsante Avanti posto in alto a destra per visualizzare l’anteprima del questionario e, se ne sei soddisfatto, pigia nuovamente su Avanti. Adesso, seleziona la modalità di raccolta del quiz indicando una delle opzioni disponibili (es. Invia via email), pigia sul bottone Avanti e, dopo aver scelto quando inviare il testo, clicca sul pulsante Invia ora/Fine. Più semplice di così?!

App per questionari gratis

Desideri realizzare dei quiz direttamente dal tuo smartphone o dal tuo tablet? Allora dai un’occhiata alle app per questionari che trovi elencate qui sotto: sono sicuro che ne troverai qualcuna che può fare al caso tuo.

  • SurveyMonkey (Android/iOS) — si tratta dell’app ufficiale del servizio di cui ti ho parlato nel capitolo precedente. Anch’essa permette di realizzare facilmente questionari, grazie alla sua interfaccia minimale e ben organizzata. Ti ricordo che, pur potendola utilizzare gratis, è necessario abbonarsi alla sua versione Premium, che parte da 36 euro/mese per sbloccare tutte le funzioni.
  • Asking (Android) — è un’app gratuita che, come facilmente intuibile dal suo nome, permette di creare questionari e sondaggi ottimizzati per essere inviati tramite i principali social network e servizi di messaggistica istantanea. Integra più di 100 template pronti all’uso e funzioni di analisi dei dati raccolti. Per sbloccare tutte le sue funzioni, bisogna sottoscrivere l’abbonamento al servizio, che parte da 7,99 euro/mese.
  • Straw (Android) — si tratta di un applicativo gratuito al 100% che permette di creare quiz e sondaggi in maniera piuttosto semplice e intuitiva, offrendo la possibilità di ricevere in tempo reale le risposte date dai vari partecipanti.