Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come eliminare i file temporanei

di

Che ti piaccia o meno, sull’hard disk del tuo PC si stanno accumulando un mucchio di file temporanei. Anche ora, in questo preciso istante, scommetto che il tuo sistema ne sta creando qualcuno. Sei preoccupato? Non devi, è una cosa normalissima!

I file temporanei sono dati che il sistema operativo e le applicazioni creano come backup, oppure per velocizzare alcune operazioni eseguite spesso. La presenza di questi dati è del tutto normale, tuttavia è consigliabile cancellarli a intervalli regolari, per liberare spazio su disco o correggere piccoli malfunzionamenti che si possono incontrare nell’uso quotidiano di computer, smartphone e tablet.

Come dici? Non hai la più pallida idea di come eliminare i file temporanei? Ti assicuro che il tutto è molto più semplice di quanto sembra! Bastano un po’ di pazienza e alcuni strumenti, per lo più gratuiti, per poter riuscire agevolmente nell’impresa. Se sei pronto a cominciare, prenditi cinque minuti di tempo libero e metti in atto i consigli che trovi di seguito: non te ne pentirai!

Indice

Come eliminare i file temporanei dal PC

Se è tua intenzione eliminare i file temporanei dal computer, puoi servirti degli strumenti integrati “di serie” in Windows e macOS, oppure affidarti a programmi di terze parti di comprovata serietà. Trovi tutto spiegato qui di seguito.

Come eliminare i file temporanei da Windows 10 e successivi

Come eliminare i file temporanei da Windows 10

Per ripulire i dischi dai file temporanei su Windows 10 (e sulle edizioni successive del sistema operativo, come Windows 11), puoi servirti dello strumento Sensore memoria: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di uno strumento che consente di cancellare i file temporanei generati da programmi, applicazioni e sistema operativo, oltre che il contenuto della cartella Download e del cestino, a intervalli regolari oppure manualmente.

Per iniziare, fai clic destro sul pulsante Start (il simbolo della bandierina collocato sulla barra delle applicazioni), clicca sulle voci Sistema e Archiviazione e poi sulla voce Configura Sensore memoria o eseguilo ora; adesso, se desideri che Windows proceda automaticamente con la rimozione dei file temporanei a intervalli regolari, sposta la levetta situata in cima allo schermo su Attivato.

Adesso, apponi il segno di spunta accanto alla voce Elimina i file temporanei non usati dalle app e utilizza i menu a tendina relativi al Cestino e alla cartella Download per definire la “durata massima” dei file presenti nelle suddette posizioni. Completate tutte le impostazioni del caso, clicca sul pulsante Pulisci ora, per avviare subito l’operazione di pulizia.

In alternativa, puoi servirti dell’utility Pulizia disco, presente anche nelle edizioni meno recenti di Windows, la quale consente di effettuare una pulizia più profonda su tutti i dischi installati nel computer: trovi spiegato il funzionamento di Pulizia Disco nella sezione di questo capitolo dedicata a Windows 7.

Se stai cercando una soluzione ancor più semplice che ti consenta di liberare spazio su Windows nel giro di un paio di clic, ti consiglio di valutare BleachBit, un software gratuito e open source che consente di cancellare con facilità gli elementi “inutili” presenti sul disco.

Come eliminare i file temporanei da Windows 10 e successivi

Per scaricarlo, collegati a questo sito Web, fai clic sulla voce BleachBit portable e attendi che il pacchetto .zip contenente il programma venga scaricato sul disco; a download ultimato, estrai l’archivio in una cartella a piacere e avvia il file bleachbit.exe in essa contenuto.

Giunto alla schermata principale del programma, nella quale sono elencati i software e i componenti di Windows che archiviano file, espandi gli elementi sui quali desideri intervenire (ad es. Chrome, Windows Media Player, Windows Defender, ecc.) e apponi il segno di spunta accanto alle voci File temporanei e Cache, sottostanti ciascun elemento.

Ti consiglio di valutare attentamente ciò che ti appresti a eliminare e di operare soltanto sul minimo indispensabile: intervenire su determinati elementi potrebbe compromettere il funzionamento del programma o della parte di Windows corrispondente. Poi non dire che non ti avevo avvisato!

Detto ciò, una volta completate le tue selezioni, premi sul pulsante Anteprima per visualizzare l’elenco dei file che saranno cancellati (unitamente alla quantità di spazio liberata) e clicca infine sui bottoni Pulisci ed Elimina, per procedere. In alcuni casi, al termine della procedura, potrebbe esserti chiesto di riavviare il computer.

Nota: ti sconsiglio caldamente di scaricare e usare programmi di pulizia di terze parti, specie se gratuiti, non provenienti da case produttrici di comprovata serietà, in quanto essi potrebbero veicolare altri software “in bundle”, oltre che minacce informatiche quali spyware e adware. Mi raccomando, fai attenzione!

Come eliminare i file temporanei da Windows 7

Come eliminare i file temporanei da Windows 7

Se impieghi Windows 7 (male! Si tratta di un sistema operativo ormai obsoleto e da aggiornare), puoi contare su Pulizia disco, uno strumento integrato nel sistema operativo che consente di analizzare lo spazio di archiviazione disponibile, alla ricerca di file temporanei e altri elementi superflui.

Per avviarlo, premi la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera, digita il comando cleanmgr.exe all’interno del box comparso a schermo e dai Invio; quando l’utility si apre, seleziona l’unità da pulire usando il menu a tendina che ti viene proposto, dai OK e attendi che l’analisi preliminare dei file venga portata a termine.

Adesso, per eseguire una pulizia più completa, premi sul pulsante Pulizia file di sistema, scegli nuovamente il disco sul quale intervenire, clicca sul pulsante OK e attendi ancora qualche istante, affinché l’analisi del disco venga completata.

Quando ciò avviene, apponi il segno di spunta accanto alla tipologia di file temporanei da cancellare (ad es. File temporanei Internet, file presenti nel Cestino, cache di Windows Update, vecchie definizioni di Defender e così via) e premi sui pulsanti OK ed Eliminazione file, per avviare la pulizia del computer. Al termine della procedura, potrebbe esserti richiesto un riavvio del sistema.

Se l’utility di Pulizia disco non ti soddisfa, puoi provare ad agire in maniera ancora più profonda impiegando il software BleachBit, del quale ti ho già parlato in una delle precedenti sezioni di questo capitolo.

Come eliminare i file temporanei dal Mac

Come eliminare i file temporanei dal Mac

E su Mac? In questo caso, ti sarà utile sapere che Apple, dal canto suo, ha progettato il sistema operativo macOS affinché per la gestione ottimale dei file temporanei e della cache relativa alle applicazioni e al sistema operativo; tuttavia, se preferisci, puoi andare a cancellare manualmente i file residenti nella cache, agendo direttamente dal Finder di macOS.

Dunque, clicca sulla voce Vai residente nella barra dei menu del Mac, premi sulla dicitura Computer e, giunto alla finestra del Finder, fai doppio clic sul disco Macintosh HD e raggiungi il percorso Sistema > Libreria > Caches. Ora, seleziona tutti i file presenti all’interno di quest’ultima cartella (soltanto i file, mi raccomando e non l’intera directory) e trascinali sull’icona del Cestino residente sulla barra Dock.

In seguito, chiudi la finestra del Finder e, tenendo premuto sul tasto alt/option della tastiera, seleziona il menu Vai > Libreria di macOS; adesso, apri la cartella Caches, seleziona tutti i file presenti al suo interno e trascinali, anche questa volta, nel Cestino.

Ci siamo quasi: fai clic destro sull’icona del Cestino, seleziona la voce Svuota cestino dal menu che ti viene proposto e, conclusa la cancellazione della cache cestinata, riavvia il Mac.

In alternativa alle soluzioni integrate, puoi ricorrere a un’applicazione specifica in grado di procedere con l’eliminazione dei file temporanei — e, in generale, di tutti gli elementi superflui presenti sul disco del Mac. Tra quelle disponibili, ti consiglio di provare CleanMyMac X, un programma che consente di liberare spazio in memoria, intervenendo sui file non necessari, oltre che di applicare alcune ottimizzazioni per il sistema operativo.

Di base, la versione gratuita di CleanMyMac X consente di liberare fino a 500 MB di dati; per superare questo limite, bisogna acquistare la versione completa del programma, con prezzi a partire da 29,95€; in alternativa, si può ottenere una licenza d’uso di CleanMyMac X abbonandosi a Setapp, un servizio che consente di accedere a un ampio catalogo di applicazioni per macOS a pagamento, con un abbonamento unico al prezzo di 9,99$/mese (maggiori info qui).

Prima di procedere con la pulizia tramite l’applicazione che ti ho appena presentato, ti consiglio di realizzare un backup del Mac, da ripristinare in caso di problemi.

Come eliminare i file temporanei dal Mac

Per ottenere la versione gratuita di CleanMyMac X, collegati al sito Web del programma, clicca sul pulsante di download situato al centro della pagina e, a download ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina la sua icona nella cartella Applicazioni di macOS e avvia il programma (se necessario, premi sul pulsante Apri per autorizzarne l’esecuzione per la prima volta).

Fatto ciò, rispondi in maniera affermativa ai vari avvisi di sicurezza che vengono mostrati, accetta le condizioni d’uso del software e dai uno sguardo alla presentazione iniziale del software e clicca sulla voce Sistema presente nella barra laterale di sinistra del programma.

Ora, fornisci le autorizzazioni per l’accesso completo al disco premendo sul pulsante Consenti l’accesso e seguendo le indicazioni che ricevi sullo schermo. Superato anche questo step, clicca sul pulsante Scansiona e attendi che il programma porti a termine l’analisi della memoria, alla ricerca dei file superflui. Infine, non ti resta che cliccare sul pulsante Pulisci, per eliminare tutti i file superflui rilevati, oppure se controllare gli elementi e scegliere soltanto quelli da cancellare, avvalendoti dell’apposito pulsante. Maggiori info qui.

Come eliminare i file temporanei dal cellulare

Vuoi cancellare i file temporanei dalla memoria del tuo cellulare, in modo da recuperare prezioso spazio in memoria? Se è questa la tua attuale necessità, puoi seguire i passaggi che trovi elencati nelle successive sezioni di questo capitolo.

Come eliminare i file temporanei da Android

Come eliminare i file temporanei da Android

Se il tuo è un dispositivo dotato di sistema operativo Android, puoi eliminare i file temporanei (e non solo) in modo veloce e sicuro, impiegando l’applicazione “di serie” caricata dal produttore dello smartphone, se prevista dal tuo sistema operativo.

Per farti un esempio, sugli smartphone Xiaomi con sistema operativo MIUI è disponibile un’app, denominata Pulitore, in grado di ripulire la memoria dai file inutili e/o superflui in pochissimo tempo: per avviarla, entra nel drawer delle app, fai tap sull’icona di Sicurezza e poi sul pulsante Pulitore.

Ora, pazienta qualche istante affinché l’app analizzi la memoria alla ricerca di file temporanei e, a scansione completata, apponi il segno di spunta accanto alle categorie di elementi da cancellare: file nella cache, file obsoleti, file residui, file in memoria delle app oppure pacchetti APK.

Una volta selezionati i file da cancellare, ben consapevole che l’operazione non può essere annullata, fai tap sul bottone Pulisci [XX MB/GB] e attendi che la cancellazione dei file venga portata a termine.

Se il tuo dispositivo è sprovvisto di una funzione simile e vorresti scaricare qualche applicazione di terze parti dal Play Store (o da qualsiasi altro store presente sul tuo device), devo invitarti a stare attento, in quanto sono davvero poche le app di pulizia che svolgono effettivamente il loro compito in maniera corretta e, soprattutto, sicura.

Numerose applicazioni per Android, infatti, vengono “spacciate” per app di pulizia ma in realtà fanno tutt’altro: esse sono infatti pensate per veicolare a loro volta altre applicazioni nocive e pesanti o, peggio ancora, per infettare il sistema operativo con minacce informatiche di qualsivoglia tipo.

Quindi, prima di scaricare e installare un’applicazione di pulizia, ti raccomando di leggere le recensioni lasciate dagli utenti che l’hanno già provata e di verificare attentamente la valutazione ottenuta.

Come eliminare i file temporanei da Android

Dal canto mio, ti consiglio di prendere in considerazione SD Maid, una tra le più sicure (almeno nel momento in cui scrivo questa guida) app di pulizia e ottimizzazione della memoria disponibili sul Play Store e sui market alternativi per Android.

SD Maid è disponibile in due versioni: una gratuita, in grado di analizzare la memoria alla ricerca di file temporanei e/o superflui, senza però eliminarli; e una Pro, che costa 3,69€ e bypassa la limitazione precedente.

Per ottenere l’app, cerca il suo nome nello store di riferimento del tuo dispositivo e, quando l’hai trovata, fai prima tap su di esso e poi sui pulsanti Installa e Apri, in modo da avviarla. Giunto alla schermata principale di SD Maid, pigia sul pulsante Scansiona, poi su Successivo e fornisci le autorizzazioni necessarie al funzionamento dell’app, rispondendo in maniera affermativa agli avvisi che ti vengono proposti.

Una volta completata la scansione della memoria, fai tap sui pulsanti Esegui ora ed Esegui per avviare la cancellazione dei file residui delle app, del sistema e del database; se non hai ancora provveduto ad acquistare la versione completa di SD Maid, ti sarà chiesto di farlo: premi quindi sul pulsante Acquisto in-app, per procedere in quest’ultima modalità, oppure scarica l’app di sblocco direttamente dal Play Store, premendo sull’apposito pulsante.

Per maggiori informazioni riguardo la pulizia dei file temporanei/inutili su Android, ti rimando alla lettura della guida specifica che ho realizzato sull’argomento.

Come eliminare i file temporanei da iPhone

Come eliminare i file temporanei da iPhone

Il sistema operativo a bordo di iPhone, denominato iOS, è nativamente dotato di efficienti strumenti dedicati alla gestione ottimale della memoria interna: tra le altre cose, tali funzioni si occupano di cancellare i file temporanei (e gli elementi inutili) accumulati nel tempo dal sistema operativo e dalle app, in maniera del tutto automatica e senza che l’utente se ne renda conto.

In alcuni casi, potrebbe comunque rivelarsi possibile eliminare manualmente i file temporanei generati da alcune applicazioni (non tantissime, in realtà), in fase d’avvio.

Per verificare tale possibilità, apri le Impostazioni dell’iPhone facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio residente nella schermata Home oppure nella Libreria app del dispositivo, tocca il nome dell’applicazione per la quale cancellare la cache e, se vedi la voce Pulisci all’avvio, sposta la levetta corrispondente da OFF a ON. Maggiori info qui.

Come eliminare i file temporanei dal browser

Per velocizzare la navigazione su Internet, quasi tutti i programmi e le app di navigazione archiviano, in un’area denominata cache, alcuni file temporanei relativi ai siti Web visitati; con il passare del tempo, lo spazio occupato dalla cache potrebbe crescere in maniera considerevole, andando dunque a impattare sulla memoria complessiva del device in uso. Di seguito, ti spiego come cancellare i file temporanei dalla cache dei più usati browser per Windows, macOS, Android, iOS e iPadOS.

Come eliminare i file temporanei di Google Chrome

Come eliminare i file temporanei di Google Chrome

Se impieghi il browser Chrome per computer, la prima cosa che devi fare è aprire il programma in questione e, una volta visualizzata la sua schermata iniziale, fai clic sul pulsante (⋮) collocato in alto e seleziona le voci Altri strumenti > Cancella dati di navigazione… dal menu che ti viene proposto.

Fatto ciò, serviti del menu a tendina Intervallo di tempo per definire il periodo per il quale eliminare la cache accumulata, apponi il segno di spunta accanto alla voce Immagini e file memorizzati nella cache (sempre se non vuoi liberarti anche di altri elementi, come per esempio la cronologia) e clicca sul pulsante Cancella dati, per ultimare il tutto.

Su Chrome per smartphone e tablet, il procedimento da seguire è leggermente diverso: dopo aver aperto l’app, sfiora il pulsante (⋮) (su Android) oppure (…) (su iOS e iPadOS), fai tap sulla voce Impostazioni situata nel menu che compare e raggiungi la sezione Privacy e sicurezza/Privacy. Ora, fai tap sulla dicitura Cancella dati di navigazione, apponi il segno di spunta accanto alla voce Immagini e file memorizzati nella cache e fai tap sul bottone Cancella dati di navigazione, per finire. Maggiori informazioni qui.

Come eliminare i file temporanei di Mozilla Firefox

Come eliminare i file temporanei di Mozilla Firefox

Per liberarti dei file temporanei archiviati da Firefox per computer, apri quest’ultimo, clicca sul pulsante ☰ collocato in alto e seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare.

Ora, fai clic sull’opzione Privacy e sicurezza (di lato), individua la voce Cookie e dati dei siti Web e premi sul pulsante Elimina dati…, posto in sua corrispondenza. Per finire, lascia selezionata la sola voce Contenuti web in cache (a meno che tu non voglia liberarti anche dei cookie e degli altri dati relativi ai siti Web) e clicca sul pulsante Elimina. Tutto qui!

Se invece impieghi Firefox sul tuo smartphone/tablet, dopo aver aperto l’app, sfiora il simbolo (⋮) situato in basso, fai tap sulla voce Impostazioni residente nel menu che va ad aprirsi, tocca la voce Elimina dati di navigazione situata nella schermata successiva e lascia selezionata la sola voce relativa alle Immagini e file salvati nella cache (a meno che tu non voglia eliminare anche altri file). Per concludere, fai tap sui pulsanti Elimina dati di navigazione ed Elimina e il gioco è fatto. Maggiori informazioni qui.

Come eliminare i file temporanei di Microsoft Edge

Come eliminare i file temporanei di Microsoft Edge

Per cancellare i file temporanei di Edge per computer, apri il programma in questione, clicca sul pulsante […] situato in alto e seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare. Giunto alla scheda successiva, premi sulla dicitura Privacy, ricerca e servizi residente nella barra laterale di sinistra, fai clic sul pulsante Scegli cosa cancellare e serviti del menu a tendina situato nella nuova finestra che compare per scegliere l’intervallo di tempo per il quale eliminare i file temporanei.

Per concludere, apponi il segno di spunta soltanto accanto alla voce Immagini e file memorizzati nella cache (a meno che non ti interessi cancellare anche elementi aggiuntivi, come la cronologia) e clicca sul pulsante Cancella dati, per finire.

Se, invece, utilizzi lo smartphone oppure il tablet, apri l’app di Microsoft Edge, tocca il pulsante (…) visibile al suo intero e premi sul pulsante Impostazioni (quello a forma d’ingranaggio) nel menu che compare. Adesso, recati nelle sezioni Privacy e sicurezza > Cancella dati di navigazione e seleziona soltanto la casella relativa ai Cookie e dati del sito. Per finire, definisci l’intervallo di tempo sul quale intervenire servendoti del menu a tendina collocato in alto e premi sul pulsante Cancella dati, per finalizzare il tutto.

Nota: se hai sincronizzato Edge per l’uso di un account Microsoft, alcuni dati verranno eliminati anche dagli browser/dispositivi associati al medesimo profilo.

Come eliminare i file temporanei di Safari

Come eliminare i file temporanei di Safari

Per cancellare i file temporanei archiviati nella cache di Safari su Mac, procedi in questo modo: dopo aver aperto il browser, clicca sul menu Sviluppo collocato nella barra situata in alto e seleziona la voce Svuota la cache, per liberarti degli elementi superflui.

Laddove la voce Sviluppo non fosse subito visibile, raggiungi invece il menu Safari > Preferenze, clicca sulla scheda Avanzate situata nella schermata che compare in seguito e apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra menu Sviluppo nella barra dei menu. Maggiori informazioni qui.

Per cancellare la cache di Safari su iPhone e iPad, tocca il simbolo dell’ingranaggio situato nella schermata Home oppure nella Libreria app, in modo da raggiungere le Impostazioni del dispositivo, fai tap sulla voce Safari e premi sulla dicitura Cancella dati siti web e cronologia per due volte consecutive. Maggiori informazioni qui.

Tieni però presente che, così facendo, non verrà cancellata soltanto la cache ma anche la cronologia e tutti gli altri dati di navigazione, sia dal dispositivo in uso, sia da tutti gli altri eventuali device sincronizzati con lo stesso ID Apple.

Come eliminare i file temporanei di Internet Explorer

Come eliminare i file temporanei di Internet Explorer

Per eliminare i file temporanei generati da Internet Explorer su Windows, avvia il suddetto programma richiamandolo dal menu Start del sistema operativo, fai clic sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra (oppure sul menu Strumenti) e scegli la voce Opzioni Internet dal menu che compare.

Adesso, recati sulla scheda Generale, clicca sul pulsante Elimina… situato sotto la dicitura Cronologia esplorazioni e apponi il segno di spunta soltanto accanto alle voci File temporanei Internet e file dei siti Web e Cookie e dati di siti Web, a meno che tu non voglia liberarti anche di altri elementi, quali la cronologia, i dati inseriti nei moduli e così via. Per concludere, fai clic sul bottone Elimina situato in basso a destra.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.