Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare ed usare Spotify Italia

di

I servizi di musica in streaming stanno conquistando un numero sempre maggiore di utenti anche in Italia. Spotify è il più usato e non ci vogliono degli esperti per capire il motivo di questo successo. Abbonandosi a una piattaforma come Spotify è possibile avere un catalogo praticamente infinito di brani, italiani e internazionali di qualsiasi epoca e genere, da ascoltare non solo sul computer ma anche sui dispositivi portatili.

La versione base del servizio è gratuita con sporadiche interruzioni pubblicitarie, funziona su tutti i device ma su smartphone impone una riproduzione casuale dei brani (eccetto quello di partenza scelto dall’utente). Quella Premium, invece, costa 9,99 euro/mese e fornisce svariati vantaggi: rimuove le pubblicità, permette di aumentare la qualità dello streaming a 320kbps, consente di scaricare le playlist offline e sblocca la riproduzione di tutti i brani su smartphone.

Altra caratteristica importante da sottolineare è l’integrazione del servizio con Facebook: autenticandoti con il tuo account potrai far vedere ai tuoi amici quale musica ascolti e – cosa ancora più importante – potrai scoprire nuova musica grazie ai consigli dei tuoi contatti. Se vuoi saperne di più, eccoti una guida a tutto tondo in cui vedremo insieme come scaricare ed usare Spotify Italia tramite computer (Windows/Mac).

Il primo passo che devi compiere – indovina un po’? – è collegarti al sito Internet di Spotify e cliccare sul pulsante Scarica che si trova in alto a destra. A questo punto, puoi decidere se autenticarti tramite Facebook pigiando sull’apposito pulsante (opzione che ti consiglio per quanto detto poche righe più su) oppure se registrarti a Spotify usando il tuo account di posta elettronica tramite il modulo situato al centro dello schermo. Ad iscrizione effettuata, partirà automaticamente il download del pacchetto d’installazione di Spotify.

A scaricamento completato, apri il file SpotifySetup.exe e clicca su Sì per avviare prima lo scaricamento di alcuni componenti e poi l’installazione di Spotify. Avviene tutto in maniera automatica, tu non devi muovere un dito. Se utilizzi un Mac, poi, devi semplicemente aprire il pacchetto dmg di Spotify, trascinare l’icona del software nella cartella Applicazioni e il gioco è fatto!

A questo punto, avvia Spotify ed effettua l’accesso pigiando sul bottone di Facebook se ti sei iscritto al servizio tramite il tuo account social oppure, se hai deciso di iscriverti al servizio usando il tuo indirizzo di posta elettronica, digita nome utente e password.

Spotify

Ora, clicca sul pulsante È la prima volta che uso Spotify e comincia a usare Spotify Italia per ascoltare la tua musica preferita. Come si fa? Nulla di più facile. Cerca il titolo di una canzone, un album o il nome di un artista nella barra di ricerca che si trova in alto a sinistra. Clicca sul risultato della ricerca che più ti interessa ed avvia la riproduzione dei brani come faresti in iTunes o Windows Media Player.

Per quanto riguarda le funzionalità social, puoi visualizzare la lista delle canzoni ascoltate e/o aggiunte ai preferiti dai tuoi amici di Facebook nella barra laterale di destra (insieme a dei consigli sugli utenti da seguire). Se vuoi, puoi anche “nascondere” temporaneamente le tue attività su Spotify e impedire agli amici di sapere quali brani stai ascoltando: basta fare click sul proprio nome in alto a destra e selezionare la voce Sessione privata dal menu che compare.

E adesso passiamo alla barra laterale di sinistra, dove puoi trovare vari strumenti interessanti che ti permetteranno di scoprire tantissima nuova musica in base ai tuoi gusti (o quelli degli altri).

  • Naviga – include varie playlist tematiche, le ultime novità discografiche e una sezione, denominata “Discover”, con i consigli sui brani da ascoltare in base ai propri gusti. Se vai alla ricerca di nuova musica, parti da qui!
  • Attività – permette di visualizzare tutte le attività più recenti dei propri amici.
  • Radio – dà accesso a delle radio personalizzate che si possono creare partendo da qualsiasi artista o brano (basta fare click destro su di essi e scegliere l’apposita voce dal menu contestuale).
  • Più ascoltati – la classifica dei brani e degli album più ascoltati su Spotify.
  • Cerca app – una galleria di estensioni che permettono di scoprire nuova musica in base a vari criteri.

Vuoi condividere su Facebook una canzone ascoltata su Spotify o inviarla ad un amico iscritto al servizio? Fai click destro su di essa e seleziona la voce Condividi dal menu che compare. Stesso discorso vale anche per le playlist.

Se vuoi creare una playlist con i tuoi brani preferiti (le playlist vengono visualizzate nella barra laterale di sinistra), fai click destro su di essi e seleziona la voce Aggiungi a > Nome playlist dal menu che si apre. Se invece vuoi “abbonarti” a una playlist creata da altri (es. quelle che si trovano nella sezione Naviga) clicca sul pulsante Segui, comparirà un collegamento rapido nella barra laterale di sinistra e verrai avvisato non appena ci saranno delle variazioni nella playlist.

Se sottoscrivi un piano Premium di Spotify, come detto anche in apertura del post, ottieni anche la possibilità di scaricare la playlist offline. Basta selezionare la playlist da archiviare sul computer, pigiare sul pulsante […] e selezionare la voce Disponibile offline dal menu che si apre.

Spotify Italia

Sei tentato dal sottoscrivere il piano a pagamento di Spotify ma non sei ancora certo di voler spendere 9,99 euro? Puoi usufruire delle promozioni disponibili per i nuovi clienti, come quella che permette di avere un mese di prova di Spotify Premium a costo zero o tre mesi a soli 0,99 euro (a seconda dei periodi).

Per attivare le promo, clicca sul tuo nome che si trova in alto a destra nella finestra principale del programma e seleziona la voce Account dal menu che compare. Nella pagina Web che si apre, clicca sul pulsante per attivare Spotify Premium e fornisci un metodo di pagamento valido (carta di credito o PayPal) per completare l’operazione. Esistono anche delle promozioni per Spotify Premium offerte dagli operatori di telefonia mobile: in quei casi il pagamento avviene tramite il credito della SIM.

Per impostazione predefinita, dopo i periodi promozionali viene attivato il rinnovo automatico dell’abbonamento a Spotify. Questo significa che se non vuoi confermare la sottoscrizione e non vuoi pagare 9,99 euro al mese, prima della scadenza del periodo di prova devi tornare nella pagina di gestione del tuo account e disattivare il piano Premium. Tornerai automaticamente a quello Free.

Ti segnalo, inoltre, il piano Spotify Family che offre uno sconto del 50% sul canone mensile del servizio a tutti i familiari degli utenti Spotify, supporta fino a un massimo di cinque persone per famiglia.

Per ora direi che è tutto. Se vuoi approfondire il funzionamento di Spotify anche da smartphone e tablet, da’ un’occhiata alla mia guida su come funziona Spotify (nella seconda parte dell’articolo) in cui ti ho spiegato in dettaglio come utilizzare il servizio su Android e iPhone.