Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come spopolare su Instagram

di

Da quando hai letto la mia guida su come usare Instagram ti sei appassionato sempre più a questa famosissima app fotografica e stai cercando di sviluppare nuove tecniche per aumentare la popolarità dei tuoi scatti? Se la risposta è affermativa sappi sin da subito che purtroppo spopolare su Instagram non è facile, ma forse posso darti una mano a migliorare la tua situazione attuale. Come dici? La cosa ti interessa? Benissimo, allora leggi con attenzione le indicazioni che sto per fornirti e sono certo che non te ne pentirai.

Nelle righe successive andrò infatti ad indicarti tutto ciò che a mio modesto avviso puoi fare per riuscire a spopolare su Instagram e, di conseguenza, per guadagnare un buon grado di popolarità tra gli utenti. Qualora te lo stessi chiedendo tieni presente che non dovrai fare nulla di particolarmente complicato e che le dritte che sto per fornirti possono essere messe in pratica da tutti, anche dai meno esperti in nuove tecnologie e in fatto di fotografia, davvero!

Detto ciò, se sei quindi effettivamente interessato a scoprire che cosa è possibile fare per cercare di spopolare su Instagram ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero, di metterti ben comodo e di concentrarti attentamente sulla lettura delle righe di questo tutorial. Sono certo che alla fine potrai dirti almeno un minimo soddisfatto e che alla prima buona occasione sarai anche pronto e ben disponibile a spiegare ai tuoi amici desiderosi di ottenere un risultato analogo come fare per aumentare il loro grado di popolarità sfruttando la famosa app. Scommettiamo?

Instagram

Prima che tu possa fraintendermi e pensare a chissà cosa ci tengo però a farti presente sin da subito che non posso prometterti di spopolare su Instagram da un giorno all’altro, non conoscono alcuna “formula magica” per fare ciò, mi spiace. Tuttavia se segui le “dritte” che sto per darti dovresti riuscire a conquistare pian piano nuovi follower e diventare sempre più seguito nell’ambito di questo social network, su questo non ci piove.

In soldoni, prova a mettere insieme tutti i piccoli accorgimenti che sto per fornirti e vedrai che, pian piano, anche tu riuscirai a crearti il tuo pubblico. L’importante è metterci passione, sempre e comunque, e non cercare la popolarità a tutti i costi, perché questo raramente porta a dei risultati a lungo termine, ricordarlo.

Usare gli Hashtag

Come spopolare su Instagram

Cominciamo questa guida su come spopolare su Instagram (se così la vogliamo chiamare) dagli hashtag. In modo simile a quanto accade su Twitter e Facebook, anche su Instagram è possibile “etichettare” i propri post, ossia i propri scatti, aggiungendo loro dei tag che indicano gli argomenti trattati in essi e aumentano la loro visibilità da parte degli altri utenti del servizio.

Scegliere degli hashtag giusti è fondamentale per far conoscere le proprie foto al pubblico di Instagram, per questo ti consiglio di valutare con molta attenzione le etichette da “appiccicare” ai tuoi scatti prima di condividerli online. Fondamentalmente, sono due le linee guida da seguire: pertinenza e popolarità.

Premesso che non vanno usati duecento hashtag diversi su una singola foto (ne bastano tre o quattro “idonei”), ti consiglio di effettuare una ricerca fra i trend di Instagram e controllare quali sono gli hastag più usati sul servizio.

Per scoprire quali sono gli hashtag più popolari del momento puoi sfruttare il sito Internet Websta, che mostra quelli che sono i 100 hashtag più usati su Instagram in real time. Il servizio è gratuito e per essere utilizzato non è necessario effettuare alcun tipo di registrazione. In alternativa, puoi rivolgerti a Top Hashtag, un sito Internet dal funzionamento pressoché analogo a quello che ti ho indicato poc’anzi.

Se tra gli hashtag più popolari ce n’è qualcuno pertinente con le foto che stai per postare, utilizzalo senza pensarci su due volte. In caso contrario, non andare “off topic” e cerca la strada dell’originalità.

Con questo, intendo dire che dovresti effettuare una ricerca su Instagram, trovare delle foto simili a quelle che stai per postare e prendere spunto dagli hashtag più popolari in queste ultime. L’importante è non essere troppo generici e scegliere sempre i tag più popolari per determinati argomenti.

Ad esempio, se stai postando la foto di un girasole non usare #fiore come hashtag ma #girasole o, meglio ancora, #sunflower. Tieni infatti presente che la maggior parte degli utenti presenti su Instagram non sono italiani ma anglofoni. Di conseguenza, se vuoi “spopolare”, devi parlare la loro lingua!

Creare un proprio stile

Come spopolare su Instagram

Un altro buon modo per cercare di spopolare su Instagram è creare un proprio stile di fotografia ben definito. Questo non vuol dire che devi usare sempre gli stessi effetti ma che devi cercare di mettere una tua “firma” particolare alle immagini, in modo che gli altri utenti possano affezionarsi al tuo modo di fare foto e riconoscano immediatamente i tuoi scatti fra tutti gli altri.

Se vuoi qualche esempio di fotografie “ad effetto” in grado di attirare l’attenzione del pubblico, avvia la app Instagram, pigia sul bottone con la lente di ingrandimento che si trova in basso e dai un’occhiata alle immagini più visitate del momento. Noterai che molte hanno degli elementi in comune: cerca di “captarli” e di farli tuoi per trasferirli nelle tue immagini.

E poi, ricorda: meglio pubblicare una foto, bella, ogni settimana che due, brutte, ogni giorno. Insomma, non avere la smania di apparire ma metti su Instagram solo quelle foto che veramente meritano di essere viste e di ricevere dei like da parte degli altri.

Se lo preferisci, puoi visualizzare la lista dei contenuti più popolari sulla famosa app anche tramite il sito Internet Iconsquare che consente di accedere a Instagram da computer (se ben ricordi te ne ho parlato in maniera dettagliata nella mia guida su come usare Instagram sul PC). Tutto completamente gratis, chiaramente.

Condividere su altri social network

Come spopolare su Instagram

Ti sembrerà banale, lo so, ma un altro modo efficace per spopolare su Instagram e, di conseguenza, per attuare l’attenzione altrui consiste senza ombra di dubbio nel condividere i propri scatti anche su altri social network: Facebook e Twitter in primis. Quest’operazione si può eseguire manualmente, collegando il tuo account Instagram agli altri account social e pigiando su uno dei pulsanti collocati sotto la voce Condividi nella schermata che si apre dopo aver modificato la propria foto in Instagram, oppure in maniera automatica.

Per collegare il tuo account di Instagram con Facebook, Twitter e/o con gli altri servizi di social networking supportati accedi alla app dopodiché pigia sull’icona dell’omino che risulta collocata in basso a destra nel menu principale. In seguito, seleziona l’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra, recati nel menu Account collegati annesso alla sezione Impostazioni e seleziona il social network di tuo interesse dalla lista dei servizi social disponibili.

Dopo aver fornito l’autorizzazione per la pubblicazione delle foto e dei video sull’altro social, Instagram andrà a postare automaticamente i tuoi contenuti anche su quest’ultimo. Tu non dovrai far altro che scattare normalmente le tue foto e selezionare i pulsanti facenti riferimento ai social network di interesse al momento della pubblicazione. Semplicissimo!

Se invece vuoi fare in modo che tutte le foto postate su Instagram vengano pubblicate anche su Facebook e Twitter senza che tu debba muovere un dito, installa IFTTT (se ben ricordi te ne ho parlato anche nel mio tutorial su come scaricare foto da Instagram). Si tratta di un’applicazione gratuita disponibile per Android e per iOS che consente di automatizzare l’interazione fra tutti i più diffusi servizi Web.

Dopo aver scaricato l’app sullo smartphone, crea il tuo account gratuito su IFTTT e accedi alla schermata con le “ricette” (gli script che permettono l’interazione fra i vari servizi Web) pigiando prima sull’icona del mortaio collocata in alto a destra e poi su quella a forma di +. Pigia poi sull’icona della lente d’ingrandimento e cerca termini come instagram twitter o instagram facebook per accedere a tutte le ricette che permettono di postare in maniera automatica le foto e i video di Instagram sui vari social network.

Quando trovi uno script che ti interessa e che desideri attivare pigiaci sopra dopodiché fai tap sul pulsante Add per attivarlo. La prima volta che utilizzi IFTTT ti verrà chiesto di autorizzare il servizio ad accedere ai tuoi account social: accetta.

Interagire con gli altri utenti

Come spopolare su Instagram

Infine, mi va di sottolineare una cosa che in molti sottovalutano ma che invece può risultare molto importante per diventare “famosi” su Instagram: il fatto che in fondo Instagram è un social network e, come tale, esige un buon grado di interazione.

Se ti vuoi far conoscere, non puoi pretendere che tutti vengano a cercarti, questo mi sembra ovvio. Sfoglia dunque le foto degli altri utenti (magari quelli più popolari) e commentale chiamando in causa il soggetto dello scatto, l’autore dello stesso e magari anche altri commentatori (se non sai come fare puoi attenerti alle indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come menzionare su Instagram).

Cerca di creare discussioni in foto attinenti a quelle che realizzi tu, fai critiche e complimenti ai loro autori, parla del fatto che ami determinati tipi di scatti, ecc.: potresti attirare l’attenzione di diverse persone e ricevere nuovi follower per i rapporti personali che riesci ad instaurare all’interno di Instagram e non solo perché hai pubblicato una bella foto.

Facendo in questo modo non è da escludere l’ipotesi che con il passare del tempo tu riesca ad instaurare una qualche amicizia con altri utilizzatori della celebre app aventi i tuoi stessi interessi (ad esempio l’amore per un determinato paese, la passione per la cucina o quella per i film) e con cui fare dei guest post, vale a dire delle foto in esclusiva sul tuo account ricambiando il favore all’occorrenza. Mica male, no?