Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come passare dati da Android a iPhone

di

Hai finalmente cambiato telefono, acquistando un nuovo iPhone e mettendo in pensione il tuo fidato smartphone Android. Lo so che un po’ ti dispiace aver cambiato completamente sistema operativo e sono certo che dovrai ambientarti i primi giorni per capire dove trovare tutte le diverse funzionalità. Il problema che, però, stai riscontrando con maggiore urgenza in questo momento è quello di riuscire a migrare tutti i dati dal tuo vecchio terminale al nuovo iPhone.

Le cose stanno proprio così, non è vero? Allora non devi preoccuparti, perché ho da proporti diverse soluzioni che possono fare al caso tuo. Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come passare dati da Android a iPhone sia nel caso in cui volessi trasferire qualsiasi file e informazione, sia nel caso in cui, invece, avessi la necessità di trasferire soltanto alcune tipologie di dati. Ti spiegherò, dunque, come utilizzare le soluzioni ufficiali offerte da Apple e alcune app e servizi di terze parti e, in caso di necessità, anche come trasferire dati da un telefono all’altro tramite l’utilizzo di un computer.

Come dici? Non vedi l’ora di cominciare e riavere con te tutti i tuoi dati? Allora cosa stai aspettando?! Siediti bello comodo e dedicami giusto alcuni minuti di tempo libero per leggere con attenzione tutti i suggerimenti che ho preparato per te. Sei pronto? Benissimo. A me non resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Passare tutti i dati da Android a iPhone

Se hai la necessità di passare tutti i dati da Android a iPhone con un unico strumento, ti consiglio di utilizzare l’app Passa a iOS (Move to iOS), sviluppata da Apple. È un’app gratuita che deve essere installata sullo smartphone Android e utilizzata durante la fase di inizializzazione dell’iPhone, per trasferire contatti, cronologia dei messaggi, foto e video della fotocamera, segnalibri Web, account email, calendari e persino le app, se sono disponibili su entrambe le piattaforme. Nelle prossime righe, ti illustrerò come utilizzare questo strumento per trasferire tutti i dati dal vecchio smartphone Android al nuovo iPhone.

Passa a iOS

Prima di usare Passa a iOS, devi verificare che i due dispositivi abbiano la batteria carica (per sicurezza tienili in carica) e che abbiano la connessione Wi-Fi attiva. Non è importante che siano connessi a Internet, perché la rete Wi-Fi attiva servirà soltanto per consentire all’iPhone di creare un punto d’accesso a cui si collegherà lo smartphone Android.

Inoltre, assicurati di avere spazio a sufficienza sul nuovo iPhone per trasferire tutti i contenuti del vecchio dispositivo Android. Ti avviso che più saranno i dati da trasferire, maggiore sarà il tempo che verrà impiegato per il corretto trasferimento dei dati.

Come già accennato nei paragrafi precedenti, l’utilizzo di Passa a iOS è vincolato soltanto durante la fase d’inizializzazione dell’iPhone. Se l’hai appena acquistato, dopo l’accensione verrà avviata la fase di configurazione iniziale, tramite la quale potrai usare questa funzionalità di iOS.

Se, invece, l’iPhone possiede già dei contenuti nella sua memoria, per utilizzare questa funzionalità dovrai inizializzarlo andando nel menu Impostazioni > Generali > Ripristina > Inizializza contenuto e impostazioni. A questo proposito, ti consiglio di leggere la mia guida su come inizializzare un iPhone, per ripristinarlo alle impostazioni di fabbrica.

Inoltre, dovrai eseguire un backup manuale per trasferire i dati dall’iPhone a un altro dispositivo (come un computer), in quanto non sarà possibile ripristinare un backup da iCloud o iTunes: queste ultime tipologie di backup, se ripristinate sull’iPhone, comporterebbero la perdita dei dati migrati con Passa a iOS. Pertanto, è necessario prima trasferirli in modo manuale su un PC e poi ripristinarli, sempre manualmente, sull’iPhone dopo aver utilizzato Passa a iOS.

Solo da questo momento è possibile creare un backup con iCloud o iTunes, senza il rischio di incorrere in alcuna perdita di dati. Per trasferire manualmente i dati da un iPhone a un PC, ti consiglio di leggere le mie guide su come spostare foto da iPhone a PC, come trasferire video da iPhone a PC e come salvare la rubrica dell’iPhone.

Detto ciò, è il momento di passare all’azione: come prima cosa, dopo aver inizializzato l’iPhone, dovrai seguire la procedura guidata della fase di configurazione iniziale. Questa ti richiederà di impostare alcuni parametri iniziali, come la lingua, il paese e l’eventuale accesso a una rete Wi-Fi.

A un certo punto della procedura, giungerai a una schermata, denominata App e Dati. In questa sezione, ti verrà richiesto se recuperare i dati da un backup, se inizializzare l’iPhone come nuovo oppure migrare i dati da un dispositivo Android (Migra i dati da Android). L’opzione che devi selezionare è proprio quest’ultima: premi quindi su Continua e attendi qualche istante, affinché l’iPhone crei una rete Wi-Fi e generi un codice numerico, che dovrai annotare, per garantire l’accesso allo smartphone Android.

Fatto ciò, è il momento di prendere in mano lo smartphone Android per configurare il trasferimento di dati. Come prima cosa, scarica l’app Passa a iOS (Move to iOS) dal Play Store di Android. Fai quindi tap su Installa, poi su Accetto e, infine, su Apri, per iniziare a utilizzarla.

Dopo aver avviato l’app Passa a iOS su Android, premi su Continua, AccettoAvanti, dopodiché inserisci il codice numerico che era stato generato sull’iPhone per collegare i due dispositivi.

Dopo che la connessione sarà stabilita, dovrai selezionare i contenuti da trasferire: seleziona gli elementi tra quelli indicati a schermo e pigia su Avanti, in modo da avviare il trasferimento. Al termine, pigia sul tasto Continua sull’iPhone e segui la procedura guidata di configurazione iniziale del “melafonino”, fino a quando giungerai alla home screen.

Durante questa procedura ti verrà richiesto anche di digitare la password associata all’account Google, così da importare altri dati, come a esempio le app, se disponibili gratuitamente sull’App Store.

Se vuoi approfondire l’argomento riguardante l’utilizzo di questa funzionalità di iOS, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona Passa a iOS.

Passare i singoli dati da Android a iPhone

Oltre al metodo indicato nel capitolo precedente, puoi trasferire le diverse tipologie di dati in modo manuale, attraverso le diverse soluzioni che ti proporrò nei prossimi capitoli.

Contatti e calendari

Per spostare le informazioni riguardanti i contatti salvati in rubrica e le voci di calendario da Android a iPhone, il metodo che ti consiglio di utilizzare è quello che prevede l’utilizzo della sincronizzazione dell’account Google.

Per prima cosa, assicurati che entrambi gli smartphone siano connessi a Internet e prendi in mano quello Android. Avvia dunque l’app Impostazioni e seleziona le voci Utenti e account > Google > [indirizzo Gmail] e sposta su ON le levette in corrispondenza delle voci Contatti e Calendario. Forza quindi la sincronizzazione, facendo tap sul pulsante Sincronizza ora.

Fatto ciò, prendi l’iPhone e accedi alle Impostazioni, tramite l’icona con un ingranaggio che trovi in home screen. Fai quindi tap sulle voci Password e account > Gmail e attiva le voci Contatti e Calendari, spostando le corrispondenti levette su ON. Adesso non ti resta che tornare alla schermata principale delle Impostazioni di iOS e pigiare sulle voci Password e account > Gmail e attivare le voci Contatti e Calendari.

Non hai ancora configurato l’account Gmail sull’iPhone? Basta semplicemente accedere alla sezione Password e account e premere il pulsante Aggiungi account, selezionando il servizio Google e seguendo le istruzioni a schermo. Se vuoi saperne di più su come trasferire la rubrica su iPhone, ti consiglio di leggere la mia guida su come trasferire la rubrica.

Foto e video

Vuoi trasferire i file multimediali dalla memoria dello smartphone Android a quella dell’iPhone? In questo caso ti posso consigliare due metodi semplici: Google Foto, per trasferire interi album di foto e video, oppure Send Anywhere, per condividere singoli file multimediali. In quest’ultimo caso, potresti anche avvalerti delle app di messaggistica, come WhatsApp, Messenger o Telegram, giusto per farti qualche esempio, dei quali ti ho parlato nella mia guida su come inviare foto da cellulare a cellulare.

Andiamo però con ordine. Per trasferire interi album, puoi affidarti a Google Foto, il servizio di Google per il backup di foto e video in modo gratuito e illimitato, se si utilizza la modalità Alta qualità, che permette di eseguire l’upload a una risoluzione massima di 16MP per le foto e 1080p per i video.

Se si vogliono superare queste limitazioni sulla risoluzione, si può scegliere la modalità Originale, che esegue l’upload su Google Driv, utilizzando lo spazio di 15GB gratuito. Al termine dello spazio a disposizione, è necessario eseguire l’upgrade, con costi a partire da 1,99€/mese per 100GB di spazio. Se vuoi saperne di più su questo servizio, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona Google Drive.

Il primo passo da fare, dunque, è scaricare l’app Google Foto sullo smartphone Android, tramite il Play Store, e sull’iPhone, tramite l’App Store. Fatto ciò, basta avviare l’app su entrambi i dispositivi ed eseguire l’accesso a Google con lo stesso indirizzo Gmail, seguendo la procedura guidata a schermo.

Arrivato a questo punto, è necessario configurare entrambe le app. Su Android, fai tap sull’icona , situata in alto a sinistra, e pigia sulla voce Impostazioni. Fai quindi tap sulla dicitura Backup e sincronizzazione e sposta la levetta su ON in prossimità della voce Backup e sincronizzazione. Fai quindi tap su Dimensione caricamento e scegli Alta qualità o Originale, così come ti ho già spiegato nei paragrafi precedenti. Raggiungi anche la voce Cartelle del dispositivo sottoposte a backup, per selezionare le altre cartelle aggiuntive, rispetto a quella predefinita relativa alla fotocamera.

Adesso prendi in mano l’iPhone ed esegui la stessa identica procedura che ti ho indicato nel precedente paragrafo, per attivare il backup e la sincronizzazione delle foto e dei video. Man mano che per i file multimediali sarà stato eseguito l’upload da Android, questi saranno disponibili alla visualizzazione sull’iPhone.

Se, invece, vuoi trasferire singole foto o video, puoi orientare la tua scelta su Send Anywhere. Quest’app è gratuita ed è disponibile al download sia sul Play Store di Android che sull’App Store di iOS. Dopo aver scaricato e avviato le app sui rispettivi smartphone, basta semplicemente avviarle e seguire le procedure che ti indicherò nelle prossime righe.

Su Android, fai tap sulla scheda Foto o su quella Video, nella sezione Invia, e seleziona uno o più file multimediali da trasferire, facendo tap su di essi. A questo punto, non ti resta che premere sul pulsante Invia, affinché venga generato un codice numerico o in codice QR.

Adesso, su iPhone, spostati sulla scheda Ricevi e inserisci il codice numero o scansiona il codice QR che ti sono stati mostrati sullo schermo dello smartphone Android. In un batter d’occhio, verrà avviato il trasferimento dei file! Per i successivi trasferimenti, non ti servirà usare alcun codice per avviare lo scambio di dati, in quanto basterà il semplice tap sul nome dello smartphone per trasferirli e riceverli.

Se vuoi avere maggiori informazioni su come eseguire il trasferimento dei file da uno smartphone Android a un iPhone, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata a questo argomento.

Musica

Ascoltavi la musica sullo smartphone Android e non vuoi perdere questa abitudine con il nuovo iPhone? Non preoccuparti, perché non perderai alcun brano!

Se utilizzi i servizi di streaming di musica, come ad esempio Spotify, Youtube MusicGoogle Play Music o Amazon Music, tutta la musica acquistata o le playlist create saranno legate all’account utilizzato per questi servizi. Eseguendo il trasferimento da Android a iPhone, non perderai nulla: basterà semplicemente scaricare la corrispondente app dall’App Store di iOS ed eseguire l’accesso con il tuo account, per continuare a usare questi servizi.

In alternativa, se hai dei file musicali nella memoria dello smartphone Android, puoi trasferirli su iPhone utilizzando l’app Send Anywhere. Ti ho già parlato di quest’app nel capitolo precedente, per cui puoi fare riferimento a quanto già indicato per eseguire il trasferimento dei brani musicali. Su Android dovrai però accedere alla scheda Audio, mentre sull’iPhone ritroverai i brani importati nella scheda File.

Documenti

Per trasferire i documenti, come i file PDF o documenti di testo o fogli elettronici, ti consiglio l’app Send Anywhere, per cui puoi affidarti alle procedure indicate nel capitolo precedente.

Oltre però a questa soluzione, puoi utilizzare anche servizi di cloud storage, come Google Drive, Dropbox o OneDrive, per trasferire i documenti dallo smartphone Android all’iPhone. Questi servizi offrono uno spazio di archiviazione gratuito limitato che puoi però organizzare tramite cartelle, per gestire meglio i file. Utilizzando le corrispondenti app per Android e iOS, puoi sfogliare sull’iPhone i documenti caricati tramite lo smartphone Android. Comodo, non è vero?

Chat

Come non perdere le chat di WhatsApp cambiando telefono

Infine, potresti anche voler conservare le numerose conversazioni che sono avvenute con alcune persone a te care. Moltissime delle app di messaggistica, come Messenger, Telegram o Skype, conservano le conversazioni sui propri server, così da essere disponibili alla consultazione da qualsiasi dispositivo.

Non è però il caso di WhatsApp, che purtroppo conserva lo storico delle conversazioni su un backup criptato all’interno della memoria dello smartphone e sul corrispondente cloud storage (Google Drive per Android e Cloud Drive per iOS).

Finché l’obiettivo è quello di trasferire le conversazioni di WhatsApp tra smartphone con lo stesso sistema operativo (da Android a Android oppure da iOS a iOS), l’operazione è molto semplice, basta installare l’app su un dispositivo collegato allo stesso numero di telefono e lo stesso account Google o Apple di quello precedente. Se, invece, il trasferimento deve avvenire tra sistemi operativi differenti, l’operazione inizia a essere molto complessa, in quanto non supportata nativamente da WhatsApp.

In quest’ultimo caso, l’unica strada praticabile è quella di utilizzare servizi di terze parti per eseguire la migrazione delle conversazioni da uno smartphone Android a un iPhone. A questo proposito, ti consiglio di leggere la mia guida su come trasferire WhatsApp da un telefono all’altro, per essere sicuro di non commettere alcun errore sulla procedura da seguire.

Passare dati da Android a iPhone tramite PC

Come ultimo argomento di questa mia guida, voglio consigliarti anche un altro metodo, macchinoso ma comunque valido, che ti possa permettere di trasferire i dati da Android a iPhone: utilizzando un computer come strumento intermediario per la migrazione dei dati.

Quest’operazione può essere eseguita facilmente collegando lo smartphone Android al PC Windows o al Mac (in quest’ultimo caso ti servirà Android File Transfer) tramite cavo USB e accedere alla memoria interna, eseguendo una copia dei file multimediali e dei documenti sul computer. Successivamente, ti basterà collegare l’iPhone al PC e trasferire manualmente sulla sua memoria i dati che hai precedentemente importato.

Questa procedura può essere eseguita anche tramite servizi di terze parti, come AirDroid, che permette di trasferire in modo gratuito, tramite collegamento wireless sulla stessa rete Wi-Fi, i dati dallo smartphone al PC e viceversa.

A tal proposito, puoi approfondire tutti questi argomenti consultando la mia guida su come trasferire file da Android a PC, nella quale ti illustro come trasferire i dati dallo smartphone al computer. In secondo luogo, puoi consultare le mie guide su come trasferire musica da PC a iPhone e come copiare le foto da iPhone a PC, per ripristinarli sul dispositivo Apple.