Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sapere se un cellulare è acceso senza chiamare

di

Stai provando a telefonare a una persona ma il suo numero risulta sempre irraggiungibile. Temi che questa ti abbia messo in blacklist ma non puoi esserne sicuro perché non hai alcuna possibilità di constatarlo. Ti stai chiedendo, dunque, se è possibile scoprire se il suo telefono è acceso senza chiamarlo. Non preoccuparti, perché la risposta al tuo quesito è affermativa e io oggi sono qui ad aiutarti a fare un po’ di luce sull’argomento.

In questa mia guida, ti illustrerò come sapere se un cellulare è acceso senza chiamare utilizzando alcuni semplici trucchi che richiedono l’uso di specifiche app per Android e iOS. Entrando più nel dettaglio, ti illustrerò come capire se una persona ha il cellulare acceso tramite app di messaggistica istantanea e app di condivisione della posizione in tempo reale, nulla di complicato quindi. Basta solo adoperare questi strumenti nel modo giusto.

Come dici? Ora che ti ho accennato alla soluzioni a tua disposizione, sei impaziente di leggere i consigli che ho preparato per te? Ottimo! Allora non perdiamo altro tempo prezioso e cominciamo subito! Dedicami soltanto qualche minuto di tempo e leggi con attenzione i suggerimenti che troverai nei prossimi paragrafi. Sei pronto? Benissimo! A me non resta altro che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per le tue indagini!

 Indice

Utilizzare app di messaggistica

Grazie all’utilizzo delle app di messaggistica istantanea, quali ad esempio WhatsApp o Facebook Messenger, si può sapere se un cellulare è acceso senza effettuare una chiamata. Questa soluzione che ti propongo, però, non è infallibile, in quanto è requisito essenziale che l’utente che vuoi chiamare abbia Internet attivo sullo smartphone, con la rete Wi-Fi o quella mobile della SIM. Chiarito ciò, rimbocchiamoci le maniche e passiamo all’azione.

WhatsApp (Android/iOS)

WhatsApp è un’app di messaggistica (ora di proprietà di Facebook) che permette di inviare messaggi e allegati, eseguire chiamate e tanto altro ancora, gratuitamente, tra gli utenti iscritti al servizio. È disponibile sia su Android che su iOS: nel caso in cui tu ancora non la stia utilizzando, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata.

WhatsApp presenta alcune funzionalità che permettono di vedere se un utente è online e, inoltre, lo stato di consegna e lettura dei messaggi inviati. Queste caratteristiche sono proprio quelle di cui ti parlerò nel dettaglio, in quanto utili a capire se un cellulare è acceso.

Il primo elemento da prendere in considerazione è l’icona con il doppio segno di spunta di colore grigio, la quale indica che un messaggio da te inviato è stato ricevuto sullo smartphone del destinatario. Ciò significa che il suo dispositivo è attualmente collegato a Internet e quindi è acceso.

Stessa cosa accade se dovessi visualizzare un’icona con un doppio segno di spunta azzurro: in questo caso, significa che l’utente ha ricevuto il messaggio e lo ha anche letto, con la probabilità che si trovi vicino allo smartphone per rispondere ai messaggi o alle chiamate.

Un’icona con un solo segno di spunta grigio, invece, indica soltanto che il messaggio è stato spedito dal tuo smartphone, ma che non è stato ancora recapitato. I motivi di ciò possono essere molteplici: il destinatario ha il cellulare spento o senza ricezione oppure semplicemente ha la rete Internet disattivata.

Un’altra funzionalità che può venirti in aiuto è quella che indica quando un contatto si trova online. Se si apre la conversazione con un utente e sotto il suo nome compare la dicitura Online, significa che anch’egli sta utilizzando l’applicazione di WhatsApp.

In aggiunta a questa funzionalità, WhatsApp mostra anche l’orario in cui è stato eseguito l’ultimo accesso, con una specifica dicitura riportata sotto il nome dell’utente, all’interno della conversazione. Questa informazione, però, non è attendibile per capire se uno smartphone è acceso: se viene riportato che è stato online diversi minuti prima, non garantisce che, al momento in cui si visualizza questo stato, il cellulare sia ancora acceso, anche se sono trascorsi soltanto pochi minuti.

In linea generale, quindi, considerando i suggerimenti che ti ho riportato nei paragrafi precedenti, puoi incrociare i diversi dati per capire se il cellulare di un contatto è acceso. Prendi però in considerazione che le funzionalità di WhatsApp possono essere utilizzate anche su PC, tramite WhatsApp Webo il client di WhatsApp per Windows e macOS, e che, nonostante tutti i segni possano essere favorevoli a farti capire che uno smartphone possa essere acceso, non significa che lo sia veramente.

Messenger (Android/iOS)

Messenger è un’altra app di Facebook – in questo caso integrata direttamente nel social network – che mette in contatto gli utilizzatori di questa popolarissima piattaforma. Può essere installata sia su Android che su iOS, ma può essere utilizzata anche tramite il sito Web dedicato fruibile da browser.

Fatte queste considerazioni, si può facilmente intuire che le indicazioni sullo stato online di un utente sono relative sia all’uso su smartphone che su PC. Tramite i suggerimenti che ti indicherò nelle prossime righe, formula le opportune valutazioni, se sei sicuro che l’utente accede a Facebook soltanto da cellulare o che, in quello specifico momento, si trova fuori casa tale da non poter usare un computer.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di venire al punto della questione: capire se un cellulare è acceso tramite Messenger. Come prima cosa, puoi verificare lo stato di attività di un contatto di Facebook.

Dopo aver avviato l’app di Messenger, facendo tap sull’icona con una casetta, puoi vedere le conversazioni recenti con gli amici e gli altri contatti di Facebook. Accanto alla miniatura, verrà mostrato un pallino verde se l’utente è attualmente attivo sull’app di Messenger. Verrà anche mostrata una dicitura Attivo/a ora sotto il suo nome, all’interno della conversazione. Facendo tap sulla scheda Attivi, puoi visualizzare tutti i contatti di Facebook che stanno utilizzando al momento l’app di Messenger o che l’hanno usata qualche minuto prima.

Un altro importante elemento che può aiutarti a capire se un utente ha lo smartphone acceso è il segno di spunta sullo stato di invio di un messaggio. Quando si invia un messaggio a un contatto, comparirà un’icona con un pallino vuoto con un segno di spunta al suo interno, che ne stabilisce l’effettivo invio. Se l’utente ha la rete Internet attiva sullo smartphone, il pallino con il segno di spunta diventerà scuro. Se, infine, viene mostrata la sua miniatura, significa che l’utente ha appena letto il messaggio e che quindi sta utilizzando Messenger.

Utilizzare app per la localizzazione

Esistono delle applicazioni per smartphone che permettono di monitorare in tempo reale la posizione di un contatto. Se lo smartphone dell’utente è acceso con il GPS e la rete Internet è attiva, è possibile vedere la sua posizione a dimostrazione che il dispositivo è acceso. Ti ricordo che non è possibile spiare una persona, a meno che non sia la stessa ad abilitare la condivisione della sua posizione con i propri contatti.

Nei prossimi capitoli, ti illustrerò alcune app su Android e iOS che permettono la condivisione della posizione in tempo reale. Ti avviso che esistono anche delle funzionalità native sia su Android (Trova il mio dispositivo) che su iOS (Trova il mio iPhone) per localizzare un telefono, ma richiedono che tu sia in possesso dei dati d’accesso dell’account configurato sul dispositivo del contatto e che siano abilitate alcune opzioni. A tal proposito, ti rimando alla lettura della mia guida su come localizzare un telefono.

Trova i miei amici (iOS)

Su iOS è possibile utilizzare l’app gratuita Trova i miei amici, con la quale è possibile condividere la propria posizione in tempo reale con i contatti muniti anch’essi di un iPhone, iPad o iPod Touch. Se vuoi sapere se l’iPhone di un tuo contatto è acceso, è necessario che egli stesso abbia abilitato con te la condivisione GPS. Se così non fosse, non potrai sapere tramite quest’app se lo smartphone è acceso.

Il tuo contatto dovrà aver abilitato questa funzionalità sull’app Trova i miei amici: dopo aver avviato l’app e aver premuto sul pulsante Aggiungi in alto a destra, nella schermata principale, dovrà aggiungere il tuo nominativo tra gli utenti con cui condividere la posizione. Dovrà quindi selezionare se condividerla per un’ora, fino a fine giornata oppure per sempre.

In caso, è possibile richiedere la condivisione della posizione di un contatto, ma dovrà essere l’utente ad accettarla per mostrarti in tempo reale dove si trova e, quindi, capire se il suo smartphone è acceso. Per fare ciò, avvia l’app Trova i miei amici, fai tap sul nome del contatto, che trovi nella schermata principale, e pigia sulla voce Chiedi di seguire.

Se volessi saperne di più su come utilizzare quest’app, ti consiglio di leggere la mia guida su come localizzare un iPhone di un amico.

Google Maps (Android/iOS)

Sia gli utenti Android che quelli iOS possono utilizzare l’app Google Maps, disponibile gratuitamente su Android e iOS, per condividere la posizione con i propri contatti, a prescindere dal dispositivo in loro possesso. Il requisito per utilizzare quest’app è quello di possedere un account Google (gratuito). Se ne sei ancora sprovvisto, ti consiglio di leggere questa mia guida, nella quale ti spiego come crearne uno.

Fatta questa breve premessa, se il tuo contatto ha condiviso con te la propria posizione, potrai sapere in qualsiasi momento se il suo smartphone è acceso, oltre al luogo in cui si trova. Per fare ciò, basta avviare l’app Google Maps, fare tap sull’icona e selezionare la voce Condivisione della posizione. Nella schermata che viene mostrata, è necessario pigiare sul pulsante Inizia e scegliere il numero di ore per cui mantenere la condivisione attiva o l’opzione Fino alla disattivazione, cioè per sempre. Fatto ciò, basta premere sull’icona Contatti in basso e scegliere il tuo nominativo tra quelli in elenco.

Se il tuo contatto ha eseguito questa procedura, avrà condiviso con successo la posizione con te. In caso, puoi richiedere la condivisione della posizione di un contatto, che richiederà la sua accettazione. Raggiungi la sezione Condivisione della posizione in Google Maps e pigia sulla miniatura di un contatto in alto; premi quindi su Richiedi, per inviare la richiesta.