Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come rintracciare posizione cellulare

di

Vai sempre di fretta e ti capita spesso di dimenticare qualche oggetto a casa di amici, se non addirittura in qualche locale pubblico? Allora, fossi in te, prenderei subito il mio cellulare e lo renderei rintracciabile a distanza. Come? Semplice, attivando le funzioni antifurto che ormai vengono offerte gratuitamente da tutti i principali sistemi operativi del mondo mobile: Android, iOS e Windows Phone. È davvero un gioco da ragazzi!

Attivando le funzioni antifurto sul tuo smartphone, potrai localizzare il dispositivo da remoto, dal tuo computer o da un altro smartphone/tablet, e visualizzare la sua posizione su una mappa in tempo reale. Ma non finisce qui. Potrai anche comandarlo a distanza, bloccarne l’accesso, farlo squillare o formattarlo cancellando tutte le informazioni sensibili presenti al suo interno (anche se spero tu non debba arrivare fino a questo punto).

Per funzionare, la localizzazione da remoto richiede che lo smartphone sia accesso, connesso a Internet e con il GPS attivo. Quindi in caso di furto, a meno che il ladro non sia particolarmente “sbadato”, spesso risultano inservibili, mentre nei casi di semplice smarrimento si rivelano estremamente utili. Vediamo più da vicino come funzionano e come rintracciare posizione cellulare grazie ad esse.

Rintracciare posizione cellulare Android

Come rintracciare posizione cellulare

Se utilizzi uno smartphone Android e vuoi rendere il tuo cellulare rintracciabile da remoto, il primo passo che devi compiere è recarti nel drawer, cioè nella schermata con la lista di tutte le applicazioni installate sul dispositivo, e selezionare l’icona Impostazioni Google (la rotellina con la lettera “G” al centro).

Nella schermata che si apre, devi recarti nel pannello relativo alla Geolocalizzazione e assicurarti che tale funzione sia attiva, altrimenti non potrai rendere il terminale rintracciabile da remoto. Se la funzione non è ancora attiva, sposta su ON la levetta collocata in alto a destra e il gioco è fatto.

Adesso torna nel menu principale delle impostazioni Google, vai nel pannello Sicurezza e attiva le seguenti opzioni: Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione dati. Così facendo autorizzerai il sistema operativo a comunicare la posizione geografica del cellulare in caso di furto/smarrimento e potrai ordinare la cancellazione di tutti i dati presenti sul device da remoto.

Ora viene il bello… o il brutto, dipende dai punti di vista! Nel senso che puoi localizzare il tuo smartphone da remoto semplicemente aprendo il browser e collegandoti al sito Gestione Dispositivi Google (al quale bisogna accedere con l’account Google usato sul telefono, naturalmente).

Ad accesso effettuato, attendi che venga visualizzata la posizione del cellulare sulla mappa e scegli una delle operazioni da compiere dal riquadro che compare in alto a sinistra: cliccando sul pulsante Fai squillare puoi far squillare il telefono in modo da catturare l’attenzione degli astanti (o la tua, se sei convinto di trovarti nei paraggi del dispositivo); cliccando su Blocca puoi bloccare l’accesso al cellulare con un codice, mentre facendo click sul pulsante Cancella puoi formattare lo smartphone cancellando tutti i dati presenti in esso. Fai attenzione però, formattando il cellulare perderai la possibilità di localizzarlo e comandarlo a distanza (è una mossa da attuare solo in situazioni disperate infatti).

Se non hai un computer a portata di mano, puoi rintracciare il tuo telefono anche da altri smartphone o tablet Android grazie all’applicazione Gestione Dispositivi Android, che puoi scaricare gratuitamente dal Google Play Store. La sua interfaccia è praticamente identica a quella del sito Gestione Dispositivi Google, quindi è facilissima da usare.

Nel caso in cui cercassi qualche soluzione un po’ più avanzata puoi ricorrere a Cerberus, un’applicazione di terze parti che permette di localizzare e comandare il cellulare a distanza in caso di furto o smarrimento. Tra le sue funzioni più interessanti ti segnalo quella che attiva automaticamente il GPS in caso di disattivazione e quella che permette di comandare il cellulare anche via SMS (nel caso in cui venisse disattivata la connessione Internet). È gratis per la prima settimana e poi costa 4,99 euro per sempre.

Rintracciare posizione iPhone

Come rintracciare posizione cellulare

Se utilizzi un iPhone, puoi attivare le funzioni di localizzazione incluse in iOS (il sistema operativo dello smartphone Apple) recandoti nel menu Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen) e selezionando l’icona iCloud da quest’ultimo.

A questo punto, scorri fino in fondo la schermata che si apre, vai su Trova il mio iPhone e sposta su ON le levette collocate accanto alle voci Trova il mio iPhone e Invia ultima posizione (in modo da conoscere l’ultima posizione del dispositivo prima che questo venga spento). Tutto qui. Nel caso in cui la localizzazione geografica fosse stata disattivata, puoi riattivarla facilmente andando nel menu Impostazioni > Privacy > Localizzazione e spostando su ON la levetta relativa alla Localizzazione.

Ora, per rintracciare posizione cellulare, non devi far altro che collegarti al sito Internet di iCloud, effettuare l’accesso (usando lo stesso ID Apple impostato sull’iPhone) e selezionare l’icona Trova iPhone dalla schermata che si apre.

Attendi dunque che venga visualizzata la mappa (potrebbe esserti chiesto di digitare nuovamente la password dell’account Apple), seleziona il nome del tuo “melafonino” dal menu Tutti i dispositivi che si trova in alto e scegli quale operazione compiere: cliccando sul pulsante Emetti suono puoi far squillare il telefono per attirare l’attenzione degli astanti; attivando la Modalità smarrito puoi bloccare l’accesso all’iPhone con un codice, mentre selezionando l’opzione Inizializza l’iPhone puoi cancellare tutti i dati presenti sul telefono (perdendo di conseguenza la possibilità di rintracciarlo o comandarlo a distanza).

Se vuoi localizzare il telefono da un altro iPhone o iPad, nessun problema, puoi scaricare l’applicazione gratuita Trova il mio iPhone e avere a tua disposizione tutte le funzioni offerte dall’omonimo servizio online.

Rintracciare posizione Windows Phone

Come rintracciare posizione cellulare

Anche i terminali equipaggiati con Windows Phone (il sistema operativo di casa Microsoft) dispongono di una funzione antifurto integrata. Per abilitarla, recati nella schermata con la lista di tutte le app installate sul dispositivo e seleziona l’icona Impostazioni da quest’ultimo.

A questo punto, trova la voce relativa al servizio Trova il mio telefono, sposta su ON la levetta collocata accanto alla voce Usa trova il mio telefono e attiva anche la funzione Salva periodicamente la mia posizione e prima che la batteria finisca per trovare facilmente il telefono, in modo che tu possa visualizzare l’ultima posizione del device prima che questo venga eventualmente spento.

Quando la funzione antifurto è attiva, per rintracciare il tuo Windows Phone da remoto, collegati a questo sito Internet ed effettua l’accesso con il tuo account Microsoft (lo stesso configurato sul telefono, naturalmente). Successivamente, recati nel menu Dispositivi > Telefoni e seleziona l’opzione Trova il mio telefono da quest’ultimo.

Una volta comparsa la mappa, puoi scegliere se far squillare il telefono, se bloccarlo con un codice o se cancellare tutte le informazioni presenti al suo interno (operazione che impedisce la localizzazione successiva del device).