Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sbloccare iPhone con codice

di

Hai ritrovato il tuo vecchio iPhone in un cassetto della tua scrivania e hai provato ad accenderlo, per verificarne le condizioni di "salute". Tuttavia, dopo esserti accertato del corretto funzionamento della batteria, ti sei accorto di non ricordare più il codice per sbloccarlo e, non avendo idea di come far fronte a questa situazione, stai pensando lasciar perdere e di rimettere nuovamente il telefono da dove l’avevi preso.

Aspetta un attimo, non demordere ancora… credo proprio di poterti dare una mano! In questo tutorial, infatti, proverò a spiegarti come sbloccare iPhone con codice e porre rimedio alla situazione, sia nel caso in cui tu abbia dimenticato il codice di sblocco che nel caso in cui il telefono in questione sia bloccato con il codice PUK. Per completezza d’informazione, poi, ti fornirò una serie di informazioni aggiuntive riguardo gli accorgimenti da prendere qualora dovessi ritrovarti di fronte a un iPhone bloccato con codice IMEI.

Dunque, senza attendere un attimo in più, ritaglia qualche minuto del tuo tempo libero da concedere alla lettura di questa guida: sono sicuro che, al termine della stessa, avrai acquisito le competenze necessarie per poter riportare "in vita" il telefono al quale, all’epoca, sei stato tanto affezionato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come sbloccare iPhone con codice dimenticato

Come sbloccare iPhone con codice dimenticato

Se t’interessa capire come sbloccare iPhone con codice dimenticato, sarai ben felice di sapere che puoi ottenere questo risultato in breve tempo, sfruttando la funzionalità Trova il mio iPhone di Apple abbinata al tuo account iCloud.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, "Trova il mio iPhone" è la soluzione antifurto di Apple, progettata al fine di effettuare operazioni di emergenza su dispositivi della "mela morsicata", tra le quali figura il ripristino da remoto degli stessi.

Chiaramente, è indispensabile che la funzionalità sia stata preventivamente abilitata sul dispositivo sul quale agire: ciò avviene, in modo automatico, in fase di configurazione iniziale del "melafonino". Dunque, a meno che tu non abbia provveduto a disattivare a mano "Trova il mio iPhone", è probabile che l’antifurto sia attivo sul tuo device.

Altro requisito indispensabile per il funzionamento di questa procedura è che il telefono da sbloccare sia acceso e collegato a Internet.

Chiariti tutti i requisiti necessari per sbloccare lo smartphone avvalendosi di "Trova il mio iPhone", è bene metterti al corrente di un aspetto non trascurabile della questione: l’operazione di sblocco avviene tramite ripristino del telefono, il che, di conseguenza, comporta la perdita di tutti i dati presenti su di esso.

Ovviamente, se hai provveduto a realizzarne un backup in precedenza, potrai ripristinarlo agevolmente in fase di configurazione iniziale dello smartphone e ottenere così i tuoi dati indietro.

Precisato anche questo aspetto, passiamo finalmente all’azione. Innanzitutto, collegati al sito Internet di iCloud servendoti del browser che più preferisci ed effettua l’accesso al portale, usando le credenziali del tuo ID Apple. Se necessario, finalizza il login servendoti della procedura di autenticazione a due fattori.

Se è la prima volta che accedi a iCloud, specifica la lingua e il fuso orario che preferisci usare e clicca sul pulsante Salva. Fatto ciò, pigia sull’icona Trova iPhone collocata nella console di controllo che compare a schermo, immetti nuovamente la password del tuo ID Apple e clicca sul pulsante Accedi.

Come sbloccare iPhone con codice

Se tutto è filato liscio, dovrebbe esserti mostrata una mappa contenente la posizione dei device abbinati all’ID Apple tramite il quale hai effettuato l’accesso. Ora, clicca sulla voce Tutti i dispositivi (in alto), seleziona il nome dell’iPhone che intendi sbloccare dalla lista che ti viene proposta e, per avviare il ripristino del telefono, clicca prima sull’icona Inizializza l’iPhone e poi sul pulsante Inizializza. Ricorda, ancora una volta, che quest’operazione comporterà la perdita totale dei dati salvati presenti sul telefono.

Una volta conclusa la fase di ripristino, il codice di sblocco precedentemente attivo verrà eliminato e l’iPhone sarà riavviato automaticamente, in modo da permetterti di effettuare nuovamente la procedura di configurazione iniziale del dispositivo.

In primo luogo, ti verrà chiesto di inserire la password dell’ID Apple associato in precedenza (è la misura di sicurezza caratteristica di "Trova il mio iPhone") e, successivamente, dovrai specificare se configurare il dispositivo come un nuovo iPhone oppure se ripristinarlo da un backup precedente.

Se hai bisogno di una mano in più riguardo la procedura di configurazione iniziale dell’iPhone, potrebbe tornarti utile la guida che ho realizzato nello specifico sul tema.

Qualora, per un motivo o per un altro, non riuscissi a sbloccare l’iPhone mediante "Trova il mio iPhone", puoi effettuare la stessa operazione avvalendoti di iTunes: ciò che devi fare è mettere il telefono nella speciale modalità DFU (in modo da bypassare il bootloader del sistema), collegare il dispositivo al computer tramite cavo Lightning e, dopo aver aperto iTunes, scegliere di RipristinarloRipristinarlo e aggiornarlo: ti ho spiegato tutto nel dettaglio nella mia guida su come mettere iPhone in DFU.

Come sbloccare iPhone con codice PUK

Come sbloccare iPhone con codice PUK

Dopo aver immesso per tre volte un codice PIN errato, il tuo iPhone si è bloccato, mostrandoti la richiesta del codice PUK? Non temere, la soluzione al tuo problema potrebbe essere molto più semplice di quella che sembra.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, il codice PUK (o Personal Unblocking Key) è un codice di 8 cifre, che serve per sbloccare la scheda SIM dopo aver digitato il codice PIN in maniera errata per 3 volte. Questo codice viene fornito direttamente dall’operatore e non è modificabile: per questo motivo, conoscerlo e soprattutto ricordarlo può essere un’impresa abbastanza ardua.

Recuperare il codice PUK per sbloccare la SIM contenuta nell’iPhone (e quindi l’intero dispositivo), non è affatto difficile: tale codice, infatti, può essere reperito in vari modi: di seguito ti illustro quelli più comuni.

  • Dalla confezione di vendita della SIM – il codice PUK è stampato in corrispondenza della voce Codice PUK/PUK annessa alla scheda plastificata in cui era incastonata la SIM al momento dell’acquisto. Per visualizzarlo, potresti dover rimuovere lo strato di vernice protettiva applicato sul codice, avvalendoti di una moneta.
  • Dall’area Fai da Te online – alcuni gestori mettono a disposizione il codice PUK della SIM direttamente nell’area personale online dedicata. In genere, quest’informazione si trova nella sezione relativa alla gestione della scheda SIM.
  • Tramite servizio clienti – in alternativa, puoi recuperare il PUK della SIM rivolgendoti al servizio clienti del tuo gestore, tramite telefono oppure recandoti in un negozio. In tal caso, ricorda di portare con te un documento d’identità valido e la scheda SIM, in modo tale da recuperare il suo ICCID con facilità.

Per informazioni specifiche riguardo i passaggi da compiere per recuperare il PUK della SIM, puoi dare un’occhiata alle guide specifiche che ho dedicato al tema: come recuperare PUK TIM, come recuperare PUK Vodafone e come recuperare PUK Wind. Se disponi di una SIM proveniente da altro gestore, potrebbe, invece, tornarti utile la mia guida generica su come recuperare il codice PUK.

Come sbloccare iPhone con codice PUK

Ad ogni modo, una volta ottenuto il codice di 8 cifre, non devi far altro che digitarlo in fase di accensione dell’iPhone e premere il pulsante Sblocca: dopo qualche istante, ti verrà chiesto di specificare un nuovo PIN per la SIM, da digitare per due volte consecutive, quando richiesto. Una volta ultimata la fase di reimpostazione del codice PIN, potrai tornare a usare il telefono come di consueto.

Come dici? Hai immesso il codice PUK in maniera errata per 10 volte, quindi ora l’iPhone è definitivamente bloccato da questo? In tal caso, devi provvedere alla sostituzione della SIM rivolgendoti a un negozio fisico e spiegando la tua problematica.

L’aspetto positivo della questione, però, è che il blocco da codice PUK è una misura di sicurezza legata esclusivamente alla scheda SIM: è sufficiente rimuoverla dal telefono per poterlo sbloccare e riutilizzare, all’occorrenza, con un’altra SIM (oppure senza, se lo ritieni opportuno).

Se non hai mai estratto la SIM dall’iPhone prima d’ora, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come togliere la SIM dall’iPhone, nella quale ti ho mostrato i passaggi precisi da compiere per poter effettuare quest’operazione in tutta sicurezza.

Come sbloccare iPhone con codice IMEI

Come sbloccare iPhone con codice IMEI

Hai acquistato un iPhone usato e, dopo averlo usato per un po’, ti sei reso conto che la SIM al suo interno non è mai riuscita a ottenere campo cellulare. Insospettito da questa situazione, hai subito effettuato un controllo sul codice IMEI per verificare se si trattasse do un iPhone rubato e, sfortunatamente, il risultato è stato quello che più temevi.

Il dispositivo, infatti, è stato bloccato tramite codice IMEI e ora non hai la più pallida idea di cosa fare per uscire da questa sgradita situazione. I casi possibili sono principalmente due: il telefono risulta essere rubato, oppure il proprietario precedente non ha saldato tutte le rate d’acquisto del dispositivo.

Se sospetti che l’iPhone sia rubato e che, dunque, il blocco IMEI sia avvenuto in seguito alla denuncia avanzata dal proprietario del cellulare, sporgi denuncia dell’accaduto quanto prima, recandoti presso la più vicina stazione dei carabinieri o della polizia. Ricorda di portare con te il cellulare e tutta la documentazione d’acquisto in tuo possesso e di denunciare quanto prima l’accaduto: se non lo fai, potresti incorrere in guai piuttosto seri, rischiando di essere accusato di ricettazione o di altri reati perseguibili penalmente.

Chiaramente, in questo caso, l’iPhone in tuo possesso verrà restituito al legittimo proprietario (l’unico a poter perpetrare una richiesta di sblocco presso gli operatori); con un pizzico di fortuna, potresti inoltre ricevere un rimborso della spesa che hai affrontato per acquistare il telefono rubato.

Se, invece, il precedente proprietario dell’iPhone in questione non ha pagato tutte le rate del dispositivo, devi contattare il servizio clienti del gestore telefonico che ha provveduto a bloccare l’apparecchio e, dopo aver spiegato la situazione, fornire tutte le istruzioni che ti verranno fornite per rimediare all’inconveniente. Ti ricordo i numeri telefonici per contattare i principali operatori di telefonia mobile: 119 per TIM190 per Vodafone155 per Wind133 per Tre192 193 per Fastweb e 177 per Iliad.

Per maggiori informazioni sui passaggi da compiere per sbloccare un telefono bloccato tramite IMEI da operatore, puoi far affidamento ai consigli che ti ho fornito nella mia guida specifica sull’argomento.

In caso di problemi

Come sbloccare iPhone con codice

Se, dopo aver seguito pedissequamente le istruzioni che ti ho fornito nel corso di questo tutorial, non sei riuscito comunque a sbloccare un iPhone con codice, ti consiglio, come ultima spiaggia, di contattare Apple, in modo da ricevere supporto sulla problematica da te riscontrata.

A seconda delle tue preferenze (ed, eventualmente, del tipo di garanzia da cui è coperto il tuo dispositivo), puoi scegliere di contattare lo staff tecnico in diversi modi.

  • Tramite telefono, chiamando il numero 800 915 904, attivo dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 19:45.
  • Online, collegandoti a questo sito Web.
  • Utilizzando l’app di supporto Apple, disponibile gratuitamente su App Store.
  • Su Twitter, seguendo l’account @AppleSupport e inviando a esso un messaggio diretto (in lingua inglese).
  • Recandoti in un Apple Store o in un Centro di Assistenza Autorizzato Apple vicino a te (puoi ottenere l’elenco degli Apple Store e dei centri autorizzati tramite questa pagina Web).

In ogni caso, ricorda di tenere a portata di mano il numero di serie dell’iPhone sul quale hai riscontrato la tua problematica: questa informazione ti verrà chiesta dal team di supporto sia per verificare l’eventuale garanzia annessa al dispositivo, sia a fini diagnostici.

Il numero di serie può essere facilmente recuperato dalla confezione di vendita dell’iPhone. Se non lo trovi, puoi risalire a questa informazione utilizzando la pagina di gestione dell’ID Apple: dopo aver effettuato l’accesso alla stessa utilizzando le credenziali abbinate all’iPhone di tuo interesse, individua quest’ultimo nella sezione Dispositivi e clicca sul suo nome (ad es. iPhone di Salvatore).

Per ulteriori delucidazioni sulle modalità di contatto previste da Apple, ti rimando alla lettura della mia guida specifica sull’argomento, in cui ho avuto modo di chiarire il tutto con dovizia di particolari.