Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vendere le proprie foto

di

Wow! Che belle foto! Perché non provi a venderle?“. Questa è la reazione che tutti i tuoi amici hanno quando mostri loro i tuoi ultimi scatti? E allora perché non provi effettivamente a seguire il loro consiglio, mettendo in vendita i tuoi lavori fotografici? Ah, ecco: ci hai già provato, ma non ci sei riuscito! E allora lascia che ti dia una mano a capire come vendere le proprie foto.

Nel corso di questa guida, avrò modo di spiegarti più nel dettaglio come sfruttare alcuni servizi online — persino il popolarissimo Instagram — per provare a vendere i tuoi scatti. Sono sicuro che, se si tratta di foto di qualità, riuscirai a trovare persone interessate al loro acquisto. Lo so: forse non riuscirai a trasformare questo nel tuo lavoro principale, ma puoi sempre provare ad arrotondare lo stipendio coltivando il tuo hobby per la fotografia. Mica male?!

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato? Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, soprattutto, attua le “dritte” che ti darò. Sono certo che, seguendo in maniera attenta e scrupolosa i miei consigli, alla fine riuscirai a portare a termine la tua “impresa”. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come vendere le proprie foto su Instagram

Hai un profilo Instagram seguito da molte persone e vorresti provare a vendere i tuoi scatti sul celebre social network fotografico? In tal caso, sappi che per vendere le proprie foto su Instagram non è possibile disporre di una funzione ad hoc che consenta di fare ciò. Comunque sia, nessuno ti impedisce di pubblicizzare la vendita dei tuoi scatti tramite la biografia del tuo profilo e la descrizione di ciascuna foto postata in esso.

Se vuoi inserire un invito ad acquistare le tue foto nella biografia del profilo, accedi al tuo account dall’app ufficiale di Instagram (che è disponibile per Android, iOS e Windows 10), oppure accedi dalla versione Web del social network e poi effettua i seguenti passaggi.

  • App di Instagram — pigia sul bottone Modifica il profilo, fai tap sul campo di testo situato vicino alla voce Biografia e inserisci l’invito ad acquistare le tue foto (es. “Se vuoi acquistare le mie foto alla massima risoluzione, visita il mio sito o scrivimi in Direct!“). Per salvare la modifica, fai tap sulla voce Fine.
  • Instagram Web — pigia sull’icona dell’omino posta in alto a destra, fai tap sulla voce Modifica il profilo, inserisci nel campo Biografia l’invito ad acquistare le foto postate (es. “Se vuoi acquistare le mie foto alla massima risoluzione, visita il mio sito o scrivimi in Direct!“) e pigia sul bottone Invia per salvare la modifica fatta.

Per inserire l’invito ad acquistare le foto postate su Instagram nei post delle stesse, non devi far altro che aggiungere, in fase di creazione del post, una call-to-action accattivante. Per pubblicare un nuovo post, pigia sul bottone (+) posto in fondo alla schermata dell’app di Instagram, seleziona la foto che vuoi vendere, pigia sulla voce Avanti (per due volte di seguito) e, nel campo Scrivi una didascalia…, inserisci l’invito all’azione (es. “Vuoi acquistare questa foto alla sua piena risoluzione? Scrivimi in Direct per scoprire come fare!“). Dopodiché aggiungi gli hashtag per descrivere il contenuto della foto (e fargli ottenere più visibilità), se vuoi aggiungi anche il luogo in cui è stata scattata la foto e pigia sulla voce Condividi.

Se vuoi aumentare le probabilità di vendere la foto a un maggior numero di utenti, ti consiglio di sponsorizzarla. Per farlo, però, devi disporre di un account aziendale: se vuoi maggiori informazioni al riguardo, leggi gli approfondimenti in cui spiego come sponsorizzare su Instagram e come vendere su Instagram: lì avrai tutte le informazioni che ti servono per procedere in tal senso.

Come vendere le proprie foto online

Instagram non ti sembra il “posto” migliore per vendere le tue foto o, comunque, vuoi affiancare a quest’ultimo altri servizi specializzati nella vendita di materiale fotografico? Bene, allora troverai utili le soluzioni indicate qui sotto, le quali permettono di vendere le proprie foto online in modo piuttosto semplice.

Adobe Stock

Una delle migliori soluzioni per vendere le proprie foto online è Adobe Stock, un servizio che offre la possibilità di caricare e vendere foto e video ottenendo percentuali di guadagno che raggiungono il 33% per le immagini e il 35% per i filmati. Il pagamento avviene con PayPal quando si raggiunge la soglia minima di 50 euro.

Per utilizzare Adobe Stock, devi collegarti alla sua home page, cliccare sul bottone Vendi posto in alto a destra e cliccare sul pulsante Introduzione presente nella pagina che si apre. Dopodiché devi creare il tuo Adobe ID indicando nome, cognome, indirizzo email, password e data di nascita negli appositi campi, pigiare sul bottone Registrati e seguire le istruzioni che compaiono a schermo per ultimare l’operazione. Se disponi già di un account Adobe ID, invece, puoi effettuare direttamente il login con le tue credenziali dopo aver pigiato sul pulsante Ho già un Adobe ID.

Al primo accesso, dovrai indicare se sei un autore Fotolia (uno “storico” servizio di microstock che è stato acquisito da Adobe qualche anno fa e che ha gettato le basi di Stock): fai clic, quindi, sul pulsante Sì, sono un autore Fotolia per collegare il tuo account Fotolia al tuo account Adobe Stock (e fare in modo che vengano caricate in automatico le foto presenti su Fotolia) oppure pigia sul bottone No. Procedi al passaggio successivo.

Per caricare delle foto su Adobe Stock, clicca sul collegamento Sfoglia situato al centro della pagina e seleziona le immagini che vuoi caricare e vendere oppure, se preferisci, trascinale direttamente nell’area Trascina e rilascia i file.

Dopo aver effettuato l’upload di una foto, questa verrà esaminata dall’algoritmo di Adobe Stock, che ne riconoscerà il contenuto proponendoti in automatico la categoria e i tag che la riguardano. Controlla che questi siano quelli giusti e, per finire, rispondi o No alla domanda Sono presenti soggetti o proprietà riconoscibili? dal menu posto in basso a destra e poi pigia sul pulsante verde Invia per l’approvazione. Per ultimare la procedura, non dimenticarti di caricare l’immagine di un documento di identità valido cliccando sul pulsante Seleziona documento (JPEG), in modo tale da inviare la foto per l’approvazione.

iStockPhoto by GettyImages

iStockPhoto by GettyImages è un’altra soluzione che ti invito a prendere in considerazione, in quanto permette di guadagnare con la vendita delle proprie foto percependo una percentuale di guadagno che oscilla tra il 15 e il 45%. Il pagamento avviene nel mese successivo, purché venga raggiunta la soglia minima pari a 100 dollari. Il servizio è disponibile anche come app per Android e iOS.

Per vendere foto su iStockPhoto, collegati alla sua pagina principale e pigia sul pulsante FAI DOMANDA situato in fondo. Compila, poi, il modulo d’iscrizione che ti viene proposto indicando il tuo nome, cognome, il tuo indirizzo email e il tuo Paese di residenza e accetta le condizioni d’uso del servizio spuntando l’apposita casella. Per finire, apponi il segno di spunta sulla casella Non sono un robot, segui le istruzioni che vedi a schermo per verificare il tuo account e pigia sul bottone Continua.

Nella pagina che si apre, clicca sul bottone (+) situato vicino alla voce Foto. Puoi caricare fino a 15 foto e, nella pagina che si apre, clicca sul bottone Cerca nel tuo computer per caricare le 15 foto che vuoi vendere (devono essere in formato JPG e ognuna può avere un peso massimo di 3GB).

Dopodiché compila il campo Titolo della foto, pigia sul bottone Aggiungi alla domanda e, non appena sei pronto per inviare le foto da vendere su iStockPhoto, pigia sul bottone Invia la domanda e attendi che GettyImages la accetti entro 30 giorni lavorativi.

Shutterstock

Shutterstock  è un altro celebre servizio per la vendita di foto, anch’esso disponibile sotto forma di servizio Web e come app per Android e iOS. Offre la possibilità di vendere le proprie foto a prezzi che vanno da 0,21 a 2.90 euro per ciascuno scatto e il pagamento avviene alla fine di ogni mese, indipendentemente dal totale delle vendite effettuate.

Per vendere le tue foto su Shutterstock, collegati alla pagina principale del servizio, pigia sul pulsante arancione Get started e crea il tuo account scrivendo il tuo nome nel campo Full Name, specificando il nome che desideri venga mostrato agli altri utenti nel campo Display Name, indicando poi l’indirizzo di posta elettronica con cui vuoi registrarti nel campo Email Address e fornendo, infine, anche la password che vuoi usare per l’accesso. Dopodiché metti il segno di spunta sulla casella riguardante l’accettazione delle condizioni d’uso del servizio e la dichiarazione che hai già raggiunto la maggiore età (in caso contrario, non puoi proseguire) e poi clicca sul bottone Next.

Nel giro di qualche istante, riceverai via email un link per l’attivazione dell’account: pigia su di esso, clicca sul bottone Next presente nella pagina che si apre nel browser e compila il modulo che vedi a schermo fornendo le informazioni che riguardano il tuo indirizzo e il numero di cellulare. Pigia poi di nuovo sul bottone Next per andare avanti e il gioco è fatto.

Ora puoi caricare l’immagine nel database di Shutterstock: pigia sul bottone Upload images e segui le istruzioni che compaiono a schermo per effettuare l’upload delle tue foto (devono essere in formato JPEG e devono avere una dimensione minima di 4 Megapixel). Pigia, dunque, sul pulsante Got It! e trascina le foto che vuoi caricare nell’area Drag and Drop your files here, oppure pigia sul pulsante Select multiple files nel caso tu voglia selezionarle “manualmente”.

Dopo aver caricato una o più immagini, devi cliccare sui pulsanti Next e Start adding details per scrivere, in lingua inglese, una descrizione che riguarda i contenuti caricati, così da aumentare la visibilità di questi ultimi e avere maggiori probabilità che altri utenti vedano e acquistino le foto in questione.

Seleziona, quindi, una delle immagini che hai caricato poc’anzi e, dal menu che si apre, indica il tipo di file caricato (es. Photo), la tipologia di uso che è possibile farne (Usage), la descrizione (Description), la categoria (Category 1 e 2) e così via. Per concludere, pigia sul pulsante Save posto in alto a destra e clicca sul bottone Submit situato in basso a destra. Entro qualche giorno, riceverai un’email da parte di Shutterstock in cui ti verrà dato l’esito (positivo o negativo) della procedura di caricamento delle foto sulla piattaforma.

Altre soluzioni per vendere le proprie foto

Foto di un uomo che usa un laptop

Ci sono anche tante altre soluzioni per vendere le proprie foto su Internet. tra queste vi è quella di rivolgersi a negozi online, come Amazon ed eBay, oppure aprire un proprio negozio online (se ricordi ti ho spiegato come fare una cosa del genere in un tutorial dedicato).

Un’altra soluzione ancora potrebbe essere quella di mettere in vendita le proprie foto sul proprio sito Web, specialmente se gode già di una certa visibilità. Se non hai ancora un tuo sito Web, perché non ne crei uno? Magari potrebbe aiutarti a vendere i tuoi lavori fotografici o, perlomeno, potrebbe dar loro maggiore visibilità.

Seguendo i miei consigli su come indicizzare un sito Web, poi, potrai utilizzare degli accorgimenti volti a migliorare la visibilità del tuo spazio online e, di conseguenza, avere maggiori probabilità di vendere i tuoi scatti a un pubblico più ampio. A questo proposito, puoi valutare anche la possibilità di acquistare il libro “Il Metodo Aranzulla” (edito da Mondadori Electa) in cui spiego come trasformare un sito in una realtà editoriale di successo e puoi anche partecipare al prossimo Aranzulla Day, in cui spiegherò dal vivo come provare a replicare il successo che ho ottenuto con il mio sito.