Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per vendere

di

Hai ricevuto dei regali poco graditi e hai dovuto fare buon viso a cattivo gioco, ma ora pensi sia arrivato il momento di liberartene e vorresti quindi capire se esiste un qualche sistema per poter riciclare il tutto e, perché no, racimolare anche qualche soldo? Beh, allora perché non provi a mettere in vendita gli oggetti in questione sul Web? Come dici? La cosa ti interessa ma non sai a quali siti rivolgerti? Allora leggi questa mia guida dedicata ai siti per vendere e vedrai che ti schiarirai subito le idee!

Qui sotto trovi alcuni tra i più apprezzati siti Internet tramite i quali è possibile vendere oggetti usati — e non solo — ad altri utenti in maniera semplice e veloce. Si tratta di soluzioni fruibili gratuitamente (a patto che non vengano attivati servizi e opzioni accessorie) e che possono essere adoperati da tutti.

Se, dunque, sei effettivamente interessato alla questione, ti suggerisco di non perdere ulteriore tempo prezioso, di metterti bello comodo e di iniziare subito a concentrarti sulla lettura di questa guida. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti soddisfatto degli affari fatti. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Siti per vendere usato

Iniziamo da siti per vendere usato più generici, laddove puoi vendere più o meno di tutto, dai dispositivi tecnologici agli abiti.

Subito.it

subito

Il primo tra i siti per vendere a cui voglio suggerirti di rivolgerti è Subito.it. Si tratta di un sito di annunci tramite il quale gli utenti hanno la possibilità di pubblicizzare la propria merce, di essere contattati da terzi tramite email o numero di telefono e di venderla al prezzo desiderato in maniera per certi versi analoga a un mercatino dell'usato. È adatto per la vendita dei più disparati prodotti, dagli oggetti d'uso comune a quelli tecnologici, dai libri alle auto usate.

Il sito è gratuito ma offre la possibilità di sponsorizzare i propri prodotti a pagamento mettendoli in cima alla lista o in evidenza in altri modi (non necessario ma comunque utile in alcuni casi). Per vendere puoi scegliere lo scambio a mano, ovvero pubblichi l'annuncio e poi lo scambio avviene di persona, oppure la spedizione TuttoSubito. Se si sceglie questa strada, Subito.it si incarica di bloccare il denaro dell'oggetto fino ad avvenuta consegna, fornendo al venditore una spedizione assicurata e tracciabile prepagata con i migliori corrieri del settore e senza la necessità di dover misurare o pesare pacchi per rientrare in certi limiti.

L'assicurazione per la merce è inclusa e, qualora il pacco andasse perso o distrutto, il venditore riceverebbe comunque la somma pattuita. I soldi, una volta consegnata la merce, vengono poi accreditati direttamente sul conto bancario o su PayPal, senza che si debba fare alcunché. Offrire l'opportunità di vendere tramite spedizione permette alla merce di raggiungere un maggiore bacino d'utenti, dandole più possibilità di essere trovata e acquistata. Ovviamente questo può esporre a rischi di truffe da parte del cliente, quindi conserva bene la documentazione d'invio e tutte le prove che possono dimostrare la tua buona fede.

Per iniziare a vendere su Subito.it il primo passo che devi compiere è quello di collegarti alla pagina principale del sito e registrarti tramite una veloce procedura. Puoi scegliere di farlo tramite account Google, oppure inserendo le tue generalità e cliccando poi sul pulsante Conferma

Una volta finito è tempo di andare a inserire l'annuncio tramite il pulsante Inserisci annuncio, selezionando la categoria (es. oggetti, auto e case), per poi passare ai dati del prodotto, i quali cambiano leggermente a seconda di cosa stai vendendo. Una volta fatto questo, inserisci le fotografie (per annunci gratuiti il massimo è 6) e infine il metodo di consegna. Una volta terminato, il tuo annuncio verrà esaminato dal team di Subito, il quale lo dovrebbe approvare in poco tempo.

Subito.it è fruibile anche tramite app per Android (disponibile anche su store alternativi) e iOS/iPadOS. Il funzionamento dell'applicazione è praticamente analogo a quello del sito. Per saperne di più ti lascio al mio tutorial su come vendere su Subito.it.

Vinted

vinted

Vinted è un sito per la compravendita di capi d'abbigliamento e altri accessori (anche se in realtà è possibile trovarvi anche prodotti tecnologici e altra merce) diventato molto popolare in Italia — e altri Paesi europei — grazie al fatto che si possano trovare capi d'abbigliamento di ogni tipo a un prezzo davvero ottimo. Ovviamente la maggior parte della merce è usata o comunque venduta da privati, sebbene in alcuni casi presentino ancora il cartellino del negozio.

Il sito funziona come un semplice mercatino, laddove il cliente può decidere di scambiare a mano la merce o optare per una spedizione a suo carico laddove avrà il diritto di scegliere metodologie e gestore della spedizione (maggiori info qui). Inoltre non vi sono piani Premium e annunci a pagamento, rendendola completamente gratuita per l'utente.

Per vendere i tuoi abiti su Vinted non devi fare altro che collegarti alla pagina principale, fare clic sul pulsante Vendi subito e poi scegliere di eseguire l'accesso o la registrazione. Per creare un profilo qui sopra puoi servirti del classico metodo email/password, oppure usare la registrazione rapida tramite Facebook, Google o Apple.

Una volta fatto questo sei pronto per inserire il tuo primo annuncio inserendo le foto, selezionando la categoria, lo stato d'usura, la taglia e tutte quelle caratteristiche rilevanti per descriverlo. Puoi scegliere di aggiungere la formula del baratto apponendo la spunta di fianco alla voce Sono interessato a scambiare questo oppure metterlo direttamente in vendita pigiando il pulsante Carica.

Vinted è anche disponibile tramite l'app per Android (disponibile anche su store alternativi) e iOS/iPadOS, la quale permette di fare le stesse cose direttamente su smartphone o tablet. Se vuoi sapere di più su questa piattaforma, ti lascio al mio tutorial che parla di come funziona Vinted.

Facebook Marketplace

facebook market

Se sei iscritto a Facebook allora hai già accesso a uno dei più efficaci siti per vendere al mondo, devi solo imparare a usarlo. Facebook Marketplace è una sezione di Facebook laddove è possibile vendere in forma gratuita (con possibilità di promuovere l'annuncio) ogni tipo di bene.

Anche qui la formula è quella dal mercatino quindi si inserzionano oggetti, si parla col venditore e si organizza lo scambio. Non esistono soluzioni di spedizione tutelata dalla piattaforma o cose simili, quindi se vuoi inviare il pacco lontano dovrai organizzarti con le tue sole forze. Anche qui, mi raccomando, attenzione alle possibili truffe nel caso non decidessi di optare per lo scambio a mano.

Se vuoi pubblicare un annuncio su questo marketplace, recati alla pagina principale di Facebook ed esegui l'accesso al tuo profilo (o registrati, nel caso non ne possedessi uno). Una volta dentro, pigia sulla voce Marketplace e poi ancora sul pulsante Crea nuovo annuncio.

Scegli la categoria del prodotto tra quelle disponibili e poi inizia a inserire le specifiche di ciò che stai vendendo nel modo più accurato possibile. Metti foto fedeli e che gli facciano fare bella figura, premi sul pulsante Avanti, decidi se pubblicarlo anche in eventuali gruppi sui quali sei autorizzato a farlo e poi pubblicalo.

Facebook si prenderà un po' di tempo per esaminare se ciò che stai pubblicando rispetta le norme e, in tal caso, metterà online il prodotto. Come detto in precedenza, hai anche la possibilità di pagare cifre variabili per permettere a più o meno persone interessate di vedere il prodotto, la scelta spetta a te.

Facebook (con accesso a Marketplace) è anche disponibile tramite app per Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS, con le stesse possibilità e funzionamento appena indicato. Se vuoi sapere di più in merito, ti lascio al mio tutorial su come vendere su Facebook Marketplace.

eBay

ebay

Leggermente diverso dai siti visti in precedenza è eBay, uno degli e-commerce più grandi e rinomati al mondo. Qui gli annunci possono essere postati da chiunque, spesso in forma gratuita, ma il sito prende una commissione (solitamente il 10%) su ogni vendita realizzata (al netto delle spese di spedizione). A questo occorre aggiungere che non è prevista la formula di scambio a mano (salvo specifici accordi col cliente) e l'acquisto può svolgersi tramite prezzo predefinito oppure tramite asta. Maggiori info qui.

Una volta postato il prezzo base, i potenziali clienti potranno fare offerte che dovranno battere quelle degli altri allo scadere del tempo d'inserzione, cosa che risulta particolarmente movimentata vicino agli ultimi minuti dell'annuncio. In alternativa puoi stabilire un prezzo d'acquisto ben definito (come già detto) o lasciare entrambe le opzioni aperte.

Per vendere su eBay devi recarti alla pagina principale del sito, cliccare sulla voce Registrati e registrarti tramite Facebook, Google, Apple oppure tramite mail. Da qui poi torna alla Home e clicca sulla scritta Vendi per cominciare a comporre la tua inserzione, partendo dalla categoria la quale andrà a cambiare i vari dettagli. Le categorie sono estremamente dettagliate, quindi da qui in avanti la procedura da seguire potrebbe essere leggermente differente a seconda di cosa vendi.

Quando hai finito, premi il pulsante Metti in vendita il tuo oggetto, inserisci le foto, stabilisci il prezzo e poi premi il pulsante Metti in vendita alle tariffe mostrate. Puoi servirti di eBay anche tramite app Android (disponibile anche su store alternativi) e iOS/iPadOS facilmente scaricabili dai rispettivi store. Per maggiori dettagli su come funziona eBay, puoi dare un'occhiata al mio tutorial dedicato.

Siti per vendere auto

autoscout

Hai bisogno di vendere auto ma non sai a chi rivolgerti? Autoscout24 è il sito perfetto per mettere in vendita veicoli da privato a privato. Certo, qui si possono trovare anche concessionarie, ma nulla ti vieta di avere il tuo annuncio fianco a fianco al loro.

Qui si vende ogni tipo di veicolo, anche camper o moto, quindi non fa davvero alcuna differenza cosa possiedi. Il metodo di vendita è per contatto diretto, ovvero il cliente individua il veicolo che gli piace e sfrutta le opzioni messe a disposizione dal venditore per poi sentirsi e accordarsi sulla vendita.

I costi per poter usufruire del servizio sono pari a zero se ci si limita alla sola pubblicazione dell'inserzione di auto, moto e scooter, ma occorrerà pagare nel caso tu voglia disfarti di veicoli commerciali o abbia bisogno di far valutare il tuo mezzo. Per i venditori di multipli veicoli industriali, la tariffa parte da 16,33 € ad annuncio con un massimo di 3 al mese, ma scende di prezzo per chi ha molte inserzioni da fare. Maggiori info qui.

Per pubblicare un annuncio qui sopra devi recarti alla pagina principale di Autoscout24, cliccare sulla voce Inserisci dalla scheda in alto, inserire la targa nello spazio apposito e poi selezionare il veicolo tra le opzioni indicate. Se non riesci tramite questo metodo, puoi sempre premere la voce Passa all'inserimento manuale dell'annuncio per procedere alla registrazione e all'inserimento dell'inserzione.

Una volta dentro devi inserire tutta una serie di dati come equipaggiamento, caratteristiche, dati del veicolo e ogni altra informazione rilevante. Quando hai terminato premi il pulsante Pubblica e attendi che il tuo annuncio venga approvato dal sito. Se la tua proposta è valida, gli acquirenti ti contatteranno tramite le possibilità che hai inserito.

Puoi pubblicare o spulciare gli annunci anche tramite l'app per Android (disponibile anche su store alternativi) o per iOS/iPadOS. Se vuoi sapere di più su come pubblicare annunci su Autoscout24 o per conoscere altri siti per vendere automobili, puoi consultare i link che ti ho appena lasciato.

Siti per vendere libri usati

libraccio

I libri sono degli oggetti bellissimi che, oltre a dare piacere durante la lettura, sono anche dei fantastici soprammobili da mettere qui e là per casa. Purtroppo, trasformare la propria abitazione in una biblioteca non è fattibile quindi, alcune volte, è anche necessario vendere i propri amici cartacei.

Per farlo esistono molti siti, ad esempio Libraccio.it, sul quale puoi trovare davvero di tutto: dai libri nuovi a quelli usati, da quelli scolastici agli e-book. Vendere è estremamente facile perché, se Libraccio è interessato al volume, sarà lui stesso a comprarlo da te.

Tutto quello che devi fare per vendere è recarti alla pagina principale e cliccare sulla voce Registrati in alto a destra. Qui puoi utilizzare Google, Facebook o email. Andando a creare un profilo in pochissimi secondi. Una volta finito, vai sulla scheda Libri usati e poi seleziona la voce Vendi dalla colonna di sinistra. Da qui dovrai inserire il codice ISBN del tuo libro per vedere se sono interessati a comprarlo, seguendo le istruzioni date dal sito in caso positivo. Piccola nota, per ogni spedizione c'è una commissione di 3,90 € al cliente.

Altri siti utili possono essere ComproVendoLibri, il quale ti permette di scambiarli anche con altri utenti ed è completamente gratuito, oppure LibroScambio, dedicato ai testi universitari. Per maggiori dettagli puoi leggere la mia guida dedicata ai siti per vendere libri.

Siti per vendere NFT

opensea

Vuoi vendere le tue opere d'arte digitale note come NFT sul migliore mercato del mondo? Allora il sito che stai cercando è OpenSea. Qui infatti utenti da tutto il mondo possono comprare e vendere ogni tipo d'opera d'arte digitale, pagando in criptovalute e conservandole su dei wallet.

Per poter operare qui sopra, occorre avere una minima conoscenza di come funzionano i wallet crypto e più in generale il mondo delle criptovalute, quindi informati bene prima di cominciare. Detto questo, per vendere NFT su OpenSea collegati alla pagina principale e fai clic sul pulsante Create .

Qui collega il wallet che utilizzi avendo cura di utilizzare la rete opportuna e sei pronto per iniziare. Il tuo profilo verrà riconosciuto tramite l'indirizzo del wallet, quindi niente password o altri dati. Una volta finito clicca sulla voce Create dal menu in alto, accetta i termini di servizio e carica il file che vuoi trasformare in NFT. Alla fine di una semplice procedura che ti richiederà di determinare alcune caratteristiche del tuo token non fungibile, clicca sul pulsante Create per metterlo online nel tuo profilo e sul marketplace di OpenSea. Se vuoi sapere di più su come creare NFT, ti lascio la mia guida dedicata.

Siti per vendere casa

idealista

Vendere casa oggigiorno è diventata un'operazione più semplice che in passato, in quanto esistono numerosissimi siti che permettono di farlo. Tra questi ci sono siti di annunci generici, come quelli visti anche in precedenza in questo tutorial, ma probabilmente meglio rivolgersi a siti per vendere casa più specifici.

Passando a tali opzioni, Idealista è uno dei migliori portali in Italia dove mettere in vendita (o in affitto) la propria casa, senza bisogno di spendere un solo centesimo. Immobiliare.it si posiziona sullo stesso livello, in quanto gratuito e facilissimo da usare. Altri siti utili sono poi Casa.it e CasaClic, puoi anche usarli tutti insieme per il medesimo annuncio. Se vuoi sapere i migliori siti per vendere casa, li trovi nel mio tutorial.

Siti per vendere foto

shutterstock

Sei un fotografo o aspirante tale? Allora metti in vendita i tuoi scatti su uno dei tanti siti di micro-stock che si trovano su Internet. Per i profili nuovi la paga è solitamente molto bassa, ma danno il vantaggio di rivolgersi a un pubblico praticamente sconfinato, sebbene la concorrenza sia forte.

Uno dei migliori in questo senso è Shutterstock, dove puoi caricare infinite foto che ti verranno pagate a seconda della dimensione che viene scelta per il download o nel caso si voglia l'esclusiva di utilizzo. Altri siti egualmente validi e famosi sono iStock e Adobe Stock (ex Fotolia), i quali funzionano con le stesse logiche di Shutterstock e della maggior parte dei siti come questi. Puoi trovare la guida completa ai siti per vendere foto al link che ti ho lasciato.

Creare un sito per vendere

Shopify

Se anziché vendere su un sito terzo preferisci creare un sito per vendere tutto tuo, puoi affidarti a servizi come Shopify che permette di fare tutto in una manciata di clic (o tap, visto che è disponibile anche come app per Android e iPhone/iPad).

Con Shopify è possibile creare e-commerce con prodotti illimitati, hosting sicuro illimitato, banda illimitata, un nome di dominio shopify.com gratuito (con la possibilità di acquistarne uno personalizzato o usarne uno già esistente) e gestire con facilità ordini, prodotti, clienti, pagamenti, spedizioni, inventario e molto altro ancora. È possibile anche creare campagne marketing via social network, email o SMS, vendere su Facebook e su Instagram.

Shopify prevede piani a partire da 29$/mese ma si può provare gratis e senza impegno per un periodo di prova iniziale. Per aprire un negozio, ti basta andare sul sito ufficiale del servizio, digitare il tuo indirizzo email, cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita e compilare il nuovo modulo che ti viene proposto con password e nome del negozio.

Fatto anche questo, premi sul pulsante Crea il tuo negozio e indica se hai già cominciato a vendere, quali sono le tue entrate attuali, in quale settore vorrai operare e se stai creando un negozio per un cliente. In seguito, premi sul pulsante Avanti, immetti i dati relativi all'indirizzo per ricevere i pagamenti, premi sul pulsante Entra nel negozio e comincia a gestire il tuo e-commerce.

Trovi tutto nella barra laterale di sinistra: Home per visualizzare il menu principale di Shopify; Ordini per gestire gli ordini; Prodotti per aggiungere e gestire i prodotti; Clienti per gestire i clienti; Analisi per visualizzare i dati sulle vendite; Marketing per impostare le campagne marketing; Sconti per integrare codici sconto nello store; App per ampliare le funzioni dell'e-commerce con delle app e Negozio online per personalizzare le pagine del sito.

È tutto davvero molto intuitivo. Per tutti i dettagli, consulta la mia guida su come creare un e-commerce con Shopify.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.