Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare soldi su Internet legalmente

di

È possibile guadagnare soldi sul Web? Questa è una delle domande che mi vengono poste più di frequente, e oggi ho deciso di dare una risposta, spero esauriente. Cominciamo subito col dire che sì, guadagnare sul Web è possibile ma, attenzione, le meccaniche della Rete non sono poi così diverse da quelle del cosiddetto mondo reale. Anche su Internet, infatti, esistono dei “lavoretti” alla portata di tutti, che permettono di arrotondare lo stipendio (per chi ha la fortuna di averne uno!) e business più solidi, che assicurano introiti maggiori ma richiedono mesi, se non anni, di sacrifici e studio… senza dimenticare quella sana dose di fortuna di cui hanno bisogno tutte le imprese in fase di avviamento!

Oggi vorrei occuparmi di ambedue queste tipologie di attività, cercando di fornirti degli spunti validi su come fare soldi su Internet legalmente senza cadere vittima di circuiti truffaldini o siti dalla dubbia fama. Se ti accontenti di guadagnare poche decine di euro, magari in maniera saltuaria e/o nei ritagli di tempo, riuscirai sicuramente a trovare un modo per farlo, come la vendita di oggetti usati o la  partecipazione a sondaggi retribuiti. Se, invece, intendi sfruttare il Web per mettere in piedi una vera e propria attività lavorativa, la faccenda si fa più complicata, dannatamente più complicata! I risultati che riuscirai ad ottenere dipenderanno principalmente dalla tua voglia di fare, dal tuo grado di preparazione relativo al settore in cui deciderai di operare e dal modo in cui saprai promuovere la tua iniziativa.

Allora, sei pronto per affrontare questa sfida? Sì? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per valutare le varie opportunità di guadagno offerte dal Web e poi prova ad attuare le “dritte” che ti darò per cercare di capire come fare soldi su Internet. Anche se, come ti ho già detto prima, non posso garantirti guadagni elevati grazie alle attività online elencate qui sotto, tentare non costa nulla! Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Fare soldi su Internet legalmente guadagnando piccole somme

Se vuoi fare soldi su Internet legalmente e ti accontenti di guadagnare piccole somme di denaro, puoi prendere in considerazione varie opportunità, tra cui la vendita di oggetti usati sui siti di annunci online, la scrittura di articoli e la partecipazione a dei sondaggi. Analizziamo tutte queste opportunità in dettaglio.

Vendere oggetti usati

Se non hai aspirazioni di tipo professionale e vuoi solo racimolare qualche soldo, puoi vendere oggetti usati (come libri, giochi, cellulari, etc.) su uno dei tanti servizi di annunci o aste disponibili online: eccone alcuni che potrebbe fare al caso tuo.

  • SubitoKijiji e Shpock — si tratta di alcuni dei più famosi portali di annunci online. Tutti e tre consentono di vendere oggetti pubblicando inserzioni in modo gratuito ma, volendo, è possibile promuovere i propri annunci per aumentarne la visibilità pagando. Se vuoi approfondirne l’argomento, leggi la guida in cui ne parlo più dettagliatamente.
  • Etsy — se sei bravo nel creare oggetti realizzati a mano, puoi provare a “piazzarli” su questa piattaforma, che è diventata un vero e proprio punto di riferimento per la compravendita di piccoli oggetti di artigianato. L’apertura di un negozio su Etsy è gratuita: bisogna pagare, però, una commissione fissa di 0,17 euro per ogni inserzione pubblicata, più una commissione sul valore finale pari al 5% (spese di spedizione escluse), se la vendita va a buon fine, alla quale bisogna aggiungere anche una commissione del 4%+0,30 euro per la gestione del pagamento. Per maggiori informazioni su come vendere su Etsy, leggi la guida che ti ho appena linkato.
  • eBay — il famosissimo portale di aste online è una delle migliori soluzioni per vendere oggetti usati. Permette di pubblicare gratuitamente gli annunci ma, quando le vendite vanno a buon fine, bisogna pagare una commissione del 10% sulla vendita finale (esclusi i costi di spedizione). Se vuoi avere maggiori informazioni su come vendere su eBay, dai un’occhiata alla guida che ti ho linkato.
  • Autoscout24 — se devi vendere la tua auto o la tua moto, puoi rivolgerti a questo famosissimo portale per la compravendita di veicoli usati. Autoscout24 non prevede il pagamento di spese fisse, né commissioni sulle inserzioni pubblicate. Per approfondire il suo funzionamento, leggi  la guida in cui spiego come pubblicare annunci su Autoscout24: sono certo che ti sarà utile.

Scrivere articoli

Ti piacerebbe trasformare il tuo hobby per la scrittura in un’opportunità di guadagno? Puoi farlo iscrivendoti a un marketplace di contenuti editoriali: ovvero uno di quei siti che permettono di scrivere articoli su commissione, grazie ai quali è possibile vendere con maggiore facilità articoli, guide, tutorial, trascrizioni video e altri contenuti scritti.

Uno dei più famosi marketplace a cui puoi rivolgerti per questo scopo è MelaScrivi, una piattaforma online che ormai da diversi anni rappresenta un punto di incontro fra aziende e autori freelance. Dal momento che la registrazione a Melascrivi è gratuita e dato che è possibile scrivere articoli per molteplici tematiche, perché non provare a guadagnare comodamente da casa sfruttando la tua passione per la scrittura?

Per quanto riguarda i guadagni per ogni articolo, Melascrivi permette di guadagnare in base alla qualità dei contenuti scritti, alla loro lunghezza e all’esperienza accumulata nel corso del tempo. Si parte da 0,008 euro/parola per chi inizia con il livello di qualità/esperienza a 1 stella e si arriva fino a 1,5 euro/parola per chi arriva al livello a 4 stelle. A questo va sommata la commissione di 0,70 euro per ciascun articolo richiesto. I pagamenti, poi, vengono effettuati al raggiungimento della soglia minima di 25 euro e vengono erogati tramite PayPal. Se vuoi avere ulteriori informazioni sulle modalità con le quali scrivere su MelaScrivi, dai un’occhiata alla sezione FAQ Autori del sito.

Fare lavoretti su commissione

Fare lavoretti su commissione è un’altra fonte di guadagno online che può consentirti di guadagnare piccole cifre, magari sfruttando i tuoi ritagli di tempo. Puoi proporti per svolgere molteplici tipologie di lavoro, in base alle tue competenze: riparare oggetti, dare ripetizioni, fare il dog-sitter, realizzare delle traduzioni e così via.

Per cercare nuovi lavori su commissione, puoi provare a fare delle ricerche sui siti per cercare lavoro (ad esempio Monster e JobRapido), oppure puoi pubblicare degli annunci sui siti di annunci di cui ti ho parlato in uno dei paragrafi precedenti, come ad esempio Subito.it o Kijiji.

Partecipare a sondaggi retribuiti

Se non vuoi impegnarti troppo, magari perché hai già un lavoro a tempo pieno che ti occupa una grossa fetta del tuo tempo, puoi provare a racimolare piccole cifre da investire per i tuoi hobby partecipando a dei sondaggi retribuiti.

Anche in questo caso, puoi rivolgerti a molteplici portali online, come ad esempio Global Text Market o American Consumer Opinion. Se vuoi approfondire l’argomento, puoi consultare la guida in cui spiego con maggior dovizia di particolari come guadagnare con i sondaggi: sono certo che anche questa lettura ti sarà utile.

Fare soldi su Internet legalmente lavorando

Se hai intenzione di lavorare su Internet per ottenere dei guadagni più ragguardevoli, devi optare per ben altre soluzioni: fra queste, ci sono l’apertura di un negozio online, la realizzazione di un sito/blog di successo o l’apertura di un canale YouTube. Per maggiori informazioni, continua a leggere.

Aprire un negozio online

Se vuoi fare “sul serio” con il mondo del business online, puoi provare ad aprire un negozio online. Se hai già un negozio fisico, inoltre, aprire uno store online può consentirti di espandere la tua attività e raggiungere clienti che altrimenti non potresti “accaparrarti”. Nell’aprire un negozio online, puoi optare per tre diverse soluzioni.

  • Servizi ecommerce pronti all’uso — esistono dei servizi online che permettono di aprire siti di ecommerce in pochi clic senza scrivere nemmeno una riga di codice o affrontare configurazioni complicate. Uno di questi è Blomming, che permette di realizzare un negozio online con prezzi a partire da 9,99 euro/mese (anche se per avere un dominio personalizzato e vendere un numero illimitato di oggetti occorre pagare 24,99 euro/mese).
  • CMS (Content Management System) — la strada più professionale per aprire un sito di e-commerce consiste nell’acquistare un dominio Web, uno spazio online e installare un CMS su quest’ultimo. Un CMS è una specie di software che consente di gestire i contenuti del sito e gli oggetti presenti nel catalogo del negozio in maniera estremamente flessibile. Ce ne sono tantissimi fra cui scegliere: WordPress, Magento, Drupal, Joomla, Prestashop, etc. Questo tipo di soluzione è adatta a chi è abbastanza bravo in materia informatica o ha il budget necessario per affidarsi a dei professionisti del settore per l’avviamento della propria attività online.
  • Vetrine su store già esistentiAmazon ed eBay offrono ai venditori professionisti la possibilità di aprire una vetrina online e vendere oggetti sulle loro pagine. Questa è la soluzione ideale per chi ha già un negozio fisico e vuole ampliare le proprie attività online senza impelagarsi nella gestione di uno store indipendente.

Per maggiori informazioni sul commercio online, e per scoprire quale di queste tre strade fa maggiormente al caso tuo, leggi il mio tutorial su come aprire un ecommerce: lì trovi spiegato tutto.

Aprire un blog o un sito Web

Ritieni di avere le idee e le competenze giuste per aprire un blog o un sito Internet di successo? In tal caso, sappi che per trasformare uno spazio Web in una fonte di reddito stabile e soddisfacente, devi percorrere una strada in salita… molto in salita! La pubblicità (che solitamente è la principale fonte di reddito per una realtà editoriale) non paga più come qualche anno fa e il mercato dei blog è piuttosto saturo, quindi emergere risulta più difficile.

Ad ogni modo, se vuoi fare “sul serio”, ti consiglio di lasciar perdere le piattaforme gratuite (es. Blogspot, WordPress.com o Altervista) e di procedere in maniera più professionale. Compra un dominio Web, associalo a uno spazio online adeguato alle tue esigenze e alle tue previsioni di traffico e crea un sito/blog utilizzando un apposito CMS (Content Management System). Per avere un’idea più precisa sui passaggi da compiere, dai un’occhiata alle mie guide su come fare un sito con WordPress e come creare un sito con Joomla.

Quali sono le opportunità di monetizzazione disponibili per chi apre un blog o un sito Web? Sostanzialmente sono la pubblicità e le affiliazioni con aziende terze. Lascia che te ne parli più nel dettaglio.

  • Banner pubblicitari — uno dei principali sistemi per monetizzare i contenuti di siti e blog è pubblicare dei banner pubblicitari su questi ultimi. In questo caso, i ricavi deriveranno dal numero di visitatori unici che si recheranno sul tuo spazio Web: più sarà elevato il numero di visitatori, maggiori saranno i ricavi. Per inserire dei banner sul tuo sito Web, puoi affidarti a servizi come Google AdSense: dai un’occhiata al tutorial in cui spiego come guadagnare con AdSense e scoprirai come utilizzarlo al meglio.
  • Servizi di affiliate marketing — è possibile fare soldi su Internet anche partecipando ai programmi di affiliate marketing. Di che si tratta? Te lo spiego subito. Alcune grandi aziende, come ad esempio Amazon ed Apple, permettono di creare dei link sponsorizzati e di guadagnare delle piccole percentuali sugli oggetti e/o i contenuti digitali che vengono acquistati tramite questi ultimi (se ciò avviene in un lasso di tempo più o meno corto). Per saperne di più, dai un’occhiata al mio tutorial su come guadagnare con un sito in cui ti ho parlato approfonditamente di questi sistemi.

Se desideri documentarti ulteriormente su come guadagnare con un sito, leggi la guida che ti ho appena linkato. Ti consiglio, inoltre, di acquistare “Il Metodo Aranzulla” (edito da Mondadori Electa), un libro dove offro consigli sugli strumenti necessari per  creare un business online.

Se ti è possibile, ti invito anche a prendere in considerazione la possibilità di partecipare al prossimo Aranzulla Day, una giornata di formazione dove illustro dal vivo i tool e le tecniche che possono tornare utili per creare un business online di successo.

Aprire un canale YouTube

Aprire un canale YouTube può costituire un’altra importante opportunità di guadagno. Grazie ai network di affiliazione e al Programma Partner di YouTube (a cui è possibile partecipare dopo aver raggiunto i 1.000 iscritti e le 4.000 ore di visualizzazione negli ultimi 12 mesi), è possibile arrivare a guadagnare anche cifre considerevoli.

In questo caso, però, vale il discorso che ti ho fatto nel capitolo precedente: per ottenere guadagni degni di nota, bisogna avere un canale YouTube con molti iscritti e, soprattutto, con molte visualizzazioni (visto che una grossa fetta dei ricavi deriva dalla pubblicità). Se vuoi avere qualche consiglio su come diventare youtubercome fare tanti iscritti su YouTube e come guadagnare su YouTube, leggi le guide che ho già pubblicato sull’argomento.

Sviluppare applicazioni

Vista la crescente domanda di sviluppatori, un’ottima opportunità di guadagno potrebbe derivare dallo sviluppo di applicazioni. Se hai già competenze nell’uso dei principali linguaggi di programmazione, non devi fare altro che sfruttarle a tuo vantaggio. Per trovare nuovi lavori da prendere in carico puoi rivolgerti ai siti per cercare lavoro di cui ti ho parlato in questa guida (come Monster e JobRapido).

Se non hai alcuna competenza relativa al mondo dello sviluppo di applicazioni, invece, puoi provare a sviluppare questa competenza. Un buon punto di partenza potrebbe essere quello di leggere le mie guide su come creare un programma, come programmare in C e come programmare in Java e consultare siti specifici, come HTML.it. In bocca al lupo!