Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come fare soldi su Internet legalmente

di

Guadagnare sul Web è possibile ma, attenzione, le meccaniche della Rete non sono poi così diverse da quelle del cosiddetto mondo reale. Esistono "lavoretti", alla portata di tutti, che permettono di arrotondare lo stipendio (per chi ha la fortuna di averne uno!) e business più solidi che però richiedono mesi, se non anni, di sacrifici e studio. Senza dimenticare quella sana dose di fortuna di cui hanno bisogno tutte le imprese in fase di avviamento.

Oggi vorrei occuparmi di entrambi questi tipi di attività cercando di fornire degli spunti validi a tutti coloro che – numerosissimi – mi scrivono chiedendomi come fare soldi su Internet legalmente senza cadere vittima di circuiti truffaldini o siti dalla dubbia fama. Si può, non è una missione impossibile, ma valgono le precisazioni di cui sopra.

Se ti accontenti di guadagnare poche decine di euro, magari in maniera saltuaria, riuscirai sicuramente a trovare un modo per farlo. Se invece intendi sfruttare il Web per allestire una vera e propria attività lavorativa, la faccenda si fa più complicata, dannatamente più complicata! I risultati che riuscirai ad ottenere dipenderanno dalla tua voglia di fare, dal tuo grado di preparazione relativo al settore in cui deciderai di operare e dal modo in cui saprai promuovere la tua iniziativa.

Commercio online

Fra le attività che rendono di più, almeno nell’immediato, c’è sicuramente il commercio online. Ma, attenzione, c’è una bella differenza fra lo svuotare la cantina e vendere qualche oggetto usato su eBay e aprire un negozio online.

Vendere oggetti usati

Se non hai aspirazioni di tipo professionale e vuoi solo racimolare qualche soldo, puoi vendere oggetti usati (come libri, giochi, cellulari ecc.) su uno dei tanti servizi di annunci o aste disponibili online.

I primi, come ad esempio Subito.it e Kijiji, generalmente si fanno preferire per la mancanza di costi d’inserzione o di commissioni. Tuttavia i siti d’aste, come il celeberrimo eBay, rimangono la prima scelta quando si tratta di vendere oggetti più rari o ricercati. Nel mio post su come vendere cellulari ti ho dato alcune “dritte” su come realizzare annunci efficaci da pubblicare sugli uni e sugli altri.

Aprire un negozio online

Se vuoi fare “sul serio”, ossia vuoi mettere in piedi un business incentrato sul commercio online (magari espandendo le attività di un negozio reale) puoi scegliere fra varie soluzioni.

  • Servizi ecommerce pronti all’uso – esistono dei servizi online che permettono di aprire siti di ecommerce in pochi click senza scrivere nemmeno una riga di codice o affrontare configurazioni complicate. Uno di questi è Blomming che permette di realizzare un negozio online con prezzi a partire da 9,99 euro/mese (anche se per avere un dominio personalizzato e vendere un numero illimitato di oggetti occorre pagare 24,99 euro/mese).
  • CMS – la strada più professionale per aprire un sito di ecommerce consiste nell’acquistare un dominio Web, uno spazio online e installare un CMS su quest’ultimo. Un CMS è una specie di software che consente di gestire i contenuti del sito e gli oggetti presenti nel catalogo del negozio in maniera estremamente flessibile. Ce ne sono tantissimi fra cui scegliere: WordPress, Magento, Drupal, Joomla, Prestashop ecc., ognuno dei quali ha i propri punti di forza e i propri difetti. Questo tipo di soluzione è adatta solo a chi è abbastanza bravo in materia informatica, o decide di affidarsi a dei professionisti del settore per l’avviamento della propria attività di commercio online.
  • Vetrine su store già esistenti – Amazon ed eBay offrono ai venditori professionisti la possibilità di aprire una vetrina online e vendere oggetti sulle loro pagine. La soluzione ideale per chi ha già un negozio nella vita reale e vuole ampliare le proprie attività online senza impelagarsi nella gestione di uno store indipendente.

Per maggiori informazioni sul commercio online, e per scoprire quale di queste tre strade fa maggiormente al caso tuo, leggi il mio tutorial su come aprire un ecommerce: lì trovi spiegato tutto.

Blog e siti Internet

Ritieni di avere le idee e le competenze giuste per aprire un sito Internet di successo? Bene, allora vediamo subito quali strade si possono seguire per raggiungere questo traguardo.

  • Aprire un blog o un sito Internet – se vuoi creare un sito e trasformarlo in una fonte di reddito stabile e soddisfacente, sappi che la strada è in salita. Molto in salita. La pubblicità non paga più come qualche anno fa e il mercato dei blog è piuttosto saturo, quindi emergere risulta più difficile. Ad ogni modo, se vuoi fare “sul serio” ti consiglio di lasciar perdere le piattaforme gratuite (es. Blogspot, WordPress.com o Altervista) e di procedere in maniera più professionale.Compra un dominio Web, associalo a uno spazio online adeguato alle tue esigenze e alle tue previsioni di traffico e crea un sito/blog utilizzando un apposito CMS (content management system). Per avere un’idea più precisa sui passaggi da compiere da’ un’occhiata alle mie guide su come fare un sito con WordPress ecome creare un sito con Joomla.
  • Impara ad usare Adsense – uno dei principali sistemi per monetizzare i contenuti di siti e blog è pubblicare dei banner pubblicitari su questi ultimi. Corri quindi a leggere la mia guida su come guadagnare con AdSense e scopri come muovere i primi passi all’interno di questo mondo.
  • Servizi di affiliate marketing – è possibile fare soldi su Internet anche partecipando ai programmi di affiliate marketing. Di che si tratta? Te lo spiego subito. Alcuni grandi aziende, come ad esempio Amazon ed Apple, permettono di creare dei link sponsorizzati e di guadagnare delle piccole percentuali sugli oggetti o i contenuti digitali che vengono acquistati tramite questi ultimi. Per saperne di più da’ un’occhiata al mio tutorial su come guadagnare con un sito in cui ti ho parlato abbondantemente di questi sistemi.
  • Promozione sui social network – per far aumentare le visite al proprio sito (e quindi gli introiti pubblicitari) occorre consolidare la propria presenza sui social network e promuovere in maniera intelligente i propri contenuti. Una volta raggiunto un buon numero di follower su Twitter e Facebook, è possibile sfruttare i profili social anche per racimolare qualche soldo. Come? Te l’ho spiegato nei miei post su come guadagnare con Facebook e come guadagnare con Twitter.

Se non vuoi creare un sito per trasformarlo in un vero e proprio business ma ti accontenti di arrotondare lo stipendio con la realizzazione di un piccolo blog, puoi affidarti a Blogspot di Google e monetizzare i tuoi contenuti tramite Adsense. Maggiori info a riguardo le trovi nel mio tutorial su come creare un blog con Blogspot.

Metti a frutto le tue passioni!

Esistono tanti modi per fare soldi su Internet legalmente e mettere a frutto le proprie passioni. La realizzazione di un sito Web è solo una di queste, qui sotto ci sono altre strade che potresti seguire (spero con profitto, ma ci vogliono sempre un bel po’ di fortuna e perseveranza).

  • Ami scrivere? Allora potresti provare a scrivere un libro e pubblicarlo su piattaforme di self-publishing come Lulu e Amazon. Utilizzandole, potrai trasformare i tuoi scritti in libri cartacei o ebook senza passare per il giudizio di un editore. Per saperne di più, consulta la mia guida su come pubblicare un libro.
  • Sei un appassionato di fotografia? Potresti pensare di vendere i tuoi scatti online su un sito come 500px.
  • Sei un video-maker o un gamer? Prova a far fruttare la tua passione diventando una YouTube-star e guadagnando tramite banner pubblicitari e sistemi di partnership. Te ne ho parlato dettagliatamente nella mia guida su come guadagnare con YouTube.
  • Realizzi oggetti fatti a mano? Puoi venderli su Etsy, un noto servizio online permette di avere una propria vetrina digitale e vendere oggetti fatti a mano pagando circa 20 cent per ogni inserzione + una commissione del 3,5% sulle vendite effettuate.

Altri modi per arrotondare lo stipendio

  • Scrivi guide su argomenti in cui ti senti ferrato – esistono servizi, come O2O di Banzai, che permettono di guadagnare piccole somme di denaro scrivendo tutorial su vari argomenti (informatica, fai-da-te, giardinaggio, cucina ecc.). Il pagamento medio è di circa 2,40 euro a guida, le tracce da sviluppare vengono fornite dal servizio stesso. La soglia minima per riscuotere i pagamenti è di 25 euro.
  • Partecipare a sondaggi online – anche se i guadagni che garantiscono sono sempre più risicati, potrebbe valere ancora la pena prendere in considerazione servizi come American Consumer Opinion e MySurvey che consentono di racimolare qualche soldo rispondendo a dei sondaggi online. Te ne ho parlato in maniera più approfondita nel mio post su come guadagnare con i sondaggi.