Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mandare allegati pesanti

di

Avendo la necessità di inoltrare un file molto pesante a un tuo amico, hai pensato di inviarlo come allegato tramite email. Purtroppo, però, tutti i tuoi tentativi non hanno dato l’esito sperato poiché non avevi fatto i conti con i limiti di upload della tua casella di posta elettronica (e/o quella del destinatario). Per evitare di dover trasferire il file in questione su una chiavetta USB e consegnarla di persona al tuo amico, vorresti il mio aiuto per conoscere le soluzioni a tua disposizione.

Le cose stanno così, dico bene? Allora sarò ben felice di darti una mano e spiegarti come mandare allegati pesanti. Per prima cosa, sarà mio compito mostrarti la procedura dettagliata per inviare file di grandi dimensioni tramite email sfruttando i vari servizi di cloud storage. Successivamente, troverai anche le indicazioni per inviare allegati pesanti online, senza necessariamente passare dalla propria casella di posta elettronica.

Se non vedi l’ora di saperne di più e approfondire l’argomento, tutto quello che devi fare è dedicarti alla lettura delle prossime righe e seguire attentamente le indicazioni che sto per darti. Così facendo, ti assicuro che riuscirai a inviare tutti i file pesanti che desideri senza riscontrare alcun tipo di problema. Detto ciò, a me non resta altro che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come mandare file pesanti via email

Per mandare allegati pesanti tramite email, non devi far altro che accedere alla tua casella di posta elettronica, cliccare sul pulsante per allegare un nuovo file e inviare il tuo messaggio. Nel caso in cui il file che intendi allegare superi i limiti di upload consentiti, sarai contento di sapere che alcuni servizi di posta elettronica, come Gmail, Outlook e Yahoo, consentono di inviare file di grandi dimensioni tramite strumenti integrati. Trovi tutto spiegato nel dettaglio proprio qui sotto.

Come inviare allegati pesanti con Gmail

Gmail

Prima di spiegarti come inviare allegati pesanti con Gmail, devi sapere che il celebre servizio di posta elettronica di Google permette di allegare file fino a 25 MB.

Se il file che intendi inviare tramite email è di dimensioni inferiori ai limiti consentiti, collegati alla pagina principale di Gmail e, se ancora non lo hai fatto, inserisci i dati associati al tuo account Google nei campi appositi e premi sul pulsante Avanti, per accedere alla posta Gmail.

A questo punto, clicca sul pulsante Scrivi, per creare un nuovo messaggio, premi sull’icona della graffetta e seleziona il file che intendi allegare. Inserisci, poi, l’indirizzo email del destinatario, l’oggetto e il testo dell’email e clicca sul pulsante Invia, per inviare il messaggio.

Se, invece il file in questione è di dimensioni superiori ai 25 MB, seleziona l’opzione Inserisci file utilizzando Drive (il logo di Google Drive) e, nella nuova schermata visualizzata, seleziona la scheda Carica. Clicca, poi, sul pulsante Seleziona file dal dispositivo, scegli l’allegato da inviare e clicca sui pulsanti Scegli per il caricamento e Carica.

Così facendo, il file in questione verrà automaticamente caricato sul tuo Google Drive e aggiunto nel corpo dell’email come link a Drive. Inserisci, quindi, l’indirizzo email del destinatario, specifica l’oggetto e il testo dell’email e premi sul pulsante Invia, per inviare file pesanti con Gmail.

Gmail

Il destinatario del file, per scaricarlo sul proprio computer, dovrà semplicemente aprire il link contenuto nell’email ricevuta e, anche senza avere un account Google, cliccare sull’opzione Scarica (l’icona della freccia rivolta verso il basso).

Se preferisci inviare un file pesante con Gmail da smartphone e tablet, utilizzando l’app di Gmail per dispositivi Android e iPhone/iPad, devi sapere che la procedura è pressoché identica a quanto ti ho appena indicato per mandare un’email da computer.

Come inviare allegati pesanti con Outlook

Outlook

Se hai creato un account Outlook, molto probabilmente saprai che il servizio di posta elettronica in questione consente di allegare file fino a 20 MB. Per allegati di dimensioni superiori, è possibile caricare il file su OneDrive, il servizio di cloud storage di Microsoft, e inviarlo tramite email come link.

Per procedere, collegati dunque alla pagina principale di Outlook, clicca sul pulsante Accedi, in alto a destra, inserisci le credenziali associate al tuo account Microsoft nei campi Email, telefono o Skype e Password, e premi sul pulsante Accedi, per accedere a Outlook.

Adesso, clicca sulla voce Nuovo messaggio, in alto a sinistra, premi sul pulsante Allega e seleziona l’opzione Cerca in questo computer, per allegare il file di tuo interesse. A questo punto, se il file è di dimensioni inferiori a 20 MB, verrà automaticamente inserito nel corpo dell’email.

Se, invece, l’allegato che intendi aggiungere è di dimensioni superiori a quelle consentite, visualizzerai la schermata Come vuoi condividere questo file?. Scegli, quindi, l’opzione Carica e condividi come collegamento a OneDrive, per caricare il file in questione su OneDrive e aggiungerlo alla tua email come link. Il destinatario del messaggio potrà aprire il link in questione e scaricare l’allegato senza doversi registrare o autenticare in alcun modo.

Outlook

In alternativa, puoi caricare un file su OneDrive e inviarlo come link tramite email anche selezionando le opzioni Allega e Carica e condividi. Dopo aver selezionato il file di tuo interesse, clicca sul pulsante Carica e attendi che la barra d’avanzamento raggiunga il 100%.

Infine, a prescindere dalla procedura che hai scelto di seguire per caricare l’allegato, inserisci l’indirizzo email del destinatario nel campo A, specifica l’oggetto dell’email nel campo Aggiungi un oggetto e aggiungi un eventuale messaggio nel corpo della email. Premi, poi, sul pulsante Invia, per spedire l’email, e il gioco è fatto.

Outlook è disponibile anche sotto forma di applicazione per dispositivi Android (compresi quella senza servizi Google) e iPhone/iPad. Per inviare un file pesante da smartphone e tablet utilizzando l’app in questione, premi sull’icona della matita, per creare un nuovo messaggio, fai tap sull’icona della graffetta e seleziona l’opzione di tuo interesse tra Dispositivo, per allegare un file dal dispositivo in uso, o File, per selezionare un file che hai precedentemente caricato su OneDrive.

Infine, dopo aver specificato l’indirizzo email del destinatario, l’oggetto e il testo dell’email, fai tap sull’icona dell’aeroplano di carta, per spedire il messaggio.

Come inviare allegati pesanti con Yahoo

Yahoo

Yahoo consente di inviare allegati tramite email, a patto che non siano di dimensioni superiori a 25 MB. Tuttavia, collegando il proprio account Google Drive o Dropbox, è possibile inviare allegati di dimensioni maggiori: il file in questione verrà caricato automaticamente sul servizio di cloud storage di proprio interesse e allegato all’email come link. Il destinatario del messaggio, potrà aprire il link in questione e scaricare il file senza doversi registrare o autenticare in alcun modo.

Per procedere, collegati dunque al sito ufficiale di Yahoo Mail, inserisci i dati del tuo account nei campi Nome utente, email o cellulare e Password e clicca sul pulsante Avanti, per accedere alla tua casella di posta elettronica.

Adesso, premi sul pulsante Scrivi, per creare un nuovo messaggio, clicca sull’icona della graffetta, collocata nel menu in basso, e seleziona l’opzione Allega file dal computer dal menu che si apre. Scegli, poi, il file da allegare e premi sul pulsante Apri, per avviarne il caricamento. Se il file in questione è dimensioni inferiori a 25 MB, verrà automaticamente allegato all’email.

Se, invece, il file che intendi caricare è di dimensioni superiori a 25 MB, dovrai prima caricarlo sul servizio di cloud storage che preferisci tra Google Drive e Dropbox. A tal proposito, potrebbero esserti utili le mie guide su come caricare file su Google Drive e come caricare file su Dropbox.

Fatto ciò, accedi nuovamente a Yahoo Mail, clicca sul pulsante Scrivi, premi sull’icona della graffetta e seleziona l’opzione di tuo interesse tra Condividi file da Google Drive e Condividi file da Dropbox. In entrambi i casi, clicca sul pulsante Collega Google Drive/Collega Dropbox, inserisci i tuoi dati nei campi appositi e premi sui pulsanti Avanti e Consenti, per consentire il collegamento tra Yahoo Mail e il servizio di cloud storage che hai selezionato.

Yahoo

A questo punto, seleziona il file che hai caricato poc’anzi su Drive o Dropbox e premi sul pulsante OK, per aggiungerlo nel corpo dell’email. Inserisci, poi, l’indirizzo email del destinatario, l’oggetto e il testo dell’email e clicca sul pulsante Invia, per inviare il messaggio e l’allegato.

Yahoo Mail è disponibile anche sotto forma di applicazione per dispositivi Android (compresi i device senza servizi Google) e iPhone/iPad e, anche da smartphone e tablet, è possibile collegare il proprio account Google Drive e Dropbox e inviare file precedentemente caricati sui servizi in questione.

Per farlo, avvia l’app in questione, accedi con il tuo account Yahoo e fai tap sull’icona della matita, per creare un nuovo messaggio. Adesso, premi sull’icona della graffetta, per allegare un file dal tuo dispositivo, o fai tap sull’icona della nuvola, per collegare Google Drive e/o Dropbox e scegliere il file da inviare. Infine, premi sulla voce Invia, per inviare l’email, e il gioco è fatto.

Come mandare allegati pesanti online

WeTransfer

Se sei alla ricerca di una soluzione per mandare allegati pesanti gratis senza necessariamente dover passare dalla tua casella di posta elettronica, ti consiglio di provare WeTransfer. È un ottimo servizio online che, nella sua versione gratuita, permette di inviare file fino a 2 GB e senza effettuare alcuna registrazione.

Il servizio in questione è disponibile anche nella versione WeTransfer Pro (12 euro/mese o 120 euro/anno) che offre uno spazio d’archiviazione di 1 TB, consente di inviare file fino a 20 GB, permette di personalizzare l’URL dei file caricati e proteggere quest’ultimi con password. Inoltre, rimuove la limitazione relativa alla durata dei file che, nella versione gratuita, rimangono attivi solo per 7 giorni.

Se ritieni questa la soluzione più adatta alle tue esigenze, collegati al sito ufficiale di WeTransfer, clicca sul pulsante Aggiungi file e seleziona il file che intendi inviare, per avviarne il caricamento. Adesso, premi sull’icona dei tre puntini e scegli l’opzione che preferisci: Invia l’email per il trasferimento consente di inviare il file caricato tramite email ai contatti di tuo interesse, mentre selezionando la voce Ottieni link per il trasferimento ti verrà fornito il link relativo al file caricato che dovrai comunicare alle persone che desiderano scaricare il file in questione.

Nel primo caso, inserisci i dati richiesti nei campi Invia un’email a, La tua email e Messaggio e premi sul pulsante Trasferisci. Se, invece, hai optato per ottenere il link, inserisci un eventuale messaggio nel campo apposito e clicca sul pulsante Ottieni link. In entrambi i casi, il link relativo al tuo file sarà valido per 7 giorni.

La persona che riceverà l’email da WeTransfer o al quale fornirai il link che hai ottenuto, non dovrà fare altro che cliccare sul pulsante Scarica i file contenuto nell’email o aprire il link ricevuto e premere sul pulsante Scarica, per effettuare il download di tutti gli allegati che sono stati inviati. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come funziona WeTransfer.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.