Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come personalizzare Google Chrome

di

Google Chrome è un browser che punta quasi tutto sulla velocità e sulla semplicità di utilizzo, ma questo non vuol dire che è meno funzionale o personalizzabile di altri browser. Al contrario, Chrome può essere personalizzato nell’aspetto e, soprattutto, nelle funzionalità grazie a tantissimi temi e componenti aggiuntivi che sono disponibili gratuitamente sullo store ufficiale del programma (almeno per quanto riguarda la sua versione desktop, su smartphone e tablet le possibilità di personalizzazione sono più limitate). Ovviamente, è possibile modificare anche le impostazioni generali del programma, come l’home page, il motore di ricerca predefinito e così via.

Interessante, vero? Allora non perdere altro tempo e scopri, insieme a me, come personalizzare Google Chrome: ti garantisco che, tra temi artistici per cambiare il look del programma ed estensioni che permettono di espanderne le funzionalità, in men che non si dica ti ritroverai con un browser personalizzato al 100% e pronto a soddisfare ogni tua esigenza lavorativa e/o personale.

Ora però non perdiamo più tempo in chiacchiere e mettiamoci subito all’opera. Sei pronto per iniziare? Bene, allora mettiti bello comodo, concentrati sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Ti garantisco che, grazie alle indicazioni che sto per darti, riuscirai ad applicare a Chrome le personalizzazioni che più preferisci senza la minima difficoltà. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come personalizzare Google Chrome con le estensioni

Come ti ho già accennato nell’introduzione di questo tutorial, uno dei migliori modi di personalizzare Google Chrome è senz’altro quello di ampliarne le funzionalità installando delle estensioni, ovvero dei componenti aggiuntivi che ampliano le funzioni del browser, consentendogli di svolgere dei compiti che altrimenti non potrebbe portare a termine (o semplificando l’accesso ad alcune funzioni già incluse nel browser).

Per installare gli add-on per Chrome, devi innanzitutto collegarti alla sezione del Chrome Web Store dedicata ai componenti aggiuntivi e scegliere quelli che sono più adatti alle tue esigenze. Puoi sfogliare le estensioni disponibili scorrendo la pagina e pigiando sui bottoni Visualizza tutto presenti in corrispondenza delle varie sezioni dello store o effettuare delle ricerche mirate, utilizzando la barra di ricerca collocata in alto a sinistra e selezionando poi l’opzione Estensioni collocata sotto di essa.

Per installare un’estensione in Chrome, poi, non devi fare altro che cliccare sul suo nome e, nella pagina che si apre, fare clic sui pulsanti Aggiungi e Aggiungi estensione. Dopo aver installato un add-on, non c’è bisogno di riavviare Chrome per utilizzarlo e, dunque, è possibile usarlo immediatamente aprendo una nuova scheda del programma.

E adesso, ecco un rapido elenco con alcune delle migliori estensioni per Chrome che puoi installare per iniziare a personalizzare il tuo browser.

  • WOT — si tratta di un utilissimo componente aggiuntivo che segnala il grado di affidabilità dei siti Internet visitati aggiungendo dei simboli colorati nella barra degli strumenti di Chrome.
  • LastPass – ottima estensione gratuita che permette di memorizzare i dati di accesso ai siti Web e sincronizzare tali informazioni su più device. Te ne ho parlato anche nel mio tutorial su come gestire le password.
  • Google Mail Checker — se hai un indirizzo di posta Gmail, questa estensione ti avvertirà ogni volta che ci saranno nuovi messaggi da leggere. Include funzionalità extra rispetto al notifier ufficiale di Gmail.
  • Buffer — si tratta dell’estensione ufficiale di Buffer, un popolarissimo servizio gratuito che permette di organizzare e programmare la pubblicazione dei post sui principali social network.
  • Download Master — quando si naviga su Internet, spesso ci si trova al cospetto di contenuti interessanti, siano essi foto o video, che si desidera scaricare per visualizzarli anche offline. Questa estensione permette di fare proprio questo: scaricare in sequenza i contenuti multimediali presenti sul Web.
  • Video DownloadHelper – un’estensione che permette di “catturare” e quindi scaricare i video presenti su tutti i siti Web.
  • The Great Suspender — per chi è attento ai consumi, questo add-on è da prendere in considerazione, dal momento che permette di “economizzare” il consumo della memoria RAM mettendo in “freezer” i tab inutilizzati per un determinato periodo di tempo.

Se vuoi approfondire l’argomento e conoscere tante altre estensioni per Chrome, non devi fare altro che dare un’occhiata alla guida che ho già pubblicato sull’argomento, dove ho provveduto a ordinare per categoria quelli che, a mio modesto parere, sono i migliori add-on per il browser prodotto dal colosso di Mountain View.

Qualora volessi disinstallare un’estensione, devi cliccare con il tasto destro del mouse sulla sua icona, selezionare la voce Rimuovi da Chrome… dal menu che si apre e rispondere Rimuovi all’avviso che compare a schermo. In alternativa, puoi recarti nel menu (⋮) > Altri strumenti > Estensioni di Chrome e premere sul pulsante Rimuovi che è posto accanto al nome del componente aggiuntivo da eliminare.

Se, invece, vuoi semplicemente rimuovere un’estensione dalla barra degli strumenti di Chrome, quindi senza disattivarla completamente, fai clic destro sull’icona dell’add-on che ti interessa nascondere e seleziona la voce Nascondi in menu Chrome dal menu che compare.

Come personalizzare Google Chrome con le applicazioni

Un altro modo per personalizzare Google Chrome è quello di installare delle applicazioni, ossia delle icone che compaiono nella pagina iniziale del browser (quella che viene visualizzata quando si apre una nuova scheda in Chrome) e che di solito rappresentano dei collegamenti a delle applicazioni Web e giochi online oppure delle mini-applicazioni con componenti installati in locale. Nel momento in cui scrivo, Google ha purtroppo rimosso la sezione App dalle versioni del Chrome Web Store per Windows, macOS e Linux, lasciandola soltanto sulla versione per Chrome OS, il sistema operativo sviluppato da Google per i ChromeBook.

Per installare un’applicazione su Chrome, bisogna collegarsi alla pagina del Chrome Web Store dedicata a queste ultime, cliccare sull’icona dell’applicazione o del gioco che intendi “installare” nel browser e, nella pagina che si apre, pigiare prima sul bottone blu Aggiungi e poi su Aggiungi a Chrome.

Tra le migliori applicazioni per Chrome disponibili attualmente, ci sono tutti i servizi online di Google (Gmail, Google Calendar, YouTube, etc.), i social network (Facebook, Twitter, etc.) e tantissime altre applicazioni online. Come ti dicevo, però, al momento è possibile installarle soltanto sulla versione di Chrome per i Chromebook.

Come personalizzare Google Chrome con i temi

Se vuoi rendere ancora più bello Chrome modificandone l’aspetto e i colori, puoi scaricare i molteplici temi disponibili nell’apposita sezione del Chrome Web Store: ce ne sono per tutti i gusti e sono facilissimi da installare e applicare. Ti consiglio, comunque, di usarli con parsimonia, in quanto alcuni di essi appesantiscono non poco il carico di lavoro che deve compiere il tuo PC, soprattutto se presenta una dotazione hardware vetusta.

Per installare un tema in Chrome, devi cliccare sulla sua anteprima e, nella pagina che si apre, pigiare sul pulsante blu Aggiungi, così da applicarlo all’istante al browser. Se il tema che hai applicato non ti soddisfa, puoi disabilitarlo immediatamente cliccando sul pulsante Annulla che compare sotto la barra degli indirizzi di Chrome.

Per cercare un tema, invece, basta digitare una parola chiave nel campo di ricerca che si trova nell’angolo in alto a sinistra nel Chrome Web Store e mettere il segno di spunta sulla voce Temi, che si trova sotto il campo di ricerca. Se non hai la più pallida idea di quale tema installare o se, al contrario, sei nell’imbarazzo della scelta e non riesci a decidere quale applicare, dai un’occhiata a questa selezione di temi scelti dal team di Google: sono sicuro che saranno di tuo gradimento.

Qualora dovessi decidere di disinstallare il tema in uso e ripristinare quello originale di Chrome, pigia sull’icona (⋮) posta in alto a destra, seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre e, nella sezione Aspetto, premi sul bottone Ripristina impostazioni predefinite. Per maggiori informazioni riguardanti l’attivazione e la disattivazione dei temi su Chrome, leggi l’approfondimento che ti ho appena linkato.

Se malauguratamente questa procedura non dovesse permetterti di rimuovere il tema in questione, ti consiglio di ripristinare le impostazioni del browser seguendo le istruzioni contenute in questa pagina, perché può darsi che tu abbia installato un malware (se dalle tue “indagini” vieni a sapere che è effettivamente così, ti esorto a contattare Google per segnalare l’accaduto). Se questo è effettivamente ciò che è accaduto, ti consiglio anche di fare una scansione anti-malware seguendo le istruzioni che ti ho fornito in quest’altra guida.

Come personalizzare le impostazioni generali di Google Chrome

Come ti dicevo nell’introduzione, è possibile modificare anche le impostazioni generali di Google Chrome. Per farlo, devi pigia sull’icona (⋮) posta in alto a destra e poi selezionare la voce Impostazioni dal menu compare. Nella pagina che si apre, puoi modificare a tuo piacimento le impostazioni di Chrome agendo sui pulsanti e i menu visualizzati.

  • Aspetto — per abilitare la visualizzazione del pulsante Home, per selezionare la pagina da visualizzare nelle nuove schede aperte, per abilitare/disabilitare la barra dei preferiti, i caratteri e lo zoom delle pagine.
  • Motore di ricerca — per modificare il motore di ricerca e scegliere come predefinito quello che più preferisci utilizzare.
  • Browser predefinito — per impostare Chrome come browser predefinito.
  • All’avvio — per fare in modo che il browser all’avvio apra una nuova scheda vuota, continui da dove era rimasto o apra una nuova pagina o un’insieme di pagine specifico.

Cliccando sul pulsante ▾ Avanzate, è possibile ampliare il menu e andare ad agire su altri parametri per modificare la lingua del browser, le impostazioni riguardanti la privacy e la sicurezza e così via. Per maggiori informazioni su come personalizzare le impostazioni di Chrome in questione, leggi tutti gli approfondimenti che ti ho linkato.

Come personalizzare Google Chrome su smartphone e tablet

Anche su smartphone e tablet è possibile personalizzare Google Chrome. Come ti accennavo nell’introduzione del post, non è possibile applicare temi o scaricare estensioni, ma comunque è possibile agire sulle principali impostazioni del browser.

Per procedere, avvia l’app di Chrome sul tuo dispositivo Android o iOS, pigia sul bottone (⋮) o (…) e fai tap sulla voce Impostazioni dal menu che si apre lateralmente sulla destra. Dopodiché pigia sul pulsante Motore di ricerca per modificare il motore di ricerca predefinito, Autocompilazione e pagamenti/Compilazione automatica dei moduli per abilitare o disabilitare la compilazione automatica dei moduli, Password per scegliere se salvare le password nel browser o meno e così via.