Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come usare PEC

di

La posta elettronica certificata (PEC) è uno strumento che consente di inviare e ricevere email aventi un valore legale pari a quello delle raccomandate con ricevuta di ritorno. Può essere utilizzata da privati cittadini, aziende ed enti della Pubblica Amministrazione per scambiarsi comunicazioni e documenti essendo certi dell’avvenuta consegna delle comunicazioni e dell’identità del destinatario.

È possibile aprire un indirizzo di posta certificata rivolgendosi a varie aziende. I costi variano a seconda delle dimensioni della casella e dei servizi ad essa correlati, ma in ogni caso il sistema adottato per la comunicazione è sempre lo stesso: si possono scambiare messaggi fra PEC di diverse aziende senza il benché minimo problema, proprio come avviene con gli indirizzi email tradizionali.

Per le aziende, comprese le ditte individuali, la posta elettronica certificata è addirittura un obbligo: tutte le società devono munirsi di un indirizzo PEC e iscriverlo al Registro delle Imprese usando l’apposito portale Web.

A questo punto ti starai chiedendo come usare PEC. E beh, credimi: la risposta è di una semplicità disarmante. Tutto quello che devi fare è scegliere una delle tante aziende che offrono il servizio, registrarti sul loro sito, pagare l’apertura della tua casella di posta a mezzo carta di credito/prepagata, inviare la documentazione richiesta via email o tramite il pannello Web della società (di solito basta inviare una copia della propria carta d’identità) e il gioco è fatto.

Proprio come la maggior parte dei servizi email tradizionali, gli indirizzi di posta certificata possono essere utilizzati direttamente dal browser, tramite un comodo pannello Web, oppure nei client di posta elettronica, come Outlook e Thunderbird, configurandoli tramite POP3 o IMAP. Non bisogna installare alcun programma particolare né bisogna usare chiavette o lettori di smart card.

Sul sito Internet dell’Agenda Digitale puoi trovare la lista di tutti i gestori italiani che offrono il servizio di posta certificata. Fra i più utilizzati ti segnalo Libero PEC che per 25 euro + IVA all’anno consente di avere una casella illimitata,  Aruba che offre una casella da 1GB per 5 euro/anno e Poste Italiane che propone una casella da 100MB a 5,50 euro + IVA all’anno.

Come usare PEC

Dopo aver acquistato e attivato la tua casella di posta elettronica certificata, come già accennato, puoi scegliere se utilizzarla dal browser o se configurare l’account nel tuo client di posta preferito (scelta consigliata, conservare sul computer dei messaggi importanti come quelli ricevuti via PEC mi sembra opportuno). Trovi tutti i parametri per POP3 e/o IMAP sul sito dell’azienda con cui hai aperto la casella.

Ad ogni modo, che la si utilizzi da client o da browser, la PEC funziona allo stesso modo.

  • Il mittente del messaggio invia la sua email, la quale viene presa in carico dal gestore (ossia dall’azienda che ha rilasciato la sua casella PEC) che ne verifica la conformità agli standard.
  • Al termine della verifica, il gestore “imbusta” nuovamente il messaggio, lo spedisce al gestore del destinatario e avvisa il mittente dell’accettazione della sua email.
  • Il gestore del destinatario verifica il contenuto del messaggio ricevuto, l’autenticità della firma del gestore del mittente e, se è tutto in regola, fa arrivare l’email a destinazione spedendo contemporaneamente un avviso di avvenuta consegna al gestore del mittente (il quale la “gira” all’utente).

Sembra un processo lunghissimo e complicato, ma non ti preoccupare perché in realtà avviene tutto in pochissimi istanti e tu non devi muovere nemmeno un dito: devi digitare il tuo messaggio di posta elettronica, spedirlo alla PEC del destinatario e attendere le notifiche di accettazione e consegna dell’email (le quali contengono tutti i dati relativi a orario, data e contenuto del messaggio).

Attenzione però: le notifiche di avvenuta consegna non testimoniano la lettura delle email da parte del destinatario, solo il loro arrivo a destinazione.

Come usare PEC

Come vedi, non occorrono conoscenze tecniche avanzate o strumentazioni particolari per usare PEC. Certo, bisogna sborsare qualche euro per utilizzare il servizio, ma come detto in precedenza le caselle personali di base costano davvero poco.

In realtà fino a qualche tempo fa esisteva anche una casella di posta certificata gratuita: Posta Certificat@, che era promossa dal Governo Italiano e permetteva di comunicare solo con la Pubblica Amministrazione.

Dal 18 dicembre 2014 il servizio è in fase di dismissione e non saranno più rilasciate nuove caselle di questo tipo (tecnicamente dette CEC-PAC). Dal 18 marzo 2015 i vecchi utenti di Posta Certificat@ potranno richiedere una casella PEC in prova per una anno contattanto l’indirizzo richiestapec@agid.gov.it. Maggiori info qui.