Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per hacker

di

Hai dimenticato password e indirizzo email per accedere al tuo account Facebook e ti piacerebbe capire se esiste qualche software per riuscire a recuperare questi dati dal tuo PC? Ti stai divertendo ad approfondire il tema dell’hacking e, dunque, ti piacerebbe scoprire quali sono gli strumenti che gli “smanettoni”, “buoni” o “cattivi” che essi siano, utilizzano per compiere le loro imprese ed entrare nei sistemi informatici? Allora credo che dovresti dare un’occhiata ad alcuni programmi per hacker, come quelli trovi indicati in questa mia guida.

Nelle righe successive, trovi infatti segnalata una serie di software di cui puoi avvalerti per compiere le operazioni di cui sopra (e molte altre!) senza particolari problemi. Ovviamente, ci tengo a precisarlo, non si tratta di virus o altri malware usati spesso dai malintenzionati per violare i sistemi informatici altrui (lungi da me proporti qualcosa del genere!), bensì di strumenti che possono tornare utili ai più per il recupero dei propri dati e per il controllo dei propri computer. Inoltre, al contrario di quel che tu possa pensare, non sono particolarmente difficili da usare e, nella maggior parte dei casi, non richiedono competenze tecniche specifiche.

Allora? Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e comincia subito a concentrati sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso.

Indice

Programmi per hacker per rubare password

Iniziamo questo _excursus_ tra i programmi per hacker passando al setaccio quelli per rubare le password o, per meglio intenderci, quelli che possono far comodo per recuperare le chiavi d’accesso a social network, servizi online, documenti, archivi compressi ecc. Per saperne di più, prosegui pure nella lettura: trovi indicato tutto qui sotto.

Nota: per ovvi motivi, alcuni software segnalati di seguito potrebbero essere visti dagli antivirus come potenziali minacce, ma si tratta di “falsi positivi”, in realtà non contengono alcun malware.

Appnimi all-in-one Password Unlocker (Windows/macOS)

Appnimi all-in-one Password Unlocker

Come suggerisce il suo nome, Appnimi all-in-one Password Unlocker è un’applicazione che permette di oltrepassare facilmente le password di varie tipologie di file, tra cui archivi compressi ZIP e RAR, PDF e file di Office (Excel, ecc.). Il programma, disponibile sia per Windows che per macOS, funziona con due metodi di lavoro diversi: l’attacco brute force e l’attacco dizionario, i quali permettono, rispettivamente, di “scassinare” i file provando a indovinare le password lettera per lettera oppure cercando le parole chiave all’interno di un dizionario con parole di senso compiuto. È a pagamento (presenta un prezzo base pari a 29,99$), ma lo si può scaricare in versione di prova gratuita. Da notare, inoltre, che per funzionare necessita dell’installazione di Java sul computer.

Per potertene servire, recati sul sito Internet del programma, scorri la pagina visualizzata e fai clic sul pulsante Download for Windows oppure su quello Download for Mac OS, a seconda del sistema operativo che stai usando sul tuo computer.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, estrai in una cartella a piacere l’archivio ZIP ottenuto e avvia il file .exe contenuto al suo interno. Premi, quindi, sul pulsante nella finestra comparsa sullo schermo e poi sui bottoni Next, I Agree, Install e Finish.

Se, invece, stai usando macOS, estrai l’archivio ZIP scaricato in una qualsiasi posizione sul tuo Mac, trascina l’icona dell’applicazione contenuta al suo interno nella cartella Applicazioni del computer, fai clic destro su di essa, seleziona la voce Apri dal menu contestuale visualizzato e premi sul bottone Apri nella finestra comparsa sulla scrivania, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra di Appnimi all-in-one Password Unlocker, devi richiedere il codice per poter testare gratuitamente il programma: per ottenerlo, compila i campi in basso con il tuo nome e il tuo indirizzo di posta elettronica e premi sul pulsante Get Free License Key. Accedi poi alla tua casella email, apri il messaggio ricevuto da Appnimi Support, copia il codice di licenza che ti è stato fornito e incollalo nel campo License Key della finestra del software, dopodiché fai clic sul bottone Activate.

A questo punto, premi sul bottone Select File collocato in alto e seleziona il file relativamente al quale desideri intervenire. Serviti poi delle voci presenti sulla barra degli strumenti per definire la modalità d’azione dell’attacco da usare, per regolare le impostazioni relative al dizionario delle parole chiave e sulle impostazioni relative alla lunghezza della password, al tipo di caratteri usati ecc., cliccando, rispettivamente, sui pulsanti Brute Force, Dictionary e Options.

Infine, premi sul pulsante Start per dare il via alla procedura per individuare la password: se il programma riuscirà a trovarla, ti verrà mostrata nel campo Recovered Password situato nella parte in basso della schermata.

WebBrowserPassView (Windows)

WebBrowserPassView

Un altro programma per recuperare le password che ti consiglio di utilizzare è WebBrowserPassView. È gratis, solo per Windows ed è in grado di estrapolare tutti i dati di login salvati in Internet Explorer, Chrome e Firefox. Inoltre, per funzionare, non necessita d’installazione.

Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul sito Internet del software e seleziona il collegamento Download WebBrowserPassView (In zip file) posto al centro della pagina. Provvedi anche a effettuare il download del file per la traduzione in Italiano, facendo clic sul collegamento Italian che trovi nella tabella posta poco più in basso.

A scaricamento ultimato, estrai entrambi gli archivi ZIP ricavati in una qualsiasi cartella di Windows e avvia il file .exe. Nella finestra che ti sarà mostrata sullo schermo, troverai riportate tutte le password (con il relativo nome utente al seguito) salvate nei vari browser in uso sul computer che il programma è stato in grado di scovare.

Se necessario, puoi copiare una determinata password nella clipboard facendoci clic destro sopra e selezionando Copia password dal menu che si apre. Se, invece, vuoi salvare tutti i dati ricavati in un file di testo, selezionali, clicca sull’icona del floppy disk che si trova in alto, indica il nome che vuoi assegnare al documento, la posizione di tuo interesse e clicca sul bottone Salva.

Programmi per hacker per rubare password Wi-Fi

Non ricordi più la password del Wi-Fi della tua abitazione e ti interesserebbe capire quali sono i programmi per hacker utili in tal senso? Allora metti subito alla prova quelli che ho provveduto a segnalarti qui di seguito, vedrai che non te ne pentirai.

Centro connessioni di rete e condivisione (Windows)

Centro connessioni di rete e condivisione di Windows 10

Se stai usando un PC Windows, per scovare le password delle reti wireless salvate sul computer puoi usare il Centro connessioni di rete e condivisione: non si tratta propriamente di un programma, bensì di una funzione già inclusa nei sistemi operativi di casa Microsoft, ma era comunque mio dovere segnalartelo, in quanto consente di accedere al portachiavi del sistema operativo e di visualizzare in chiaro le password delle reti Wi-Fi che sono state salvate sul computer.

Su Windows 10 e Windows 8/8.x, puoi accedervi facendo clic destro sull’icona di rete (quella con le tacchette del Wi-Fi) situata nell’area di notifica (accanto all’orologio di sistema) e selezionando, dal menu che si apre, la voce Apri centro connessioni di rete e condivisioni.

Nella finestra che in seguito ti viene mostrata sullo schermo, clicca sul nome della rete Wi-Fi che trovi sotto la dicitura Internet e clicca sul bottone Dettagli. Seleziona, quindi, la scheda Sicurezza e, in corrispondenza del campo Chiave di sicurezza di rete, potrai visualizzare la password della rete wireless. Se la password non è visibile in chiaro, spunta la casella Mostra caratteri, per rimediare.

Se, invece, stai usando Windows 7 o una versione precedente di Windows, fai clic sull’icona di rete che si trova nell’area di notifica, fai clic destro sul nome della connessione di tuo interesse dal menu che si apre e seleziona la dicitura Proprietà nella finestra comparsa sul desktop. I passaggi che a questo punto devi compiere sono uguali a quelli visti poc’anzi per le versioni più aggiornate di Windows.

WirelessKeyView (Windows)

WirelessKeyView

In alternativa alla funzione “di serie” di Windows, per visualizzare le password del Wi-Fi puoi appellarti a WirelessKeyView: si tratta di un software gratuito, no-install e facilissimo da usare che consente di visualizzare in chiaro le chiavi d’accesso delle reti Wi-Fi utilizzate per collegarsi dal computer e che, ovviamente, sono state memorizzate in Windows.

Per effettuarne il download, recati sul suo sito Internet ufficiale e clicca sul link Download WirelessKeyView for x64 oppure su quello Download WirelessKeyView 32-bit, a seconda della versione di Windows che stai usando (a 64 bit oppure a 32 bit). In seguito, seleziona il collegamento Italian che trovi nella tabella apposita, in modo tale da scaricare il file per la traduzione in lingua Italiana.

Completato lo scaricamento, estrai entrambi gli archivi ZIP ricavati nella medesima cartella, dopodiché apri il file .exe e clicca sul pulsante nella finestra che compare sullo schermo.

Una volta visualizzata la finestra di WirelessKeyView, ti sarà mostrato l’elenco completo delle reti Wi-Fi memorizzate sul computer e le rispettive password, oltre che il tipo di cifratura impiegata. Se vuoi, puoi salvare i dati in questione in un file di testo, selezionando gli elementi di tuo interesse, cliccando sul bottone con il floppy disk che si trova in alto, indicando nome e posizione che vuoi assegnare al documento e premendo sul bottone Salva.

Accesso Portachiavi (macOS)

Accesso Portachiavi macOS

Se stai usando un Mac e vuoi recuperare le password delle reti senza fili alle quali ti sei connesso in passato, puoi rivolgerti ad Accesso Portachiavi. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un’applicazione preinstallata su macOS che consente di memorizzare sia localmente che su iCloud tutti i dati di login digitati sul computer e che, dunque, può far comodo per lo scopo in questione.

Per servirtene, apri l’applicazione facendo clic sulla relativa icona che trovi nella cartella Altro del Launchpad. Nella finestra che compare, clicca sulla voce Sistema collocata nel menu a sinistra e sulla dicitura Password nella sezione Categoria (che si trova sempre a sinistra). In seguito, fai doppio clic sul nome della rete Wi-Fi di tuo interesse, che trovi a destra.

Nell’ulteriore finestra che ti viene mostrata, seleziona l’opzione Mostra la password, immetti la password del tuo account utente su macOS e clicca sul bottone OK. Se richiesto, digita nuovamente nome utente e password del tuo account e premi sul bottone Consenti. Una volta fatto ciò, la password della rete senza fili risulterà visibile in corrispondenza del campo Mostra la password.

Kali Linux (Linux)

Kali LInux

Un’altra risorsa alla quale puoi appellarti è Kali Linux. Si tratta, in realtà, di un sistema operativo, una particolare versione di Linux, in cui sono però stati integrati molti strumenti ad hoc per analizzare e bypassare le protezioni delle reti Wi-Fi. Per servirtene, devi disporre di una discreta conoscenza dell’argomento, anche se in molti casi basta documentarsi un po’ in Rete per riuscire a ottenere risultati di buon livello. È gratuito e si può impiegare senza problemi sulla maggior parte dei computer.

Per scaricare Kali Linux, devi recarti sul suo sito Internet ufficiale. A download avvenuto, puoi scegliere se copiare l’OS su una pendrive, come ti ho spiegato nel mio post su come creare una chiavetta USB avviabile, o su un CD/DVD, seguendo le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come masterizzare file ISO, e se effettuarne l’installazione sul PC oppure se eseguire il sistema operativo in modalità live.

In alternativa, puoi installare Kali Linux su macchina virtuale (usando, ad esempio, un software come VirtualBox), ma per riuscirci devi disporre di una scheda di rete esterna. Per maggiori dettagli sul da farsi, fa’ riferimento al mio tutorial specifico su come installare Kali Linux.

Per quanto riguarda l’uso, si fa’ tutto tramite Terminale, quindi da riga di comando. Per scoprire come servirtene e quali sono i principali comandi disponibili, ti basta fare qualche ricerca su Google. Io, per ragioni facilmente deducibili, non posso parlarti in maniera approfondita della cosa, mi spiace.

Ad ogni modo, impartendo i giusti comandi da Terminale ed effettuando la procedura in maniera corretta, sul desktop vengono poi salvati alcuni file che, se tratti ulteriormente da riga di comando e impiegando alcuni file dizionario che si possono trovare in Rete, consentono di scovare la password della connessione Wi-Fi d’interesse.

Programmi per hacker per PC

Vorresti capire di quali software puoi avvalerti per tenere sotto controllo le varie attività che vengono svolte sul tuo computer? Allora dovresti proprio usare uno dei programmi per hacker per PC che trovi segnalati nelle righe successive: si tratta, essenzialmente, di keylogger, cioè software che registrano di nascosto tutto ciò che viene digitato sulla tastiera del computer, e soluzioni di parental control, per monitorare i software e le attività svolte sul computer in uso.

KidLogger (Windows/macOS)

KidLogger

KidLogger è un software gratuito per Windows e macOS concepito perlopiù per tenere traccia delle attività svolte al computer dai bambini, come lascia intendere il nome stesso. Per la precisione, permette di monitorare di tutto ciò che viene digitato sulla tastiera del computer, le applicazioni aperte, i siti Internet visitati e molto altro ancora, creando un apposito report consultabile in un secondo momento.

Per scaricarlo sul tuo computer, recati sul sito Web del programma e clicca sul bottone Scarica, posto in corrispondenza del logo del sistema operativo che stai usando. In seguito, premi sul bottone Download stable/fresh version, digita il codice di controllo nel campo visualizzato su schermo e fai clic sul pulsante OK.

A download ultimato, se stai usando Windows, estrai in una cartella a piacere l’archivio ZIP ottenuto e apri il file .exe che si trova al suo interno. Nella finestra che compare sul desktop, clicca sui pulsanti , OK e Avanti. Seleziona poi la voce Accetto i termini del contratto di licenza e premi ancora sul pulsante Avanti per tre volte di fila, dopodiché fai clic sui pulsanti Installa, Fine e .

Se stai usando macOS, invece, estrai l’archivio ZIP ottenuto, trascina l’icona di KidLogger presente al suo interno nella cartella Applicazioni del computer, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu che compare, in modo tale da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio). Se ti viene chiesto di permettere all’applicazione di accedere a microfono e fotocamera, acconsenti pure alla cosa.

Ora che visualizzi la finestra del programma sullo schermo, se stai usando Windows, seleziona l’account utente da monitorare dall’elenco in alto a sinistra e avvia il monitoraggio del PC, facendo clic sul pulsante Avvia la registrazione. Su macOS, invece, premi sul pulsante Opzioni, recati nella scheda Utenti nella nuova finestra che si apre e scegli l’utente da monitorare dal menu a tendina apposito, dopodiché clicca sul bottone Fatto e su quello Start, digita la password del tuo account utente, clicca sul pulsante OK e permetti a KidLogger di sfruttare le funzioni di accessibilità, seguendo le indicazioni su schermo.

In seguito, potrai visualizzare tutto ciò che è stato digitato sulla tastiera del computer facendo clic sul bottone Visualizza la registrazione/Visualizza nella schermata di KidLogger, nella finestra del browser che andrà ad aprirsi.

Ti segnalo altresì la possibilità di chiudere la finestra di KidLogger, per evitare che salti all’occhio, cliccando sul bottone Chiudi/Nascondi nella parte in basso a destra della stessa. Per interrompere il funzionamento del programma, invece, se stai usando Windows, clicca sul bottone Interrompi la registrazione e poi su quello OK, mentre se stai usando macOS, premi sul bottone Stop, digita la password del tuo account utente e clicca sul pulsante OK.

Spyrix Keylogger (Windows/macOS)

Spyrix Keylogger

Se il software di cui ti ho parlato nelle righe precedenti non ti ha convinto in maniera particolare, puoi provare Spyrix Keylogger, un keylogger molto semplice da usare e configurare, il quale permette di scoprire (anche da remoto) i testi digitati sulla tastiera, i programmi impiegati, le unità rimovibili che sono state collegate al PC ecc. È disponibile sia per Windows che per macOS. Nel primo caso è gratis, mentre nel secondo è a pagamento (presenta un costo base pari a 79 dollari), ma si può scaricare in versione di prova gratuita funzionante senza limitazioni per 30 giorni.

Per scaricare il programma su Windows, visita il sito Internet di Spyrix Keylogger e clicca sul pulsante Download Freeware. Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, premi sul bottone . Clicca quindi sui pulsanti OK e Avanti, seleziona la voce Accetto i termini del contratto di licenza, clicca ancora sul bottone Avanti e, per concludere, premi sui pulsanti Installa e Fine.

Se stai usando macOS, invece, collegati a quest’altra pagina del sito Web del programma e clicca sul bottone Download Free Trial Version. A scaricamento ultimato, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una posizione a piacere e fai doppio clic sul pacchetto per l’installazione presente al suo interno.

Nella finestra che visualizzi sulla scrivania, fai clic sul bottone Continua per tre volte consecutive e poi su quello Installa, digita la password relativa al tuo account utente su macOS, clicca sui bottoni Installa software e Continua installazione e quindi su quello Riavvia, per riavviare il Mac. Al successivo accesso al sistema, consenti al programma di sfruttare le funzioni di accessibilità di macOS seguendo le indicazioni su schermo, dopodiché premi sui bottoni Launch Spyrix Keylogger for MAC, Inizia la prova gratuita e OK nelle finestre che si aprono.

Adesso, a prescindere dal sistema operativo impiegato, clicca sul bottone Next, per avviare la procedura guidata per la configurazione del programma. Per cui, immetti l’indirizzo email su cui vuoi ricevere i report, la password che vuoi usare per proteggere da eventuali modifiche non autorizzate il software e regola le altre impostazioni relative al funzionamento di quest’ultimo. Per concludere, fai clic sul bottone Done.

In seguito, potrai iniziare a tenere traccia di tutte le attività svolte al computer dalla sezione Log Eventi della finestra di Spyrix Keylogger. Per nascondere o minimizzare la finestra del programma, invece, clicca sui bottoni in alto a destra, mentre per interrompere il monitoraggio premi sul pulsante Stop che si trova in alto sinistra.

Programmi per hacker per entrare in altri PC

Passiamo ora ai programmi che possono essere usati per entrare in altri PC o sul proprio computer, nei casi in cui non si riesce a ricordare la password d’accesso al sistema. Per approfondimenti, prosegui nella lettura: qui di seguito trovi quelli che ritengo essere i migliori tool parte della categoria.

KON-BOOT (Windows/macOS)

KON-BOOT

KON-BOOT è un famoso programma per aggirare la password dei sistemi operativi Windows e macOS in maniera forzata, effettuando il boot da CD/DVD oppure da chiavetta USB. È molto facile da usare e supporta praticamente tutte le più recenti versioni di Windows. Da notare che su Windows 10 è in grado di intervenire sugli account offline con un elevatissimo tasso di successo solo sugli account offline e che non supporta BitLocker, per cui i file cifrati non possono essere recuperati. Inoltre, è esclusivamente a pagamento, lo si può acquistare dal suo sito ufficiale con prezzi a partire da 27$. Ti faccio altresì presente che per redigere questo passo io ho usato la versione del software per Windows.

Per comprare KON-BOOT, recati sul sito Internet del programma e fai clic sul bottone Buy Now relativo al sistema operativo che stai usando. Dopo averlo acquistato e scaricato, estrai tutti i file del programma in una cartella a piacere, avvia il file .exe contenuto al suo interno e clicca sui pulsanti e OK nella finestra che vedi comparire.

A questo punto, collega al computer il supporto che intendi usare (il CD/DVD oppure la pendrive). Dopodiché, se hai scelto di usare il dischetto, seleziona l’opzione Install to CD, attendi la creazione del file ISO di KON-BOOT e masterizzalo su CD/DVD, seguendo le indicazioni che ti ho fornito nel mio tutorial su come masterizzare file ISO.

Se hai scelto di usare la chiavetta USB, seleziona l’unità a essa relativa tramite il menu a tendina Available USB drives, fai clic sul bottone Install to USB stick (with UEFI support), clicca sul bottone in risposta all’avviso che compare sullo schermo e aspetta che KON-BOOT venga copiato sulla chiavetta.

Adesso, scollega il supporto dal computer in uso, collegalo al PC relativamente al quale desideri intervenire, accendi quest’ultimo ed effettua il boot dal dischetto oppure dalla pendrive, disattivando la funzione Secure boot, che di norma impedisce di compiere quest’operazione da sistemi non certificati: per riuscirci, devi intervenire sul BIOS o sull’UEFI, come ti ho spiegato in dettaglio nel mio tutorial su come impostare il BIOS.

Successivamente, vedrai la schermata di benvenuto di KON-BOOT. Premi, dunque, un tasto qualsiasi sulla tastiera del PC, attendi l’avvio di Windows, scegli di accedere tramite password ed effettua il login lasciando in bianco in campo a essa dedicato. Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti poter accedere al sistema senza problemi.

Lazesoft Recover My Password (Windows)

Lazesoft Recover My Password

Lazesoft Recover My Password è un software gratuito (solo per uso personale) per sistemi operativi Windows, che consente anch’esso di aggirare la richiesta d’immissione della password del computer nel giro di pochi clic. Basta copiarlo su un qualsiasi CD, DVD o su una chiavetta USB e seguire la procedura guidata proposta.

Per effettuarne il download, visita il sito Internet di Lazesoft Recover My Password, fai clic sulla voce Download collocata accanto alla dicitura Lazesoft Recover My Password x.x Home Edition (Free) e poi sul pulsante Download now.

A download avvenuto, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sul bottone . Spunta poi la casella accanto alla voce I accept the agreement, clicca sul pulsante Next per tre volte di fila e, per concludere, premi sui pulsanti Install e Finish.

Ora che visualizzi la finestra del programma sullo schermo, clicca sul pulsante Burn bootable CD/USB Disk Now! e collega al computer il CD/DVD oppure la chiavetta USB che intendi usare. Successivamente, clicca sul pulsante Next e metti il segno di spunta accanto alla voce CD/DVD o alla voce USB Flash in base al tipo di supporto che intendi utilizzare. C’è anche la possibilità di creare un’immagine ISO da trasferire in un secondo momento su CD, DVD o dispositivo USB (tramite appositi programmi).

Dopo aver fatto la tua scelta, seleziona il dispositivo su cui copiare Lazesoft Recover My Password dal menu a tendina apposito e clicca sul bottone Start, per avviare la creazione del dischetto o della chiavetta USB con il programma.

A procedura ultimata, scollega il supporto creato dal PC in uso, collegalo al computer relativamente al quale desideri andare ad agire ed esegui il boot dal CD/DVD oppure dalla chiavetta, attenendoti alle istruzioni che ti ho fornito nella mia guida su come impostare il BIOS.

In seguito, per avviare Lazesoft Recover My Password, seleziona la voce Lazesoft Live CD dal menu di boot e premi il tasto Invio sulla tastiera del tuo PC. Attendi che vengano caricati i file del software e, nella schermata che compare, clicca sul pulsante Next accertandoti che nel menu a tendina collocato al centro risulti evidenziata la voce Reset Windows Password (altrimenti provvedi tu).

Nella finestra che si apre, clicca sul bottone Yes e seleziona, nei due menu a tendina che ti vengono mostrati, il nome del sistema operativo di tuo interesse e la voce Reset local password. Fatta anche questa, clicca sul bottone Next, seleziona l’account utente di cui vuoi disattivare la password, clicca ancora sul pulsante Next e poi su quelli RESET/UNLOCK, OK e Finish.

Adesso, prova ad accedere all’account che prima risultava bloccato da password: dovresti essere in grado di usarlo senza alcun tipo di problema!

Programmi per hacker per telefono

WiFi Key Recovery

Per concludere, voglio segnalarti quelli che, a parer mio, rappresentano i migliori programmi per hacker per telefono, vale a dire delle app che puoi usare per recuperare password, per monitorare il dispositivo in uso ecc. senza dover passare per il PC.

  • Qustodio Controllo Parentale (Android/iOS) – app per il monitoraggio degli smartphone che permette di tenere traccia delle chiamate e degli SMS, ma anche di tutti i siti Internet visitati. Consente inoltre di bloccare l’accesso ad alcuni portali. Sì può usare gratis solo per i primi tre giorni, trascorsi i quali occorre sottoscrivere un abbonamento mediante acquisti in-app (con costi a partire da 42,95 euro/anno).
  • Cerberus Sicurezza Telefono (Android) – app antifurto per Android, grazie alla quale è possibile conoscere la posizione esatta dello smartphone o del tablet in qualsiasi momento e comandarlo tramite Internet o tramite SMS. Purtroppo non è disponibile sul Play Store, ma va installata prelevando il file APK dal sito Internet ufficiale dello sviluppatore, previa abilitazione del supporto alle origini sconosciute, come ti ho spiegato nel mio tutorial su come installare file APK.
  • WiFi Key Recovery (Android) – app per Android grazie alla quale è possibile individuare le password del Wi-Fi memorizzate sul dispositivo usato. È gratis, ma per funzionare richiede il root.
  • Wifi-Pass (iOS) – applicazione per iOS che permette di recuperare le password predefinite di alcuni vecchi router, quelli Alice e Fastweb. È gratis.

Attenzione: accedere senza permesso a computer, smartphone e tablet altrui e rubare i dati in essi presenti costituisce un grave violazione della privacy. Io non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso effettivo che farai delle indicazioni contenute in questa guida che, ci tengo a sottolinearlo, sono state scritte a mero scopo informativo e dimostrativo. Pertanto non è assolutamente mia intenzione promuovere l’effettuazione di alcuna attività illecita.