Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare una postazione da gaming

di

Il momento che tanto attendevi è finalmente arrivato: dopo aver risparmiato un bel po’ di soldi, sei pronto a costruire la tua prima postazione da gaming! Entusiasta di questa possibilità, ti sei fiondato su Internet alla ricerca di qualche consiglio su come investire al meglio il tuo denaro e, tra un clic e l’altro, sei capitato proprio qui, sul mio sito Web.

Se le cose stanno proprio in questo modo, ho una bella notizia da darti: ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore! Di seguito, infatti, ti spiegherò come fare una postazione da gaming che sia comoda e funzionale, avendo cura di illustrarti i componenti fondamentali da acquistare e le caratteristiche da cercare negli stessi.

Dunque, senza esitare un attimo in più, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine di questa lettura, avrai ben chiare le idee su come investire al meglio il denaro che hai a disposizione e ottenere esattamente il risultato che ti sei prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Come fare una postazione da gaming

Il primo passo che devi compiere per costruire una postazione da gaming che sia comoda, confortevole e, soprattutto, funzionale, è valutare bene la posizione di quest’ultima e il budget da investire per la sua realizzazione.

Tanto per cominciare, ti consiglio di scegliere una stanza ampia, ben areata e, soprattutto, dotata di finestra o balcone (possibilmente protetti da persianeserrande avvolgibili, per impedire l’entrata della luce naturale favorendo però il passaggio dell’aria).

Per quanto riguarda il posizionamento della scrivania, e quindi del computer, scegli un angolo spazioso della stanza, così che il computer possa ricevere l’aria necessaria a raffreddare adeguatamente i componenti interni.

Inoltre, fai in modo che il monitor non subisca l’illuminazione diretta dall’esterno: cerca di posizionare la scrivania su uno dei lati della finestra o del balcone o, se proprio non puoi, evita che la luce esterna "batta" sulla parte frontale dello schermo (altrimenti, di giorno e con la finestra aperta finiresti per non vedere nulla).

Per quanto riguarda l’illuminazione artificiale, dovresti posizionare una lampada da scrivania o una lampada da pavimento in un punto "strategico", che ti permetta di ottenere luce sufficiente durante le sessioni di gioco (scongiurando, così, eventuali danni alla vista) e che non interferisca con l’esperienza di visione offerta dal monitor. Personalmente, ti consiglio comunque di avvalerti della luce naturale, quando possibile.

Costruire una postazione da gaming "da zero" comporta l’investimento di una somma di denaro che, spesso, è tutt’altro che esigua: ti basti pensare che, qualora volessi scegliere componenti di fascia alta, potresti dover spendere, in tutto, oltre 4.000€!

Dunque, onde evitare di farti "prendere la mano", definisci a priori un budget da impiegare per lo scopo, suddividendolo in modo opportuno tra tutti i componenti necessari: tieni presente che il maggior investimento è da riservare, senza ombra di dubbio, all’assemblaggio o all’acquisto di un computer completo da gaming.

Per esempio, potresti dedicare a scrivania e sedia una spesa totale di 150€. Per il computer, invece, potresti valutare una spesa che va dai 900€ ai 1.500€; per i componenti esterni del PC (monitor, tastiera, mouse, cuffie e così via), potresti mettere in conto una spesa che si aggira intorno ai 250€.

Chiaramente i valori che ti ho fornito sono soltanto indicativi: sta a te definire quelli più adatti alle tue necessità e, soprattutto, al tuo portafogli!

Componenti per fare una postazione da gaming

Una volta individuata la stanza ideale in cui trascorrere le tue ore di gioco e una volta effettuate le opportune valutazioni sul budget da investire, è arrivato il momento di entrare nel concreto di questo tutorial e di scoprire componenti per fare una postazione da gaming di tutto rispetto. Di seguito, ti elenco dunque, per ciascun componente, le caratteristiche da tener presente in fase d’acquisto.

Scrivania

Come fare una postazione da gaming

Se vuoi costruire una postazione da gaming che sia comoda e funzionale, devi necessariamente scegliere una scrivania adatta a ospitare un computer dalle dimensioni "importanti" e, soprattutto, che contribuisca al corretto posizionamento del tuo corpo, rispetto alla stessa.

In primo luogo, dunque, dovresti scegliere una scrivania che sia sufficientemente alta da permetterti di assumere una posizione corretta di schiena, collo e polsi. Inoltre, in vista di un allestimento hardware piuttosto "ricco" (PC con case grande, monitor da gaming, base per cuffie, mouse e tastiera con filo, ecc.), sarebbe appropriato scegliere una scrivania dotata di un ampio piano d’appoggio, di un alloggiamento o di uno spazio dedicato al case del computer e, se possibile, di guide e fori dedicati al passaggio dei cavi.

Scrivanie del genere possono essere acquistate, anche in colorazioni "caratteristiche" (ad es. con complementi blu, verdi o rossi), presso le grandi catene d’arredamento, nei migliori negozi di informatica, oppure online. La spesa media, in questo caso, si aggira intorno ai 100-150€.

Coavas Scrivania da Ufficio Angolo in Legno Scrivania Grande per PC Sc...
Vedi offerta su Amazon
EUREKA ERGONOMIC R1-S Gaming Desk Scrivania per computer da gioco tavo...
Vedi offerta su Amazon
SixBros. Scrivania Porta pc Nero Lucido S-202A/736
Vedi offerta su Amazon

Sedia

Uno degli aspetti più sottovalutati riguardanti l’uso del computer è, indubbiamente, la posizione della schiena: assumere una postura scorretta, specie durante lunghe sessioni di gioco (o di lavoro), può provocare danni fisici più o meno importanti, che vanno dal semplice "mal di schiena" a ben più seri problemi posturali.

Per evitare che ciò accada, è indicato utilizzare, oltre che una scrivania dalla giusta altezza, anche una sedia comoda che offra, quantomeno, le seguenti caratteristiche: la possibilità di regolare l’altezza della seduta; la possibilità di inclinare lo schienale, al bisogno; la presenza di braccioli per facilitare il posizionamento corretto di spalle e polsi e la presenza di cuscini lombaripoggiatesta, utili a non affaticare i muscoli della schiena e del collo.

Per questo motivo, esistono in commercio delle vere e proprie sedie da gaming che presentano tutte o parte delle caratteristiche elencate in precedenza. Sedie del genere possono essere acquistate presso le migliori catene di articoli elettronici, oppure online; il costo, in genere, parte da 50€ (per i modelli più economici), fino ad arrivare a circa 200-250€ (i modelli più completi e duraturi). Di seguito te ne elenco alcune.

Songmics Poltrona Girevole Sedia Direzionale Ergonomica da Ufficio, Fi...
Vedi offerta su Amazon
Diablo X-One Horn Sedia Gaming da Ufficio Braccioli Regolabili Meccani...
Vedi offerta su Amazon
Arozzi - Verona V2 sedia da Gaming, Nero, 50 x 55 x 130
Vedi offerta su Amazon

PC da gaming

PC da gaming

Se non hai ancora provveduto ad acquistare o a costruirti un PC da gaming, direi che è arrivato il momento di farlo! Come ben saprai, trattandosi del dispositivo dal quale vengono riprodotti i giochi, il computer è sicuramente il fulcro dell’esperienza da videogiocatore!

Le caratteristiche fondamentali da cercare in un PC da gaming sono facilmente riassumibili in pochi ed essenziali punti, che ti elenco di seguito.

  • Scheda madre – trattandosi del componente che mette insieme tutti gli altri, li alimenta e li sincronizza, devi prestare particolare attenzione alla scelta di questo dispositivo. Ti consiglio di optare di una scheda madre dotata del supporto alle memorie RAM di tipo DDR4, che disponga di slot per memorie M.2 (gli SSD di ultima generazione) e che, soprattutto, sia dotata di almeno 4 porte SATA 3 e di uno slot PCI-e X16, da dedicare all’unità video. Il mio tutorial su come scegliere la scheda madre potrebbe esserti utile per fare il tuo acquisto.
  • Processore – dev’essere in grado di effettuare i calcoli in modo piuttosto rapido, specie se si preferiscono titoli ad alta densità di personaggi/oggetti su schermo o giochi basati sulla realtà virtuale. Nel dettaglio, ti consiglio di optare per una CPU dotata di almeno 4 core fisici e frequenza di clock elevata (almeno 3.8 GHz).
  • Scheda video – è sicuramente il componente più importante da tenere in considerazione. Il consiglio è quello di optare per una scheda video dedicata (o discreta), da installare come componente aggiuntivo sulla scheda madre, dotata di almeno 4 GB di memoria GDDR5. La mia guida sulle migliori schede video potrebbe esserti utile per effettuare il tuo acquisto.
  • RAM – una quantità di RAM discretamente elevata è sinonimo di un’esperienza di gioco sicuramente fluida. A tal proposito, ti consiglio di optare per PC dotati di 8 GB o più di RAM, meglio se DDR4. Maggiori informazioni al riguardo sono disponibili nel mio tutorial su quale RAM comprare.
  • Memoria di massa – per aumentare ulteriormente le prestazioni in fase di gioco, ti consiglio di optare per una combinazione di SSD (per l’installazione di sistema operativo e giochi) e disco meccanico (per l’archiviazione dei dati). Questo perché, solitamente, le unità a stato solido sono in grado di comunicare più rapidamente con il processore e la memoria RAM, offrendo prestazioni migliori rispetto a quelle ottenibili con un classico disco meccanico. Per approfondimenti, leggi le mie guide all’acquisto su hard disk ed SSD.

Se hai intenzione di optare per l’acquisto di un PC da gaming pre-assemblato o di un notebook da gioco, già dotati di tutti i componenti fondamentali per essere utilizzati, ti consiglio di leggere con molta attenzione la sua scheda tecnica, tenendo bene a mente le specifiche di cui ti ho parlato poc’anzi.

Qualora avessi bisogno di qualche ulteriore consiglio per la scelta del computer più adatto alle tue esigenze, ti rimando alla lettura della mia guida all’acquisto dedicata ai PC per giocare, nella quale ho trattato l’argomento con dovizia di particolari.

Se, invece, hai intenzione di assemblare da solo un PC da gaming, le cose si complicano un po’: oltre alle prestazioni offerte dai vari componenti, devi stare attento a diversi altri aspetti che riguardano l’assemblaggio "fisico" del computer.

Per esempio, dovrai prestare bene attenzione nel selezionare componenti che siano compatibili tra loro (per esempio, le schede madri dotate di chipset Intel supportano soltanto processori Intel, così come le schede madri dotate di chipset AMD supportano i soli processori AMD), dovrai scegliere un alimentatore in grado di fornire elettricità sufficiente a tutti i componenti, equipaggiare il tutto con un sistema di raffreddamento adeguato e scegliere un case che possa comodamente contenere tutti i componenti del computer.

Se è tua intenzione costruirti da solo un PC da gioco e vorresti informazioni ancor più dettagliate su quest’argomento, ti consiglio di far riferimento alla mia guida su come assemblare un PC da gaming, nella quale ti ho spiegato tutto per filo e per segno.

Per quanto riguarda la spesa da affrontare, non posso essere molto preciso, in quanto tutto dipende dalle caratteristiche e dalle prestazioni che intendi ottenere: ciò che posso dirti per certo è che, allo stato attuale delle cose, dovrai investire nel PC la parte più alta del budget a tua disposizione.

Parlando di cifre, la spesa a cui potresti andare incontro varia dagli 800€ (per un computer assemblato personalmente dalle prestazioni medio-alte) fino a superare i 2.500€ (per i pre-assemblati di fascia altissima e i notebook da gaming).

Mouse da gaming

Come fare una postazione da gaming - Mouse

Senza ombra di dubbio, un mouse da gaming dispone di prestazioni superiori rispetto ai modelli di mouse "standard". Mouse di questo tipo, infatti, dispongono di una serie di caratteristiche specifiche per l’uso durante le sessioni di gioco: di seguito ti elenco le più importanti.

  • Connettività – i mouse wireless saranno anche comodi nell’uso comune, ma non sono molto adatti ai giochi: fattori quali interferenze di segnale e improvviso calo delle prestazioni dovuto alla scarsa carica della batteria, potrebbero alterare in modo notevole l’esperienza di gioco. Ti consiglio, dunque, di optare per un mouse con filo (oppure per un mouse wireless di fascia altissima).
  • Sensibilità – misurata in DPI, è la capacità di individuare il movimento da parte del sensore (ottico o laser) di cui è dotato il mouse. Poiché alcuni titoli, ad esempio gli FPS, richiedono maggior precisione, molti mouse da gioco presentano due tasti dedicati per modificare "al volo" il valore DPI applicato, oppure un tasto stealth per abbassare al minimo il valore DPI, aumentando in modo sensibile la precisione di mira.
  • Tasti programmabili – alcuni tipi di giochi, come gli MMO (_massive multiplayer online) e i MOBA (multiplayer online battle arena) richiedono l’esecuzione di azioni cicliche in rapida sequenza. Per venire incontro a questa esigenza, alcuni mouse dispongono di tasti programmabili, solitamente posti sulle scocche laterali, ai quali possono essere associati i comandi di gioco più utilizzati.

Da non trascurare, inoltre, la forma e l’ergonomia del mouse (che devi scegliere in base al tipo di presa che preferisci applicare). I mouse da gaming possono essere acquistati presso le più fornite catene di articoli informatici, oppure online. Il budget da investire può variare in modo sensibile: si parte da 20-25€ per i mouse da gaming basilari, fino ai 100-150€ per quelli dotati di caratteristiche più avanzate.

VicTsing Mouse da Gioco con Filo, 7200 dpi Gaming Mouse programmabile,...
Vedi offerta su Amazon
Corsair Glaive RGB Mouse Ottico da Gioco, RGB Multicolore Retroillumin...
Vedi offerta su Amazon
SteelSeries Rival 500 Mouse Ottico da Gioco, Illuminazione RGB, MMO, 1...
Vedi offerta su Amazon

Per ulteriori informazioni riguardo le caratteristiche da tener presente in fase d’acquisto di un mouse da gioco, ti consiglio di leggere con attenzione la guida che ho realizzato su questo tema, ricca di consigli utili alla scelta del miglior mouse adatto alle tue necessità.

Tastiera da gaming

Come fare una postazione da gaming - Tastiera

Potrebbe sembrarti strano, ma la scelta di una buona tastiera da gaming non riguarda soltanto la parte estetica della stessa: da videogiocatore, sicuramente gradiresti la presenza di retroilluminazione RGB (magari con colori intercambiabili) e un design accattivante, tuttavia, dovresti tener presente anche caratteristiche quali la modalità di connessionetecnologia di pressione, i valori di key rolloverpolling, la presenza del sistema anti-ghosting e l’eventuale disponibilità di tasti programmabili.

  • Modalità di connessione – esattamente come già detto per i mouse, quando si tratta di giochi, è sconsigliato affidarsi a soluzioni wireless, onde evitare ritardi di trasmissione dei comandi dovuti alle interferenze. Per questo motivo, mi sento di consigliarti l’acquisto di una tastiera con filo.
  • Tecnologia di pressione – sebbene le tastiere "a membrana" siano più economiche, ti consiglio di optare per le cosiddette tastiere meccaniche. Queste ultime, infatti, utilizzano uno switch meccanico per ogni tasto, fornendo, dunque, maggiore precisione e qualità della pressione rispetto a quella offerta dalle tastiere a membrana. Di contro, le tastiere meccaniche potrebbero essere leggermente più rumorose rispetto a quelle a membrana.
  • Key rollover – è un valore che indica la possibilità di riprodurre, con precisione elevata, la pressione di più tasti contemporaneamente. Maggiore è il valore di key rollover, più alta è la precisione di riconoscimento in fase di utilizzo di più tasti insieme.
  • Polling – si tratta del valore che identifica l’intervallo di tempo necessario per il rilevamento della pressione di un tasto rispetto a quello premuto in seguito successivo. Più alto è il valore del polling, minore è il tempo necessario per il riconoscimento di due tasti distinti, migliore è la qualità di gioco.
  • Anti-ghosting – è una funzionalità che evita il riconoscimento di tasti "fantasma". All’atto pratico, l’anti-ghosting fa sì che la tastiera non invii pressioni o combinazioni di tasti errate durante la pressione di più tasti diversi (specie se in rapida sequenza).
  • Tasti programmabili – per alcuni tipi di giochi (ad es. gli MMO), è indispensabile riprodurre comandi consecutivi in rapida sequenza. Alcune tastiere offrono dei tasti programmabili, ai quali è possibile associare funzionalità di questo tipo.

Inoltre, non va trascurato l’aspetto ergonomico della tastiera: in previsione di lunghe sessioni di gioco, ti consiglio di optare per una tastiera che possa essere comoda e ben illuminata, meglio ancora se dotata di poggia polsi. La spesa media da affrontare per ottenere una tastiera da gaming di buona qualità varia dai 40€ ai 150€.

Logitech G213 Prodigy Tastiera Gaming, Retroilluminazione RGB, QWERTY ...
Vedi offerta su Amazon
Corsair K55 RGB Tastiera Gaming (Cablato), Retroilluminazione RGB Mult...
Vedi offerta su Amazon
HyperX Alloy FPS USB QWERTY Inglese US Nero
Vedi offerta su Amazon

Ad ogni modo, per avere qualche consiglio in più sulle migliori tastiere da gaming (e non), ti consiglio di dare un’occhiata alla guida all’acquisto che ho dedicato a questo componente.

Monitor da gaming

Come fare una postazione da gaming - Monitor

Il monitor, si sa, gioca un ruolo molto importante per ciò che riguarda le sessioni di gioco al PC: per poter ottenere una qualità di tutto rispetto, bisognerebbe puntare su uno schermo con supporto alle risoluzioni più alte (almeno Full HD) e con diagonale da almeno 24 pollici.

Se, invece, i titoli a cui ami giocare richiedono ampio spazio di visione e particolare cura nei dettagli, dovresti optare per un monitor con supporto alla risoluzione 4K/UHD e diagonale da almeno 30 pollici. Ad ogni modo, tieni sempre presente che la risoluzione massima raggiungibile e la qualità dei dettagli dipendono anche dalle caratteristiche di processore, RAM e unità video installate nel computer.

Inoltre, vi sono almeno altri due parametri da tenere in considerazione in fase d’acquisto: la frequenza di aggiornamento (o refresh rate), la quale dev’essere sufficientemente elevata per evitare l’effetto scia sui giochi a gameplay rapido, e il tempo di risposta (o input lag), cioè il ritardo tra l’elaborazione dei dati video e la reale visualizzazione degli stessi sullo schermo, che dev’essere inferiore ai 5 ms.

La spesa media per un monitor da gaming si aggira intorno ai 100-150€; esistono però modelli di schermi, particolarmente avanzati e performanti, che possono superare il prezzo di 400€.

Samsung Monitor U32H850 Monitor 32'' 4K Ultra HD, 3840 x 2160, Quantum...
Vedi offerta su Amazon
Asus VC279HE Monitor 27", Full HD 1920x1080, IPS, Frameless, Flicker F...
Vedi offerta su Amazon

Se hai bisogno di qualche consiglio in più sul monitor da acquistare, ti rimando alla lettura della mia guida all’acquisto dedicata proprio a quest’argomento, nella quale ti ho fornito una panoramica riguardo gli aspetti caratteristici degli "schermi" per PC, oltre che una selezione di monitor di ottima qualità.

Cuffie da gaming

Come fare una postazione da gaming

L’ultimo aspetto (ma solo in ordine di elenco) da tener presente quando ci si accinge a fare una postazione da gaming da zero riguarda il sistema audio. Personalmente, il mio consiglio è quello di optare per un paio di cuffie da gaming, principalmente per due motivi: in primo luogo, usando le cuffie non arrecherai disturbo ai tuoi coinquilini e potrai giocare a qualsiasi ora tu desideri.

Inoltre, laddove le tue sessioni di gaming prevedessero l’uso della voce, troveresti utile un eventuale microfono collegato in modo diretto alle cuffie (risparmiando, dunque, la spesa da dedicare a un microfono esterno); oltretutto, in caso di conferenze audio/video in multiplayer, andresti a evitare il fastidioso effetto "eco" ai tuoi interlocutori, in quanto la loro voce verrebbe riprodotta soltanto all’interno delle cuffie.

Le caratteristiche da tener presente in fase d’acquisto di un paio di cuffie da gaming sono diverse: il metodo di input/output (jack da 3.5 mm oppure USB con mini-scheda audio integrata), la presenza o meno del microfono, il sistema di comunicazione (con o senza fili), la presenza dell’audio in formato stereo o surround e, non da meno, l’estetica e la presenza di controlli dedicati per il volume.

Per quanto riguarda il budget… beh, tutto dipende dalle tue necessità e, soprattutto, dalla tua disponibilità economica. I prezzi delle cuffie da gaming, infatti, possono spaziare dai 20€ per un modello di base di buona qualità, fino ai 150€ per i modelli di fascia altissima.

Sades SA708 Cuffie per gaming con jack da 3,5 mm e microfono (verde)
Vedi offerta su Amazon
Corsair HS50 Stereo Cuffie da Gaming con Microfono Staccabile per PC/P...
Vedi offerta su Amazon
SteelSeries 61505 Arctis 7 Cuffie da Gioco, Wireless, Tecnologia Surro...
Vedi offerta su Amazon

Ad ogni modo, se hai bisogno di qualche consiglio in più riguardo l’acquisto di un paio di nuove cuffie da gaming, ti consiglio di leggere attentamente la guida che ho dedicato a quest’argomento: in essa, ho avuto modo di illustrarti quelle che sono le caratteristiche fondamentali da tener presenti in fase d’acquisto, oltre che di elencarti alcuni modelli di cuffie di questo tipo, suddivise per fascia di prezzo.