Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per guardare anime in streaming

di

Sei un appassionato di anime e vai costantemente alla ricerca di nuove serie interessanti da seguire, magari in simulcast (cioè in contemporanea) con il Giappone? Allora credo che troverai interessanti i siti per guardare anime in streaming che ho selezionato per te e di cui sto per parlarti in questo tutorial: ce ne sono davvero tanti tra cui scegliere!

Tra siti dedicati interamente ai cartoni animati giapponesi e piattaforme di streaming "generaliste" che nel loro catalogo hanno anche degli anime, non faticherai a trovare delle soluzioni adatte a te: d’altronde ce ne sono molte che si possono usare completamente gratis, a patto di sopportare la visione di qualche contenuto pubblicitario.

Allora, che ci fai ancora lì impalato? Dai un’occhiata alla lista di siti che trovi qui sotto e mettiti subito alla ricerca della prossima serie da guardare, sottotitolata o doppiata che sia. Ti assicuro che i titoli interessanti non mancano di certo, poi vengono aggiornati di continuo, quindi non mi resta che mettere da parte le chiacchiere e augurarti una buona visione!

Indice

Siti per guardare anime in streaming gratis

Se sei d’accordo, andiamo subito al sodo e scopriamo, insieme, quali sono i migliori siti per vedere anime in streaming gratis, in cambio della visione di spot e/o banner pubblicitari.

Nota: i siti in questione possono avere delle restrizioni regionali, pertanto potrebbero essere non disponibili fuori dall’Italia o, all’inverso, negare la disponibilità di alcuni contenuti per chi accede dal "bel Paese". Per risolvere questo problema, ti consiglio di affidarti a un servizio di VPN (rete privata virtuale), in grado di cifrare la connessione e camuffare la provenienza del proprio indirizzo IP. Tra i servizi VPN che ti consiglio maggiormente, ci sono NordVPN (di cui ti ho parlato approfonditamente qui) e Surfshark, entrambi disponibili su tutti i device ed estremamente economici.

VVVVID

VVVVID

Prima ancora della diffusione delle grandi piattaforme di streaming, VVVVID ha portato in Italia un sistema legale, comodo e gratuito per vedere decine di anime, sia sottotitolati che doppiati. Il sito ancora oggi è uno dei più attivi del settore e propone costantemente nuovi titoli adatti a tutti i generi e tutti i gusti, anche in simulcast con il Giappone. "L’attacco dei Giganti" e "My Hero Academia" ne sono solo un paio tra i più importanti, ma ci sono anche film (comprese trasposizioni live action di anime giapponesi), serie TV e altri contenuti interessanti.  

VVVVID, come detto, è gratuito e si sostenta grazie alla pubblicità. Chi vuole, però, può attivare un abbonamento che elimina la visualizzazione degli spot (eccetto che per alcuni titoli dove, per questioni di diritti, vengono mantenute le pubblicità) con prezzi a partire da 4,99 euro/mese.

Per usufruire del servizio, non devi far altro che collegarti alla sua home page e compilare il modulo di registrazione con i tuoi dati e un indirizzo email valido o, in alternativa, registrarti con Facebook, cliccando sull’apposito pulsante.

Ad accesso effettuato, non ti resta che selezionare la categoria Anime dal menu a tendina collocato in alto a sinistra, scegliere se sfogliare i titoli in evidenza, quelli più popolari, le nuove uscite, i generi o accedere ai contenuti extra (tramite le schede collocate in basso) e cliccare prima sul titolo della serie e poi su quello dell’episodio da guardare. Alcune serie propongono sia episodi in lingua originale sottotitolati in italiano che doppiati in italiano.

Se vuoi, VVVVID è disponibile anche sotto forma di app per Android e iPhone/iPad, per guardare i tuoi anime preferiti anche in mobilità.

Crunchyroll

Crunchyroll

Quando si parla di siti per vedere anime in streaming e più in particolare di siti per vedere anime in streaming sub ita, non ci si può assolutamente dimenticare di Crunchyroll: un portale dedicato interamente all’animazione giapponese sul quale è possibile trovare tutti i titoli più popolari del momento, spesso in simulcast con il Giappone, più alcune serie storiche del passato e dei drama. Il catalogo del sito è davvero immenso, ma la disponibilità di alcune serie è limitata ad alcune aree geografiche (pertanto una serie potrebbe essere disponibile sul sito ma non risultare visibile dall’Italia).

L’accesso al servizio è gratuito, ma con delle limitazioni relative alla qualità di visione, alla presenza di spot pubblicitari e alla disponibilità di alcune serie, che può essere riservata esclusivamente ai sottoscrittori dell’abbonamento Crunchyroll Premium (a partire da 4,99 euro/mese). L’abbonamento in questione consente anche di accedere prima ai titoli in simulcast, consentendone la visione entro una sola ora dalla messa in onda originale in Giappone (anziché una settimana).

Detto ciò, per usare Crunchyroll, non devi far altro che collegarti alla sua pagina principale, recarti nella scheda Show (in alto a sinistra) e scegliere il titolo di tuo interesse tra quelli disponibili. Puoi sfogliare i titoli popolari, in simulcast, aggiornati, in ordine alfabetico, per generi o stagioni; in alternativa puoi cercare un anime specifico usando il campo di ricerca situato in alto a destra.

Una volta visualizzata la pagina dedicata a una serie, consulta le indicazioni sui diritti di visione nella barra laterale di destra (ad es. per alcune serie potrebbero non essere disponibili determinati sottotitoli per questioni di diritti), clicca sulla miniatura dell’episodio da riprodurre e goditi lo spettacolo. Per una visione completa e la possibilità di creare la tua lista di contenuti preferiti, registra un account gratis premendo sulla voce Accedi (in alto a destra) e compilando il modulo che ti viene proposto.

Crunchyroll è disponibile anche sotto forma di app per Android, iPhone/iPad e altri dispositivi, tra cui console da gioco e Apple TV.

YouTube

YouTube

YouTube non credo che abbia bisogno di troppe presentazioni: è il portale dei video per antonomasia e, nel suo vastissimo database, sono disponibili anche degli anime da guardare gratis.

In particolare, mi sento di consigliarti canali come quello di Yamato Video, che detiene i diritti di numerose serie e permette di fruirne a costo zero su YouTube senza richiedere registrazioni né altre procedure particolari. Il canale si sostenta, come tutti, con le pubblicità (disattivabili sottoscrivendo il piano YouTube Premium da 11,99 euro/mese) ed è accessibile da tutti i device: computer, smartphone e tablet (tramite le app per Android e iOS/iPadOS), Smart TV, console per videogiochi ecc.

Per sfogliare le serie in maniera più ordinata, ti consiglio di accedere alla sezione Playlist del canale e scegliere una playlist (quindi una serie) da lì. Per qualsiasi altro dubbio in merito al funzionamento di YouTube, ti lascio alla mia guida dedicata.

RaiPlay

RaiPlay

RaiPlay è il portale ufficiale della Rai e, come facilmente intuibile, permette sia di guardare i canali TV della Rai in streaming che di accedere ad alcuni contenuti on demand.

Ora, sebbene sulla Rai non vadano in onda tantissimi anime, qualcosa di interessante lo si riesce a trovare. Il mio consiglio è semplicemente quello di collegarsi alla pagina iniziale del sito, cercare il termine "anime" nella barra collocata in alto a destra e sfogliare i titoli proposti. Per le dirette live dei canali, invece, basta andare nel menu ☰ (in alto a sinistra) e selezionare le voci Canali TV > Dirette dalla barra che compare di lato.

Per la fruizione dei contenuti (da PC, ma anche da dispositivi Android, iPhone/iPad, Smart TV e altri device), è necessaria la creazione di un account gratuito. Per tutti i dettagli, consulta il mio post su come funziona RaiPlay.

Mediaset Play

Mediaset Play

Mediaset Play è, come intuibile, il portale ufficiale dei canali Mediaset. Per esso possiamo fare lo stesso discorso appena fatto per RaiPlay: ci sono pochi, pochissimi anime on demand, ma la visione dei canali live (dove invece vengono mandati spesso in onda cartoni animati giapponesi) è un plus importante.

Recati, dunque, sulla pagina iniziale di Mediaset Play e, prima di fare qualsiasi altra cosa, registrati gratuitamente al servizio, tramite il pulsante Accedi collocato in alto a destra. In seguito, per accedere ai canali live, vai nella scheda Dirette; per guardare, invece, gli anime on demand, fai una semplice ricerca con il termine "anime" nella barra che compare cliccando sulla lente d’ingrandimento (in alto a destra).

Mediaset Play è disponibile anche sotto forma di app per Android e iOS/iPadOS, su Smart TV e altri device. Per tutti i dettagli, consulta il mio tutorial dedicato al servizio.

Siti per guardare anime in streaming a pagamento

Pur di guardare dei buoni anime in streaming, sei disposto a mettere mano al portafogli e sottoscrivere un abbonamento? Allora ecco alcuni servizi ai quali potresti rivolgerti.

Netflix

Netflix

Netflix è un altro di quei servizi che non hanno bisogno di presentazioni: si tratta della piattaforma di streaming più famosa al mondo e nel suo vastissimo catalogo ospita anime, sia in lingua originale che doppiati in italiano, appartenenti un po’ a tutti i generi e tutte le epoche. Non mancano neanche alcune produzioni originali, come "Devilman Crybaby" e "Castlevania", e alcuni lungometraggi d’animazione, tra cui tutti quelli dell’iconico Studio Ghibli. Il catalogo, comunque, è in continua evoluzione e dunque potrebbero esserci cambiamenti frequenti nei contenuti disponibili.

Netflix, a seconda dei periodi, può offrire una prova gratuita iniziale (da 7 a 30 giorni, generalmente). Dopodiché si deve scegliere se disdire l’abbonamento o sottoscrivere uno dei piani disponibili: Base (7,99 euro/mese con la visione in SD da un solo dispositivo); Standard (11,99 euro/mese con la visione in Full HD da due dispositivi in contemporanea) o Premium (15,99 euro/mese con la visione in 4K da quattro dispositivi in contemporanea).

Quanto ai dispositivi compatibili, c’è solo l’imbarazzo della scelta: Netflix è accessibile da computer tramite tutti i principali browser Web e da applicazione per Windows 10; da smartphone e tablet tramite applicazione per Android e iOS/iPadOS; da Smart TV, console per videogiochi, Chromecast, Apple TV, Fire TV Stick, e l’elenco potrebbe andare avanti ancora a lungo. Le app per Windows, smartphone e tablet consentono anche il download dei contenuti online.

Per trovare gli anime disponibili sulla piattaforma, ti basta cercare, per l’appunto, il termine "anime" nella barra di ricerca di Netflix. Per saperne di più, leggi il mio tutorial su come funziona Netflix.

Amazon Prime Video

Prime Video

Amazon Prime Video è il servizio di streaming video di Amazon, incluso nell’abbonamento Prime della celebre piattaforma di shopping online. Il suo costo è di 36 euro/anno oppure 3,99 euro/mese, con una prova gratuita iniziale. Gli studenti universitari possono avere il servizio a 18 euro/anno per un massimo di 4 anni e ottenere una prova gratuita più lunga.

Prime Video, così come Netflix, è disponibile su una vasta gamma di dispositivi: computer (tramite browser Web o applicazione Prime Video per Windows 10); smartphone e tablet (con l’app per Android e iOS/iPadOS); Smart TV; console per videogiochi; Chromecast; Apple TV e naturalmente Fire TV Stick, prodotto dalla stessa Amazon. Le app per Windows, smartphone e tablet consentono anche il download dei contenuti in locale.

Per cercare le serie di anime presenti su Prime Video (molte delle quali in lingua originale con sottotitoli in italiano) o i film d’animazione disponibili sulla piattaforma, cerca semplicemente il termine "anime" nell’app o sul sito. Per maggiori dettagli, ti lascio al mio tutorial su come funziona Prime Video.

TIMVision

TIMVision

TIMvision è il servizio di streaming di casa TIM, il quale dà accesso a tanti contenuti on demand e ad alcuni canali TV in diretta streaming. Tra i contenuti on demand, ci sono anche alcune serie di anime (non tantissime nel momento in cui scrivo questo tutorial, ma sicuramente interessanti), accessibili mediante la sezione Junior della piattaforma, nella quale sono disponibili anche i contenuti di Boomerang e Cartoon Network.

TIMvision propone due piani differenti: quello base consente di vedere una selezione di contenuti su un solo dispositivo alla volta; TIMvision Plus (5 euro/mese con trial gratuita iniziale) consente invece di accedere a tutti i contenuti on demand da più device in contemporanea e, inoltre, offre la visione di Eurosport Player per 12 mesi, l’intrattenimento e le news di Sky con i canali dedicati, il traffico senza limiti sotto rete dati TIM e la funzione di download da app.

Il servizio è accessibile da PC (via browser Web e applicazione per Windows 10), app per Android e iOS/iPadOS, Smart TV e altri device. È incluso in molte offerte di TIM.

Per maggiori dettagli, leggi il mio tutorial su come funziona TIMvision.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.