Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per registrare

di

Devi trascorrere qualche giorno fuori casa per lavoro e hai la necessità di risparmiare spazio in valigia, riducendo al minimo indispensabile il numero di strumenti tecnologici che ogni volta ti porti dietro. Ti servirebbe quindi consiglio su quali app per registrare utilizzare: hai uno smartphone di nuova generazione e, a questo punto, vorresti sfruttarlo a pieno.

Nessun problema, ti aiuto io. Dimmi un po’: di che tipo di app hai bisogno? Vorrei un consiglio sulle app per registrare video? Oppure ti servirebbe un’app per registrare l’audio, evitandoti così di portarti dietro strumenti ingombranti come microfono e registratore? Se è questo ciò di cui hai bisogno, allora sei in buone mani; posso darti facilmente un aiuto e guidarti nell’installazione di una o più app che abbiano tutto ciò che ti serve.

Nella guida di quest’oggi, infatti, ti mostrerò che esiste un’app per ogni esigenza; probabilmente ne rimarrai sorpreso, ma vedrai che lo smartphone può ormai svolgere il compito di eccellente sostituto per videocamere e fotocamere, ma anche di registratori vocali.

Non preoccuparti se sei alle prime armi con la tecnologia e non hai mai utilizzato delle app per registrare: in questa mia guida affronteremo l’argomento in maniera dettagliata e io ti spiegherò tutto per filo e per segno. Sei pronto per scoprire quali sono le app per registrare audio e video che puoi utilizzare? Tieni sotto mano il tuo smartphone e prova a utilizzare le app che ti consiglierò per capire quella che più si adatta alle tue esigenze. Vedrai, sarà un gioco da ragazzi! Di app per registrare video e audio ve ne sono davvero moltissime ed è difficile indicarne una migliore in assoluto. In questo caso quindi, mi dedicherò a parlarti in maniera sommaria delle principali applicazioni che, disponibili per Android e iOS, ti permetteranno di registrare video ma anche soltanto audio. Ti spiegherò quindi quali sono le caratteristiche di maggior risalto di ciascuna applicazione che ti indicherò, evidenziandoti le sue qualità principali. Fatta questa premessa, iniziamo!

Clips (iOS) – App per registrare video

Tra tutte le applicazioni per registrare video, dovresti assolutamente dare uno sguardo a Clips. Siamo nell’era dei social network e moltissime applicazioni per registrare video si stanno adeguando alla moda che porta tutti a condividere video brevi e accattivanti. Dotata di un’interfaccia utente molto giovanile, Clips è disponibile soltanto su iOS ma, a mio avviso, è un’applicazione degna di nota, nonostante sia di recentissima uscita.

Utilizzando Clips dovrai però dimenticarti la classica interfaccia utente di qualsiasi altro tradizionale software di editing: Clips prende ispirazione dai social network e dalle popolari applicazioni di foto e video sharing: Instagram, Facebook e Snapchat, ad esempio. Al posto della classica timeline e del tasto REC per registrare un video, l’app mette in risalto il suo grosso pulsante rettangolare di colore rosso. Tienilo premuto per iniziare a registrare un video e per aggiungere elementi multimediali alla tua creazione.

Se sei abituato a utilizzare software professionali, l’interfaccia utente di Clips potrà sembrarti confusionaria e difficile da padroneggiare. Il mio consiglio è quindi quello di utilizzarla per qualche minuto per riuscire a padroneggiarla nel migliore dei modi.

La caratteristica più interessante di Clips è data dalla possibilità di aggiungere svariate personalizzazioni al video, oltre che grafiche accattivanti: testi, filtri, fumetti, musica, emoji o titoli animati al video. Si tratta ovviamente di elementi ripresi qua e là dalle app di messaggistica da quelle di social networking ma, a mio avviso, sono proprio questi che costituiscono il punto di forza di quest’applicazione e la rendono interessante.

KineMaster (Android) – App per registrare video

Applicazione completa e professionale, KineMaster è un’app dall’interfaccia utente tradizione che, disponibile soltanto per dispositivi Android, ti permette di registrare video. La caratteristica più interessante di KineMaster? Le libertà di creazione di un video partendo da zero e le possibilità di modifica di quest’ultimo.

Al pari di un qualsiasi altro software professionale per la creazione e la modifica di video, infatti, KineMaster offre anche la possibilità di registrare un video e di modificarlo sulla base di modelli prestabiliti. Gli strumenti per l’editing sono numerosi e la sua interfaccia utente è pratica per essere utilizzata sullo schermo touch di un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet.

Tra le altre funzionalità di maggior risalto di KineMaster vi è la presenza di numerosi elementi e pulsanti che ti permetteranno di modificare un video. Forse, proprio per via di tutti questi strumenti, l’app potrebbe sembrarti poco intuitiva, ma ti assicuro che invece è tutto il contrario. Il mio consiglio è come al solito quello di prenderti del tempo per capire come utilizzare al meglio l’applicazione.

Una volta che hai finito di modificare il tuo video, utilizzando KineMaster, potrai esportare il video e salvarlo nella libreria multimediale del tuo dispositivo. È inoltre supportata la condivisione su Youtube o Dropbox, funzionalità che, a mio avviso, trovo molto utile per non riempire la memoria del dispositivo con il video appena creato.

KineMaster è un’app gratuita, ma imprime una filigrana ai video esportati. Per rimuoverlo e avere accesso a funzionalità aggiuntive dell’app, bisogna sottoscrivere un abbonamento di 3,56 euro al mese o 28,46 euro all’anno.

Adobe Premiere Clip (Android/iOS) – App per registrare video

Disponibile su entrambi i dispositivi mobili, Adobe Premiere Clip è il corrispettivo per dispositivi mobili del popolare software Adobe Premiere Pro. Anche se non puoi aspettarti le stesse identiche funzionalità, l’applicazione per smartphone e tablet Android e iOS è decisamente completa ed efficace, se il tuo scopo è quello di registrare e poi montare un video. Inoltre, a differenza di Adobe Premiere Pro, l’app per dispositivi mobili si presenta anche in versione gratuita.

Il suo punto di forza è sicuramente la semplicità d’uso ma anche l’integrazione con la libreria online di Creative Cloud. L’applicazione ti permette infatti di modificare un video registrandolo sul momento o anche utilizzandone uno della tua libreria Creative Cloud, Adobe Lightroom oppure anche Dropbox.

Inoltre, nella sua versione gratuita, l’app mette a disposizione 2 GB di spazio di archiviazione su Creative Cloud, e la possibilità di salvare il video esportato direttamente su Youtube.

Dittafono (iOS) – App registrare audio

Se invece quello di cui hai bisogno è uno strumento per registrare audio, e desideri scaricare un’app che possa svolgere questo compito, puoi tranquillamente rivolgerti ad alcune applicazioni gratuite, disponibili per smartphone Android e iOS.

Per questo motivo, tra quelle che voglio consigliarti in questa mia guida c’è senz’altro l’applicazione per iOS chiamata Dittafono – Registratore audio. Dittafono – Registratore audio, che d’ora in avanti per semplicità chiamerò soltanto Dittafono, è un’applicazione gratuita che puoi scaricare sul tuo dispositivo e che ti permette di effettuare registrazioni audio in altissima qualità. L’applicazione permette di effettuare la registrazione di audio in formato MP3 e WAV, permettendoti anche di scegliere la qualità delle registrazioni e di categorizzarle.

L’applicazione si fa notare per essere dotata di un’interfaccia utente minimale, pensata per essere appositamente intuitiva ed è in grado di svolgere egregiamente il suo lavoro di app per la registrazione audio, permettendoti di ottenere un file audio di buona qualità.

Dittafono è un’applicazione gratuita ma sono senz’altro le sue caratteristiche a pagamento quelle maggiormente degne di nota. A differenza di altre applicazioni per la registrazione che si occupano soltanto di svolgere funzioni primarie, utilizzando la versione a pagamento dell’applicazione, avrai accesso a diversi strumenti aggiuntivi. Per esempio potrai condividere i file audio via email o caricarli su un sistema di cloud (Google Drive, Dropbox, Soundcloud ad esempio), regolare la velocità di riproduzione oltre che sovrascrivere un file registrato o parte di esso. Le funzionalità citate sono acquistabili singolarmente al costo di 0,99€ l’una oppure è possibile acquistare direttamente la versione completa dell’app, al costo di 4,99€.

Registratore vocale (Android) – App per registrare audio

Tra le numerosissime applicazioni per registrare audio disponibili sul Play Store di Google, voglio parlarti di un’app chiamata Registratore vocale, disponibile gratuitamente su Android. L’applicazione si presenta con un’interfaccia utente semplice e funzionale, per evitare qualsiasi tipo di distrazioni. Vi sono infatti soltanto soltanto tre pulsanti principali, uno dedicato alla registrazione (Registratore) e uno per l’ascolto del file registrato (Lettore). Il terzo pulsante, invece, è quello delle Impostazioni e ti servirà per accedere al menu dedicato alle personalizzazioni dell’applicazione.

A differenza di molte altre applicazioni per la registrazione di file audio, infatti, Registratore vocale ti permette di modificare diversi parametri per la registrazione: formato di registrazione, frequenza di campionamento, codificatore bitrate, e tanto altro ancora. Una funzionalità che trovo molto interessante per chi ha bisogno di ottenere un file audio di qualità estremamente elevata. Non ci sono altri pulsanti oltre al classico REC, Pausa e Stop ma, dopotutto, quello che ti serve è registrare un audio, no?

Una volta che hai effettuato una registrazione audio, dovrai recarti nella sezione Lettore. Parlando proprio delle registrazioni effettuate, trovo interessante segnalarti che potrai scegliere se condividerle e inviarle, oltre al classico rinominarle ed eliminarle. Utilizzando Registratore vocale potrai persino scegliere se desideri impostare una particolare registrazione come suoneria del tuo telefono, come allarme per promemoria o sveglia oppure anche suono di notifica predefinito.

L’applicazione Registratore vocale è disponibile gratuitamente e non presenta banner pubblicitari.