Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come creare contenuti

di

Su Internet si fruiscono contenuti di ogni genere, iniziando da quelli testuali come il post che stai leggendo adesso, passando per le fotografie, gli audio e i video, forse i leader assoluti sul Web. Dietro la realizzazione di ognuno di questi vi è un tempo e uno studio più o meno lungo, con alcuni che inseriscono contenuti casual fatti per piacere personale, altri invece che sono veri ingegneri dell'attenzione del pubblico e passano tantissimo tempo a studiare un pezzo.

Con questo mercato che, sebbene già enorme, continua a crescere inarrestabile giorno dopo giorno, è normale che tutti abbiano pensato almeno una volta di cimentarsi in esso e migliorare le proprie skill in tal senso. Sapere come creare contenuti di qualità, però, non è proprio cosa da tutti, poiché non ci si inventa in questo ruolo da un giorno all'altro.

Detto questo, se vuoi una “infarinata” generale e qualche consiglio — spero utile — per migliorare il tuo livello attuale, posso provare a darti una mano. Ho infatti intenzione di mostrarti, di seguito, le linee guida per creare dei contenuti efficaci per alcuni social network e piattaforme online dove poi andrai a postarli. A fine lettura forse non sarai un influencer famoso, ma potrai ottenere risultati soddisfacenti.

Indice

Come creare contenuti social

Se vuoi sapere come creare contenuti di qualità sulle piattaforme social, andiamo a vedere qualche semplice idea o trucco che possa aiutarti in questo.

Come creare contenuti su Instagram

Instagram

Iniziamo da Instagram, uno dei social network più diffusi al momento. Qui ci sono vari tipi di contenuti che si possono postare, quali storie, reel, foto e live ed è importante saperli sfruttare tutti al meglio: vediamo come.

  • Storie — le storie sono quelle che appaiono in alto nei bollini con la tua foto, le quali sono usate per essere "sempre presente nelle bacheche dei tuoi follower. Una storia è qualcosa di (più o meno) spontaneo che racconta qualcosa della tua vita, come i dietro le quinte dei film. Non elaborarle troppo, cerca di darle un tono interessante e pubblicane il giusto. Non fare una storia per qualunque cosa se non sarà utile per chi ti segue, falla quando hai qualcosa da dire. Questo ti permetterà di mantenere alto l'interesse di chi ti segue. Vuoi sapere come funzionano le storie su Instagram? Ho la guida giusta per te.
  • Foto — le foto sono decisamente in declino si Instagram, soppiantate dai video. Questo volente o nolente va accettato, quindi occorre adeguarsi. Fare belle foto è importante (quindi magari fai un corso di fotografia), ma non basare la tua strategia solo su questo. I video sono premiati con visibilità mentre le foto raramente vengono mostrate. Se scorri la bacheca conta quante foto vedi dei profili che segui rispetto ai video e poi basati su quel numero per fare il rapporto foto/video da postare. Comunque, se sai fare belle foto, qualche bello scatto di tanto in tanto, è giusto postarlo.
  • Reel — sicuramente il tipo di contenuto (al momento) più importante su Instagram. Questi video devono essere subito interessanti dal primo secondo, compatti, ricchi d'informazione e molto veloci. Chi scorre tra i post ha una soglia di attenzione bassissima, poca voglia di aspettare e fame di informazioni rapide. Il tuo video deve basarsi su questi assunti altrimenti finirai per scorrere via come l'acqua senza lasciare traccia. Per sapere in dettaglio come funzionano i reel, ti lascio alla mia guida sul tema.
  • Live — le live sono un tipo di contenuto per utenti che già ti apprezzano e vogliono sapere di più da te. Non ha senso iniziare facendo live, non le guarderebbe nessuno. Quando però ti accorgerai di avere un gruppo di follower che vogliono saperne di più su un dato argomento a te inerente, ecco allora che una live diventa lo strumento perfetto per rispondere a questa esigenza. Per maggiori dettagli su come fare le live su Instagram, leggi la mia guida dedicata.
  • Usa strumenti adeguati — un telefono con una buona fotocamera, una mirrorless, una reflex o qualunque apparato fotografico che ti permette di fare bei contenuti, è necessario. Sì, lo so, sui social le foto vengono compresse e viste a dimensioni alle quali è davvero difficile apprezzarne i dettagli, ma si notano lo stesso. Una bella foto/video rimane tale (qualitativamente parlando), con colori accesi e contrasti pronunciati. Per ottenerli, serve un mezzo adeguato allo scopo, che può essere anche lo smartphone che già hai in tasca, se è all'altezza.
  • Usa gli hashtag giusti e di tendenza — sui social, per diventare virali, bisogna sia fare le mode che seguire quelle in atto. Il che vuol dire avere i propri hashtag pertinenti con l'argomento trattato (non hashtag come “likeforlike” o “fotobelle”, che sono super generici e totalmente irrilevanti), ma anche seguire i trend del momento. Se è un particolare periodo storico dove tutti parlano dei biscotti di Nutella (per fare un esempio), vedere se riesci a inserire una foto o a creare un meme che parli di questa cosa e raccolga quell'hashtag, potrebbe essere un ottima occasione. Non forzare le cose eccessivamente ma, una volta ogni tanto, buttare nel mezzo qualche moda del momento potrebbe darti una bella spinta. Se vuoi sapere più in dettaglio come trovare gli hashtag giusti, ti lascio alla mia guida sul tema.
  • Posta alle ore giuste — a seconda di quando il tuo pubblico è sui social, tu dovrai cercare di fargli trovare i tuoi contenuti. Se posti alle 3 del mattino, a meno che tu non voglia fare like tra i lavoratori notturni, ti darà poche soddisfazioni. Quando è l'ora giusta? Dipende da chi stai cercando di attirare. Per spunti in merito, leggi la mia guida su migliori orari per pubblicare su Instagram.
  • Sfondi e luci — sempre a seconda del tipo di format che proponi, potresti avere necessità di sfondi e luci per dare vita a sequenze dalla maggiore profondità. Immaginiamo, per esempio, che tu voglia fare video di cucina a casa tua. Avere almeno un paio di luci che illuminino la scena a dovere ed esaltino i colori, è il minimo indispensabile. Per altre esigenze, anche un pannello di sfondo adeguato può essere necessario.
Softbox - Set di luci a LED per studio fotografico, FGen, 2 x 50 x 70 ...
Vedi offerta su Amazon
UPhitnis 12" Ring Light, Luce per Selfie, 63" Staffa Triangolare, Luce...
Vedi offerta su Amazon
econious Sfondo fotografico, 1,5 m x 2,2 m Sfondo fotografico astratto...
Vedi offerta su Amazon
Kate 1.5x2.2m Fondali Classici di Struttura Grigio Scuro Retro Sfondi ...
Vedi offerta su Amazon
UTEBIT Sfondo Fotografico Bianco, 1.5x2m Fondale Fotografico Telo Bian...
Vedi offerta su Amazon
  • Gimbal o treppiede — che tu faccia video con il tuo telefono o con una macchina fotografica, avere un buon appoggio o uno stabilizzatore adeguato, può essere indispensabile. In un set fisso, appoggiare la camera su superfici di fortuna ti porterà sempre a compromessi mentre, se ti muovi, la stabilizzazione della camera non sempre sarà adeguata. Meglio investire in uno di questi prodotti, se vuoi fare sul serio. Per sapere in dettaglio come stabilizzare un video, ti lascio alla mia guida sul tema.
DJI OSMO Mobile SE Stabilizzatore a 3 Assi per Smartphone, Portatile e...
Vedi offerta su Amazon
FeiyuTech SCORP-C [ufficiale] Stabilizzatore Fotocamera, Gimbal 3 assi...
Vedi offerta su Amazon
Manfrotto MVG460, Gimbal Portatile Stabilizzata a 3 Assi Professionale...
Vedi offerta su Amazon
Amazon Basics - Treppiedi da 127 cm, leggero e con custodia, Nero/Marr...
Vedi offerta su Amazon
Victiv Treppiede per Fotocamera 182 cm Treppiede in Alluminio da Viagg...
Vedi offerta su Amazon
Treppiede Fotocamera e Smartphone 163cm, K&F Concept Treppiede in Allu...
Vedi offerta su Amazon

Se poi ti servissero maggiori informazioni su come postare i contenuti su Instagram o approfondire il discorso su come avere successo su Instagram, ti lascio alle mie guide appena linkate.

Come creare contenuti su TikTok

TikTok

TikTok è un social simile e differente da Instagram allo stesso tempo. Siccome anche qui puoi postare video e foto, per realizzare contenuti visivamente qualitativi vale quanto detto nel capitolo precedente.

  • Segui (un po') la massa — sembra brutto da dire, ma purtroppo sono regole alle quali piegarsi di tanto in tanto. Su TikTok (ma non solo) spesso spopolano argomenti/sfide/situazioni che diventano virali e fanno un sacco di like e visualizzazioni. Se vuoi avere successo e coinvolgere la gente, cavalca l'onda a tuo modo. Puoi anche fare un video dove spieghi quanto trovi stupido e detesti quella moda, l'importante è che quel tema sia trattato, anche per usare gli hashtag ad esso inerenti.
  • Parlando di hashtag… — se su Instagram devi andarteli a pescare tu (o magari anche a inventare) gli hashtag giusti, TikTok ti dà una mano in questo. Quando vai a pubblicare un contenuto, una volta scritti un paio nel testo, la piattaforma te ne suggerirà altri popolari e pertinenti da aggiungere con un tap. Inoltre qui usare Hashtag dozzinali come #perte e #foryou potrebbe aiutare il tuo video ad apparire in più bacheche. Ricorda solo di non esagerare o andare fuori tema. Ho scritto un articolo sui migliori hashtag per TikTok, se ti interessa.
  • Sii regolare — pubblicare spesso e con regolarità i contenuti e fondamentale, a patto che rimangano di qualità. Non buttare video in rete tanto per fare, ma studia un format ripetibile e usalo per avere un criterio che ti permetta di avere sempre spunti. Puoi poi anche provare con TikTok Now, l'app cheti permette di postare contenuti più autentici in quanto obbliga a registrarli in una finestra temporale molto ristretta e casuale.
  • Sponsorizza i tuoi contenuti — lungi dall'essere necessario, se vuoi avere visibilità più in fretta senza aspettare che l'algoritmo faccia il suo corso, prova a sponsorizzare i contenuti. Spendere qualche decina di euro potrebbe farti fare un balzo in avanti in quanto a popolarità in breve tempo. Se vuoi sapere più in dettaglio come sponsorizzare su TikTok, ti lascio alla mia guida sul tema.

Se volessi approfondire l'argomento sul come postare contenuti su TikTok o come diventare famosi su questa piattaforma, ti lascio alle mie guide appena linkate.

Come creare contenuti su Facebook

Facebook

Facebook è un social network completamente differente da quelli trattati in precedenza, in quanto è più lento e anche un deciso declino nelle preferenze del pubblico più giovane. Questo non vuol dire che sia destinato a scomparire o che non abbia senso investirci tempo, quindi vediamo come fare qui.

  • Racconta una storia — su Facebook le parole contano e hanno molto spazio, quindi non puoi cavartela “solo” con qualche bella foto o video. Qui si premiano le storie più del singolo contenuto sparato in una capsula di pochi secondi, il che cambia completamente le regole. Qualunque cosa tu voglia dire, assicurati che sia riassunta in un testo di qualità, il quale è la base per farti conoscere e avere un contatto con il pubblico.
  • Immagini o video di qualità — come detto per i social precedenti, non puoi prescindere dall'avere dei contenuti multimediali che siano immediatamente d'effetto, belli e che catturino l'occhio. Quindi valgono gli stessi consigli già dati nei capitoli precedenti.
  • Crea una pagina dedicata — qui le cose non funzionano come su Instagram o TikTok, dove la tua persona può diventare il tuo brand. O, per meglio dire, è possibile ma non cos' vantaggioso. Su Facebook creare una pagina dedicata ai tuoi contenuti specifici (come se fai ricette di cucina) è meglio che piazzarle solo sul tuo profilo personale. Questo non è un consiglio diretto sulla qualità del contenuto stesso, ma dà qualità al modo con il quale il tuo pubblico fruirà del medesimo. Inoltre, le funzionalità messe a disposizione per la gestione dei gruppi, sono un ottimo vantaggio per te. Per sapere in dettaglio come creare una pagina Facebook, ti lascio alla mia guida sul tema.

Di qui in avanti, vale più o meno quanto già detto anche per Instagram e TikTok a seconda di quali contenuti multimediali vorrai postare. Se vuoi sapere più in dettaglio come creare una pagina di successo su Facebook, ti lascio alla mia guida sul tema.

Come creare contenuti su YouTube

YouTube

Passiamo ora a YouTube, una delle piattaforme che dà sicuramente una maggiore profondità ai contenuti, permettendo di postare anche ore e ore di filmato. Qui le dinamiche sono simili sotto alcuni aspetti a quelle di TikTok (o al postare video su qualunque social), ma c'è molto di più. Vediamo cosa.

  • Crea il tuo brand — qualunque youtuber famoso, ha il suo marchio di fabbrica nei video. Questo può essere una sigla iniziale particolare, una battuta a inizio video, un logo che si materializza a schermo, poco importa. Quello che è importante è che ci sia qualcosa che dice che sei tu, distinguendoti dalla massa. Il cosa, lo devi decidere in base alla tua personalità.
  • Posta video dalla giusta durata — YouTube permette di pubblicare video anche molto lunghi (al netto degli Shorts), ma non significa che tu debba farlo per forza. Si dice che in molti preferiscano fruire di video brevi, ma ora che ci sono piattaforme come TikTok e Instagram per i video brevi, su YouTube c'è margine di manovra per postare contenuti più ragionati e lunghi. Ovviamente non bisogna esagerare e, soprattutto, se sei agli inizi, potrebbe essere ideale restare tra i 10 e i 20 minuti di durata per video. Potrebbe poi essere utile non raccontare tutto in una volta, lasciando qualcosa in sospeso e dando al pubblico la voglia di tornare per altri video.
  • Parti con un riassunto — prima della sigla o comunque nei primi minuti di video, è sempre bene esplicitare una parte di ciò di cui si parlerà o si vedrà nel video. Specialmente se crei contenuti informativi, spiega a chi guarda che deve rimanere sul tuo video per questa, questa e quest'altra ragione, altrimenti potrebbe andarsene. Nessuno vuole “sprecare” 10 minuti di tempo in questo mondo iperveloce, quindi crea aspettative e rassicura lo spettatore su ciò che ha diritto di aspettarsi.
  • Sii originale — su YouTube si trova davvero di tutto, basta una rapida ricerca. Questo significa che, se farai qualcosa di classico, andrai a porti in concorrenza con altri milioni di videomaker. Cerca, nel tuo piccolo, di dare qualcosa di originale allo spettatore, che lo coinvolga e che dica qualcosa di te. Non essere un robot, mostra la tua personalità e permetti al pubblico di empatizzare con te, così guadagnerai la loro attenzione.
  • Ottimizza i video — come in molti altri social o piattaforme, per essere trovato devi usare le giuste parole. Qui puoi inserire titolo, tag e descrizione, i quali indicizzeranno poi il medesimo. La gente ti troverà grazie a essi e ti cliccherà in base al titolo e all'immagine di copertina, ovvero l'immagine di copertina. Quindi vedi di avere le parole giuste per farti trovare e dei tratti distintivi visibili per farti cliccare.
  • Usa strumenti di qualità — su YouTube più che in ogni altra piattaforma, la qualità conta. Quindi vale quanto detto nei capitoli precedenti sugli strumenti adatti a partorire dei filmati di alto livello.

Se vuoi sapere di più su come diventare youtuber o come avere successo su questa piattaforma, ti lascio alle mie guide appena linkate.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.