Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere una canzone come sveglia

di

È da ormai qualche anno che utilizzi il tuo smartphone come sveglia; con il passare del tempo, però, le suonerie integrate nel dispositivo hanno iniziato a stancarti e, peggio ancora, a non funzionare più come dovrebbero. Vorresti dunque che il risveglio mattutino avvenisse sulle note della tua canzone preferita, ma non sai come riuscirci.

Se le cose stanno esattamente in questo modo, allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questo tutorial, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come mettere una canzone come sveglia, sia sui dispositivi animati dal sistema operativo Android che sugli iPhone (ed, eventualmente, sugli iPad).

Dunque, senza esitare oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, avrai acquisito le competenze necessarie per raggiungere, senza problemi, l’obiettivo che ti eri prefissato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Come mettere una canzone come sveglia

Prima di andare avanti e di spiegarti, nel concreto, come mettere una canzone come sveglia su smartphone e tablet, lascia che faccia qualche precisazione sull’argomento.

Come scoprirai tra non molto, per riuscire nel tuo intento puoi usare file audio provenienti da piattaforme di streaming legali, come Spotify e Apple Music; in alternativa, sappi che le versioni più recenti di Android e iOS consentono di impostare come sveglia (ma anche come suoneria) dei file personali, come i brani in formato MP3 che possono essere scaricati liberamente da Internet.

A tal proposito, tengo a precisare che il download e l’utilizzo abusivo di musica protetta dal diritto d’autore rappresenta un reato. Ti invito, dunque, a utilizzare gli strumenti e le informazioni presenti in questo tutorial in modo lecito e senza infrangere il copyright: personalmente, non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso errato che potresti fare di questa guida. Poi non dire che non ti avevo avvisato!

Se fin qui è tutto chiaro, mettiamo al bando le ciance e cerchiamo di scoprire, in dettaglio, come procedere per mettere una canzone come sveglia sullo smartphone o sul tablet.

Come mettere una canzone come sveglia su Android

Se è tua intenzione capire come mettere una canzone come sveglia su Samsung o altri dispositivi animati dal sistema operativo Android, faresti bene a seguire con attenzione i passaggi che mi accingo a spiegarti di seguito.

Caricare il brano sul dispositivo

Come mettere una canzone come sveglia

Tanto per cominciare, assicurati di avere a disposizione il brano sulla memoria dello smartphone (o sulla microSD). Se non hai ancora provveduto a caricarlo, puoi far fronte al problema mettendo in pratica una delle procedure che ti suggerisco di seguito.

  • Se non intendi avvalerti del computer, scarica e installa sul tuo dispositivo un’app dedicata al download della musica, quale potrebbe essere TinyTunes, quindi cerca la canzone di tuo interesse in base al titolo, oppure all’autore. Se hai bisogno di una mano nel portare a termine questa operazione, da’ uno sguardo alla mia guida su come scaricare musica gratis su Android.
  • Se, invece, il brano di tuo interesse risiede sul computer, provvedi a collegare tra loro lo smartphone e il computer usando il cavetto USB, apri l’Esplora File di Windows, oppure avvia Android File Transfer su Mac e copia il brano di tuo interesse nella cartella dello smartphone che più preferisci (ad es. Download o Music). Se hai bisogno di maggiori informazioni su come collegare Android al PC, da’ pure uno sguardo alla guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Dopo aver copiato il brano nella memoria dello smartphone, se necessario, puoi ritagliarlo per “adattarlo” alla suoneria di una sveglia, impiegando un’app quale Ringtone Maker, disponibile sul Play Store e sui market alternativi di Android.

Usarla è semplicissimo: dopo aver avviato l’app, attendi che la stessa ricerchi tutti i brani presenti nel telefono, individua quello di tuo interesse, fai tap sul pulsante (…) a esso corrispondente e tocca la voce Modifica dal menu che compare. A questo punto, dovresti trovarti al cospetto dell’editor dell’app, mediante il quale puoi ritagliare il brano: utilizza gli indicatori grigi collocati ai lati per specificare il punto d’inizio e di fine del file audio; per ascoltarne un’anteprima, tocca il pulsante Play.

Ultimata questa operazione, fai tap sull’icona del floppy disk collocata in alto a destra, accertati che il menu a tendina Tipo sia impostato su Suoneria, indica il nome da assegnare al brano e fai tap sui pulsanti Salva e Chiudi per ultimare il tutto.

Usare il brano come sveglia

Come mettere una canzone come sveglia

Una volta caricato il brano in memoria ed effettuate le opportune manipolazioni, puoi finalmente usarlo come sveglia. Per riuscirci, avvia l’app Orologio di Android, fai tap sul pulsante Sveglia e, se intendi applicare la suoneria a una sveglia già esistente, fai tap sul suo nome e poi sull’icona della campanella, che compare subito sotto. Se, invece, vuoi creare una nuova sveglia, fai prima tap sul simbolo (+), indica l’ora in cui riprodurla e procedi in modo analogo a quanto visto poc’anzi.

A questo punto, non ti resta che individuare la suoneria creata in precedenza tra quelle disponibili e fare tap sul suo nome, per applicarla. Se non la trovi, sfiora l’opzione Aggiungi nuovo suono per aprire il gestore file di Google, tocca l’icona collocata in alto a sinistra e seleziona la voce Audio dal menu che compare; per concludere, seleziona la cartella che contiene il brano e fai tap sul suo nome per aggiungerlo alla lista.

Ti segnalo che, se l’app di Spotify è installata su Android e disponi di un account Spotify Premium, puoi selezionare un brano (o un’intera playlist) da usare come sveglia direttamente dal suddetto servizio: per riuscirci, fai tap sulla scheda Spotify e cerca il brano di tuo interesse avvalendoti dell’apposito pulsante. Quando l’hai trovato, fai tap sul suo titolo per usarlo come suoneria.

Come mettere una canzone come sveglia su iPhone

A dispetto di quanto potresti pensare, è possibile mettere una canzone come sveglia su iPhone in modo estremamente semplice.

Caricare il brano sullo smartphone

Come mettere una canzone come sveglia

A partire dalle più recenti versioni di iOS (o anche iPadOS), usare un brano personalizzato come sveglia è semplicissimo: è infatti sufficiente che il brano sia presente nella libreria musicale del “melafonino” e il gioco è fatto.

Se così non fosse, devi provvedere a caricarlo in memoria impiegando iTunes, su Windows o macOS 10.14 e versioni precedenti, oppure l’applicazione Musica, su macOS 10.15 o versioni successive.

Se utilizzi un computer animato da Windows, provvedi dunque a scaricare e installare iTunes, se non ce l’hai già, attenendoti ai passaggi che ti ho indicato in questa guida; su Mac, invece, tutto l’occorrente è già presente “di serie”.

Dunque, per prima cosa, collega l’iPhone al computer usando il cavo Lightning, avvia iTunes/Musica e, se è la prima volta che compi questa operazione, autorizza la comunicazione tra i dispositivi. Per riuscirci, clicca sul pulsante Continua visualizzato nella finestra di iTunes/Musica, premi il pulsante Autorizza che compare sul display dello smartphone e, quando richiesto, immetti il codice di sblocco sul telefono.

A riconoscimento avvenuto, provvedi ad effettuare la sincronizzazione della libreria musicale tra i dispositivi, seguendo la procedura che ti ho fornito in questa guida: così facendo, il contenuto della libreria di iTunes/Musica presente sul computer verrà trasferito su iPhone.

Come dici? Preferiresti mettere una canzone come sveglia su iPhone senza iTunes? Si può fare! In questo caso, devi provvedere ad acquistare il brano/suoneria in questione da iTunes Store, direttamente dal “melafonino”, in modo da aggiungerlo alla libreria musicale del dispositivo (ti spiegherò come fare tra non molto).

Se, invece, sei titolare di un abbonamento ad Apple Music, individua il brano di tuo interesse, aggiungilo alla libreria, facendo tap sull’apposito pulsante, e tocca il pulsante di download (la nuvola con la freccia verso il basso) per renderlo disponibile anche in modalità offline.

Usare il brano come sveglia

Una volta ottenuta la canzone di tuo interesse, puoi impostarla come sveglia nel seguente modo: avvia l’app Orologio dell’iPhone, fai tap sul pulsante Sveglia collocato in basso e premi il simbolo (+), per aggiungere un nuovo allarme. Se, invece, vuoi modificare una sveglia già esistente, tocca la voce Modifica situata in alto e fai tap sul simbolo > corrispondente all’allarme da modificare.

Provvedi ora a impostare i parametri necessari (ora, ripetizione, etichetta e ritardo), quindi fai tap sulla voce Suono e poi sull’opzione Scegli un brano situata nella schermata successiva: in tal modo, dovresti visualizzare la libreria musicale del telefono. Per selezionare la canzone di tuo interesse, accedi alla sezione più appropriata (ad es. Brani) e fai tap sul pulsante (+) corrispondente al suo nome.

Se, invece, preferisci acquistare la suoneria direttamente da iTunes Store, fai tap sulla voce Suonerie su iTunes Store e individua il brano che più ti aggrada, tra quelli proposti.

Dopo averlo trovato, fai tap sul riquadro contenente il prezzo e, se necessario, fai tap sulla voce Fine annessa al riquadro Nuova suoneria; concludi dunque l’acquisto autenticandoti tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Una volta concluso l’acquisto, ritorna alla schermata di selezione della sveglia, fai tap sulla voce Scarica tutte le suonerie acquistate e attendi che il nome della suoneria scaricata in precedenza venga mostrato tra quelli disponibili.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.