Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare con il telefono

di

Dopo aver letto la mia guida su quale smartphone comprare, hai deciso di sostituire il tuo vecchio telefono con uno di ultima generazione. Completata la prima configurazione, ti sei sùbito adoperato per scoprire le funzionalità del dispositivo e hai scoperto che puoi utilizzarlo anche per effettuare i pagamenti, sia online che nei negozi fisici. Allettato da questa funzionalità e, soprattutto, dalla possibilità di non essere costretto ad avere sempre con te il portafoglio, hai effettuato alcune ricerche sul Web per approfondire l’argomento e sei finito dritto su questa mia guida. Le cose stanno effettivamente così, non è vero? Allora lasciati dire sei arrivato nel posto giusto al momento giusto!

Con la guida di oggi, infatti, ti spiegherò come pagare con il telefono elencandoti tutte le soluzioni a tua disposizione: oltre a indicarti la procedura dettagliata per utilizzare il tuo smartphone per i pagamenti al POS nei negozi fisici, ti elencherò anche una serie di applicazioni per effettuare pagamenti online di ogni tipologia. Inoltre, ti fornirò le indicazioni per pagare il parcheggio dell’auto usando il tuo telefono, ovunque tu sia. Interessante, vero?

Se non vedi l’ora di saperne di più, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo sùbito all’azione. Coraggio: mettiti bello comodo, ritagliati cinque minuti di tempo libero e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Seguendo attentamente le indicazioni che sto per darti e provando a metterle in pratica, ti assicuro che pagare i tuoi acquisti con il telefono sarà davvero un gioco da ragazzi. Detto ciò, a me non resta altro che augurarti buona lettura!

Indice

Pagare con il telefono al POS

Se ti stai chiedendo se è possibile pagare con il telefono nei negozi fisici, sarai contento di sapere che la risposta è affermativa, a patto che nell’esercizio commerciale sia disponibile un POS dotato di sistema contactless. Come fare? Te lo spiego sùbito!

Pagare con il telefono Android

Google Pay

Se hai un telefono Android, puoi pagare i tuoi acquisti nei negozi fisici tramite Google Pay, il sistema di pagamento di Google.

Per prima cosa, prendi dunque il tuo smartphone, accedi alle Impostazioni di Android (facendo tap sull’icona della rotella d’ingranaggio) e premi sulla voce Connessioni dispositivo presente nel menu che si apre. Adesso, fai tap sull’opzione NFC e, nella nuova schermata visualizzata, sposta la levetta accanto alla voce NFC da OFF a ON, per abilitare il tuo dispositivo ai pagamenti tramite NFC (Near Field Communication).

L’NFC, qualora non lo sapessi è una tecnologia che consente lo scambio di dati a breve distanza e in maniera sicura tra i dispositivi supportati; è dunque quella che permette lo scambio di informazioni tra il proprio smartphone e il POS del negozio. Per saperne di più, puoi leggere la mia guida su come funziona NFC.

Ciò detto, verifica che nella sezione Tocca e paga sia impostata Google Pay come applicazione predefinita per i pagamenti tramite NFC. In caso contrario, fai tap sulla voce App predefinita e apponi il segno di spunta accanto all’opzione Google Pay

Adesso, avvia l’app Google Pay, premi sul pulsante Inizia e fai tap sulla voce Aggiungi una carta, per associare una tua carta di pagamento a Google Pay. Inserisci, quindi, i dati della carta in questione nei campi Numero cartaMM/AA (con la data e l’anno di scadenza), CVV e Indirizzo di fatturazione e premi sul pulsante Salva. In alternativa, puoi effettuare la stessa operazione da computer, collegandoti al sito ufficiale di Google Pay e accedendo con lo stesso account Google in uso sul tuo smartphone.

Configurare Google Pay

Dopo aver abilitato il tuo dispositivo ai pagamenti tramite NFC e aver associato a Google Pay una tua carta di pagamento, sei pronto per pagare i tuoi acquisti nei negozi fisici usando il tuo telefono. Tutto quello che devi fare al momento del pagamento è sbloccare il tuo smartphone, avvicinarlo al POS dotato di sistema contactless e attendere che il pagamento venga effettuato.

Se tutto è andato a buon fine, visualizzerai il messaggio Transazione eseguita sullo schermo del POS, mentre sul tuo smartphone comparirà il simbolo , a indicare l’avvenuto pagamento. Per saperne di più, ti lascio alle mie guide su come funziona Google Pay e come pagare con Google Pay.

Pagare con il telefono Apple

Pagare con il telefono con ApplePay

Se hai un iPhone, sarai contento di sapere che puoi pagare con il telefono tramite Apple Pay, il sistema di pagamenti del colosso di Cupertino. In tal caso, tutto quello che devi fare è aggiungere una carta di credito o di debito compatibile con Apple Pay nell’app Wallet del tuo dispositivo e, in fase di pagamento, avvicinare il dispositivo al POS del negozio.

Per procedere, prendi quindi il tuo iPhone, avvia l’app Wallet e fai tap sul pulsante +, per aggiungere una nuova carta di pagamento. Premi, quindi, sul pulsante Continua e inquadra la carta in questione con la fotocamera del tuo telefono. In alternativa, scegli l’opzione Inserisci i dati della carta, inserisci manualmente i dati richiesti nei campi Nome, Numero carta e Data di scadenza e premi sulle opzioni Avanti e Accetto.

Per completare la procedura di aggiunta della carta al Wallet di iPhone, seleziona una delle opzioni disponibili per la verifica della stessa (es. l’invio di un codice di verifica tramite SMS), premi sul pulsante Avanti e segui le indicazioni mostrate a schermo. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come funziona Wallet iPhone.

Adesso sei pronto per pagare con Apple Pay nei negozi fisici, usando il tuo iPhone. Dopo aver verificato che il negozio in questione accetti i pagamenti tramite Apple Pay, al momento del pagamento prendi il tuo telefono e, se hai un iPhone X o successivi, premi due volte il tasto laterale di destra, autenticati tramite Face ID, seleziona la carta con la quale intendi pagare (se hai aggiunto più carte di pagamento all’app Wallet) e avvicina l’iPhone al POS per completare il pagamento.

Se, invece, hai un iPhone dotato di riconoscimento tramite impronta digitale, avvicina semplicemente quest’ultimo al POS, seleziona la tua carta di pagamento, autenticati tramite Touch ID e il gioco è fatto. Per approfondire l’argomento, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come funziona Apple Pay.

Pagare con il telefono senza NFC

Pagare con Satispay

Se ti stai chiedendo se è possibile pagare con il telefono senza NFC presso i negozi fisici, la risposta è negativa, almeno se la tua intenzione è usare Google Pay o Apple Pay. Tuttavia, esistono applicazioni di terze parti che consentono di effettuare pagamenti dallo smartphone senza sfruttare la tecnologia NFC.

Tra le applicazioni di questo tipo c’è Satispay, che è disponibile gratuitamente sui dispositivi Android e iOS e consente sia di effettuare pagamenti online (comprese ricariche telefoniche, bollettini e il bollo dell’auto) che di pagare i propri acquisti nei negozi fisici convenzionati. Offre inoltre la possibilità di ricevere un Cashback, cioè un rimborso immediato di una percentuale della spesa, riaccreditato direttamente sull’applicazione una volta completato il pagamento.

Scarica Satispay e registrati con il codice ARANZULLA per ottenere 5€ di bonus all’iscrizione:
Scarica Satispay per AndroidScarica Satispay per iOS

Per utilizzare Satispay per i tuoi pagamenti, scarica e avvia l’app in questione, dopodiché premi sul pulsante Inizia ora, inserisci il tuo numero di telefono e il tuo indirizzo email nei campi appositi e segui le indicazioni mostrate a schermo per procedere alla verifica della tua identità (inserendo i codici ricevuti tramite SMS e all’indirizzo email indicato in precedenza) e alla creazione del codice PIN, che dovrai digitare ogni volta che vorrai accedere all’applicazione.

Adesso, inserisci il codice IBAN del tuo conto corrente bancario nel campo Il tuo IBAN e inserisci i dati richiesti nella sezione Informazioni personali, dopodiché carica un tuo documento d’identità scegliendo una delle opzioni disponibili tra Carta d’identità, Patente di guida e Passaporto, fai tap sul pulsante Scatta foto, per caricare il documento scelto e segui le indicazioni mostrate a schermo per completare la registrazione.

Iscrizione Satispay

Completata la creazione del tuo account e la verifica dei dati inseriti (riceverai una notifica sul tuo smartphone e un’email di conferma), avvia nuovamente l’app di Satispay, scegli l’opzione Profilo visibile nel menu in basso e premi sulle voci Imposta budget e Modifica, per impostare il budget del tuo account: operazione necessaria per effettuare i pagamenti, sia online che nei negozi fisici.

Nella nuova schermata visualizzata, scegli l’importo di cui disporre sul tuo account (25€, 50€, 75€, 100€, 125€, 150€, 175€, 200€ e 250€) e premi sui pulsanti Prosegui e Conferma. Devi sapere che l’importo selezionato sarà disponibile sul tuo conto Satispay entro due giorni lavorativi dalla prima ricarica. Successivamente, in caso di modifica del budget, il nuovo importo sarà conteggiato a partire dal successivo controllo automatico del budget disponibile, che avviene ogni domenica sera.

Non appena l’importo scelto in precedenza sarà accreditato sul tuo conto Satispay, sarai pronto per effettuare i pagamenti nei negozi fisici senza usare la tecnologia NFC. Per procedere in tal senso, premi sulla voce Negozi (in basso a sinistra) nell’applicazione di Satispay, fai tap sul pulsante Rileva la mia posizione e premi sull’opzione Consenti, in modo da consentire a Satispay di accedere ai dati relativi alla tua posizione e mostrarti i negozi fisici nelle tue vicinanze che accettano i pagamenti tramite il suo circuito.

Dopo esserti recato di persona nel negozio di tuo interesse, tutto quello che devi fare è rivolgerti all’addetto in cassa e riferire la tua intenzione di pagare con Satispay, dopodiché devi prendere il tuo smartphone, avviare l’app in questione e accedere al tuo conto. Premi, quindi, sulla voce Negozi, seleziona l’attività di tuo interesse (dovrebbe essere il primo risultato se hai consentito a Satispay di accedere alla tua posizione) e specifica l’importo da pagare nel campo apposito.

Infine, fai tap sul pulsante Invia e attendi la conferma dell’esercente. Se tutto è andato a buon fine, sullo schermo del tuo dispositivo visualizzerai il messaggio Pagamento effettuato, a indicare l’avvenuto pagamento. Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come pagare con Satispay.

App per pagare con il telefono

Oltre ai sistemi di pagamento che ti ho indicato nei paragrafi precedenti, che consentono di pagare sia online che nei negozi fisici, sarai contento di sapere che esistono così tante app per pagare con il telefono che hai solo l’imbarazzo della scelta.

Pagare con il telefono Postepay

Pagare con Postepay

Se hai una Postepay e ti stai chiedendo se è possibile effettuare pagamenti con il telefono usando il saldo disponibile sulla tua carta prepagata, la risposta è affermativa. Oltre ad aggiungere la tua Postepay a Google Pay per i pagamenti nei negozi fisici (attività per la quale è necessaria la carta Postepay Evolution), devi sapere che puoi effettuare pagamenti anche tramite l’app Postepay per dispositivi Android e iOS.

Dopo aver avviato l’app in questione, premi dunque sul pulsante Accedi alla tua Postepay, inserisci i dati del tuo account nei campi Nome utente e Password e premi sul pulsante Accedi. In alternativa, seleziona l’opzione PosteID per accedere tramite le tue credenziali SPID. Se, invece, non ti sei mai registrato sul sito di Poste Italiane, fai tap sul pulsante Registrati e segui le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come registrarsi su Poste Italiane.

Adesso, premi sul pulsante Inserisci i dati della tua carta, inserisci il numero della Postepay nel campo apposito e specificane anche la data di scadenza e il codice CVV/CVV2, dopodiché inserisci il codice di verifica che ti è stato inviato tramite SMS e segui le indicazioni mostrate a schermo, in modo da completare l’aggiunta della tua Postepay.

Per effettuare un pagamento, tutto quello che devi fare è premere sul pulsante Paga visibile nella schermata principale dell’app, scegliere una delle opzioni disponibili tra Ricarica telefonica, Bollettino, Carburante, Parking (per pagare il parcheggio), Trasporto urbano e Biglietto extraurbano e completare la procedura di pagamento, che varia a seconda del servizio scelto.

Pagare con il telefono PayPal

Inviare denaro con PayPal

Con PayPal, il celebre servizio per il trasferimento di denaro su Internet disponibile anche sotto forma di applicazione per Android e iOS, è possibile sia pagare i propri acquisti online direttamente sui siti Web che accettano questo metodo di pagamento (es. eBay) che tramite l’invio di denaro dal proprio conto.

Per procedere al pagamento con PayPal utilizzando l’app per smartphone, avvia quest’ultima e accedi al tuo account inserendone i dati nei campi Indirizzo email e Password. Se, invece, stai leggendo questa guida a titolo informativo e non hai ancora un account su PayPal, scegli l’opzione Registrati, per crearne uno: a tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come avere PayPal.

Adesso, se ancora non l’hai fatto, premi sull’icona della rotella d’ingranaggio, che si trova in alto a destra, e  scegli l’opzione Conti bancari e carte, per collegare una tua carta di pagamento o il tuo conto corrente bancario al tuo account PayPal. Nella nuova schermata visualizzata, fai tap sul pulsante +, scegli l’opzione di tuo interesse tra Conto bancario e Carta e inserisci i dati richiesti per completare il collegamento.

Per inviare denaro ed effettuare il pagamento dei tuoi acquisti online, premi sul pulsante Invia visibile nella schermata principale dell’app di PayPal, inserisci il nome (se è tra i tuoi contatti), l’indirizzo email o il numero di telefono della persona che intendi pagare nel campo Nome, email o numero di cellulare, specifica l’importo del pagamento e premi sul pulsante Avanti.

Infine, scegli se effettuare il pagamento tramite il saldo PayPal o usando una carta associata al tuo conto e premi sui pulsanti Avanti e Invia denaro, per inviare il pagamento. Per la procedura dettagliata, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come pagare con PayPal.

Se, invece, la tua intenzione è pagare una ricarica telefonica con PayPal, ti sarà utile sapere che puoi farlo scaricando l’app PayPal Carica per dispositivi Android e iOS. Se questo è il tuo caso, avvia l’app in questione, inserisci i dati del tuo conto PayPal nei campi Indirizzo email e Password e premi sul pulsante Accedi.

Nella nuova schermata visualizzata, fai tap sull’opzione Fai una ricarica, inserisci il numero di telefono da ricaricare nel campo apposito, premi sulla voce Scegli l’operatore e seleziona l’operatore telefonico di tuo interesse (Vodafone, TIM, Wind, Tre, CoopVoce, DigiMobil, Kena e Lycamobile). Premi, quindi, sui pulsanti + e per scegliere l’importo della ricarica, fai sul pulsante Ricarica con PayPal e il gioco è fatto.

Pagare con l’app della banca

Pagare con il telefono Intesa Sanpaolo

Il servizio di home banking del proprio istituto bancario, accessibile anche tramite l’applicazione ufficiale della banca, è un’altra valida soluzione per pagare con il telefono. I principali istituti bancari consentono di pagare bollettini, effettuare ricariche telefoniche, pagare il bollo dell’auto e molto altro ancora.

Inoltre, alcune banche, come UniCredit (con l’app Monhey per Android e iOS) o Intesa Sanpaolo (con il servizio XME PAY), consentono di effettuare pagamenti sia online che nei negozi fisici avvicinando lo smartphone al POS.

Per capire meglio, facciamo un esempio pratico, dedicato in questo caso al sistema di pagamento di Intesa Sanpaolo. Tutto quello che devi fare per avvalertene, è avviare l’app della banca sul tuo smartphone (se ancora non l’hai scaricata, potrebbe esserti utile la mia guida su come scaricare app Intesa Sanpaolo), premere sul pulsante Entra e inserire i tuoi dati nei campi Codice titolare e PIN, in modo da accedere al tuo conto corrente.

Adesso, se la tua intenzione è effettuare pagamenti online, fai tap sul pulsante ☰, in alto a sinistra, scegli la voce Operazione e pagamenti e premi su una delle opzioni di pagamento disponibili tra Ricariche (Ricarica cellulare e Ricarica carte prepagate), Bollette e pagamenti (Bollettino postale premarcato, MAV/RAV, Ri.Ba e Pagamenti CBILL/PagoPa) e F24 e altre tasse.

Se, invece, vuoi attivare il servizio per effettuare pagamenti nei negozi fisici, fai tap sul pulsante e seleziona l’opzione XME PAY dal menu che si apre. Nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Attiva, seleziona la carta di credito o di debito associata al tuo conto corrente e fai tap sulla voce Continua per cinque volte consecutive, per completare l’attivazione di XME PAY.

Tutto quello che devi fare al momento del pagamento in un negozio fisico, è prendere il tuo telefono, avviare l’app di Intesa Sanpaolo, selezionare l’opzione XME PAY, scegliere la carta da usare per il pagamento, premere sul pulsante Paga e avvicinare lo smartphone al POS del negozio, per completare il pagamento.

Pagare parcheggio con il telefono

Pagare parcheggio con il telefono

Vorresti pagare il parcheggio dell’auto usando il tuo telefono? In tal caso, puoi prendere in considerazione le app per pagare il parcheggio, che consentono di pagare i minuti effettivi di sosta tramite la carta di pagamento o il conto PayPal collegato al proprio account. Eccone alcune tra quelle che ritengo più interessanti.

  • EasyPark (Android/iOS): un’utilissima applicazione che consente di trovare parcheggio con facilità, tramite un’apposita funzionalità, e di pagare i minuti effettivi di sosta. È disponibile in oltre 300 città italiane. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come funziona EasyPark.
  • myCicero (Android/iOS): è un’applicazione gratuita che consente non solo di pagare il parcheggio, ma anche di pianificare il proprio viaggio, con la possibilità di acquistare abbonamenti e biglietti dei mezzi pubblici con il telefono.
  • Phonzie (Android/iOS): applicazione che consente di pagare il parcheggio senza applicare alcuna commissione sul servizio e di acquistare i biglietti dei mezzi pubblici.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.