Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare il telefono alla Smart TV

di

Il tuo smartphone ha uno schermo di piccole dimensioni, rispetto agli smartphone più recenti: purtroppo è già vecchio di qualche anno e comincia a sentire i segni del tempo. Prima di dirgli definitivamente addio in favore di un dispositivo Android o iOS di nuova generazione, stai pensando di utilizzarlo con un ultimo scopo, ovvero quello di telecomando per la riproduzione di contenuti multimediali. Vorresti infatti capire se vi è un modo per collegare il telefono al tuo televisore di ultima generazione: in questo modo potrai in qualche modo continuare a usufruire del tuo smartphone trasmettendo video, film e serie direttamente sul TV.

La risposta a questa richiesta indiretta è affermativa. Esistono in realtà diversi metodi per collegare un telefono alla Smart TV e, nel corso di questa guida, andrò a parlarti nel dettaglio di quelli più popolari. Non preoccuparti, le procedure da effettuare non sono affatto particolarmente complicate e comunque, nel corso di questa guida, andrò a spiegarti tutto nei minimi dettagli, affinché tu possa comprendere quali sono le possibilità a tua disposizione.

Tutto quello di cui hai bisogno è qualche minuto di tempo libero. Tieni sotto mano il tuo smartphone Android e iOS e leggi attentamente le righe che seguiranno: vedrai che, alla fine della lettura, avrai sicuramente colmato quelli che sono i tuoi dubbi tecnologici e potrai capire come procedere per riuscire nella tua personale impresa. Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Non mi resta che augurarti una buona lettura.

Indice

Come collegare il telefono alla Smart TV senza cavi: streaming

Ti piacerebbe collegare il telefono al televisore per trasmettere in streaming i tuoi contenuti preferiti? In questo caso, possono esserti d’aiuto diverse tecnologie di connessione, quasi sempre disponibili sui televisori Smart moderni. Di seguito ti elenco le più diffuse e conosciute.

Google Cast

Come collegare il telefono alla Smart TV senza cavi: streaming

Il primo protocollo di trasmissione di cui voglio parlarti è Google Cast: si tratta di un sistema proprietario di Google e integrato in tutti gli Smart TV con Android TV, che consente di trasmettere contenuti in streaming provenienti da una delle applicazioni compatibili per Android e iPhone (ad es. YouTube, Netflix, Amazon Prime Video, DAZN, Spotify, Google Play Film, NOW, Mediaset Play Infinity, RaiPlay e molte altre), a patto che il telefono e il televisore siano collegati alla stessa rete Wi-Fi.

Per avviare la trasmissione di un contenuto tramite Google Cast, è sufficiente aprire l’applicazione scelta, fare tap sull’icona dello schermo con le onde e selezionare il nome del televisore dalla lista dei device rilevati.

Gli smartphone Android, inoltre, consentono di trasmettere il contenuto dell’intero schermo: per farlo, bisogna recarsi nel menu Impostazioni > Dispositivi connessi > Preferenze di connessione > Trasmetti del sistema operativo mobile di Google e fare tap sul nome dello Smart TV compatibile.

Gli iPhone non supportano nativamente la trasmissione dello schermo via Google Cast, ma è possibile rimediare con applicazioni di terze parti come Replica, che sfruttano la funzione di registrazione schermo di iOS per inviare il flusso video dello smartphone in tempo reale al televisore.

Se ritieni che il protocollo Google Cast sia l’ideale ma, ahimè, non disponi di un televisore con Android TV, non disperare: puoi trasformare l’apparecchio in tuo possesso in un dispositivo compatibile con il protocollo di Google acquistando una chiavetta HDMI, denominata Chromecast, prodotta a sua volta da “Big G”.

Chromecast è disponibile in due versioni: una di base, che permette di riprodurre contenuti fino alla risoluzione Full HD; e una più avanzata, denominata Chromecast con Google TV, che aumenta la risoluzione supportata a 4K HDR, dispone di sistema operativo interno con store di app dedicato e viene fornito con telecomando.

Google Chromecast, Grigio Antracite, Dai Il Via Allo Streaming
Vedi offerta su Amazon

Per approfondimenti, puoi consultare la mia guida al funzionamento di Chromecast, nella quale ti ho spiegato come installare e configurare il dongle HDMI di Google su qualsiasi Smart TV; le modalità di trasmissione sono identiche a quelle viste per Google Cast su Android TV.

Miracast

Come collegare il telefono alla Smart TV senza cavi: streaming

Altra tecnologia di trasmissione che si può usare per inviare contenuti in streaming dallo smartphone allo Smart TV, integrata nativamente in numerosi apparecchi di questo tipo, è Miracast: essa sfrutta il sistema Wi-Fi Direct e non richiede altri dispositivi di rete di supporto, poiché la connessione viene stabilita in maniera diretta tra il telefono e il televisore.

A seconda del produttore, è possibile attivare Miracast tramite un’apposita funzione disponibile nelle Impostazioni del dispositivo, oppure avviando l’app dedicata, che può avere nomi diversi: Screen Share per i televisori LG, AllShare per i Samsung, Wireless Screencast per i Philips non dotati di Android TV, Schermo Wireless per i Philips dotati di Android TV, Screen Mirroring per i Sony Bravia e così via.

Una volta abilitata la funzionalità apposita, è possibile trasmettere sul televisore l’intero schermo di Android, recandosi nel menu Impostazioni > Dispositivi connessi > Preferenze di connessione > Trasmetti e facendo tap sul nome dello Smart TV che dovrebbe comparire nella lista dei dispositivi rilevati nelle vicinanze. Se necessario, premi sul pulsante che compare sullo schermo del televisore, per confermare la volontà di avviare la trasmissione.

Il protocollo Miracast può essere usato anche per la trasmissione dei contenuti in streaming provenienti da numerose app per Android, sfruttando la funzione dedicata del sistema operativo, in maniera del tutto simile a quanto visto per Google Cast.

Se il tuo Smart TV non è dotato di supporto Miracast ma ti interessa comunque sfruttare una tecnologia di questo tipo, puoi servirti di un piccolo adattatore da connettere a una porta HDMI libera del televisore, che funge da ricevitore Miracast.

Microsoft Adattatore per display wireless 4K (adattatore per trasmissi...
Vedi offerta su Amazon

Sfortunatamente, la tecnologia in questione non è nativamente supportata da Apple, per cui non può essere usata su iPhone — a meno di non impiegare un’applicazione di terze parti.

AirPlay

Come collegare il telefono alla Smart TV

Se possiedi uno Smart TV moderno a marchio LG, Samsung, Sony o VIZIO, è molto probabile che, al suo interno, sia integrata la tecnologia AirPlay: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un sistema di comunicazione proprietario di Apple, che funziona tramite Wi-Fi e consente di inviare contenuti multimediali da iPhone (ma anche da iPad e Mac) direttamente al televisore, a patto che entrambi i dispositivi coinvolti siano connessi alla stessa rete Wi-Fi.

Per verificare che il tuo televisore sia compatibile con la tecnologia AirPlay, dà uno sguardo alla sua confezione di vendita, alla scheda tecnica oppure al manuale d’istruzione e cerca l’etichetta Works with Apple AirPlay/Works with Apple AirPlay 2; in ogni caso, l’elenco dei televisori compatibili con AirPlay è disponibile sull’apposita pagina Web di Apple.

Utilizzare AirPlay di Apple è facilissimo: dopo aver acceso il televisore, apri l’app di streaming di tuo interesse (Foto, Musica, iMovie, GarageBand, Allcast, Amazon Prime Video, DAZN, Netflix, Spotify, YouTube, Web video cast o qualsiasi altra applicazione compatibile), tocca l’icona di AirPlay e seleziona il nome dello Smart TV dalla lista degli apparecchi disponibili.

Per duplicare lo schermo di iPhone e trasmetterlo sul televisore, invece, apri il Centro di controllo di iOS, fai tap sul pulsante Duplica schermo e scegli il nome dello Smart TV dalla lista dei device rilevati; in alcuni casi, potresti dover autorizzare la connessione, rispondendo affermativamente all’avviso che compare sullo schermo del televisore. Per approfondimenti, puoi dare uno sguardo al mio tutorial su come attivare e usare AirPlay.

Se il tuo Smart TV non supporta nativamente AirPlay, puoi far fronte alla cosa acquistando una “scatoletta” HDMI denominata Apple TV: per la precisione, si tratta di un dispositivo che consente di trasformare il televisore in un ricevitore AirPlay, ma anche di usare le applicazioni scaricate dall’App Store interno in maniera “indipendente”.

Il box multimediale di Apple è disponibile in due differenti modelli, tutti dotati di telecomando: Apple TV HD, che supporta lo streaming di contenuti fino alla risoluzione Full HD e ha 32 GB di memoria interna; e Apple TV 4K, che eleva la risoluzione massima supportata a 4K/Ultra HD ed è disponibile in tagli di memoria da 32 o 64 GB.

Apple TV 4K (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (64GB)
Vedi offerta su Amazon

Se stai pensando di optare questa soluzione e gradiresti qualche informazione in più in merito al funzionamento di Apple TV, consulta pure l’approfondimento che ho dedicato al dispositivo prodotto dal big della “mela morsicata”.

Nota: Android non supporta nativamente AirPlay ma, con l’ausilio di app come Cast TV, è possibile inviare comunque contenuti multimediali di vario tipo a Smart TV AirPlay 2 (oppure ad Apple TV): foto, filmati e musica salvata in memoria, file multimediali disponibili nella rete locale oppure contenuti online, tramite il browser integrato.

Altri sistemi di collegamento

Come collegare il telefono alla Smart TV

Le soluzioni di cui ti ho parlato poc’anzi non sono sufficienti per i tuoi scopi, in quanto hai necessità di trasmettere in streaming, attraverso il cellulare, gli elementi multimediali (come foto, video o brani musicali) archiviati sul tuo server personale, oppure su di un NAS? In questo caso, puoi prendere in considerazione il protocollo DLNA.

Sebbene sia una tecnologia un po’ datata, essa è spesso integrata negli Smart TV moderni (ma anche in console per i videogiochi come PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X/S) e può essere richiamata tramite le funzioni Smart del televisore (ad es. Riproduttore multimediale o Media Share); per avviare una trasmissione DLNA dallo smartphone, è necessario scaricare e configurare correttamente una delle tante applicazioni progettate per lo scopo, come iMediaShare (disponibile sia per Android che per iPhone).

Come collegare il telefono alla Smart TV con cavo

Come collegare il telefono alla Smart TV con cavo

Se preferisci stabilire la connessione tra il cellulare e lo Smart TV tramite cavo, sappi che le cose sono molto più semplici di quanto possa sembrare: esistono infatti appositi cavi in grado di mettere in comunicazione i due dispositivi, sfruttando la porta USB dello smartphone e una porta HDMI libera del televisore.

Se, per esempio, sul tuo telefono Android è presente la porta USB-C, puoi utilizzare un apposito cavo/adattatore da USB-C a HDMI: la risoluzione massima raggiungibile è pari a 4K/Ultra HD a 60 Hz ed è prevista la trasmissione dell’audio.

Cavo da USB C a HDMI (4K@60Hz), Cavo da USB C a HDMI, Compatibile con ...
Vedi offerta su Amazon
Adattatore USB C a HDMI, Aceele convertitore USB Tipo-C a HDMI 4K [com...
Vedi offerta su Amazon
uni Cavo USB C a HDMI, Cavo USB Tipo C a HDMI (Compatibile Thunderbolt...
Vedi offerta su Amazon

Per i telefoni Android meno recenti e dotati di porta microUSB, puoi invece optare per un cavo di tipo MHL/Slimport: la risoluzione massima raggiungibile è di 8K (nel caso di SuperMHL) oppure di 4K (Slimport) e si può trasmettere l’audio direttamente al televisore.

Ozvavzk Phone Cavo Adattatore a HDMI, 3 in 1 Multiporta Type-c Micro U...
Vedi offerta su Amazon
Weton Cavo MHL con Micro USB e Type C, 2 in 1 Adattatore a HDMI 1080P ...
Vedi offerta su Amazon
Cavo MHL Adattatore da Micro USB a HDMI 5 Pin + Adattatore da 11 Pin p...
Vedi offerta su Amazon

Se, invece, devi collegare un iPhone, avrai bisogno di un adattatore da Lightning ad AV digitale Apple, unitamente a un cavo HDMI di buona qualità: affinché il tutto funzioni per il meglio, devi inserire il connettore Lightning dell’adattatore nell’apposita porta di iPhone, un’estremità del cavo HDMI nell’omonima porta posta sull’adattatore e l’altra direttamente sul retro del televisore.

Apple Lightning Digital AV Adapter
Vedi offerta su Amazon
Amazon Basics - Cavo Ultra HD HDMI 2.0 ad alta velocità, formati 3D su...
Vedi offerta su Amazon

Per scongiurare eventuali problemi dovuti all’alimentazione, ti consiglio inoltre di collegare il cavo di ricarica di iPhone all’apposito ingresso Lightning sull’adattatore e alimentare quest’ultimo tramite rete elettrica.

A prescindere dal sistema di collegamento scelto, una volta messi in comunicazione tra loro i dispositivi tramite cavo/adattatore, non devi fare altro che prendere il telecomando del televisore e impostarlo sulla sorgente HDMI dedicata: le immagini provenienti dal telefono dovrebbero essere subito riflesse sullo schermo, senza la necessità di configurazioni aggiuntive.

Tieni presente, però, che alcuni servizi di streaming impediscono la trasmissione dei contenuti tramite cavo, per questioni strettamente collegate al copyright e alla cifratura dei dati in transito. Per approfondimenti, ti invito a prendere visione della mia guida su come collegare il telefono alla TV con cavo.

Come collegare il telefono alla Smart TV per telecomando

Come collegare il telefono alla Smart TV per telecomando

Se dimentichi spesso il telecomando del televisore in posti ben lontani dalla tua comoda poltrona, ti farà piacere sapere che esistono delle applicazioni che possano trasformare lo smartphone in un vero e proprio dispositivo di controllo per il televisore: l’unico requisito, in tal caso, è che sia lo smartphone che lo Smart TV siano collegati alla stessa rete (il televisore può essere connesso sia in modalità Wi-Fi che tramite cavo Ethernet, è indifferente).

In alcuni casi, applicazioni di questo tipo vengono fornite dagli stessi produttori di Smart TV: per esempio, si può collegare il telefono alla Smart TV Samsung mediante l’applicazione SmartThings, disponibile in forma gratuita per Android (sul Play Store e sui market alternativi) e iOS; l’app per collegare il telefono alla Smart TV LG, invece, si chiama LG ThinQ e può essere scaricata sia sul sistema operativo mobile di Google, che su quello di Apple.

Sebbene i menu e le voci possano differire tra loro, il funzionamento alla base delle applicazioni di questo tipo è quasi sempre lo stesso: per prima cosa, bisogna collegare lo Smart TV a Internet e connettere lo smartphone alla stessa rete Wi-Fi. Successivamente, è sufficiente scaricare l’app sul telefono, avviarla e seguire le indicazioni visualizzate sullo schermo, per portare a termine la procedura di connessione guidata (che può essere automatica, oppure richiedere l’immissione del codice identificativo del TV).

Lascia che ti faccia un esempio concreto: se utilizzi l’app LG ThinQ, aprila, accetta i termini d’uso, inserisci la tua data di nascita e, giunto alla schermata principale dell’app, sfiora il pulsante per aggiungere un nuovo dispositivo [+] e attendi che lo Smart TV venga rilevato in modo automatico.

Successivamente, tocca sul pulsante per cercare nelle vicinanze, seleziona il nome dello Smart TV da configurare e conferma il collegamento tra i due dispositivi inserendo, quando richiesto, il codice numerico visualizzato sullo schermo del televisore. Per approfondimenti riguardo LG ThinQ, dà pure un’occhiata alla mia guida su come accendere TV LG senza telecomando.

Se, invece, hai necessità di collegare il telefono alla Smart TV HiSense oppure di collegare il telefono alla Smart TV AKAI per sostituire il telecomando originale dei suddetti apparecchi, puoi impiegare un’applicazione simile a quelle di cui ti ho parlato poco fa, ma “universale” e quindi potenzialmente funzionante per qualsiasi Smart TV collegato a Internet, quale potrebbe essere SURE (Android/iOS): te ne ho parlato, in maniera dettagliata, all’interno del mio tutorial dedicato alle app per telecomando.

Come collegare il telefono alla Smart TV con Bluetooth

Come collegare il telefono alla Smart TV con Bluetooth

Sai che il tuo Smart TV è dotato di connettività Bluetooth e vorresti avvalertene per collegarvi lo smartphone? In questo caso, ritengo doveroso precisare alcuni aspetti della questione.

Tanto per cominciare, sebbene quasi tutti gli Smart TV moderni godano del supporto Bluetooth per le trasmissioni audio in uscita (cioè per inviare flussi audio a casse, cuffie, soundbar o altri dispositivi dotati della medesima tecnologia), ma ciò potrebbe non valere per le connessioni in ingresso: non sono molti, infatti, i televisori in grado di ricevere flussi di dati da dispositivi esterni che non siano periferiche di input quali mouse, tastiere o controller.

Tuttavia, anche se il televisore in tuo possesso supporta quest’ultima caratteristica, bisogna precisare che quasi sicuramente la ricezione dei contenuti si limita a quelli sonori (ad es. la riproduzione dell’audio dello smartphone tramite le casse del TV), ma potresti incorrere in problemi per quanto riguarda l’invio di filmati, immagini e altri tipi di dati.

Chiarito ciò, se sei comunque interessato a scoprire come collegare il telefono alla TV con Bluetooth per la trasmissione dell’audio, puoi prendere visione del tutorial che ho dedicato all’argomento, nel quale ti ho mostrato un esempio concreto d’azione.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.