Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come diventare blogger

di

Quando mi capita di realizzare interviste che riguardano la mia storia professionale su Aranzulla.it, una delle domande che mi viene posta più spesso riguarda la mia personale esperienza su come si diventa blogger e su come creare un blog di successo. Vista la frequenza di queste richieste, ho deciso di scrivere una guida completamente dedicata all’argomento per spiegare, a livello generale, come è possibile diventare blogger e quali linee guida bisognerebbe seguire se si desidera aspirare alla creazione di un blog di successo.

Premettendo che non esiste una formula magica per diventare famosi su Internet, esistono però dei consigli da seguire che sicuramente possono portarti a creare un portale Web degno di nota dal punto di vista tecnico ed estetico. Il successo di un blog dipende anche dai suoi contenuti e dalla capacità di coinvolgimento che questi avranno grazie alla tua scrittura. A livello teorico, quindi, tutti possono diventare blogger, ma non è poi così facile raggiungere la fama nazionale o internazionale.

Tuttavia sono convinto che, se seguirai i consigli che ti indicherò in questa mia guida, avrai la possibilità di chiariti bene le idee su cosa bisogna fare per diventare blogger e potrai poi metterli in pratica nel tuo angolo di Web per cercare di spiccare rispetto alla numerosissima concorrenza. Non preoccuparti se ritieni di non essere molto pratico delle dinamiche del Web; in questo tutorial ti fornirò indicazioni di carattere generali scritte in maniera semplice e pienamente comprensibili da chiunque abbia la volontà di leggerle con attenzione. Tutto chiaro? Sì? Benissimo! Ti auguro allora una buona lettura.

Perché aprire un blog

Se hai creatività, passione per la scrittura e il mondo di Internet ti affascina, aprire un blog potrebbe essere l’idea giusta per te. Avere un blog ti permetterebbe infatti di avere a disposizione uno strumento tecnologico molto efficace con il quale potrai facilmente comunicare con altre persone, parlando di quelli che sono per esempio i tuoi hobby o i tuoi interessi. Puoi quindi creare un blog soltanto per parlare di quelle che sono le tue passione o anche con l’obiettivo di trasformare queste passioni in un vero e proprio lavoro.

Aprire un blog potrebbe anche essere una scelta legata alla ricerca di un lavoro in un’azienda con una mansione che riguarda la scrittura. Se per esempio la tua aspirazione è quella di lavorare come copywriter o come ghostwriter, tramite un blog potresti far notare al grande pubblico le tue capacità di esprimerti tramite la parola scritta. In questo caso specifico, una volta aperto il tuo blog potresti includere quest’esperienza nel tuo curriculum vitae e inviarlo all’azienda per cui intendi candidarti. A mio avviso questo è un ottimo modo per dimostrare sul campo le tue capacità di scrittura.

Se invece hai già un’azienda e lavori in proprio, non sottovalutare la decisione di aprire un blog. La creazione di uno spazio sul Web con articoli in tema alle attività svolte dalla tua società è sicuramente uno strumento di marketing molto efficace. Non solo questo ti permetterà di farti conoscere dal tuo pubblico, ma anche di acquisire nuovi potenziali clienti grazie alle condivisioni degli articoli da te scritti sui social network.

Individua l’argomento di cui parlare

Prima di vedere a livello pratico come è possibile aprire un blog (vi sono sia strumenti avanzati che piattaforme per l’apertura di un blog accessibili veramente a tutti), devi per prima cosa mettere nero su bianco la tua strategia per l’apertura di un blog.

Proprio per questo motivo, una delle cose che ti consiglio di fare per delineare una strategia di creazione di un blog che sia efficace, è individuare l’argomento di cui desideri parlare.

La passione per la scrittura da sola non basta, quindi poniti alcune domande fondamentali: “Quali sono i miei hobby?”, “Quali sono le mie conoscenze?”, “Su che cosa mi piace informarmi?”. Un blog necessita che vi sia un argomento principale molto preciso: a mio avviso non ha senso aprire un blog in cui si parla di tanti argomenti, specialmente se non si ha la piena conoscenza della tematica trattata. Meglio un blog specifico e approfondito su un solo argomento che riguarda un tema di cui ti intendi, piuttosto che un blog dove si parla di tanti argomenti in maniera superficiale.

Inoltre, parlando di un argomento di cui è possibile verificare le tue competenze, la tua parola sarà considerata autorevole e ciò che scrivi meriterà maggiormente l’attenzione del tuo pubblico.

Posso capire che inizialmente non sarà facile trovare l’idea giusta per il tuo blog, prenditi quindi del tempo per pensarci e appuntati le idee man mano che ti vengono.

Individua gli obiettivi del tuo blog

Una volta che hai scelto l’argomento del tuo blog, devi stabilire quali sono gli obiettivi che desideri raggiungere. Vuoi creare un blog per parlare di quelle che sono le tue passioni e fare semplicemente un esercizio di stile? Oppure vuoi creare un blog come vetrina delle tue attività svolte e fare quindi del tuo blog una sorta di curriculum vitae online? Forse non capirai il perché di queste domande; te lo spiego subito.

Definire in modo chiaro il tuo obiettivo è fondamentale per la realizzazione tecnica del tuo blog. Se, giusto per farti un esempio, vuoi creare un blog soltanto per divertimento, puoi puntare su strumenti di creazione di un blog di facile realizzazione. Al contrario, se il blog dev’essere il tuo futuro lavoro o un trampolino di lancio per un lavoro in azienda, punta tutto su strumenti avanzati e professionali per la creazione di uno spazio Web.

La definizione del tuo obiettivo riguarda anche i tuoi potenziali lettori e, di conseguenza, anche il tono dei tuoi articoli. Per esempio, scrivendo articoli giusto per passione potrai aspirare ad un pubblico ampio e scrivere in un linguaggio semplice, immediato, colloquiale e accessibile a tutti. Se invece desideri raggiungere un pubblico ricercato (come una società, ad esempio), i tuoi articoli dovranno ovviamente essere scritti con un tono più professionale.

Inoltre, la definizione degli obiettivi è importante per capire quanto tempo dovrai dedicare al blog stesso. Anche in questo caso posso spiegarmi meglio facendoti un esempio. Con un blog amatoriale puoi scrivere articoli nei ritagli di tempo, mentre se aspiri al successo e vorresti che il blog diventi il tuo lavoro e che sia una fonte di guadagno, dovrai dedicarci molto tempo ed essere anche disposto a investire del denaro per la realizzazione di uno spazio Web professionale.

Scegli la piattaforma di pubblicazione

Una volta che avrai definito nel dettaglio ciò che sta alla base della creazione di un blog, e quindi la motivazione che ci sta dietro, gli argomenti di cui parlare e gli obiettivi che desideri raggiungere con esso, puoi passare alla valutazione della parte più tecnica.
Nel corso di questo paragrafo ti parlerò nel dettaglio di quelli che sono gli strumenti per la creazione di un blog. Ti consiglierò strumenti avanzati e professionali ma anche piattaforme per la creazione di blog pensate per essere alla portata di tutti.

Strumenti professionali per creare un blog

WordPress

Come ti ho spiegato, se hai intenzione di realizzare un blog con l’obiettivo di trovare un lavoro o di far diventare le tue passioni un vero e proprio lavoro, devi tenere in mente che il blog dovrà essere professionale. A questo scopo dovrai avvalerti di strumenti avanzati: io ti suggerisco di utilizzare un CMS e voglio parlarti di WordPress.

WordPress è un CMS (Content Management System, sistema di gestione dei contenuti, in italiano) gratuito che rappresenta la base per la creazione di un blog. WordPress è un CMS degno di nota per la sua facilità di utilizzo e per le ampie possibilità di personalizzazione grazie a plugin e temi.

Per creare un blog professionale creato con CMS WordPress è necessario avere un hosting altrettanto professionale. Ti consiglio quindi di leggere la mia guida completamente dedicata agli hosting a pagamento per trovare quello che fa per te.

Anche il sito stesso di WordPress.com offre uno spazio di hosting professionale a pagamento: i prezzi per l’acquisto di uno spazio Web con dominio incluso partono dai 4€ al mese fino a 24,92€ al mese, con fatturazione annuale.

Acquistare uno spazio hosting e un dominio, utilizzando WordPress come CMS richiede però competenze tecniche informatiche.

Strumenti basilari per la creazione di un blog

Se invece il tuo obiettivo è quello di creare un blog amatoriale con contenuti scritti per fare un esercizio di stile o, semplicemente, con articoli realizzati per condividere con altri quelle che sono le tue passioni, ti suggerisco di utilizzare strumenti semplici e gratuiti.

Tra i migliori servizi gratuiti (oltre che semplici da utilizzare) per la creazione blog amatoriali vi è quello offerto da WordPress.com. Lo spazio offerto dal sito Web del CMS che ti ho nominato può essere anche utilizzato in maniera del tutto gratuita.

La limitazione dalla creazione di un blog gratuitamente tramite WordPress.com o altri siti di hosting gratuito è data dall’impossibilità di inserire contenuti pubblicitari e dalle limitate opzioni di personalizzazione. Per saperne di più, ti consiglio di leggere le mie guide sugli hosting gratuiti, sui domini gratuiti, su come creare un blog con WordPress e su come gestire un blog WordPress.

Altri strumenti per la creazione di un blog amatoriale

In alternativa, per creare un blog amatoriale in pochissimi clic, oltre che a costo zero, ti consiglio di valutare l’opzione di un servizio proprietario. Si tratta di servizi per la creazione di blog gratuiti messi a disposizione da aziende come Google, Twitter e Yahoo.

Nello specifico, sto parlando di:

  • Blogger: una piattaforma per la creazione di blog amatoriali di proprietà di Google, semplice da utilizzare e completamente gratuita. Permette di guadagnare integrando la pubblicità di Google Adsense, il circuito pubblicitario di Google. Accessibile dal suo sito Web ufficiale.
  • Tumblr: social network e piattaforma di microblogging di proprietà di Yahoo. Semplice ed estremamente immediato, si tratta di uno strumento adatto a tutti. Non permette di inserire banner pubblicitari. Accessibile dal suo sito Web ufficiale.
  • Medium: piattaforma di blogging di proprietà di Twitter gratuita ma che risulta un po’ più avanzata rispetto alle precedenti indicate. Non permette l’inserimento di banner pubblicitari. Accessibile dal suo sito Web ufficiale.

Espandi il tuo pubblico

Infine, se dopo aver creato il tuo blog il tuo obiettivo è quello di farti notare ed avere successo, cerca di espandere il tuo pubblico attraverso i social network. Crea un profilo Twitter, crea poi una pagina Facebook e interagisci con altri utenti per farti conoscere.

Non si diventa famosi dall’oggi al domani, sii costante e pubblica contenuti di qualità, vedrai che i tuoi lettori lo apprezzeranno.