Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come proteggere il computer dagli hacker

di

Le cronache degli ultimi mesi purtroppo hanno messo in evidenza tantissimi casi di spionaggio informatico, che hanno interessato migliaia di utenti in tutto il mondo. Dato che, come milioni di altre persone, utilizzi quotidianamente il computer per lavorare, navigare su Internet e svolgere molte altre attività, sei preoccupato che qualcuno possa intrufolarsi nel tuo PC e carpire i tuoi dati personali senza che tu te ne accorga.

Per questo motivo, ti sei chiesto come proteggere il computer dagli hacker (o meglio, dai “cracker”, quegli informatici esperti che sfruttano le proprie abilità e conoscenze per scopi illeciti) ed è così che sei finito qui, sul mio blog, speranzoso di ricevere qualche utile consiglio. Che dire? Sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, ti indicherò alcuni semplici accorgimenti che puoi adottare per ridurre le probabilità di incappare in un attacco informatico.

Allora, sei pronto per scoprire quali sono le mosse che devi compiere per evitare di finire nelle grinfie dei criminali informatici? Bene, allora non perdiamo ulteriore tempo prezioso in chiacchiere e addentriamoci subito al cuore di questo tutorial. Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. Ti assicuro che riuscirai a dormire sonni ragionevolmente tranquilli. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Installare un buon antivirus

Installare un buon antivirus è il primo passo da compiere per proteggere il PC dagli hacker. Qualora tu non lo sappia, gli antivirus non sono altro che dei software specializzati nell’individuazione ed eventualmente nell’eliminazione dei virus informatici che si sono insinuati nel PC.

Sulla piazza sono presenti sia antivirus gratuiti che antivirus a pagamento: quelli gratuiti offrono un sufficiente grado di protezione dai più diffusi virus informatici; quelli a pagamento offrono funzionalità aggiuntive come la possibilità di utilizzare password manager nei quali conservare le password dei propri account, utilizzare alcuni tool per difendersi dagli accessi non autorizzati al microfono e alla fotocamera del PC e quant’altro. Che tu scelga di utilizzare un antivirus gratuito o di acquistarne uno a pagamento, ricordati di tenerlo costantemente aggiornato e di effettuare regolarmente delle scansioni per verificare lo stato di sicurezza del PC.

Oltre a installare un buon antivirus, ti suggerisco di adottare anche delle soluzioni antispyware,in modo tale da evitare l’installazione dei cosiddetti spyware, ovvero quei software malevoli che solitamente vengono scaricati navigando su Internet e che registrano i dati dell’utente per poi trasmetterli a terzi (di solito per scopi pubblicitari).

Non scaricare software da fonti poco affidabili

Molto spesso i malware vengono scaricati (inconsapevolmente) insieme a dei software apparentemente innocui. Per evitare che accada una cosa del genere, non scaricare software da fonti poco affidabili e, se possibile, prediligi quelli che si trovano negli store di Windows e macOS, i quali vengono sottoposti a un processo di analisi e revisione prima di essere pubblicati e messi a disposizione per il download.

Ogni qual volta scarichi un programma fuori dagli store, verificane l’attendibilità con alcuni servizi online quali VirusTotal, l’antivirus online per antonomasia che permette di controllare qualsiasi tipologia di file (o indirizzo Internet) usando i motori di 68 antivirus differenti in modo completamente gratuito e senza effettuare alcuna registrazione. Un altro servizio che può tornarti utile è WOT, che permette di analizzare l’affidabilità dei siti Web tramite le opinioni e le recensioni degli utenti. Se vuoi approfondire la conoscenza di questi e altri servizi utili per fare scansioni antivirus online, leggi il tutorial che ho dedicato all’argomento.

Monitorare le attività di rete con un firewall

Screenshot del firewall su Mac

Un altro accorgimento che ti suggerisco di adottare è quello di monitorare le attività di rete con l’utilizzo di un firewall. Non sai cosa sia un firewall? Te lo spiego subito. Per definizione, il firewall è un sistema di protezione (può essere software o hardware) che è posto a protezione di due reti differenti, impedendo eventuali accessi non autorizzati (non a caso la parola “firewall“, può essere tradotta letteralmente “muro di fuoco“).

Sia Windows che macOS integrano un firewall che è attivo di default (e che all’occorrenza è possibile disattivare). Ma è possibile scaricare anche dei firewall di terze parti come i noti come Windows Firewall Control (per Windows) e Little Snitch (per macOS), i quali estendono le funzionalità del firewall presente di default sul computer e permettono di monitorare con ancora più facilità le attività di rete.

Evitare le reti Wi-Fi pubbliche

Miglior canale WiFi

Un altro accorgimento che puoi adottare per evitare che qualcuno si intrufoli nel tuo PC è quello di non collegarti alle reti Wi-Fi pubbliche le quali, non essendo dovutamente protette, sono facile preda dei cybercriminali che le utilizzano per “sniffare” i dati degli utenti che vi sono collegati.

Proteggere il PC con una password sicura

Screenshot di Windows 10

Proteggere il PC con una password sicura è un altro ottimo modo per evitare che qualcuno riesca ad accedere al tuo computer senza il tuo esplicito consenso. Uno scenario del genere potrebbe verificarsi in molteplici contesti: ad esempio potresti distrattamente lasciare il portatile in ufficio e, un collega ficcanaso, potrebbe approfittare dell’occasione per carpire dati sensibili, installare software indesiderati e compiere altre operazioni a tua insaputa.

Per evitare che si verifichi una situazione simile, ti esorto a utilizzare una password di sblocco sufficientemente sicura (puoi trovare informazioni utili su come creare password sicure nel tutorial che ti ho appena linkato). Se hai dubbi su come mettere la password sul PC o su come modificare quella attualmente in uso, non esitare a leggere l’approfondimento in cui spiego passo-passo come procedere. Già che ci sei, puoi anche mettere la password alle cartelle del PC, qualora tu abbia la necessità di tenere documenti e file personali lontani da occhi indiscreti.

Aggiornare il sistema operativo e i programmi

Screenshot di Windows 10

I sistemi operativi e i programmi possono presentare delle falle di sicurezza e prestare così il fianco ad attacchi da parte di cybercriminali. Se vuoi limitare questo genere di rischi, ti consiglio di aggiornare regolarmente il sistema operativo installato sul tuo PC.

Nonostante ci siano ancora molti utenti che utilizzano versioni più obsolete di Windows, è bene tenere a mente che Windows XP e Windows Vista non vengono più supportati e, quindi, non ricevono più aggiornamenti sulla sicurezza. Per Windows 7 e Windows 8.1, invece, è attivo il supporto Extended (che terminerà, rispettivamente, il 14 gennaio 2020 e il 10 gennaio 2023). Per quanto riguarda il più recente Windows 10, Microsoft rilascia aggiornamenti su base regolare. Se vuoi avere maggiori informazioni su come aggiornare Windows, leggi pure l’approfondimento che ho dedicato all’argomento.

Oltre ad aggiornare il sistema operativo del tuo PC, è devi occuparti regolarmente anche dell’aggiornamento dei software che hai installato, non solo per usufruire delle nuove funzionalità che sono state eventualmente implementate dagli sviluppatori, ma soprattutto per “tappare” gli eventuali buchi di sicurezza presenti negli stessi. Se hai dubbi su come aggiornare i programmi installati sul PC, leggi pure il tutorial che ho dedicato all’argomento: lì troverai tutti le informazioni che ti occorrono per procedere al loro aggiornamento.

Fare attenzione al phishing

Fare attenzione al phishing è un altro accorgimento che devi adottare se vuoi proteggere il tuo PC dagli attacchi informatici. Il phishing, infatti, non solo è una delle tecniche più “antiche” utilizzate dai cracker per violare i sistemi informatici, ma anche una delle più efficaci.

In cosa consiste esattamente questa tecnica di hacking? Solitamente il cybercriminale invia alla sua potenziale vittima un’email nella quale invita l’utente a scaricare un allegato (nel quale è ben nascosto un malware). Altre volte l’email invita l’utente a cliccare su un link, il quale rimanda a una pagina Web realizzata ad hoc dal cracker che, con una “scusa” (come, ad esempio, la richiesta di reimpostare la password d’accesso ai servizi di home banking), spinge la vittima a rivelare le sue credenziali o altre informazioni preziose.

L’unico modo concreto per difendersi da questo genere di attacco è quello di ignorare le email sospette non acconsentendo, quindi, a scaricare allegati presenti al loro interno o a cliccare su “strani” link. Se vuoi tentare di ridurre la ricezione di email indesiderate, leggi i tutorial in cui spiego come bloccare lo spamcome bloccare e-mail indesiderate: lì troverai suggerimenti che senz’altro ti saranno molto utili.

Eseguire regolarmente il backup dei dati

Che cos'è il backup

Pur seguendo in modo scrupoloso i suggerimenti che ti ho fornito nei paragrafi precedenti, non puoi certo pensare che il tuo PC sia sicuro al 100%. Pur adottando tutte le accortezze possibili e immaginabili, esiste il pericolo concreto che puoi incappare in software malevoli, anche molto pericolosi. Alcuni di questi, come i ransomware, impediscono persino l’accesso al PC infettato e richiedono il pagamento di un riscatto (solitamente da pagare in bitcoin) per potervi accedere nuovamente.

Dato che la possibilità di cadere vittima di un ransomware (come i noti CryptoLocker e WannaCry) è concreta, ti suggerisco di tutelarti eseguendo regolarmente il backup dei dati, ovvero delle copie di sicurezza dei dati presenti sul PC. Così facendo, qualora il tuo PC venisse malauguratamente attaccato, non sarai costretto a pagare il riscatto per recuperare i dati salvati al suo interno.

Se non hai mai effettuato un backup dei dati e non sai come procedere in tal senso, ti suggerisco di leggere l’approfondimento in cui spiego come fare backup: lì troverai tutte le informazioni che ti servono per procedere con la creazione di una copia di sicurezza dei tuoi dati.