Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Programmi per impaginare

di

Hai intenzione di “rimettere a nuovo” alcuni file presenti sul tuo computer, donandogli un’impaginazione degna di questo nome, che li renda adatti anche a un’eventuale stampa. Il problema, però, è che non hai mai fatto nulla del genere finora, pertanto sei alla ricerca di un software che ti consenta di ottenere un risultato di tutto rispetto, senza però avere nozioni professionali sull’argomento.

Se le cose stanno esattamente in questo modo, sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questo tutorial, infatti, ti elencherò una serie di programmi per impaginare, adatti a contenuti di svariate categorie: libri, foto, tesine e molto altro. Infine, ti mostrerò una serie di app che, attraverso l’impiego di smartphone e tablet, possano aiutarti a ottenere lo stesso risultato.

Allora, cosa ci fai ancora lì impalato? Ritaglia qualche minuto di tempo libero per te e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: ti garantisco che, alla fine di questa guida, avrai acquisito tutte le competenze necessarie per riuscire brillantemente nella tua impresa. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Programmi per impaginare libri

Hai completato il tuo manoscritto e ora non vedi l’ora di impaginarlo per inviarlo in stampa? Allora leggi con molta attenzione il contenuto di questa sezione del tutorial, all’interno della quale ti indicherò le soluzioni software da usare per casi come il tuo.

LibreOffice Writer (Windows/macOS/Linux)

Programmi per impaginare libri

Se ti interessa un programma per impaginare libri che sia semplice da usare e gratuito, puoi utilizzare l’editor di testo Writer, incluso in LibreOffice: qualora non ne avessi mai sentito parlare, LibreOffice è una suite d’ufficio multipiattaforma, opensource e disponibile per tutti i principali sistemi operativi desktop (WindowsmacOS Linux). Writer, in particolare, è un ottimo editor di testi, dotato di funzionalità specifiche per la formattazione e l’impaginazione dei testi.

Per ottenerla, collegati al sito ufficiale del programma, clicca sul pulsante Scaricate ora e, nella finestra successiva, scegli la versione del programma più adatta al sistema operativo da te in uso. Se hai intenzione di installare LibreOffice sul Mac, provvedi inoltre a scaricare l’Interfaccia utente tradotta, cliccando sull’apposito link.

A download ultimato, avvia il file ottenuto e, se stai usando Windows, apri il file .msi ottenuto e concludi ili setup cliccando prima sul pulsante Esegui e poi su Avanti, TipicaAvanti, Installa, e Fine.

Se, invece, hai a disposizione un Mac, trascina LibreOffice nella cartella Applicazioni del tuo computer, accedi a quest’ultima e avvia per la prima volta il software facendo clic destro sulla sua icona e premendo su Apri per due volte consecutive.

Fatto ciò, chiudi il programma (usando la combinazione. cmd+q), avvia il pacchetto .dmg relativo al file della lingua, fai clic destro sull’icona dell’eseguibile contenuta in esso e, dopo aver selezionato la voce Apri dal menu che ti viene proposto, clicca sui pulsanti Apri Installa. Infine, scegli la voce /Applications/LibreOffice.app nella finestra che si apre e finalizza la fase di traduzione del programma cliccando sul pulsante Installa.

Se compaiono avvisi relativi ai permessi, premi sul pulsante Sì, identificami, immetti la password di amministrazione del Max e fai clic sul pulsante OK per due volte consecutive. Per maggiori informazioni in merito all’installazione di LibreOffice, puoi dare un’occhiata alla guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Una volta concluso il setup della suite, avvia il programma LibreOffice Writer e, se hai a disposizione un libro già scritto, aprilo utilizzando il menu File > Apri… (in alto a sinistra). Se, invece, stai partendo da zero, puoi procedere in maniera diretta con le impostazioni di impaginazione.

Ad ogni modo, una volta avviato il software (e aperto, se necessario, il tuo manoscritto), clicca sul menu Formato, poi sulla voce Pagina… e seleziona l’omonima scheda situata nel pannello che compare. Giunto alla nuova finestra, imposta i vari campi così come ti mostro di seguito.

  • Formato: A5.
  • Larghezza e altezza: lascia invariati i valori presenti (oppure, se conosci le dimensioni esatte del libro che vuoi ottenere, specificale in questi campi).
  • Orientamento: Verticale.
  • Margini: in alto 2,5 cm, in basso e a destra 2,0 cm. Per quanto concerne il margine sinistro, la dimensione di base dovrebbe essere pari a 2,0 cm: aumentala, se necessario, in caso tu intenda rilegareil libro e/o se le pagine fossero più di 1.000. In tal modo, il testo non finirà troppo “all’interno”.
  • Layout di pagina: rispecchiato.

Ora, clicca sulla scheda Piè di pagina, rimuovi il segno di spunta dalle caselle Contenuto uguale sulle pagine destre e sinistre Contenuto uguale nella prima pagina e apponilo accanto all’opzione Attiva piè di pagina. Per concludere, imposta i margini destro sinistro 0 cm, la spaziatura a 1,25 cm e clicca sui pulsanti Applica e OK per uscire dalle impostazioni di impaginazione.

A questo punto, crea le prime tre pagine vuote del documento, posizionandoti all’inizio dello stesso e premendo per due volte consecutive la combinazione di tasti Ctrl/cmd+Invio.

Programmi per impaginare libri

Per numerarle, spostati sul piè di pagina della seconda pagina del documento (devi cliccare sul piccolo “rettangolo” in fondo, delimitato da due linee angolari), recati nel menu Inserisci > Comando di campo > Numero di pagina (in alto) e, in seguito, fai doppio clic sul numeretto e digita il valore -1 nel campo Correzione, annesso al pannello che compare.

Quando hai finito, clicca sul pulsante OK, per applicare la modifica: in questo modo, Writer avvierà la numerazione delle pagine a partire dalla seconda, lasciando la prima pagina del documento completamente bianca.

Fatto ciò, posizionati sul piè di pagina della terza pagina del documento, imposta anche qui la correzione a -1 come visto in precedenza e, completata quest’operazione, fai clic sul numero allinealo a destra avvalendoti degli strumenti di formattazione situati nella barra in alto: in questo modo, il numero delle pagine dispari verrà posizionato a destra, mentre quello delle pagine pari resterà a sinistra.

Al bisogno, puoi impostare la visuale “libro” utilizzando il menu Visualizza > Zoom > Zoom… di Writer: apponi il segno di spunta accanto alle voci Caselle e Modo libro, situate nella finestra proposta, e clicca sul pulsante OK per far sì che il programma visualizzi le pagine del libro affiancate, lasciando isolata la prima pagina bianca.

Altri programmi per impaginare libri

Altri programmi per impaginare libri

Sebbene LibreOffice Writer figuri tra i migliori programmi per impaginare libri, questo non significa che sia l’unico: di seguito ti mostro alcune alternative che consentono di ottenere risultati altrettanto buoni.

  • Microsoft Word (Windows/macOS) – il software di videoscrittura di Microsoft mette a disposizione dell’utente una serie di pratici strumenti dedicati all’impaginazione di libri, manoscritti e documenti di qualsivoglia tipo. È disponibile per Windows e macOS e richiede un abbonamento a Office 365 (ma può essere provato gratuitamente per un periodo di 30 giorni).
  • Adobe InDesign (Windows/macOS) – sebbene non si tratti di un vero e proprio software di videoscrittura, il programma di Adobe dispone di strumenti estremamente potenti dedicati alla progettazione di formati e all’impaginazione di libri, brochure, copertine e così via. È disponibile per Windows e macOS previo abbonamento mensile o annuale (ma può essere provato gratuitamente per un periodo di 7 giorni).
  • Scribus (Windows/macOS) – è un software d’impaginazione semi-professionale, il quale consente di impaginare facilmente documenti avvalendosi di un’interfaccia grafica intuitiva. È disponibile per Windows e macOS, gratuitamente.

Infine, se lo desideri, puoi consultare il mio tutorial su come impaginare un libro, nel quale ti ho spiegato, con dovizia di dettagli, i passaggi da compiere al fine ottenere risultati professionali.

Programmi per impaginare foto

È tua intenzione impaginare le foto dei tuoi momenti più belli, così da creare un album fotografico da poter conservare e, perché no, stampare? Allora questa è la sezione più adatta al tuo caso, nella quale ti mostrerò il funzionamento di alcuni software nati proprio con questo obiettivo.

Microsoft Publisher (Windows)

Programmi per impaginare foto

Uno dei migliori software dedicati all’impaginazione delle immagini, dunque alla creazione di veri e propri album fotografici, è sicuramente Publisher: il programma, solo per Windows, facente parte della suite Office di Microsoft.

Come certamente saprai, Publisher non è gratuito, ma può essere utilizzato previo abbonamento al servizio Office 365. Tuttavia, è possibile ottenerne una copia di prova valida 30 giorni: all’atto pratico, tutto ciò che devi fare è recarti sul sito Internet di Microsoft, cliccare sulla voce Prova gratis per 1 mese e, dopo aver effettuato l’accesso con il tuo account Microsoft, seguire la procedura proposta a schermo per attivare il periodo di prova (richiede l’immissione di un metodo di pagamento) e procedere con il download del file d’installazione.

In alternativa, puoi scaricare Publisher direttamente dal Microsoft Store, al costo una tantum (con licenza per una sola macchina ma senza limiti di tempo) di 135€. Per ulteriori informazioni in merito al download e all’installazione della versione di prova di Microsoft Office, ti invito a dare un’occhiata alla guida di approfondimento che ho dedicato proprio a questo tema.

Ad ogni modo, una volta conclusa l’installazione di Office, avvia Publisher dal menu Start di Windows, clicca sulla casella di testo Cerca modelli online, immetti le parole album nel summenzionato campo e fai clic sul pulsante a forma di lente d’ingrandimento, per visualizzare tutti i modelli disponibili.

Fatto ciò, individua il modello che più fa al caso tuo, clicca sulla sua anteprima e premi il pulsante Crea, per scaricare gli elementi del modello sul computer. Al termine del download, non devi fare altro che sostituire le foto d’esempio/spazi vuoti con le immagini che intendi aggiungere all’album, posizionando il mouse sulle stesse e cliccando sull’icona del quadro con la freccia che compare sullo schermo.

Se, invece, ti interessa modificare le eventuali didascalie, clicca sulle stesse e utilizza gli strumenti di formattazione di Publisher per inserire il nuovo testo. Al bisogno, puoi inserire nuove pagine duplicate all’album cliccando sull’anteprima della pagina di tuo interesse (situata a sinistra) e selezionando la voce Inserisci pagina duplicata dal menu visualizzato a schermo. Allo stesso modo, puoi eliminare, spostare oppure rinominare le pagine del tuo album.

Altri programmi per impaginare foto

Altri programmi per impaginare foto

Non sei molto soddisfatto di Publisher, poiché ritieni i modelli disponibili poco adatti alle tue necessità? Non temere: ho da segnalarti alcune alternative che potrebbero fare al tuo caso.

  • Adobe InDesign (Windows/macOS) – grazie agli strumenti di impaginazione inclusi in questo potente editor, disponibile per Windows e macOS, è possibile creare rapidamente album fotografici sfruttando i modelli predefiniti delle “pagine mastro”. Adobe InDesign è a pagamento, ma può essere usato gratuitamente per un periodo di prova di 7 giorni.
  • Photo Album 2 Free (macOS) – è un programma che, grazie a una comoda interfaccia dotata di menu e funzionalità intuitive, consente di creare album fotografici in maniera semplicissima. La versione gratuita, disponibile per macOS, permette di creare raccolte fotografiche di qualsivoglia tipo ma, per stamparli, è necessario acquistarne la versione completa (che costa 16,99€).
  • Cewe (Windows) – questo programma consente di creare agevolmente album fotografici, con la possibilità di stampare il fotolibro ottenuto utilizzando l’omonimo servizio online (i prezzi per la stampa variano in base al tipo di fotolibro e alle pagine di cui esso è composto). Il software, disponibile per Windows, è invece gratuito.

Programmi per impaginare tesina

Per impaginare tesine e relazioni, in genere, è sufficiente utilizzare un editor di testo dotato di strumenti di formattazione e compatibile con l’aggiunta di elementi multimediali, come grafici, immagini e collegamenti esterni. Qui sotto ti mostro il funzionamento di alcune soluzioni di questo tipo.

Microsoft Word (Windows/macOS)

Programmi per impaginare tesina

Se hai bisogno di stampare una tesina nella quale riassumere il frutto dei tuoi studi o delle tue ricerche, non puoi non tenere in considerazione Microsoft Word: l’editor di testi incluso nella suite Office, disponibile per i sistemi operativi Windows e macOS.

Sostanzialmente, puoi ottenere Word per PC in due modi differenti: tramite Microsoft Office, abbonandoti a uno dei piani del servizio Office 365 (con possibilità di prova gratuita per un mese), oppure scaricando il programma direttamente dal Microsoft Store (per Windows 10, può essere usato con abbonamento a Office 365 o acquistato al prezzo di 135€) o da App Store (per Mac, richiede un abbonamento a Office 365 attivo).

Ad ogni modo, per tutte le informazioni su come scaricare Word in forma gratuita (attivando la versione di prova di Office 365) oppure come programma “indipendente” per Windows o macOS, ti rimando alle istruzioni dettagliate che ti ho fornito in questa guida.

Dopo aver avviato il programma, se previsto, immetti le credenziali dell’account Microsoft con cui l’hai acquistato e, se devi impaginare una tesina già esistente, clicca sulla voce Apri altri file di tipo documenti e seleziona il file che contiene la tua relazione.

In alternativa, puoi seguire due strade differenti: creare un documento vuoto, facendo clic sull’apposito pulsante; oppure partire da un modello predefinito di Word, digitando la parola tesina all’interno del campo di ricerca situato in alto e, dopo aver individuato l’anteprima di tuo interesse, cliccando sulla stessa e poi sul pulsante Crea.

Ad ogni modo, a differenza di quanto succede per la tesi di laurea, non esistono delle regole “precise” da usare per l’impaginazione di una tesina. Tuttavia, di seguito ti indico una serie di accorgimenti utili per la realizzazione della tua relazione.

  • Lascia due pagine vuote all’inizio del documento, che dedicherai successivamente al titolo della tesina e all’indice. Per farlo, posizionati all’inizio del documento (prima della prima parola redatta) e premi per due volte consecutive i tasti Ctrl/cmd+Invio.
  • Utilizza lo stile Titolo 1 per il titolo di un capitolo, Titolo 2 per le eventuali sotto-sezioni e così via: gli stili di formattazione sono disponibili nella scheda Home di Word.
  • Ricorda di formattare correttamente il testo, mettendo in risalto le parole e le frasi importanti con lo stile Grassetto (sempre disponibile nella schermata Home di Word). Stacca i paragrafi premendo il tasto Invio della tastiera e, se lo preferisci, giustifica il testo (utilizzando l’apposito pulsante, quello con le tre linee orizzontali): in tal modo, tutti i paragrafi inizieranno e termineranno seguendo una precisa linea verticale (evitando quindi il fastidioso effetto “scaletta” in fase di stampa).
  • Numera le pagine: per riuscirci, spostati nella scheda Inserisci, clicca sul bottone Numero di pagina e scegli la voce Formato numero di pagina dal menu che compare. Ora, apponi il segno di spunta nella casella Comincia da e digita il valore nel campo di testo situato subito accanto. Infine, premi il pulsante OK, clicca nuovamente sulla scheda Inserisci e, dopo aver premuto il pulsante Numero di pagina, seleziona la voce In basso e scegli dove posizionare il numero. Per far sì che la prima pagina venga esclusa dalla numerazione, fai doppio clic sul numero di pagina e, dalla scheda Progettazione, apponi il segno di spunta accanto alla voce Diversi per la prima pagina. Per ulteriori informazioni riguardo la numerazione delle pagine in Word, puoi dare un’occhiata alla guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Infine, se ti interessa aggiungere anche tabelle, illustrazioni (immagini, grafici, forme, icone e così via), video online, testi speciali, simboli o altri componenti aggiuntivi, puoi utilizzare gli appositi pulsanti situati nella scheda Inserisci.

Per definire l’allineamento di un oggetto rispetto al testo, clicca sulla sua anteprima, premi il pulsante Layout (quello a forma di arco circondato da linee) che compare a schermo e scegli la disposizione che più ti aggrada, avvalendoti dei pulsanti situati nel pannello che compare in seguito.

Una volta completate la stesura e l’impaginazione della tesina, ti consiglio di aggiungere un sommario, che potrà guidare il lettore durante la consultazione della stessa: se ti interessa capire come fare, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come creare un sommario in Word.

Altri programmi per impaginare tesina

Altri programmi per impaginare tesina

Se ritieni che Word non sia esattamente il programma che fa al caso tuo, ti farà piacere sapere che, in Rete, ci sono tantissimi altri programmi (anche gratuiti) utilizzabili per impaginare tesine e relazioni. Qui sotto te ne segnalo alcuni.

  • LibreOffice Writer (Windows/macOS) – è, senza ombra di dubbio, una delle migliori alternative gratuite a Word. Anche Writer dispone di strumenti preposti per la formattazione e l’impaginazione del testo, oltre che per l’aggiunta di grafici, immagini e altre categorie di elementi multimediali. È gratuito.
  • Scribus (Windows/macOS) – è il “predecessore” di LibreOffice Writer, il quale nasce proprio come sua costola. Anche in questo caso, ci troviamo a un programma gratuito, utilizzabile come valida alternativa a Word.
  • WPS Writer (Windows) – fa parte della suite d’ufficio WPS Office e contiene tantissimi strumenti utili per formattare e impaginare testi di qualsivoglia tipo, incluse tesine e relazioni. È gratuito.

Infine, se hai bisogno di un software che possa guidarti nel realizzare una tesina sotto forma di presentazione (quindi con slide, ricche di testo e animazioni, che scorrono sullo schermo “a comando”), puoi dare un’occhiata alla mia guida ai programmi per realizzare presentazioni, nella quale ti ho elencato una serie di ottimi software di questo tipo.

Programmi per impaginare online

Se hai bisogno di impaginare un documento e non hai possibilità di installare alcun software, potresti valutare l’utilizzo di un apposito servizio online, che ti permetta di riuscire comunque nella tua impresa, raggiungendo risultati soddisfacenti.

Microsoft Word Online

Programmi per impaginare online

Il primo programma per impaginare online di cui voglio parlarti è Word Online, la versione browser-based del celebre Microsoft Word. Tanto per cominciare, ti dico subito che, per poterla utilizzare, non dovrai sborsare un solo euro: Word Online è infatti un servizio gratuito, al quale è possibile accedere attraverso la maggior parte dei browser per computer.

L’unico requisito richiesto è quello di possedere un account Microsoft, che può essere gratuito oppure collegato a un abbonamento a Office 365 (il che sbloccherà una serie di funzionalità in più): se non ne disponi già, puoi ottenerlo seguendo le istruzioni che ti ho fornito in questa guida.

Word Online eredita la maggior parte delle funzionalità da Microsoft Word, pertanto, in esso, potrai trovare (o quasi) gli strumenti di formattazione e di impaginazione di cui ti ho parlato nel capitolo precedente di questa guida: proprio per questo motivo, è possibile utilizzare Word Online per impaginare numerose categorie di documenti, dalle relazioni, alle tesine/tesi, passando per biglietti da visita, brochure/depliant e così via.

Prima di procedere oltre, tengo a specificare che i documenti creati/modificati tramite Word Online vengono salvati automaticamente su OneDrive (il servizio di cloud storage di Microsoft); tuttavia, al bisogno, puoi scaricarli comodamente sul computer in diversi formati, tra cui .docx e .PDF.

Per poter usare Word Online, collegati al sito Internet del servizio, effettua l’accesso al tuo account Microsoft, se necessario, quindi scegli se creare un nuovo documento vuoto oppure accedere a uno degli altri modelli predefiniti, cliccando sul pulsante o sulla voce apposita.

L’interfaccia di Word Online è del tutto simile a quella del programma Word per computer: nella scheda Home sono presenti i più comuni strumenti di formattazione del testo; tramite la scheda Layout puoi decidere le dimensioni di foglio, margini e spaziatura del testo, oltre che l’orientamento della pagina; dalla scheda Inserisci puoi aggiungere immagini, grafici, tabelle e simboli, oltre che elementi per l’impaginazione quali intestazioni e piè di pagina; infine, tramite la sezione riferimenti, puoi definire indici, sommari e rimandi ipertestuali.

Per salvare il documento creato sul computer, clicca sulla scheda File e seleziona la voce Salva con nome, per accedere alle opzioni di salvataggio disponibili (ad es. Scarica una copia, Scarica come PDF e Scarica come ODT).

Se ti interessa approfondire l’argomento, ti invito a un’attenta lettura della mia guida su come usare Word, nella quale ti ho descritto, con dovizia di particolari, il funzionamento del programma di videoscrittura a marchio Office (e della sua controparte online).

Altri programmi per impaginare online

Altri programmi per impaginare online

Word Online è uno dei migliori servizi Web dedicati all’impaginazione dei documenti, ma non è l’unico: di seguito ti elenco alcune piattaforme in grado di offrirti risultati altrettanto soddisfacenti.

  • Documenti di Google – molto simile a Word Online, questo servizio, messo a disposizione da “BigG”, consente di creare, salvare e impaginare documenti di qualsivoglia tipo. È gratuito e richiede un account Google per poter essere usato.
  • Canva – si tratta di un servizio Web dedicato esclusivamente all’impaginazione di album fotografici, brochure e raccolte d’immagini, di cui ti ho già parlato nella mia guida ai programmi per creare album fotografici. È gratuito.
  • LucidPress – è un servizio online principalmente dedicato all’impaginazione di brochure, volantini e altre categorie di contenuti grafici. È gratuito ma, per sbloccare alcune funzioni (ad es. il download dei documenti realizzati nella loro versione ad alta qualità), è necessario sottoscrivere un piano di abbonamento (con prezzi di partenza pari a 11,95€/mese).

App per impaginare

App per impaginare

Se non hai a disposizione un computer, pertanto non ti è possibile servirti dei software e dei servizi Web di cui ti ho parlato poc’anzi, sappi che puoi ottenere risultati altrettanto apprezzabili avvalendoti di una serie di app per smartphone e tablet, le quali consentono di impaginare diverse categorie di documenti a suon di “tap”. Di seguito te ne elenco alcune.

  • Word Mobile (Android/iOS) – è la versione del celeberrimo programma di Microsoft dedicata a smartphone e tablet. È gratuita (per dispositivi con schermo di dimensione pari o inferiore a 10.1″) e richiede un account Microsoft per funzionare.
  • Pages (iOS) – è la versione mobile del software Pages per Mac, la quale consente di creare e impaginare documenti ed elementi grafici di numerose categorie. È un’app gratuita.
  • Canva (Android/iOS) – è l’app ufficiale del servizio Web Canva, attraverso la quale è possibile impaginare album fotografici (ed eventualmente stamparli attraverso l’omonimo servizio online) nel giro di un paio di tap. È gratuita.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.