Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare soldi

di

Ormai credo di essere stato abbastanza chiaro: tutti quei metodi miracolosi che promettono guadagni di migliaia di euro al mese attraverso Internet sono delle truffe, eppure continuo a ricevere molti messaggi di amici che mi chiedono come fare soldi su Internet. Vorrà dire che tornerò ancora una volta sull’argomento cercando di essere quanto più chiaro possibile.

Tranne pochi casi in cui si riesce a mettere in piedi una vera e propria attività, è impossibile guadagnare bene su Internet. Bisogna lavorare sodo e fare i conti con la concorrenza, proprio come si fa nel "mondo reale". Esistono però dei servizi online che consentono di effettuare piccoli lavori, vendere oggetti usati e arrotondare lo stipendio in vari modi. Sia chiaro: parliamo di pochissimi euro al mese, ma tentar non nuoce.

Se hai degli oggetti da vendere, vuoi scommettere sulla tua passione per la scrittura o ritieni di avere l’idea giusta per aprire un blog di successo, mettiti subito in gioco! Dai un’occhiata ai suggerimenti che sto per darti e cerca di metterli in pratica per trasformare il tuo tempo passato su Internet in una fonte di guadagno, seppur piccola o limitata nel tempo. Io incrocio le dita e ti auguro di raggiungere i tuoi obiettivi. In bocca al lupo!

Indice

Vendere oggetti su Internet

Cerchi una soluzione che ti consenta di mettere qualche soldo in cassa rapidamente? Allora poche storie: racimola tutti i gadget tecnologici che non usi più, svuota la cantina e vendi i tuoi oggetti usati su Internet.

Annunci e aste

vend1

I servizi migliori per vendere oggetti usati sono quelli di annunci, che sono gratis e non prevedono commissioni sugli affari conclusi. Un paio di esempi su tutti? Subito.it e Kijiji (eBay) che consentono di pubblicare annunci per ogni genere di prodotto e non richiedono nemmeno un’iscrizione obbligatoria. Per cominciare a vendere non devi far altro che collegarti alla loro home page e pigiare sul pulsante Inserisci annuncio.

Naturalmente non sei il solo a conoscere Subito.it e Kijiji, questo significa che il tuo annuncio finirà rapidamente in secondo piano e per farlo tornare in risalto dovrai acquistare dei servizi extra – dal costo di 1 o 2 euro -, i quali permettono di mantenere il proprio annuncio in prima pagina o di metterlo in "vetrina" per un periodo di 24 ore.

Un altro servizio al quale puoi rivolgerti è eBay, storico sito di aste che rappresenta ancora oggi un punto di riferimento assoluto per tutti coloro che vogliono vendere oggetti su Internet. Riesce a garantire ancora un’ottima visibilità, tuttavia prevede delle commissioni, pari al 10% su ogni affare concluso, che lo rendono meno conveniente rispetto ai servizi di annunci. Se può interessarti, ho scritto anche una guida su come vendere su eBay: utilizzala per muovere i tuoi primi passi nel mondo delle aste online.

Se hai dei libri da vendere, puoi affidarti anche a PickMyBookBooketplace e  ComproVendoLibri, dei siti Internet che permettono di vendere, acquistare e scambiare libri di vario genere (compresi quelli scolastici).

Aprire un negozio online

Shopify

Ti piacerebbe allestire un business basato sulla vendita di oggetti online? Allora ti consiglio di aprire un negozio virtuale. Come si fa? Ci sono varie soluzioni che puoi prendere in considerazione.

Se non hai molte conoscenze in ambito tecnico puoi aprire un negozio tramite Shopify, un servizio usato da oltre 1.000.000 di negozi in tutto il mondo che permette di creare e-commerce professionali in pochi e semplici passaggi, anche se non si hanno conoscenze in ambito di programmazione o di Web design (è infatti possibile scegliere tra centinaia di temi personalizzabili pronti all’uso). Funziona direttamente da browser o da app per Android e iOS/iPadOS.

Shopify offre hosting sicuro e banda illimitati, un nome di dominio gratuito shopify.com (con la possibilità di acquistarne uno personalizzato o di usarne uno già esistente), certificato SSL gratuito, la possibilità di avere prodotti illimitati nello store e un potente sistema per avviare campagne marketing via Google, Facebook, email o SMS.

Consente inoltre di analizzare i dati sulle vendite in dettaglio e di gestire facilmente ordini, clienti, inventario e carrelli (con anche codici sconto per i clienti e la possibilità di gestire i carrelli abbandonati). Prevede prezzi a partire da 29$/mese, con blog e assistenza 24/7 in inglese, ma si può provare gratis per un periodo di prova iniziale senza inserire alcun dato di pagamento e senza obbligo di rinnovo.

Per usufruire di questa possibilità, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale del servizio, digitare il tuo indirizzo email nell’apposito box e cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita. In seguito, devi digitare la password che vuoi usare per accedere al tuo account, il nome che vuoi assegnare al negozio e premere sul pulsante Crea il tuo negozio.

A questo punto, specifica se hai già cominciato a vendere, quali sono le tue entrate attuali e se stai creando un negozio per un cliente, fornisci le altre informazioni richieste, clicca sul pulsante Avanti (o su Salta, se vuoi saltare questo passaggio) e indica l’indirizzo per ricevere i pagamenti.

Ti ritroverai dunque di fronte al pannello di gestione di Shopify con, sulla sinistra, il menu che permette di accedere a tutte le sezioni del servizio: Home per accedere alla dashboard principale; Ordini per gestire gli ordini; Prodotti per gestire i prodotti; Clienti per gestire la lista dei clienti; Analisi per visualizzare i dati sulle vendite; Marketing per impostare le campagne marketing; Sconti per impostare codici sconto per i clienti; App per arricchire lo store con funzioni aggiuntive e Negozio online per personalizzare l’aspetto e il contenuto delle pagine. Maggiori info qui.

Te la cavi bene con i mezzi informatici, o comunque vuoi uno store più avanzato e personalizzabile rispetto a quello fornito da Shopify? Allora prendi in seria considerazione l’ipotesi di acquistare uno spazio Web e "installarci" sopra un CMS come Magento, Prestashop, Drupal o Joomla. Ti ho parlato dettagliatamente di questo tipo di soluzioni nel mio tutorial su come aprire un ecommerce: leggilo se vuoi approfondire l’argomento.

La terza strada che puoi intraprendere è aprire una vetrina virtuale all’interno di negozi già affermati. eBay, per esempio, offre la possibilità di aprire un negozio online con prezzi a partire da 17,00 euro per 200 oggetti venduti al mese con il meccanismo "Compralo subito" oppure con una commissione di 30 cent per ogni asta aperta. Per saperne di più, collegati a questa pagina Web e consulta la documentazione relativa ai venditori professionisti su eBay utilizzando i collegamenti collocati nella barra laterale di sinistra.

Poi non dimenticare Amazon, che permette di vendere fino a 40 articoli al mese pagando 99 cent ad articolo + commissioni oppure una somma forfettaria di 39 euro al mese + commissioni (per i volumi d’affari più grandi). Se vuoi saperne di più, consulta la documentazione ufficiale di Amazon relativa ai venditori professionisti.

Sei un artigiano? Ti piace realizzare oggetti a mano, come bambole di pezza, collane, orecchini o oggetti di arredamento per la casa? Allora puoi iscriverti anche ad Etsy, un servizio online che permette di vendere oggetti realizzati a mano o articoli vintage (vecchi di almeno 20 anni) pagando 18 cent ad inserzione + una commissione del 3,5%. Per maggiori info, consulta la sezione "Vendere su Etsy" del sito.

Scrivere articoli e libri

Come fare soldi

Dopo aver visto come fare soldi vendendo oggetti usati o altra merce attraverso un proprio negozio digitale, ecco qualche servizio online che permette di arrotondare lo stipendio grazie alle proprie conoscenze e alle proprie abilità.

Se ti senti particolarmente ferrato su un determinato argomento (es. giardinaggio, informatica, animali, maternità ecc.) e ti piace scrivere, potresti iscriverti a O2O che permette di pubblicare dei tutorial su vari siti Internet tematici ricevendo in cambio dei piccoli compensi legati al numero di voti dati dal pubblico agli articoli. Il compenso medio è di 3 euro per guida, che si possono riscuotere solo al raggiungimento di 25 euro di guadagni complessivi. Per cominciare a pubblicare i tuoi contenuti, registrati al sito cliccando sulla voce Iscriviti collocata in alto a destra e, ad operazione completata, individua l’argomento su cui puntare fra quelli elencati in fondo alla pagina.

Se invece sei un aspirante scrittore, puoi tentare la strada del successo (e quindi del ritorno economico) pubblicando i tuoi libri su servizi come Lulu e Amazon. Ti ho spiegato dettagliatamente come utilizzarli nelle mie guide su come pubblicare un libro su Amazon Italia e come pubblicare un libro gratis.

Aprire un blog

Come fare soldi

Ritieni di avere l’idea giusta per creare un blog o un sito Internet di successo? Allora mettiti in gioco e prova a fare soldi trasformando il tuo progetto in qualcosa di concreto. Se non sai da dove iniziare, prova a dare un’occhiata al mio articolo su come creare un blog e scegli la piattaforma che preferisci fra quelle menzionate nel post. Io ti consiglio WordPress, che assicura la massima flessibilità, si può utilizzare in qualsiasi spazio Web e permette di monetizzare i propri contenuti in vari modi.

Per imparare a fare un sito con WordPress leggi il mio tutorial sull’argomento, mentre se vuoi aumentare il successo del tuo sito segui i suggerimenti che trovi nel miei post su come pubblicizzare sito gratis.

Per quanto concerne la monetizzazione dei contenuti, hai varie strade a tua disposizione. In primis puoi contare sui banner pubblicitari di servizi come Google Adsense, poi ci sono i servizi di affiliate marketing che permettono di guadagnare qualche centesimo sulla vendita di oggetti su Amazon e altri negozi online usando dei link sponsorizzati.

Se vuoi approfondire entrambi gli argomenti, leggi il mio articolo su come guadagnare con Adsense in cui ti ho spiegato come guadagnare con i banner pubblicitari e il mio post su come guadagnare con un sito dove, invece, ti ho spiegato il funzionamento dei sistemi di affiliazione.

Guadagnare con i social network

Come fare soldi

Con molta fortuna e molto, moltissimo impegno, anche i social network e le piattaforme di video sharing possono diventare uno strumento di guadagno. L’ideale sarebbe creare un blog o un sito di successo e sfruttare le sue pagine social per aumentare i guadagni ma, volendo, è possibile ottenere successo sui social anche da un punto di vista personale, quindi facendosi conoscere per le proprie qualità e costruendo un network di fan/follower sulle proprie attività.

Delle pagine social di successo possono essere usate per aumentare i guadagni tramite i sistemi di affiliate marketing, tramite l’acquisizione di nuovi clienti per il proprio business (es. la vendita di oggetti sul proprio store) e molto altro ancora. Per saperne di più, da’ un’occhiata ai miei tutorial su  come guadagnare con Facebook, come guadagnare con Twitter e come guadagnare con YouTube.

Guadagnare con i sondaggi

Come fare soldi

Ci sono dei servizi online e delle app per smartphone che permettono di guadagnare piccole (piccolissime) somme di denaro rispondendo a dei sondaggi. I compensi a volte non sono direttamente in denaro ma in buoni da utilizzare su Amazon, Zalando e altre piattaforme di ecommerce. Se la cosa ti interessa, ecco alcuni siti e app che potrebbero fare al caso tuo.

  • American Consumer Opinion – uno dei "panel" più longevi e popolari del Web. Per utilizzarlo, basta iscriversi ad esso e attendere le email che invitano alla partecipazione ai sondaggi.
  • MySurvey – si tratta di una community online i cui clienti hanno la possibilità di influenzare prodotti e servizi futuri partecipando a dei sondaggi retribuiti.
  • i-Say – un servizio di sondaggi retribuiti targato Ipsos, storica azienda di ricerche di mercato. Può pagare con buoni Amazon.
  • Alta opinione – altro servizio di sondaggi molto popolare. Paga con buoni per Amazon, Zalando e altri servizi di ecommerce.
  • Google Opinion Rewards – una app per Android, rilasciata ufficialmente da Google, che permette di guadagnare dei crediti per il Play Store rispondendo ai sondaggi. Ogni sondaggio può far guadagnare fino a 0,75 euro di credito.

Se vuoi approfondire l’argomento relativo al guadagno tramite sondaggi e/o app per smartphone, leggi i miei tutorial su come guadagnare con i sondaggi e come guadagnare soldi con app in cui ti ho spiegato più in dettaglio come funzionano tutti questi servizi.

Trovare lavoro su Internet

Come fare soldi

Come sottolineato abbondantemente all’inizio di questo post, Internet non è la nuova El Dorado. Guadagnare cifre ragguardevoli è complicato tanto quanto lo è nel cosiddetto "mondo reale", tuttavia la grande Rete può rivelarsi un formidabile strumento per trovare un’occupazione e guadagnare un vero stipendio.

Nel mio post su come trovare lavoro su Internet ti ho segnalato numerosi servizi online che mettono in contatto aziende in cerca di personale con aspiranti lavoratori. Iscriviti a uno di essi (o anche a più di uno!), carica il tuo curriculum online e aumenterai sicuramente le tue chance di trovare un’occupazione.

Ci sono anche dei servizi, come il famosissimo Fiverr, che permettono di guadagnare delle discrete somme di denaro offrendo le proprie competenze per la realizzazione di vari lavori (es. creazione di loghi, corsi di lingua, sviluppo di siti Web e quant’altro): potrebbero tornarti utili per arrotondare lo stipendio.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.