Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come guadagnare online seriamente

di

Cercando informazioni su come guadagnare online, è facile imbattersi in affermazioni che riguardano la possibilità di ottenere cospicue rendite senza alcun tipo di sforzo o investimento. Beh, sono tutte sciocchezze: è possibile guadagnare tramite Internet, e di storie di successo ce ne sono tante (compresa la mia), ma sul Web, così come nel mondo reale, nessuno regala niente a nessuno!

Detto ciò, se sei qui e stai leggendo questa guida, è evidente che ti interessa capire come guadagnare online seriamente. Ho indovinato? Bene, allora sarai contento di sapere che posso darti qualche consiglio al riguardo, parlandoti di alcune attività che, potenzialmente, potrebbero permetterti di generare degli introiti, ma soltanto a seguito di duro lavoro, costanza, impegno e – come in tutte le cose – anche un pizzico di fortuna.

Come dici? Sei impaziente di saperne di più e, adesso, non vedi l’ora di iniziare? Benissimo, allora ti invito a metterti seduto bello comodo e a prenderti giusto qualche minuto di tempo libero. Leggi con attenzione i consigli che ho preparato per te in questo mio tutorial, individua la strategia più in linea con le tue esigenze e cerca di seguire quanto indicato. Detto ciò, non mi resta che augurarti una buona lettura e, soprattutto, farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Aprire un negozio online

Shopify

Il primo consiglio che voglio darti, relativamente alle possibili strade da intraprendere per guadagnare online seriamente, è quello relativo all’apertura di un negozio online.

Devi, infatti, sapere che, così come succede nel mondo reale, anche su Internet si può strutturare un business sulla vendita di oggetti (o servizi). Le possibilità di guadagno sono però chiaramente maggiori, se possiedi già un negozio fisico e ampli il tuo business con le vendite tramite Internet. Ad ogni modo, si tratta di una soluzione che, in linea generale, mi sento di consigliarti, in quanto potenzialmente remunerativa e con costi da sostenere contenuti.

Detto ciò, ti interesserà sapere che esistono servizi, come ad esempio Shopify, che permettono di aprire un vero e proprio negozio online tramite l’utilizzo di strumenti preconfigurati, permettendo così di vendere qualsiasi tipo di prodotto con una certa facilità.

Shopify è un servizio usato da oltre 1.000.000 di negozi in tutto il mondo, grazie al quale è possibile creare e gestire un e-commerce con estrema facilità e senza la necessità di avere conoscenze in ambito di programmazione o di Web design. Basta scegliere un tema, personalizzarlo e inserire i prodotti da vendere nel negozio. Funziona sia da browser che da app per Android e iOS/iPadOS e offre hosting e banda illimitati e un nome di dominio gratuito shopify.com, con la possibilità di acquistarne uno personalizzato o di sfruttarne uno pre-esistente.

Utilizzando Shopify, potrai gestisce i prodotti in negozio, le campagne marketing (via Google, Facebook, email o SMS), gli ordini, i pagamenti, i clienti, l’inventario e tutto ciò che concerne l’e-commerce, dalla promozione al check-out. Vengono fornite anche analisi dettagliate sui dati di vendita.

Il servizio si può usare gratis per un periodo di prova limitato, dopodiché si può scegliere se continuare o meno scegliendo tra vari piani, adatti a tutte le tasche e tutte le esigenze, i cui prezzi partono da 29$/mese con prodotti senza limiti per il proprio negozio, codici sconto, assistenza, certificato SSL e molto altro.

Per provare Shopify, non devi far altro che collegarti al sito ufficiale del servizio, digitare il tuo indirizzo email nel box preposto e cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita. Devi poi digitare la password che vuoi usare per il tuo account, il nome che vuoi assegnare al negozio proposto e premere sul pulsante Crea il tuo negozio.

Successivamente, usa i menu a tendina che vedi su schermo per indicare se se hai già cominciato a vendere, quali sono le tue entrate attuali e se stai creando un negozio per un cliente, fornisci il resto delle informazioni richieste e vai Avanti (o premi su Salta, se vuoi saltare questo passaggio). Infine, compila il modulo relativo all’indirizzo per ricevere i pagamenti e verrai reindirizzato alla pagina di gestione del tuo e-commerce.

A questo punto, non ti resta che personalizzare e gestire il tuo negozio su Shopify usando le voci disponibili nel menu di sinistra: la voce Home permette di accedere alla dashboard principale dell’e-commerce, Ordini consente di gestire gli ordini, Prodotti i prodotti, Clienti la lista dei clienti, la voce Analisi permette di visualizzare i dati sulle vendite, quella Marketing di impostare le campagne marketing, quella Sconti di impostare codici sconto, mentre in App puoi ampliare il tuo e-commerce con funzioni aggiuntive e in Negozio online puoi personalizzare l’aspetto dello store. Maggiori info qui.

In alternativa, è possibile appoggiarsi agli store online già famosi e sfruttare la loro popolarità per arrivare a un pubblico potenzialmente più vasto: tra i servizi che offrono una soluzione di questo genere, bisogna sicuramente citare Amazon, ma anche eBay e Etsy (quest’ultimo però riguarda esclusivamente prodotti realizzati artigianalmente, abbigliamento vintage e poco altro).

Per aprire un negozio online è anche possibile avvalersi di soluzioni più avanzate, come per esempio la creazione di un e-commerce su dominio e spazio hosting personale, oltre che attraverso l’utilizzo di un Content Management System (WordPressJoomlaPrestashop o Magento): in questo caso specifico il vantaggio è dato dall’indipendenza della propria piattaforma, oltre che dalle ampie possibilità di personalizzazione a livello strutturale.

È chiaro però che per avvalersi di soluzioni di questo tipo è necessario possedere delle competenze di informatica, oppure bisogna affidare il lavoro di sviluppo, gestione e manutenzione a un professionista.

A tal proposito, nel caso ti interessasse la strada dell’e-commerce e volessi approfondire l’argomento, ti consiglio di leggere questo mio tutorial, per avere maggiori informazioni al riguardo.

Sviluppare giochi o applicazioni

Sviluppare giochi o applicazioni

Sviluppare delle app di successo oppure dei giochi per smartphone e tablet e guadagnarci dei soldi è difficile, ma non impossibile. Detto ciò, se sei un appassionato di tecnologia e se già impegnato in studi su questa materia, potresti unire l’utile al dilettevole, conciliando le tue attività di studio con un progetto di business.

A tal proposito, qualora avessi delle idee valide e volessi qualche consiglio su come iniziare a muovere i tuoi primi passi, ti suggerisco di approfondire l’argomento, leggendo alcuni miei tutorial, come per esempio quello in cui ti parlo di come creare un’app. Nelle guide che ti ho linkato ti ho segnalato numerosi strumenti utili per iniziare il lavoro: da’ loro un’occhiata, penso che potrebbero esserti d’aiuto.

Come dici? Sei interessato a tale possibilità ma non possiedi le specifiche competenze informatiche relative ai linguaggi di programmazione? Non preoccuparti: in tal caso, se devi partire da zero puoi dare un’occhiata al mio tutorial su come programmare.

Aprire un blog

Aprire un blog

Un’altra soluzione che puoi prendere in considerazione per guadagnare tramite Internet è quella relativa all’apertura di un blog o di un sito Internet, tramite strumenti preconfigurati come per esempio WordPress.com, Wix, ma anche direttamente tramite il CMS WordPress da installare “manualmente”, se hai già acquistato un dominio e uno spazio hosting.

A tal proposito, però, voglio chiarire che guadagnare online in questo modo non è per nulla facile, in quanto per vedere qualche risultato bisogna innanzitutto avere alti volumi di traffico sul proprio sito Web.

Inoltre, bisogna anche saper gestire in maniera intelligente i social network, in quanto questi rappresentano una tra le fonti più importante di traffico diretto, oltre ai motori di ricerca.

Bisogna anche saper posizionare in maniera efficace i banner pubblicitari (inseriti sul proprio sito Web tramite servizi come Google Adsense), ma anche sfruttare i programmi di affiliazione (come per esempio quello di Amazon): tramite questi ultimi è possibile ottenere delle commissioni sui prodotti acquistati dagli utenti nei negozi online con i quali ci si è affiliati.

In linea generale, quindi, ciò che serve è una strategia editoriale efficace, in quanto, come avrai capito, per ottenere guadagni considerevoli ci vogliono anni di esperienza sul campo.

A tal proposito, se vuoi saperne di più sull’argomento ti consiglio la lettura del mio libro “Il Metodo Aranzulla” (edito da Mondadori Electa), nel quale ho spiegato dettagliatamente quali strategie e strumenti ho utilizzato per portare al successo il mio sito Web, Aranzulla.it, uno tra i 30 siti Web più visitati in Italia.

Il metodo Aranzulla: impara a creare un business online
Vedi offerta su Amazon

Inoltre, per aiutarti a muovere i tuoi primi passi, ti invito anche a leggere le mie guide su come creare un blog WordPress e su come gestire un blog WordPress in cui ti ho spiegato come allestire un blog e cominciare a popolarlo di articoli interessanti.

Invece, nel mio tutorial su come monetizzare un blog ti ho spiegato i fondamentali del sistema pubblicitario Google Adsense. Infine, non trascurare i miei articoli su come avere tanti “Mi piace” su una pagina Facebook, su come guadagnare con Facebook o quelli che riguardano l’aumento dei followers su Instagram e le relative possibilità di guadagno: trattano l’aspetto social di quello che potrebbe diventare il tuo business.

Scrivere un libro

Scrivere un libro

Ti piace scrivere? Hai scritto un romanzo, ma non riesci a trovare una casa editrice disposta a pubblicarlo? In tal caso, puoi provare a trasformare la tua passione in un lavoro grazie a Internet, pubblicando il tuo libro gratuitamente.

Devi, infatti, sapere che esistono diverse piattaforme di self-publishing (auto-pubblicazione), tramite le quali è possibile pubblicare le proprie opere in versione digitale o cartacea, guadagnando dei soldi dalle vendite di ciascuna copia, al netto delle commissioni.

Tra i servizi più famosi di questo tipo ci sono Amazon (i costi di commissione variano tra il 35% e il 75% sul prezzo di ogni libro venduto), di cui ti ho parlato nella mia guida su come pubblicare un libro su Amazon Italia, e Lulu (i costi di commissione sono pari al 20% per i libri cartacei e del 10% per la vendita di ebook), di cui, invece, ti ho parlato nel mio tutorial su come pubblicare un libro gratis.

Da non sottovalutare, inoltre, l’importanza di Wattpad, una piattaforma in forte espansione dedicata agli autori esordienti nella quale è possibile pubblicare le proprie storie. Alcuni romanzi hanno avuto un successo tale da essere pubblicati dalle maggiori case editrici tanto che, successivamente, le case di produzione cinematografica ne hanno acquistato i diritti per la trasposizione sul grande schermo.

Altri consigli utili

Altri consigli utili

In conclusione, lascia che ti dia qualche consiglio su cosa fare e cosa non fare per guadagnare online. Si tratta di piccoli consigli che, spero, ti aiuteranno a gestire il tuo business, portandolo al successo.

  • Non credere mai alle promesse di guadagno facile: lascia perdere i sistemi di marketing multilivello e concentrati su quelli che sono i tuoi obiettivi, anche se inizialmente non avrai un ritorno economico importante.
  • Tieni conto delle tue passioni, ma anche di quelle degli altri: studia con attenzione il campo in cui vuoi intraprendere la tua attività, partecipa a conferenze, corsi e parla con persone che già ci operano e scopri se c’è terreno fertile per allestire un business di successo.
  • Lavora fuori dagli orari tradizionali: rinuncia a un week-end al mare, a qualche serata in giro con gli amici e a qualche film. Vedrai che occupando quel tempo per i tuoi progetti professionali, il duro lavoro verrà ripagato e riuscirai a far crescere il tuo business.
  • Non aspettarti subito guadagni considerevoli: anche nel settore digitale ci vuole tempo per far “ingranare” un’attività, non gettare tutto all’aria se per qualche mese non riesci a racimolare abbastanza soldi. Insisti e alla fine vincerai tu.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.